Gioielli della collezione Legàmi di Lenti & Villasco indossati
Gioielli della collezione Legàmi di Lenti & Villasco indossati

Come riconoscere se un gioiello è d’oro

Alzi la mano chi non ha almeno un gioiello d’oro. Un anello, un paio di orecchini, una collana o un bracciale d’oro sono forse il regalo più comune che è riservato per anniversari o grandi occasioni. Ma siete sicuri che il gioiello sia di vero oro? Esistono diversi modi per riconoscere se un gioiello è realizzato in vero oro.

Orecchini e collana in oro
Orecchini e collana in oro

1. Controllare l’indicazione dei carati
I gioielli in oro sono spesso contrassegnati con segni distintivi che indicano la purezza dell’oro. I segni distintivi più comuni sono 14K, 18K e 24K, oppure Ct per un gioiello italiano. K o Ct indicano i carati, la misura della purezza dell’oro. L’oro 24 carati è oro puro, mentre l’oro 14 carati è oro 58,3% e l’oro 18 carati è oro 75%. Il segno distintivo dovrebbe trovarsi in un’altra posizione poco appariscente. Se volete saperne di più sui carati dell’oro leggete qui.
Questo anello in oro della francese Marie Mas indica l'oro 18 carati con il numero 750
Questo anello in oro della francese Marie Mas indica l’oro 18 carati con il numero 750

2. Il test del magnete
L’oro non è magnetico. Quindi, se un gioiello è attratto da un magnete, non è fatto di vero oro. Tuttavia, tenete presente che anche altri metalli, come l’acciaio inossidabile o l’argento, non sono magnetici, quindi questo test da solo non è sempre affidabile. Ma è pur sempre un tentativo che si può fare.
Collana e orecchini Lunaria Alta indossati
Collana e orecchini Lunaria Alta di Marco Bicego indossati

3. Il test dell’acido nitrico
Questo test può determinare la purezza dell’oro. Viene praticato un piccolo graffio nascosto sui gioielli e una goccia di acido nitrico viene posta sul segno. Il colore del graffio dopo l’applicazione dell’acido indicherà la purezza dell’oro. Tuttavia, questo test può danneggiare i gioielli, quindi dovrebbe essere eseguito solo da un professionista qualificato.
Anelli della collezione Anime indossati
Anelli della collezione Anime di Leonori indossati

4. Il test di densità
L’oro è un metallo denso, quindi peserà più della maggior parte degli altri metalli della stessa dimensione. Un gioielliere può eseguire un test di densità misurando il peso del gioiello e calcolandone la densità. Tuttavia, questo test richiede attrezzature specializzate, quindi potrebbe non essere alla vostra portata.
Collana Ivy in oro rosa e diamanti indossata
Collana Ivy in oro rosa e diamanti di Nanis indossata

5. Il test della pelle
L’oro autentico non provoca reazioni o scolorimento sulla pelle: se indossate i gioielli e osservate delle reazioni cutanee è probabile che i gioielli non siano realizzati in oro autentico. Tuttavia, tenete presente che alcune persone potrebbero avere reazioni allergiche ad altri metalli, come il nichel, che potrebbero essere presenti nei gioielli in oro, specie quelli più vecchi.
Collezione Crescendo di FerrariFirenze, gioielli indossati
Collezione Crescendo di FerrariFirenze, gioielli indossati

In sintesi, per riconoscere se un gioiello è realizzato in vero oro, è possibile verificare la presenza di segni distintivi, eseguire un test del magnete, eseguire un test dell’acido nitrico, eseguire un test della densità o eseguire un test cutaneo. Tuttavia, alcuni di questi test possono richiedere attrezzature o competenze specializzate, quindi è meglio farli eseguire da un professionista qualificato.
Dune-Velaa-pave_bracciale-indossato
Dune Velaa Pavé di Annamaria Cammilli, bracciale in oro indossato

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

L’antica e moderna arte dell’incisione vive con Cameo Italiano

Next Story

L’innovazione tridimensionale di Yael Kaduri

Latest from Campus

Collane regolabili

Collane regolabili, collane con un nodo, collane con il laccio: ecco perché scegliere questo tipo di