news — Marzo 29, 2017 at 4:00 am

Asta Bolaffi con diamante top

Bolaffi mette all’asta un diamante da 10,40 carati (e altri 300 gioielli) ♦

Anche Milano, per un giorno, diventa capitale dei diamanti. Una grande pietra da 10,40 carati, montata su anello, taglio smeraldo, sarà protagonista dell’asta Bolaffi in programma il 5 aprile al Grand Hotel et de Milan. Nelle sale dell’albergo che ospitò Giuseppe Verdi, in via Manzoni, saranno messi in vendita gioielli dall’Ottocento a oggi e circa 300 orologi. Il diamante top, in particolare, è certificato di colore F, purezza VVS1 e parte da una base d’asta di 320 mila euro. «Il colore F, nella classificazione internazionale, indica il bianco straordinario», spiega Maria Carla Manenti, esperta del dipartimento Gioielli di Aste Bolaffi. «A questo si aggiunge una particolare purezza, attestata dal foglio di lavoro addizionale che stabilisce che il diamante potrebbe diventare potentially flawless».

Anello con diamante da 10,40 carati, taglio smeraldo
Anello con diamante da 10,40 carati, taglio smeraldo

Tra gli altri gioielli,sono in catalogo un paio di orecchini Calderoni di inizio Novecento con diamanti di 14,50 carati (base d’asta 90 mila euro), una demi-parure in diamanti firmata Van Cleef & Arpels (base 33 mila euro) e un anello in diamanti di Faraone (base 15 mila euro). Saranno in vendita anche le creazioni di nomi storici torinesi dalla maison Capello, fornitrice ufficiale di Casa Savoia, fino a Orisa (Anna Bacchelli) che, a partire dagli anni Trenta, conquistò l’alta società piemontese con la squisita fattura dei suoi gioielli spesso ispirati alla natura e dallo stile originale caratterizzato dal rifiuto della simmetria.

Tra gli orologi sono compresi, invece, esemplari da polso e da tasca dal Settecento a oggi, come un raro savonette Patek Philippe del 1915 con cronografo e contatore dei 30 minuti (base 9 mila euro) e un orologio di fine Ottocento a tripla complicazione realizzato a Roma dal celebre orologiaio Franz Michaelsen (base 13 mila euro). Tra gli esemplari da polso più ricercati, il top lot è un Rolex Pre-Daytona del 1953, all’incanto da 40 mila euro, «particolarmente raro per lo stato di conservazione eccezionale, originale e perfetto in ogni sua parte, e privo di restauri. Una qualità che agli occhi dei collezionisti lo renderà ancor più ricercato», osserva Maurizio Piumatti, direttore operativo di Aste Bolaffi.

«Dopo il successo dell’asta autunnale, durante la quale abbiamo aggiudicato un raro diamante naturale Very light Pink alla cifra stellare di 755 mila euro, record per la nostra casa d’aste, torniamo con una nuova proposta di altissimo livello per quanto riguarda gioielli e pietre preziose, con lotti prestigiosi per una base d’asta complessiva che sfiora il milione e mezzo di euro. Siamo anche orgogliosi di presentare un catalogo di orologi con, per la prima volta, una selezionata scelta di esemplari da polso dei marchi più importanti, tra cui Patek Philippe e Rolex», conclude Filippo Bolaffi, ad della società. Federico Graglia





Demi parure di Van Cleef & Arpels, anello e orecchini a clip a gocce bombate
Demi parure di Van Cleef & Arpels, anello e orecchini a clip a gocce bombate

Antica spilla con diamanti, circa 1860, con fiore en tremblant
Antica spilla con diamanti, circa 1860, con fiore en tremblant
Bracciale in oro firmato Vincenzo Capello. 1960 circa
Bracciale in oro firmato Vincenzo Capello. 1960 circa
Parure in oro giallo, diamanti taglio carré, zaffiri, rubini, smeraldi
Parure in oro giallo, diamanti taglio carré, zaffiri, rubini, smeraldi
Bracciale e spilla Bettina Gabetti. Ametiste, peridoti, perline
Bracciale e spilla Bettina Gabetti. Ametiste, peridoti, perline
Spille con quarzi citrini
Spille con quarzi citrini

Collana in corallo, oro, pasta turchese
Collana in corallo, oro, pasta turchese







Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *