Coralia, anello con tormalina rosa centrale, dettaglio del lato

Il Rinascimento di Alessio Boschi

Una delle sue ultimissime creazioni è la parure Renaissance, orecchini e collana in omaggio al Rinascimento fiorentino. E anche in questo caso c’è tutta una storia dietro: «L’idea di collana nasce un pomeriggio di due anni e mezzo fa quando passando al centro delle pietre di Bangkok, vedo in un piccolo banchetto di un brasiliano tre pezzi di rubellite, straordinari sia come colore, il lampone, estremamente raro, sia come dimensione. E in più privi di inclusioni, altra caratteristica davvero inconsueta per questo tipo di pietre». Da qui l’ispirazione di trasformarle in un gioiello che simula la vetrata di una chiesa: «Successivamente, ho pensato di riprodurre il Duomo di Firenze. Ed ecco che emerge il gusto italiano ». E infatti, nelle due miniature al centro della collana, un micro mosaico eseguito a Roma da un maestro artigiano del Vaticano, sono raffigurate la cupola del Brunelleschi e Maria de’ Medici. Il tutto è montato su 18 fili di perle baby Akoya che vanno dal rosé, uno dei colori più pregiati, al bianco dai 6.45 millimetri fino ai 2.5 millimetri, inframmezzate da perline di rubellite. La stessa pietra che chiude anche le miniature degli orecchini che raffigurano il David di Donatello e il giglio, emblema del capoluogo toscano.

Collana Renaissaince, in oro bianco, perle Akoya e rubellite
Collana Renaissaince, in oro bianco, perle Akoya e rubellite
Renaissaince, dettaglio collana aperta
Renaissaince, dettaglio collana aperta
Renaissaince, dettaglio collana chiusa
Renaissaince, dettaglio collana chiusa

Si diceva che ogni pezzo ha una storia da raccontare, non solo quelli più eclatanti come soggetto. Ecco perché

2 Comments

  1. Cara Monica volevo davvero rongraziarti per il bellissimo articolo e per le parole ed i complimenti usate per descrivere il mio lavoro .
    Un abbraccio e fammi sapere se posso mandarti altro materiale mi raccomando rata in contatto con Veria che si occupa di tutto il marketing al seguente indirizzo valeria@alessioboschi.com
    Grazie ancora

    Alessio

    • Ciao Alessio, ma figurati, gli artisti come te sono una manna per noi giornalisti. Aspetto le nuove creazioni e anche la foto della collana con il glicine magari anche che si stacca la spilla.
      A presto
      Monica

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Monica Trevisi, collezione Mati

Next Story

Profumo di gelsomino per Hafner

Latest from News

Oroarezzo fa spazio al fashion

Dall’11 al 14 maggio torna Oroarezzo 2024, piattaforma internazionale per la produzione industriale del gioiello firmata Italian Exhibition

Addio a Marina Bulgari

È morta a Roma Marina Bulgari, figlia di Costantino Bulgari, primo figlio di Sotirios (l’altro era