Pasquale Bruni, gioielli tra cuore e natura

Alta gioielleria Pasquale Bruni tra natura e sentimento. Con un gioco di parole: la collezione si chiama Heart to Earth, che riassume il concetto fondamentale della Maison, in equilibrio tra terra e bellezza. Perché Eugenia Bruni, direttore creativo dell’azienda di Valenza, sottolinea sempre nelle sue collezioni una dimensione che prescinde dalla semplice esposizione estetica. Come in questo caso, in cui il richiamo dell’ambiente naturale si coniuga con quello della femminilità e della passione. Tutti elementi che si trasferiscono in una serie di gioielli di alta qualità.

Eugenia Bruni. Copyright: gioiellis.com
Eugenia Bruni. Copyright: gioiellis.com

Heart to Earth riprende il marchio di fabbrica della Maison, il fiore a quattro petali, che è rielaborato in oro bianco con un pavé di diamanti, che sono utilizzati anche per delimitare i bordi degli anelli. Oppure per arricchire un lussuoso girocollo con uno zaffiro taglio a goccia che pende dal classico fiore Pasquale Bruni.

Heart to Earth, rings
Heart to Earth, rings

Inoltre, i gioielli utilizzano smeraldi, il cui colore verde riprende il tema della natura, accanto al rosso del rubino, colore della passione. Queste gemme arrivano dal Mozambico, da uno dei giacimenti più pregiati in termini di pietre preziose, e al tempo stesso uno dei più eticamente sicuri, a testimonianza dell’attenzione della Maison per l’aspetto etico legato alla provenienza delle gemme. L’altra pietra preziosa per eccellenza, lo zaffiro, si trova qui in una varietà di intenso blu Royal, colore di cielo e mare. In questo caso le gemme arrivano da giacimenti responsabili del Madagascar o Sri Lanka.

Collana in oro bianco e diamanti
Collana in oro bianco e diamanti
Anello in oro bianco, diamanti e smeraldo
Anello in oro bianco, diamanti e smeraldo
Anello in oro bianco, diamanti e zaffiro
Anello in oro bianco, diamanti e zaffiro
Orecchini in oro bianco, diamanti e rubini
Orecchini in oro bianco, diamanti e rubini

Semestre positivo per Gismondi 1754

Gismondi 1754 è tra le rare aziende della gioielleria che fornisce notizie sulla sua attività. La lodevole policy comprende i risultati semestrali della società genovese, quotata sull’Euronext Growth Milan. La semestrale consolidata al 30 giugno 2023, indica un valore della produzione a 8,05 milioni di euro, con un incrementato dell’11% rispetto ai 7,23 milioni del primo semestre 2022. Il canale wholesale è cresciuto in valore assoluto del 4% rispetto allo stesso periodo del 2022, principalmente grazie all’incremento in Europa (+1,4 milioni rispetto al primo semestre 2022). Per quanto riguarda le special sales, il primo semestre 2023 si è chiuso in linea rispetto al primo semestre 2022, mentre il canale franchising è cresciuto in termini assoluti del 3% grazie al nuovo contratto sottoscritto per l’apertura in Qatar.

Bracciale in oro rosa e zaffiri rosa
Bracciale in oro rosa e zaffiri rosa

L’andamento del business nel primo semestre del 2023 conferma la continua e costante crescita di Gismondi 1754, nonostante l’instabilità geopolitica internazionale e i recenti dati economici che arrivano dal Far East, in particolare modo dalla Cina, che, inevitabilmente, stanno già influenzando le economie sia americane che del vecchio continente. Il nostro piano di sviluppo, per il secondo semestre, sarà focalizzato sul consolidamento delle nostre posizioni in Usa e Middle East, con l’imminente apertura del nostro primo franchising in Qatar, e sull’implementazione della nostra rete wholesale in mercati di riferimento come l’Europa, con un focus sulla Germania. Quest’ultima, con la Spagna, per noi rappresentano un nuovo mercato, aperto di recente con la fiera di VicenzaOro. Come già comunicato precedentemente, la crescita per linee esterne è un obiettivo della Società e, dopo l’acquisizione del marchio Vendorafa, stiamo infatti valutando altre operazioni strategiche per coprire tutta la catena del valore. Tengo a precisare che la nostra crescita sarà sostenuta con proprie risorse interne ed escludo l’apertura del capitale per attirare nuova finanza.
Massimo Gismondi, Ceo di Gismondi 1754

Massimo Gismondi. Copyright: Gioiellis.com
Massimo Gismondi. Copyright: Gioiellis.com

La semestrale registra anche un Ebitda (margine lordo) al 30 giugno di 1,40 milioni, in crescita del 72% rispetto al primo semestre 2022, con un margine al 17% nel primo semestre 2023 e una crescita netta rispetto all’anno precedente del 6%. Migliora la posizione finanziaria netta, che rimane negativa (5 milioni rispetto ai 3 al 31 dicembre scorso), a causa «del consistente incremento delle rimanenze» in funzione delle nuove collezioni e alla crescita dei canali di vendita. In compenso, l’utile netto consolidato al 30 giugno 2023 è salito a 674 mila euro, quasi raddoppiato rispetto a 374 mila del primo semestre 2022, grazie ai volumi di fatturato e alla crescita di marginalità sulle vendite.
Gismondi 175, Vita necklace. Copyright: gioiellis.com
Gismondi 175, Vita necklace. Copyright: gioiellis.com

Alviero Martini 1A Classe a Soho

Il giro del mondo di Alviero Martini 1A Classe prosegue con una tappa a New York. Questa volta i gioielli proposti dal brand divenuto famoso per le mappe stampate su borse e valigie punta su Soho. Il quartiere della città americana ispira la linea di bijoux d’acciaio IP gold composta da collane, bracciali, anelli e orecchini. La collezione ruota attorno alla catena forzatina leggermente squadrata. Questo tipo di catena è tra i più diffusi, con singole maglie allungate che si intrecciano con uno schema uniforme. In questo caso la catena è utilizzata per girocolli, sautoir e bracciali.

Orecchini pendenti
Orecchini pendenti

La catena è intervallata da un motivo inedito composto dall’alternanza tra il monogramma 1C racchiuso in uno scudo e borchie di cristallo. Prezzi: il girocollo (49 euro) con un monogramma 1C e due cristalli, il sautoir in cui gli elementi si ripetono animando la composizione della catena (59 euro), il bracciale con un monogramma e due cristalli (49 euro) e il bracciale con una sequenza di monogrammi e cristalli (59 euro). Tutte le collane e i bracciali presentano una chiusura regolabile personalizzata con incisioni Geo Map. Gli anelli, sono disponibili in tre misure con lo scudo con il monogramma 1C (39 euro). Gli orecchini sono proposti nella versione stud con lo stemma 1C (29 euro), in versione pendente con due borchie di cristallo e lo scudo al centro (39 euro) e nella versione con una maglia forzatina, un cristallo e il monogramma 1C (49 euro).

Alviero Martini 1a Classe, anello Soho
Alviero Martini 1a Classe, anello Soho
Bracciale in acciaio con finitura Ip gold
Bracciale in acciaio con finitura Ip gold
Collana con maglie allungate
Collana con maglie allungate
Orecchini a bottone
Orecchini a bottone

Giovanni Raspini con argento Shine

Un gioiello deve brillare, essere notato. Ed è quello che si propone la nuova collezione Shine di Giovanni Raspini, una delle novità per l’autunno inverno 2023-2024. La lavorazione dei gioielli è quella prediletta dal marchio toscano, con un alternarsi di argento scintillante e annerito. Ma, in più, collana girocollo, catena con pendente e bracciale con una pratica chiusura a scatto, oltre ad anello e orecchini che fanno parte di questa linea adottano cubic zirconia incolori e trasparenti incastonati nel metallo, per rendere più attrattivi i gioielli.

Anello della collezione Shine
Anello della collezione Shine

Le pietre presentano un taglio rotondo, con sfaccettature ben visibili. I gioielli della collezione Shine conservano gli elementi tipici di Giovanni Raspini, ovvero i volumi texturizzati delle piccole sfere in argento fuso e brunito.

Bracciale in argento e cubic zirconia
Bracciale in argento e cubic zirconia
Orecchini in argento e cubic zirconia Shine
Orecchini in argento e cubic zirconia Shine
Pendente Shine
Pendente Shine

Alessandro Lo Re brand director di Marco Bicego

Un nuovo manager entra a far parte della Maison Marco Bicego, marchio veneto di fine jewelry: Alessandro Lo Re diventa Brand Director Italia. Il manager è laureato in Scienze Politiche e ha alle spalle un’importante esperienza nel settore della gioielleria di lusso, maturata negli ultimi sei anni all’interno del gruppo francese Lvmh per il brand d’alta gamma Fred Paris, dove è arrivato a ricoprire la carica di Sales Director Southern Europe. Sin dall’inizio della sua esperienza lavorativa, ha ricoperto ruoli commerciali di crescente responsabilità nel settore luxury in aziende internazionali come Swarovski, Montblanc e Pomellato.

La nomina di Alessandro alla guida del mercato italiano va nella direzione di potenziare e consolidare il posizionamento del brand in uno dei mercati per noi più strategici. Siamo felici di essere riusciti a selezionare una personalità di grande esperienza e siamo certi che le sue competenze e la sua visione daranno un contributo fondamentale ai futuri progetti del brand. La sua leadership sarà in grado di guidare il brand nella sua affermazione sul territorio italiano, ma anche nella crescita e nella trasformazione del business.
Marco Bicego, fondatore e direttore creativo

Marco Bicego. Copyright: gioiellis.com
Marco Bicego. Copyright: gioiellis.com

Lo Re sarà responsabile della strategia aziendale con una chiara attenzione all’esecuzione del piano di crescita per il mercato italiano, il più importante in Europa e sede della casa madre del marchio.

Sono entusiasta di entrare a far parte di Marco Bicego e non vedo l’ora di affrontare la sfida di guidare la crescita del marchio e la trasformazione del business sul mercato italiano. Marco Bicego mi affascina come brand di fine jewelry che possiede un modello di business completamente integrato, con il suo posizionamento unico e un design altamente distintivo nel mondo della gioielleria.
Alessandro Lo Re, brand director

Olivia Palermo
Olivia Palermo in Marco Bicego Jewelry

Torna il lusso Piaget con Limelight Gala

Torna un grande classico dell’alta orologeria, un piccolo gioiello che segna anche le ore: Piaget Limelight Gala. Anche Piaget definisce questo modello più un gioiello che un orologio. Lanciata nel 1969, la 21st Century Collection è una collezione storica. Secondo gli appassionati, ha segnato la convergenza tra orologeria e la gioielleria, grazie allo sviluppo del 9P nel 1957, un movimento meccanico a carica manuale di soli 2 millimetri di spessore. I quadranti degli orologi da polso e degli Swinging Sautoir erano ricoperti di pietre ornamentali dai colori vivaci (malachite, opale, lapislazzuli, occhio di tigre) e abbinati a bracciali in oro massiccio strutturato. Nel 1973, appena quattro anni dopo l’iconica 21st Century Collection, Piaget diede forma alla collezione che sarebbe poi diventare il Limelight Gala.

Piaget Limelight Gala
Piaget Limelight Gala

L’orologio è riconoscibile per le sue curve generose e le anse asimmetriche della lunetta, incastonate di pietre preziose, con un lato che si estende verso l’alto e l’altro verso il basso. Il nome Limelight Gala, però, è successivo al momento del debutto, nel 1973. Alla collezione è stato dato questo nome solo retrospettivamente, vista la sua straordinaria storia. Dal momento in cui è stato creato, l’orologio è stato visto indossato in occasione di ricevimenti, feste, balli, cene e serate di gala al polso delle donne e uomini famosi, come Cary Grant, Sammy Davis Jr., Elizabeth Taylor, Jackie Kennedy, Ursula Andress e Andy Warhol.
Piaget Limelight Gala in oro bianco, diamanti, zaffiri, pietre semi preziose
Piaget Limelight Gala in oro bianco, diamanti, zaffiri, pietre semi preziose

Limelight Gala conserva ancora il suo fascino anche nel 2023. È realizzato con fili d’oro intrecciati in una maglia milanese, garantendo una finitura liscia e una sensazione di seconda pelle. È scolpito, a volte come una catena, a volte come il tessuto fluido più fine. Sul quadrante c’è ancora un’esplosione di colori, mentre la lunetta è generosamente avvolta da pietre perfettamente abbinate. Malachite, lapislazzuli, o l’opale caleidoscopico sono rifiniti con diamanti bianchi. Smalti e zaffiri brillano nei toni del blu e del verde. La fantasia del design emerge anche nelle doppie file di pietre in una scala di sfumature arcobaleno o ornate da sgargianti diamanti taglio marquise.

Pubblicità del 1969
Pubblicità del 1969

Piaget Limelight Gala in oro e diamanti bianchi
Piaget Limelight Gala in oro e diamanti bianchi

Gioielli anti hacker con futuroRemoto

Un cuore libero da pirati dei sentimenti e, vista l’epoca in cui viviamo, anche da pericoli digitali che assillano la vita di tutti i giorni. L’associazione tra i due estremi è sintetizzata nella collezione No hacker in Heart presentata dal marchio futuroRemoto, fondato a Lecce da Gianni De Benedittis. I gioielli della collezione sono in parte ottenuti con la tecnica della microfusione, mentre altri sono pezzi unici, realizzati a mano. In questo caso la creatività umana prevale sull’intelligenza artificiale. Il design dei gioielli sembra coerente con il concept sintetizzato dal nome della Maison: un misto di tecnica tradizionale unita a forme futuristiche.

Collana con cuore
Collana con cuore

I gioielli, una serie di collane, dovrebbero essere realizzati in argento e bagno in oro, come gli altri proposti dalla Maison, con l’aggiunta di pietre dure, spesso dal taglio originale, oltre a piccoli elementi scultorei. La collezione No hacker in Heart sarà disponibile online e presso Banner, boutique di brand di lusso milanese in Via Sant’Andrea, che fa parte del Gruppo Biffi.

Collana con stella
Collana con stella
Girocollo di futuroRemoto
Girocollo di futuroRemoto
Gioiello della collezione No hacker in Heart
Gioiello della collezione No hacker in Heart
Collana della collezione No hacker in Heart
Collana della collezione No hacker in Heart
Collana in argento bagno oro
Collana in argento bagno oro

Nuovo sito web per Federorafi

Nuovo sito, nuova grafica e nuovo claim per il sito web di Federorafi, Federazione Nazionale Orafi Argentieri Gioiellieri Fabbricanti, associazione guidata da Claudia Piaserico e che fa parte della galassia Confindustria: raggruppa oltre 500 aziende, con più di 6 mila addetti concentrati nei distretti industriali di Vicenza, Arezzo, Valenza, Milano, Napoli e Torre del Greco. Il sito è stata progettato e ideato da Meneghini & Associati Inventia, agenzia di comunicazione integrata, che ha anche coniato il claim: Industrie di valore. L’intento è quello di sottolineare il processo di produzione, strutturato, organizzato, e con un forte orientamento all’innovazione delle imprese orafe che ne fanno parte. E il valore risiede nelle materie prime utilizzate, ma anche nell’abilità di lavorazione di metalli e pietre preziose.

Il nuovo sito di Federorafi
Il nuovo sito di Federorafi

L’esperienza di navigazione del sito è funzionale alle sfide che il settore orafo dovrà affrontare nei prossimi anni, dall’innovazione e all’internazionalizzazione. Senza dimenticare la necessità di reclutare giovani in un settore che soffre ingiustamente di scarso appeal per chi si affaccia al mondo del lavoro. Una sezione del sito è riservata agli associati per favorire l’incontro con nuovi partner, anche al fine di aprire un tavolo permanente di confronto tra brand e aziende manifatturiere. In evidenza le nuove progettualità sulle quali il Consiglio di Federorafi intende concentrare il proprio impegno: dalla sostenibilità, con la trasparenza e la tracciabilità dei prodotti, al rispetto della legalità a contrasto delle azioni che possono colpire il tessuto imprenditoriale. Il settore orafo viene interpretato come una delle massime espressioni del Made in Italy proprio perché in grado di trasferire la propria creatività alla lavorazione del metallo prezioso.

 

I gioielli light di My Charm

Una famiglia di orafi, due fratelli che intendono continuare la tradizione orafa, e molto spirito d’iniziativa: così è nato My Charm, marchio di gioielleria creato da Fabio e Simona Palumbo, con alle spalle una esperienza con un’altro brand Medaglia Foto, che propone ciondoli d’oro con incastonato un ritratto fotografico. My Charm, invece, ha scelto di creare e vendere gioielli più tradizionali: orecchini, anelli, catene, bracciali. Sono gioielli che non vogliono sorprendere per originalità, ma piacere per essere indossati senza problemi. Anche se non mancano modelli con un design studiato.

Anelli indossati My Charm
Anelli di My Charm

Oro, pietre preziose come diamanti, zaffiri e rubini, ma anche molte gemme semi preziose, sono utilizzate per arricchire i gioielli, che prediligono dimensioni molto contenute: una scelta che influisce positivamente sul prezzo al pubblico. La sede legale di My Charm è nel cuore di Napoli, neII’antico Borgo Orefici, mentre la sede produttiva si trova nel Centro Orafo Il Tarì di Marcianise (Caserta). I gioielli di My Charm si trovano in oltre 150 punti vendita sull’intero territorio nazionale.

Anello in oro con topazio
Anello in oro con topazio
Bracciali in oro con gemme
Bracciali in oro con gemme e diamanti champagne
Collana con pendenti a cuore
Collana con pendenti a cuore
Orecchini in oro e diamanti
Orecchini in oro e diamanti
Orecchini a cuore in oro e diamanti
Orecchini a cuore in oro e diamanti

I porta gioielli di Tiffany e Rimowa

Non basta produrre gioielli, poi bisogna trasportarli, riordinarli, custodirli. Ora ci pensano Tiffany e la tedesca Rimowa, azienda con una tradizione che risale al 1898 nel settore delle valigie. La collaborazione tra i due marchi ha portato alla collezione Rimowa x Tiffany & Co. La linea si compone di una serie di borse e valigie: dei jewelry case e un trolley Rimowa x Tiffany & Co. rock cut cabin, cioè con una superficie a specchio che presenta un disegno che ricorda le sfaccettature del diamante. È prodotta in Germania con alluminio spazzolato.

Il set Rimowa x Tiffany
Il set Rimowa x Tiffany

Siamo entusiasti di presentare la collezione Rimowa x Tiffany, riunendo due Maison dalla maestria artigianale senza eguali e dal design innovativo. Questa collaborazione unica nel suo genere unisce due icone in una, entrambe incredibilmente personali per me e rappresentano il più alto livello di artigianato.
Alexandre Arnault, vicepresidente esecutivo del prodotto e della comunicazione, Tiffany & Co.

Alexandre Arnault
Alexandre Arnault

Bisogna aggiungere che, curiosamente, del gruppo Lvmh, che controlla Tiffany, fa parte anche un grande marchio di borse e valigie come Louis Vuitton. In ogni caso, il nuovo portagioielli da viaggio presenta la classica tonalità Tiffany Blue all’interno, colore che è utilizzato anche per il manico delle valigie, sulle ruote e sulla chiusura. La custodia del portagioie si estende su tre livelli, con un’apertura dall’alto. All’interno si trova anche uno specchio con sotto una placca d’argento che può essere incisa per personalizzare l’oggetto. I gioielli si posizionano su un ripiano in alto, con cinque scomparti per riporre i preziosi. Il vassoio centrale è progettato per contenere collane e braccialetti mentre quello sottostante presenta tre ampi spazi progettati per riporre altri pezzi.
Rimowa x Tiffany & Co jewellery case
Rimowa x Tiffany & Co jewellery case

Siamo orgogliosi di unire le forze con Tiffany & Co., un altro marchio leggendario con la migliore maestria artigianale. La creazione di pezzi così mirati e unici rappresenta i secoli di esperienza dietro entrambi i marchi e la maestria ingegneristica che mettiamo in campo.
Hugues Bonnet-Masimbert, amministratore delegato di Rimowa

Prezzi: la Rimowa x Tiffany & Co Rock Cut Cabin (2.900 euro), la Rimowa x Tiffany & Co. Jewelry Case (3.900 euro) e la Rimowa x Tiffany & Co. Jewelry Personal (1.800 euro). SI trovano nei negozi Rimowa e online e negli Stati Uniti al Tiffany & Co. Landmark a New York City e su Tiffany.com nella Grande Cina tramite WeChat.

Jewelry case Tiffany Blue
Jewelry case Tiffany Blue

Suitcase Rimowa x Tiffany & Co
Suitcase Rimowa x Tiffany & Co

Un diamante blu regale da Christie’s

Ha un nome francese e di sicuro il sangue blu: il diamante Bleu Royal sarà il pezzo forte della prossima asta di Magnificent Jewels il 7 novembre di Christie’s a Ginevra. È un diamante big per essere tra i pochi con il colore del mare: ha un peso di 17,61 carati ed è la più grande gemma Internally Flawless Fancy Vivid Blue mai apparsa in vendita nella storia delle aste. La gemma è stata tagliata e lucidata a forma di pera perfettamente simmetrica. Il diamante,  che vanta un colore blu intenso e vivido e una purezza impeccabile, è tra i più rari mai rinvenuti. La stima è tra 35 e 50 milioni di dollari. Bleu Royal fa parte di un’importante collezione privata da ormai 50 anni ed è la prima volta che la pietra, incastonata in un anello, verrà messa in vendita all’asta.
Questo è un vero miracolo della natura. Nel corso dei nostri 257 anni di storia, Christie’s ha avuto il privilegio di offrire all’asta le gemme più rare del mondo, e Bleu Royal continua questa tradizione. Siamo orgogliosi di offrire ai collezionisti l’opportunità di possedere un diamante degno di un re.
Rahul Kadakia, International Head of Jewellery di Christie’s
Rahul-Kadakia durante un'asta di Christie's
Rahul Kadakia durante un’asta di Christie’s
Spinti dalla domanda dei collezionisti e da un’offerta sempre più limitata, i prezzi dei diamanti colorati di alta qualità sono aumentati in modo esponenziale negli ultimi anni. Nelle sale d’asta, i diamanti Fancy Vivid Blue superiori a 10 carati sono praticamente sconosciuti: in oltre 250 anni di storia delle aste da Christie’s, solo tre di queste pietre sono mai apparse in vendita:
•Il Bulgari Blue di 10,95, carati venduto per 15,7 milioni di dollari a New York nell’ottobre 2010
•Il Winston Blue di 13,22 carati, venduto per 23,8 milioni di dollari a Ginevra  nel maggio 2014
•L’Oppenheimer Blue da 14,62 carati, venduto per 57,5 milioni di dollari a Ginevra nel maggio 2016
Bulgari Blue
Bulgari Blue
Winston Blue
Winston Blue
Oppenheimer Blue
Oppenheimer Blue

Nuovi anelli di alta gioielleria Picchiotti

Morbidi, flessibili, comodi: ma soprattutto di alta gioielleria. Picchiotti presenta nuovi pezzi della sua collezione Xpandable, un sistema brevettato che consente ad anelli e bracciali di adattarsi alla forma del corpo. Una qualità apprezzata, ma difficilmente disponibile per chi acquista alta gioielleria. Per esempio un anello con uno smeraldo taglio pera circondato da diamanti baguette, mentre altri smeraldi abbracciano il gambo del gioiello. Oppure un altro anello, anch’esso con smeraldo, ma in questo caso con il classico taglio smeraldo, incorniciato da altri diamanti.

Anello con smeraldo taglio pera e diamanti baguette. Copyright: gioiellis.com
Anello con smeraldo taglio pera e diamanti baguette. Copyright: gioiellis.com

Sempre con tecnologia Xpandable, ma catalogati come cocktail ring sono tre anelli ognuno dei quali accanto ai diamanti monta tre pietre preziose affiancate: zaffiro, rubino e smeraldo. Sono gioielli top. L’anello con zaffiro, per esempio, ha al centro una pietra dello Sri Lanka da 6,67 carati, affiancata da altri due zaffiri di 2,65 e 2,54 carati. Un’altra versione di questo modello presenta invece tre diamanti per un totale di 6 carati a cui si aggiunge una cornice composta da quasi 3 carati di zaffiri blu.

Anello e bracciale con diamanti e zaffiri della collezione Xpandable
Anello e bracciale con diamanti e zaffiri della collezione Xpandable
Anello con diamante fancy yellow e due rubini
Anello con diamante fancy yellow e due rubini

Anelli cocktail con rubini, zaffiri blu, smeraldi e diamanti
Anelli cocktail con rubini, zaffiri blu, smeraldi e diamanti

Bracciale in oro e diamanti by Picchiotti
Bracciale in oro e diamanti by Picchiotti

Mamme in mongolfiera con leBebé

Neonati da festeggiare al volo, letteralmente volando, ma con un gioiello. Per le neo mamme arriva la linea Le Mongolfiere di leBebé. I nuovi gioielli sono stati studiati per ampliare la famiglia Suonamore, dedicata alle donne in dolce attesa. I gioielli Suonamore sono piccoli pendenti in grado di tintinnare a cui LeBebè aggiunge ora la forma di un piccolo pallone aerostatico, sinonimo di libertà e, forse, di sguardo verso il futuro. Un pensiero che attraversa spesso i pensieri delle neo o future mamme.

Collana Mongolfiere in argento
Collana Mongolfiere in argento

Le Mongolfiere, come tutte le proposte della famiglia Suonamore, custodiscono al loro interno un piccolo campanello, che emette un suono tintinnante. Al pallone non manca il segno caratteristico di leBebé, le sagome bimba e bimbo oltre a cuoricini, mentre l’estremità rappresenta un cestino sospeso. La linea è disponibile in due versioni, entrambe in argento e declinate nelle tonalità gold, silver e oro rosa. La prima versione è in argento lucido con cordino, la seconda in un gioco di argento lucido e satinato, con catena dello stesso colore.

Collana con finitura oro rosa
Collana con finitura oro rosa

Collana Mongolfiere in argento tonalità gold
Collana Mongolfiere in argento tonalità gold

Vacheron Constantin celebra Darwin

Scocca l’ora della natura con Vacheron Constantin. Ma non solo. Perché le quattro edizioni limitate Métiers d’Art sono ispirate all’epopea scientifica dei naturalisti che si imbarcarono sul Beagle, brigantino inglese che ha ospitato Charles Darwin, che scrisse The Voyage of the Beagle, all’inizio del 1830. Un viaggio che ha cambiato la storia della scienza e della natura. La serie comprende quattro tableau orologieri, all’incrocio tra scienza e arte, capolavori di incisione e smalto in miniatura alimentati dal calibro 1120 AT/1 di manifattura con ore vagabonde satellitari.

Le quattro edizioni limitate Métiers d'Art
Le quattro edizioni limitate Métiers d’Art

Questa serie è il seguito del segnatempo Mercator del 1994 (omaggio al matematico, cartografo e geografo Gerardus Mercator), della serie Métiers d’Art Omaggio ai grandi esploratori, i cui ultimi esemplari sono stati presentati nel 2021, e della serie Métiers d’Art les Aérostiers del 2018, creata per ricordare la conquista dei cieli. Durante l’avventuroso viaggio intorno al mondo, tra il 1831 e il 1836 i naturalisti poterono osservare favolose piante
tropicali dalle foglie lucenti, colorati uccelli del paradiso, farfalle esotiche, boschetti di alberi in fiore e alberi da frutto e un’affascinante varietà di animali.

La lavorazione con lo smalto
La lavorazione con lo smalto

Per realizzare queste nuove edizioni limitate composte da dieci esemplari, Vacheron Constantin ha scelto di associare due métier: il maestro incisore, che crea le curve e gli effetti di profondità della decorazione con una precisione al decimo di millimetro, e il maestro smaltatore, che usa il fuoco e i pigmenti. Sono necessari quattro giorni di lavoro per dare vita alle scene che animano la cassa in oro bianco o rosa del diametro di 41 mm, la cui silhouette, caratterizzata da una lunetta sottilissima e da anse avvitate, si ispira agli orologi prodotti da Vacheron Constantin negli anni Ottanta e Novanta del secolo scorso.

Il calibro 1120 AT1 è visibile attraverso il fondello in vetro zaffiro
Il calibro 1120 AT1 è visibile attraverso il fondello in vetro zaffiro

Sugli orologi la nave è raffigurata mentre torna in Europa, costeggia la costa africana presso il Capo di Buona Speranza: il passaggio è stato utilizzato dai navigatori sin dalla fine del XV secolo, ed è visibile nella miniatura su smalto della scena marittima presentata nella parte inferiore del quadrante. Un paesaggio ricorda quello osservato dai naturalisti quando si fermarono al Capo di Buona Speranza. Il piumaggio delicato degli uccelli appollaiati tra le foglie è coordinato alla sagoma languida di un’iguana: una scena naturalistica tutta da osservare nel cuore della cassa in oro rosa del diametro di 41 mm. Il calibro 1120 AT/1 è visibile attraverso il fondello in vetro zaffiro. Il cinturino è in pelle di alligatore Mississipiensis verde e di una fibbia déployante in oro rosa.

Disegno preparatorio
Disegno preparatorio

Métiers d’Art Omaggio agli esploratori naturalisti
Referenze 7500U/000G-B991: Capo Verde – 1
7500U/000R-B992: Stretto di Magellano – 2
Calibro 1120 AT/1
Sviluppato e prodotto da Vacheron Constantin
Meccanico a carica automatica
Massa oscillante in oro 22 carati con decorazione tapisserie
28 mm (12 linee ó) di diametro, 5,45 mm di spessore
Circa 40 ore di riserva di carica
2,75 Hz (19.800 alternanze/ora)
205 componenti
36 rubini
Segnatempo certificati dal Punzone di Ginevra
Indicazioni Ore e minuti a visualizzazione continua
Cassa Oro bianco/oro rosa
41 mm di diametro, 11,68 mm di spessore
Fondello trasparente in vetro zaffiro
Impermeabilità testata alla pressione di 3 bar (circa 30 metri)
Quadrante Oro bianco, su due livelli, miniatura su smalto Grand Feu
Inciso a mano con applicazione in oro
Cinturino Pelle di alligatore Mississippiensis blu scuro con fodera di alligatore, cucito a mano,
impunturato, grandi squame quadrate
Fibbia Ad ardiglione in oro bianco/oro rosa
Mezza Croce di Malta lucida
Serie limitata composta da dieci segnatempo per referenza.
Modelli disponibili esclusivamente nelle boutique Vacheron Constantin.

Uccelli appollaiati tra le foglie sul quadrante dell'orologio
Uccelli appollaiati tra le foglie sul quadrante dell’orologio

Antonini da Milano ad Amalfi

Antonini Milano va ad Amalfi. Ma non è per turismo. Amalfi è il nome della nuova collezione della Maison milanese, che si discosta da quelle che sono le abituali strade dell’estetica dettata dal designer Sergio Antonini. Per chi non la conosce, Amalfi è una piccola cittadina affacciata sul Mar Mediterraneo, che in epoca alto-medievale è stata anche una repubblica marinara, come Genova, Pisa e Venezia. Ha dato anche il nome alle Tavole amalfitane, un codice marittimo adoperato in tutta l’area mediterranea dal XII al XVI secolo. Dal 1997 la Costiera amalfitana è stata riconosciuta come Patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

Anelli in oro rosa con pavé di diamanti neri, champagne e bianchi
Anelli in oro rosa con pavé di diamanti neri, champagne e bianchi

Insomma, è un luogo amato dai turisti e pieno di storia e fascino. Di sicuro un nome che evoca vacanza, mare, piacere della cucina. Tutte queste sensazioni sono state tradotte in una serie di gioielli dedicati a un pubblico giovane, con collane e anelli leggeri, sottili e caratterizzati da piccoli pavé di diamanti bianchi, champagne o neri. In alcuni modelli il pavé è limitato a un ciondolo, in altri i piccoli diamanti sono incastonati all’interno del metallo, con uno stile che caratterizza la produzione Antonini. L’oro è lucido o satinato, bianco o rosa.

Collane della collezione Amalfi
Collane della collezione Amalfi
Anello in oro rosa satinato con diamanti champagne
Anello in oro rosa satinato con diamanti champagne
Anello in oro rosa lucido con diamanti neri
Anello in oro rosa lucido con diamanti neri

Collane scapolari Orixas con Gi by Giselle

Gioielli ispirati a una religione misteriosa, con radici nell’Africa profonda e germogliata in Brasile: l’Umbanda. Da queste credenze la Maison fiorentina Gi by Giselle, fondata dalla designer ed ex modella brasiliana Giselle Effting, prende spunto per la collezione Orixas. L’Umbanda è una religione sincretica che incorpora elementi del cattolicesimo, dello spiritismo e delle religioni africane, in cui gli orixás sono spiriti inviati dal creatore supremo, Olodumare, per assistere l’umanità e per insegnare come avere successo su Ayé (la Terra).

Collana Orixas indossata
Collana Orixas indossata

La collezione, però, è molto concreta e trasforma il simbolismo in gioielli realizzati con catena in titanio e ciondolo in oro 18 carati. Ogni gioiello rappresenta uno dei soggetti che popolano l’Umbanda. Per esempio, Ogun, il Dio della guerra e della tecnologia. Oppure Oxala, la divinità della creazione, l’orixá che ha creato gli uomini. Le collane adottano lo stile scapolare, termine che indica in origine una stoffa indossata dai monaci per preservare la veste ordinaria e ora anche una collana che presenta un elemento davanti e un altro dietro le spalle. Ma non occorre essere seguaci dell’Umbanda per poterle indossare.

Collana Xango e Oxumare
Collane Xango e Oxumare
Collana Oxala e Ossaim
Collane Oxala e Ossaim
Giselle Effting
Giselle Effting

La asimmetria amorevole di Kavant & Sharart

Amore a prima vista, gioielli per sempre. La storia romantica di Kavant & Sharart è firmata da due designer con sede a Bangkok: Nuttapon Yongkiettakul, detto Kenny, e Shar-Linn Liew. I due si sono incontrati nel 2004 all’Università del Wisconsin-Madison. Cresciuto in una famiglia di gioielleri Nuttapon Yongkiettakul ha il design nel sangue. Dopo la laurea all’università, la coppia si è trasferita in California: Kenny ha frequentato i corsi del Gia, mentre Shar-Linn ha perfezionato gli studi nel settore finanziario. Fino a quando è stata contagiata dalla passione per la gioielleria. Una volta sposati, Kenny e Shar sono tornati a Bangkog e il loro lavoro ha richiamato l’attenzione degli appassionati di gioielli.

Anello Origami in oro, diamanti e tsavorite
Anello Origami in oro, diamanti e tsavorite

Lo stile di Kavant & Sharart non ha nulla di orientale. È, piuttosto, ispirato a geometrie originali, moderne, con una spruzzata di art déco. La coppia ha anche vinto il premio di debutto al Couture Show 2016. Oro, pietre preziose, ma soprattutto una predilezione per le curve che si arrestano improvvisamente in angoli acuti, con volumi che a volte sono volutamente asimmetrici: i gioielli della Maison sono venduti anche da grandi store del lusso come Harrods, perché assieme all’amore ha trionfato il business.

Orecchini con perle South Sea, zaffiri rosa e smalto
Orecchini con perle South Sea, zaffiri rosa e smalto
Pendente con zaffiri viola e blu
Pendente con zaffiri viola e blu
Pendente con zaffiri viola e blu
Anello in oro rosa con diamanti e smalto
Orecchini Le Phoneix con diamanti bianchi e neri
Orecchini Le Phoneix con diamanti bianchi e neri
Anello Origami in oro bianco diamanti e zaffiri
Anello Origami in oro bianco diamanti e zaffiri
Orecchini Origami in oro e diamanti
Orecchini Origami in oro e diamanti
Bracciale Talay Wave Twist in oro bianco e diamanti
Bracciale Talay Wave Twist in oro bianco e diamanti

Nuovo Batticuore per Unoaerre

Il batticuore non si ferma mai quando l’amore è intenso. E anche quando una collezione di gioielli è amata. Lo dimostra la collezione Batticuore di Unoaerre, che si ripresenta con nuovi pezzi in oro e diamanti naturali. Per la stagione autunno-inverno 2023 gli elementi a forma di cuore proposto al debutto si trasformano in tondi che si alternano sui gioielli. Il cuore, però, rimane come ciondolo nei bracciali. Non è l’unica novità. Accanto all’oro giallo a 18 carati su alcuni modelli fanno la comparsa anche piccoli diamanti taglio brillante e numerose pietre semi preziose. Per esempio, ametista, peridoto, corniola, presentati con taglio cabochon.

Anello in oro giallo
Anello in oro giallo

La collezione Batticuore è composta da numerosi bracciali a catena, anelli anch’essi a catena, con o senza pietra, collane piuttosto lunghe e orecchini pendenti con il motivo del tondo oppure con una pietra semi preziosa da cui parte una sottile catena in oro. D’altra parte Unoaerre, azienda fondata nel 1936 ad Arezzo, ha una lunga consuetudine con la lavorazione di gioielli in metallo giallo.

Anello in oro con ametista
Anello in oro con ametista
Bracciale in oro e corniola
Bracciale in oro e corniola
Bracciale in oro giallo
Bracciale in oro giallo
Collana in oro giallo e peridoto
Collana in oro giallo e peridoto
Orecchini in oro giallo e peridoto
Orecchini in oro giallo e peridoto

Sette versioni di Firenze con Annamaria Cammilli

Firenze, città dove è nato il Rinascimento e dove opera Annamaria Cammilli, Maison di gioielleria che ha appena festeggiato i primi 40 anni. E in quell’occasione è stato presentato il nuovo anello, Firenze, dedicato alla patria di Dante e Botticelli. L’anello è stato sviluppato in sette versioni, che sono ora disponibili. A differenza degli altri gioielli di Annamaria Cammilli, l’anello Firenze non è stato realizzato unicamente con la classica finitura satinata Aetherna, ma con varianti che prevedono anche la versione lucida, o la presenza di varie tipologie e disegni di pavé di diamanti e pietre preziose.

Firenze Galaxy Lux in oro bianco e diamanti
Firenze Galaxy Lux in oro bianco e diamanti

Sette diverse versioni di finitura e diverso impiego di pietre, ognuna delle versioni è prodotta in serie limitata di soli 40 esemplari. L’anello, inoltre, è proposto con un packaging esclusivo: uno scrigno totalmente scolpito in pietra di alabastro. Le sette versioni dell’anello Firenze comprendono la versione Lux, solo oro, Icon e Icon Lux, nello stile dell’iconica collezione Dune, declinato in versione satinata con finitura Aetherna e versione lucida. Ancora: le versioni Galaxy e Galaxy Lux con pavé, declinato in versione satinata con finitura Aetherna e versione lucida. Infine, le versioni Pavé e Pavé Color, completamente ricoperte di pietre, diamanti o pietre preziose di colore come rubini, zaffiri, smeraldi, diamanti brown e black.

Anello Firenze Pavé in oro rosa champagne e diamanti
Anello Firenze Pavé in oro rosa champagne e diamanti
Anello Firenze Pavé in oro nero lava, smeraldi e diamanti
Anello Firenze Pavé in oro nero lava, smeraldi e diamanti
Anello Firenze Lux in oro nero lava e diamanti
Anello Firenze Lux in oro nero lava e diamanti
Anello Firenze con oro orange apricot e diamanti
Anello Firenze con oro orange apricot e diamanti
Firenze Galaxy in oro rosa champagne e diamanti
Firenze Galaxy in oro rosa champagne e diamanti

I gioielli degli Asburgo all’asta con Sotheby’s

Per gli appassionati di gioielli appartenuti alle famiglie reali, il 6 e 7 novembre presenta una grande occasione: Sotheby’s mette all’asta a Ginevra una collezione privata di gioielli provenienti da case reali legate alla dinastia austriaca degli Asburgo. L’asta si intitola Vienna 1900: una collezione imperiale e reale e precede la classica vendita di Magnificent Jewels in programma l’8 novembre. La collezione dal sangue blu comprende più di 200 gioielli che, secondo quanto è stato reso noto, sono stati da poco riscoperti nascosti nel caveau di una banca. Un’origine un po’ misteriosa, insomma. In ogni caso, secondo Sotheby’s la vendita rappresenta la più impressionante serie di gioielli reali viennesi mai offerta all’asta.

Ornamento per corpetto appartenuto all'arciduchessa Maria Teresa d'Austria-Teschen (1845-1927), in perle naturali e diamanti
Ornamento per corpetto appartenuto all’arciduchessa Maria Teresa d’Austria-Teschen (1845-1927), in perle naturali e diamanti

Questa collezione è senza dubbio la più importante asta di Gioielli Nobili dopo l’asta storica dei Gioielli Reali della Famiglia Borbone-Parma, tenuta da Sotheby’s a Ginevra quattro anni fa. La collezione è davvero eccezionale e vanta una combinazione unica di magnifici gioielli di corte cerimoniali indossati dalle donne dell’élite e delle famiglie reali europee, oltre a un importante assemblaggio di accessori per abiti da uomo, orologi, portasigarette e objets de vertu.
Andres White Correal, Vice Presidente e Direttore Senior della Gioielleria di Sotheby’s

Tre stelle di diamanti che possono essere indossate come spille, forcine per capelli o su una cornice di tiara
Tre stelle di diamanti che possono essere indossate come spille, forcine per capelli o su una cornice di tiara

La collezione in vendita ha anche una importanza storica: testimonia anche le tendenze e gli stili di gioielleria incarnati dalle Case d’Asburgo, Borbone-Parma, Borbone-Due Sicilie e Sassonia-Coburgo-Gotha. Il catalogo dell’asta elenca gioielli provenienti dalle collezioni dell’arciduchessa Margherita Sofia d’Austria (1870-1902), dell’arciduchessa Maria Immacolata d’Austria-Toscana (1878-1968), dell’arciduchessa Maria Teresa d’Austria-Teschen (1845- 1927), lo zar Ferdinando I di Bulgaria (1861-1948), e la principessa Maria Luisa di Borbone-Parma (1870-1899). Il pezzo forte sembra essere un ornamento per corpetto appartenuto all’arciduchessa Maria Teresa d’Austria-Teschen (1845-1927), in perle naturali e diamanti, ricevuto come regalo di nozze nel 1865. In vendita anche pezzi come la  la tiara di perle naturali e diamanti creata dal gioielliere di corte viennese Köchert e una suite di tre stelle di diamanti che possono essere indossate come spille, forcine per capelli o su una cornice di tiara.

Collana con quattro fili di perle
Collana con quattro fili di perle
Tiara fino Ottocento con diamanti e perle
Tiara fino Ottocento con diamanti e perle
Collana rivière con diamanti
Collana rivière con diamanti
Spilla con diamanti e rubini
Spilla con diamanti e rubini
Spilla con diamanti e perle
Spilla con diamanti e perle
1 2 3 185