asta, diamanti, news — Maggio 17, 2019 at 3:30 am

Un diamante marquise top con Faraone Casa d’Aste





Un Rolex e un diamante taglio marquise i pezzi più in vista alla vendita di Faraone Casa d’Aste ♦︎

Collezionisti, professionisti incuriositi dalla selezione di orologi e clienti privati in cerca di un affare, volti sempre nuovi e in numero esponenziale, hanno cominciato ad affiancare i commercianti che avevano da sempre il posto in prima fila nelle due aste annuali di maggio e novembre. L’asta di maggio di Faraone Casa d’Aste, che si è tenuta al Four Seasons Hotel di Milano, ha totalizzato acquisti per 703.067,60 diritti inclusi. Il 50% degli acquisti è stato compiuto da 31 privati, il resto da solo sette commercianti. Un dato che soddisfa Faraone Casa d’Aste, che non solo garantisce l’ottima selezione dei pezzi posti all’incanto, ma che è riuscita a trasmettere il messaggio che l’acquisto di gioielli e orologi attraverso l’asta è conveniente per un pubblico più ampio e non è solo esclusivo degli operatori di settore.

Rolex Cioccolatone
Rolex Cioccolatone

Nella tornata dedicata agli orologi, nelle prime ore pomeridiane, il banditore Luciano Carnaroli ha battuto un Rolex Cioccolatone 1945 Ref 4645 con cassa e bracciale in oro rosa per un valore di 14.500 euro contro i 9.000 del valore di partenza, in favore di un’offerente al telefono. Una vendita che ha confermato positivamente l’intuizione della casa d’aste di dedicare agli orologi un apposito spazio con un proprio banditore. Nella parte invece riservata ai gioielli, la banditrice Patrizia di Carrobio ha decretato la vendita del lotto 315, un diamante taglio marquise, D Color VVS2 da 4,98 Ct. certificato Gia, al centro di una serie di rilanci tra commercianti in sala e al telefono, per un valore di finale di 90.000 in favore di un’offerta scritta proveniente dagli Stati Uniti e recapitata poche ore prima dell’inizio della tornata.

Diamante taglio marquise venduto per 90.000 euro
Diamante taglio marquise venduto per 90.000 euro

Eravamo abituati a un’affluenza sempre crescente da parte di privati ai nostri precedenti appuntamenti asta, ma non ci aspettavamo un ruolo così determinante all’asta primaverile, solitamente presidiata da commercianti. Questo è un segnale positivo, una soddisfazione e una lode di professionalità che giro a tutto il mio team.

Vittoria Bianchi, amministratore delegato di Faraone Casa d’Aste







Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *