news — gennaio 19, 2016 at 7:00 am

VicenzaOro torna e sposa OroArezzo

VicenzaOro, conto alla rovescia. Quest’anno la fiera di gennaio avrà come sottotitolo The Golden Voices, cioè dare spazio a tutti i protagonisti della filiera della gioielleria, in una specie di coro intonato sulla stessa musica. Attesi tra gli stand ci sono oltre 1500 brand, oltre 400 buyer provenienti da oltre 23 Paesi, nonché giornalisti provenienti da 15 Paesi (ovviamente anche quelli di Gioiellis.com).VicenzaOro, però, sarà anche la fiera del matrimonio tra Vicenza e Arezzo, tema di una alleanza attesa da anni dagli operatori del settore. «Una decisione in qualche modo inevitabile, dettata dai tempi», l’ha definita, presentando l’accordo, il presidente di Fiera Vicenza, Matteo Marzotto. «È necessario fare sistema: le aziende italiane e gli operatori esteri hanno la necessità di un unico interlocutore. L’accordo con Arezzo, scavalca i localismi e permette di coordinare le forze. La promessa di matrimonio è regolata da un contratto, che servirà a suggellare il fronte comune tra le due realtà fieristiche. Quest’anno VicenzaOro, con i suoi 1.500 espositori, farà solo due fiere anziché tre, una a gennaio e una a settembre, mentre Arezzo, che conta 650 espositori, ne farà una a maggio. Insomma, non ci faremo più concorrenza a vicenda». Argomento condiviso da Andrea Boldi, presidente di Arezzo Fiere e Congressi: «Le sinergie tra Vicenza e Arezzo sono necessarie e serviranno a dare ancora più forza al settore», ha detto ricordando che l’alleanza è importante anche sul fronte della presenza all’estero, da VicenzaOro Dubai come Jck di Las Vegas. Un settore quello della gioielleria e oreficeria che, tra parentesi, vale circa 6 miliardi ed è il quarto per export: da qui l’impegno concreto del ministero dello Sviluppo economico, e in particolare del viceministro (e ora ambasciatore Ue) Carlo Calenda. Il governo, infatti, ha messo sul piatto parte dei fondi necessari per riorganizzare il sistema fieristico e promuoverlo all’estero.

Secondo il direttore generale di Fiera di Vicenza, Corrado Facco, il momento peggiore della crisi dell’economia sembra alle spalle, perlomeno in Italia, ma il mondo dei gioielli deve fare i conti con le tensioni nel mondo: dal Medio oriente, alla Russia, fino alla instabilità finanziaria in Cina: «L’instabilità geopolitica ha creato un importante calo del turismo. Allo stesso tempo si è quasi dimezzato il prezzo del petrolio. Due fattori che hanno inciso sull’economia dei paesi arabi, che principalmente vivono di questo. Gli imprenditori di Arezzo hanno risentito di questo, vendevano parecchio nel Nord Africa. Ma con la Libia in guerra, con la Tunisia, il Marocco e l’Egitto che hanno perso flussi turistici, vendono molto meno. Il fatto è che i gioielli vengono acquistati soprattutto dagli stranieri in visita in quei Paesi». Ma i conti veri si faranno alla fine della Fiera. Anzi, delle fiere.

Vicenza Oro
Orari di apertura
22 – 26 Gennaio 2016: 9.30–18.30
27 Gennaio 2016: 9.30–16.00
http://january.vicenzaoro.com/

Lo stand di Pasquale Bruni nella passata edizione di VicenzaOro
Lo stand di Pasquale Bruni nella passata edizione di VicenzaOro
Incontri inconsueti
Incontri inconsueti
Matteo Marzotto, presidente della Fiera Vicenza
Matteo Marzotto, presidente della Fiera Vicenza
Matteo Marzotto, Presidente di Fiera di Vicenza (a destra), e Andrea Boldi, Presidente di Arezzo Fiere e Congressi
Matteo Marzotto, Presidente di Fiera di Vicenza (a destra), e Andrea Boldi, Presidente di Arezzo Fiere e Congressi
VincenzaOro, edizione di settembre 2015
VincenzaOro, edizione di settembre 2015
Redattrice di Gioiellis.com al lavoro
Redattrice di Gioiellis.com al lavoro
VicenzaOro 2015
VicenzaOro 2015

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *