La collana Raggio di Sole di Gismondi 1754
La collana Raggio di Sole di Gismondi 1754

Gismondi 1754 si consolida

Risultati in linea per il gruppo Gismondi 1754. Nel 2023 la società di gioielleria ha totalizzato ricavi complessivi pari a 14 milioni di euro, lo stesso risultato dell’anno precedente, particolarmente positivo. Dal momento della quotazione in Borsa all’Euronext Growth Milan nel 2019, la società genovese fatturava 5,69 milioni di euro. L’incremento, insomma, è stato notevole. il 2023 è stato un anno a due velocità: le vendite del quarto trimestre 2023 sono state di 3,7 milioni, con una flessione del 15%, rispetto corrispettivo periodo 2022. Un calo 637.733 euro), spiega l’azienda, è imputabile principalmente a una contrazione delle vendite sul Wholesales Europa del quarto trimestre e delle special sales del quarto trimestre che hanno invece ben performato nei trimestri precedenti. Che è all’incirca anche il trend dell’intero settore della gioielleria.

Il bracciale Marea, simula le onde del mare
Il bracciale Marea di Gismondi 1754, che simula le onde del mare

Le vendite Wholesale Europa su base annua hanno mostrato una crescita del 29%, passando da 3 milioni euro a quasi 4 milioni. In Usa le vendite sono aumentate da 1,8 milioni a 2,2, con un incremento del 18%. Un segnale positivo arriva dal franchising di Doha, inaugurato il 21 dicembre 2023, che ha registrato vendite pari a 463.714 euro. L’azienda, inoltre, l’anno passato ha acquistato Vendorafa e Hyperion Lab.
Orecchini di alta gioielleria di Gismondi 1754
Orecchini di alta gioielleria di Gismondi 1754

Il 2023 conferma sostanzialmente l’ottimo risultato dell’anno precedente in un difficile scenario generale. La situazione geopolitica già instabile, si è aggravata col conflitto Hamas-Israele, e i recenti sviluppi nel Mar Rosso. Abbiamo inoltre assistito a un contrappeso di quello che molti analisti hanno chiamato Revenge Shopping, ovvero l’ottimismo che ha portato a una entusiasmante corsa agli acquisti nel dopo pandemia. Seppur non abbiamo ripetuto l’incremento di fatturato degli ultimi anni, considero il 2023 come un anno fondamentale nello sviluppo del nostro Gruppo. Un’importanza data dalla preparazione di un terreno fertile per guardare con fiducia e solidità al futuro. L’acquisto del brand Vendorafa, della fabbrica Hyperion Lab e l’apertura del nostro franchising a Doha, sono infatti tutti brillanti lampi che illuminano il nostro percorso. Segnali positivi che in questi giorni riscontriamo anche nell’interesse manifestato a VicenzaOro per i nostri due brand Gismondi 1754 e Vendorafa.
Massimo Gismondi, Ceo di Gismondi 1754

Massimo Gismondi. Copyright: gioiellis.com
Massimo Gismondi. Copyright: gioiellis.com

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

I premiati del Progol3D Design Contest

Next Story

Pianegonda Assoluto, ma in pelle

Latest from News

Addio a Marina Bulgari

È morta a Roma Marina Bulgari, figlia di Costantino Bulgari, primo figlio di Sotirios (l’altro era