Bracciale in oro giallo e pavé di diamanti della collezione Eka
Bracciale oro giallo e pavé di diamanti della collezione Eka

Novità e più Oriente per Fope

Il brand Fope è un acronimo di Fabbrica Oreficeria Preziosi Esportazione. E, in effetti, l’azienda orafa italiana quotata sul listino Euronext Growth Milan è molto attiva all’estero. L’ultima mossa è la costituzione della società Fope Japan G.K., con sede a Tokyo e nata per curare lo sviluppo commerciale del mercato giapponese. La società è controllata da Fope Japan (80%) e da SwissPrimeBrands (20% ), partner del Gruppo veneto che ha curato fino a oggi la distribuzione dei prodotti Fope in Giappone. Poche settimane prima Fope aveva annunciato l’apertura di una nuova boutique monomarca nel prestigioso mall Seibu a Kuala Lumpur (Malesia). L’oro di Fope, insomma, fa rotta sempre di più verso l’Oriente. Una strategia che ha dato i suoi frutti: nel 2023 Fope ha ottenuto ricavi netti consolidati a 66,8 milioni di euro, con una crescita di 4,61 milioni (+7,4%) rispetto al 2022.

Bracciale in oro giallo e pavé di diamanti della collezione Eka
Bracciale oro giallo e pavé di diamanti della collezione Eka

Bracciale oro giallo della collezione Eka
Bracciale oro giallo della collezione Eka

Risultati allineati alle aspettative di budget elaborate ad inizio 2023 tenendo conto di una congiuntura economica a livello internazionale complessa e confermata da indicatori che hanno segnato dei rallentamenti in particolare nel secondo semestre. Nel corso del 2023 il mercato italiano si è distinto per le ottime performance di vendita, generate sia dalla boutique di Venezia che in generale dai nostri concessionari e favorite dalla buona presenza in Italia di turisti stranieri. La politica di copertura sui fabbisogni di oro ha neutralizzato le fluttuazioni delle quotazioni dell’oro e il margine primario delle vendite non ha subito scostamenti rispetto ai valori di budget. La visione per il 2024 è positiva e di ulteriore crescita.
Diego Nardin, amministratore delegato di Fope

Diego Nardin
Diego Nardin

Intanto, il brand di gioielleria non rinuncia ad aggiungere novità alle sue collezioni. Una, piuttosto importante, è programmata per settembre. Nel frattempo, Fope ha rinnovato una delle sue collezioni iconiche, Eka. Il nome in sanscrito significa uno. E, infatti, Eka è stata la prima collezione a cui è stata applicata la tecnologia brevettata Flex’it, che consente flessibilità dei gioielli grazie a micro molle d’oro nascoste all’interno di bracciali, anelli e collane. Ora la linea Eka diventa più grintosa e trasversale grazie a una maglia dove i chicchi d’oro si enfatizzano abbracciandosi l’uno con l’altro. Dal 2024 le collane esistono nelle varianti morbida ed elastica, arricchite della preziosa chiusura con diamante a pulsante D-click.

Bracciale in oro bianco e diamanti neri Eka Tiny
Armband aus Weißgold und schwarzen Diamanten aus der Eka Tiny-Linie

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Burato tra semplicità e natura

Next Story

Medaglia d’oro per Pandora 2023

Latest from News

Addio a Marina Bulgari

È morta a Roma Marina Bulgari, figlia di Costantino Bulgari, primo figlio di Sotirios (l’altro era