Gioielli, Jewelry, Joaillerie, Joyas, Jewelen

Spilla in oro giallo e rosa con diamanti champagne, brown, zaffiri orange

I segreti dei diamanti champagne

in da sapere




Diamanti, ma di colore che va dal caramello al cognac. Sono i diamanti champagne, molto di moda. Ecco come riconoscerli e come sono classificati ♦

Sono un nuovo classico, ma è «vietato» chiamarli diamanti brown. Piuttosto, meglio la definizione di champagne o cognac: questi diamanti ormai accompagnano i gioielli di celebrità e trend setter. Il merito (o la responsabilità, dipende dai punti di vista) va alla compagnia mineraria Rio Tinto, il maggiore produttore al mondo di questo tipo di gemme, e alla sua operazione di sensibilizzazione del mercato, visto che fino a trent’anni fa quasi nessuno conosceva o, meglio, utilizzava questo tipo di pietra.

Anello chevalier con diamanti champagne
Colette Jewelry, anello chevalier con diamanti champagne

Certo, la strada per convincere gioiellieri e addetti ai lavori a usare come alternativa al diamante incolore, quello classico, pietre dei toni più morbidi e dorati non è stata breve. Ma l’idea di associare la tonalità a un vino pregiato, lo champagne, e a un liquore di lusso, il cognac, ha avuto successo. Inoltre, l’aumento della domanda dei diamanti ha allargato di fatto il mercato e ora queste pietre dalle sfumature dorate sono una delle principali scelte per realizzare gioielli di design o comunque dal gusto molto contemporaneo. Tanto da spingere la Argyle Diamonds (miniera australiana di proprietà di Rio Tinto) a certificare per le pietre incolore una scala cromatica da C1 a C7, simile a quella redatta dal Gia (Gemological Institute of America). Insomma, adesso anche i diamanti colorati sono catalogati scientificamente e la loro valutazione non dipende solo dalla discrezionalità del gioielliere. E questo rappresenta un vantaggio per tutti gli acquirenti. Ecco la classificazione dei diamanti australiani.

Orecchini in oro rosa con diamanti champagne
Orecchini in oro rosa con diamanti champagne by Pasquale Bruni

Vale la pena di acquistare un gioiello con diamanti champagne? Mentre un tempo i diamanti non perfettamente incolori erano considerate gemme di seconda categoria, ora l’opinione non è più quella. Certo, i diamanti tradizionali, incolori, sono ancora valutati di più di quelli champagne. Ma a pesare di più è la valutazione complessiva del gioiello. Un semplice anello con un piccolo diamante champagne sarà ancora valutato un po’ meno di uno corrispondente, ma perfettamente incolore. Ma un gioiello ben fatto e, soprattutto, di una marca nota e affermata potrà mantenere il suo valore nel tempo e, con un po’ di fortuna anche rivalutarsi parecchio.

Bracciale in oro rosa 14 carati e diamanti bianchi e champagne
Bracciale in oro rosa 14 carati e diamanti bianchi e champagne

La qualità. Attenzione, però, alla scelta. Come accennato, anche per i diamanti champagne conta la qualità. Insomma, non sono tutti uguali. Una perfetta chiarezza, l’assenza o quasi di inclusioni, oltre naturalmente al peso in carati, sono elementi da valutare attentamente prima di acquistare un gioiello. Insomma, un gioiello con diamanti champagne deve essere una scelta, non un ripiego con diamanti di seconda qualità.

La scala cromatica Argyle Diamonds
La scala cromatica Argyle Diamonds

Provenienza. Africa del Sud, Siberia e Australia. La miniera Argyle nella remota regione dell’East Kimberley dell’Australia occidentale è la maggiore fonte al mondo.

Colore. Deriva dal calore e dalla pressione esercitata dalle profondità della terra sul reticolo cristallino. In pratica questo meccanismo provoca delle distorsioni nel diamante che le assorbe imprimendo un colore marrone. Un fenomeno visibile all’interno della pietra come in fasce parallele. Il loro colore naturale può essere modificato in laboratorio in arancio, giallo o rosa.

Diamanti naturali nelle sfumature champagne e cognac
Diamanti naturali nelle sfumature champagne e cognac
Orecchini a forma di elmetto romano, in oro e diamanti champagne e bianchi
Orecchini a forma di elmetto romano, in oro e diamanti champagne e bianchi
Orecchini in oro bianco, diamanti champagne
Mary Esses, orecchini in oro bianco, diamanti champagne

Anello con diamanti champagne
Etho Maria, anello con diamanti champagne

Spilla in oro giallo e rosa con diamanti champagne, brown, zaffiri orange
Spilla in oro giallo e rosa con diamanti champagne, brown, zaffiri orange by Chopard







2 Comments

  1. Buongiorno, anche io trovo che queste pietre siano bellissime, ed ho notato che adesso si vedono sempre più di frequente nelle gioiellerie montati su oro rosa.
    Consiglio a chi è amante di questi bellissimi diamanti di fare un giro sul sito di Le Vian.
    Ho visto che la tonalità spazia dal marrone scuro, al nocciola, fino ad avere un riflesso verde (si vede un pò nella vostra ultima foto) che trovo il più bello di tutti.
    Vorrei sapere appunto se quest’ultimo colore ha un suo nome….. cognac o champagne mi sembra improprio…..
    Grazie,
    Stefania

    • Cara Stefania, difficile giudicare correttamente da una foto: il colore dipende dalla resa dello schermo, da chi ha editato l’immagine… Per un corretto giudizio ci vuole una perizia gemmologica, impossibile. L’articolo è ovviamente indicativo, generale. Grazie e ciao

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from da sapere

Go to Top