vetrina — luglio 10, 2016 at 7:00 am

Garavelli a quattro colori

La formula di Garavelli (tradizione più innovazione uguale qualità) funziona: pochi gioielli per volta, con una cauta, ma sicura introduzione di nuovi pezzi, ha un riscontro positivo nelle per la Maison piemontese. Ora, per esempio, il brand che sta per raggiungere il traguardo di un secolo di storia, aggiunge alla collezione Dune quattro anelli cocktail di proporzioni considerevoli e di vivaci colori: giallo, bianco, rosa e oro annerito. Una sorpresa, se si confrontano con le collezioni ormai classiche dell’azienda guidata da Elisabetta Molina. Nonostante l’azienda sia nata e rimanga attiva in una zona dalle attitudini professionali conservative (in senso buono) come quella di Valenza, Garavelli ama la introduzione di temi tecnologici. In questo caso, per esempio, una speciale finitura galvanica con micro componenti-ceramica, cioè nano ceramica. Una tecnica che ha permesso di salvaguardare l’estetica assieme alla robustezza. Ma non solo: questo sistema, spiegano a Garavelli, permette di ripristinare il colore dopo molti anni, nel caso si sia appannato. Come per una riparazione, basterà riportare l’anello dal gioielliere per riaverlo brillante come il primo giorno. Prezzo: circa 1700 euro. Alessia Mongrando

Collezione Dune, anelli
Collezione Dune, anelli
Gli aneli Drago visti da vicino
Gli aneli Drago visti da vicino
Le proporzioni della parure della collezione Drago
Le proporzioni della parure della collezione Drago
Garavelli, bracciale Drago
Garavelli, bracciale Drago
Garavelli, edizione 2012
Garavelli, edizione 2012

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *