Le curve originali di Anaconda

AnacondaCompie 34 anni Anaconda, il negozio di Monica Rossi, partita con una produzione solo in argento dal taglio essenziale e a volte quasi minimalista, quando il termine ripreso dalla corrente artistica degli anni Sessanta non era così abusato, fino a una metamorfosi creativa che ha smussato angoli e arrotondato le linee. Che l’ispirazione sia diversa da un tempo lo si capisce già dall’arredamento in boiserie lievemente barocche e i gioielli, che ricordano alcune lavorazioni tipiche dall’oreficeria del Settecento, vi si adattano perfettamente: minuscole perline «grain de sable» e diamanti oppure ossidiana, calcedonio, berillio ma soprattutto pietra luna tutte tagliate a rosa, ossia una lavorazione molto usata in passato che riflette la luce in maniera diversa dalla modellazione moderna. Quasi più opaca. Molti i gioielli su commissione, soprattutto anelli celebrativi come il Poema, una larga fascia in oro sulla quale è possibile far incidere, frasi o poesie. M.d.B.

Anaconda Gioielli

via Bergamini, 7

20122 Milano

tel: 0258303668

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Dagli Usa le prime immagini di Dani

Next Story

Il corallo di Sicilia conquista il Giappone

Latest from Milano gioielli

Gimor made in Milano

Direttamente dagli anni Sessanta lo stile e la preziosa sobrietà di Gimor, marchio che sintetizza lo