da sapere — maggio 14, 2017 at 6:07 am

Tutto sugli smeraldi

Lo smeraldo è la pietra legata al mese di maggio. È una delle pietre più preziose, eppure non tutti la conoscono a fondo. Ecco le cose essenziali da sapere sullo smeraldo ♦

Innanzitutto, come riconoscere uno smeraldo? È facile capirne il valore e la qualità? La risposta è: no. Solo una perizia condotta da un esperto (disinteressato o retribuito) può fornire un giudizio serio. Però conoscere le nozioni di base può aiutarvi a capire se è il caso di pagare una perizia e aiuta ad avere un’idea riguardo la pietra che vi interessa.

Quattro C. Gli smeraldi, come i diamanti, sono valutato in base a quattro parametri (The Four C): colore, purezza (clarity), taglio (cut) e carati. A differenza di diamanti, però, per gli smeraldi il colore è la caratteristica più rilevante. Se ci pensate è anche l’unica gemma che dà un nome a un colore: verde smeraldo.

Colore. Negli smeraldi la tonalità e la saturazione del colore possono variare sensibilmente. Una tonalità profonda è più apprezzata. Quindi, il valore è legato alla sfumatura di colore: più intensa è, più è ricercata.

Orecchini con diamanti, smeraldo intagliato e rubino

Amrapali pendente con diamanti, smeraldo intagliato e rubino

Nitidezza. Come per i diamanti, in uno smeraldo possono esserci inclusioni o difetti. A volte queste imperfezioni sono invisibili a occhio nudo: bisogna utilizzare lenti potenti e guardare in controluce la pietra. Tra l’altro, queste minuscole tracce costituiscono una specie di «impronte digitali». Ovviamente, le inclusioni, cioè bolle o graffi interni, influenzano il valore della pietra.

Taglio. La parola cut (taglio) si riferisce al modo in cui è stata data forma a uno smeraldo per ottimizzare la sua bellezza. Un ottimo smeraldo può essere migliorato solo con l’esperienza di un bravo cutter. Molti smeraldi hanno un taglio particolare, a grandi linee di forma rettangolare che è chiamato, appunto, il taglio smeraldo.

John Rubel, anello con oro bianco, smeraldo, zaffiri e diamanti

John Rubel, anello con oro bianco, smeraldo, zaffiri e diamanti


Carato. È la misura del peso di uno smeraldo. Naturalmente, più grande è uno smeraldo, maggiore è la sua caratura e, spesso, il costo. Tuttavia, non è la caratteristica principale: meglio una pietra più piccola, ma trasparente e di colore intenso che una grande ma piena di imperfezioni.

Provenienza. I migliori smeraldi sono quelli della Colombia. Altre miniere si trovano in Zambia, Africa.


Attenti ai trattamenti. Le pietre sono spesso trattate per migliorarne l’aspetto. Una di queste tecniche è il cosiddetto heat-treatment (cioè tramite il calore): consiste nel riscaldare la pietra per migliorarne il colore e la purezza. Il Deep Diffusion Treatment consiste invece nel diffondere all’interno della pietra degli additivi come il berillio, il cui scopo è ottenere colori totalmente differenti da quelli originali, generalmente rari in natura. Per esempio, il colore arancio per gli zaffiri. Questi due trattamenti sono riconosciuti dai professionisti, e sono specificati sul certificato del laboratorio di gemmologia che ha esaminato la pietra.

Anello di Van Cleef & Arpels, diamanti e smeraldo taglio smeraldo

Anello di Van Cleef & Arpels, diamanti e smeraldo taglio smeraldo

Julianne Moore con collana di Bulgari

Julianne Moore con collana di Bulgari

Il bracciale di Bulgari con diamanti e smeraldi appartenuto a Liz Taylor

Il bracciale di Bulgari con diamanti e smeraldi appartenuto a Liz Taylor

De Grisogono, anello con smeraldo e zaffiri

De Grisogono, anello con smeraldo e zaffiri

Smeraldo con piccole imperfezioni interne

Smeraldo con piccole imperfezioni interne

Smeraldo grezzo

Smeraldo grezzo

Smeraldo con taglio cuscino

Smeraldo con taglio cuscino


 
 


 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*