Gioielli, Jewelry, Joaillerie, Joyas, Jewelen

Expertise su un orologio a VO Vintage

Il programma di Vo Vintage

in news




Il cronometro si è già messo in moto per il conto alla rovescia. E proprio i segnatempo sono i protagonisti di Vo Vintage, l’appuntamento introdotto tre anni fa da Ieg come esperimento e che si è rivelato un valido contributo a Vicenzaoro. Così dal 20 al 23 gennaio Vo Vintage va in scena per la quarta edizione, un giorno in più rispetto alle precedenti. L’evento è programmato sempre nel foyer al primo piano della fiera e si rivolge agli appassionati di orologi, a collezionisti e trader. A differenza di Vicenzaoro, infatti, in questo caso l’ingresso è aperto al pubblico e non solo agli operatori.

Orologi a Vo Vintage
Orologi a Vo Vintage

A Vo Vintage saranno presenti 35 brand e dealer, tra cui Vintage Watches di Stefano Mazzariol, Tempus di Elvio Piva, Goldfingers di Roberto Verde e Vintage Watches and Cars di Andrea Foffi, che torna a Vicenza anche in qualità di collezionista con la seconda parte della mostra Magister Speedmaster Exhibition (la prima a Vicenzaoro September 2022) dedicata ai più celebri modelli di orologi Omega della sua raccolta privata. A rappresentare la gioielleria vintage ci sono, inoltre, Art Deco’ Bijoux, Montegrandi Gioielli, Micol, Gioielleria Faelutti e I Santi Medici. Presente anche con una selezione di dieci espositori l’associazione Watch Passion, che raccoglie e promuove i migliori commercianti di orologeria.
Vo Vintage gennaio 2022. Copyright: gioiellis.com
Vo Vintage gennaio 2022. Copyright: gioiellis.com

Sabato 21 gennaio
L’evento dedicato agli orologi (ma anche alla gioielleria vintage), ha in agenda una serie di incontri. Sabato 21 gennaio Jacopo Spangaro, organizzatore dell’asta-evento The One e titolare dell’Orologeria Spangaro di Udine, Antonio Follari e Giancarlo Befera, collezionisti e soci de L’Orologio Club, moderati da Dody Giussani, parleranno di Quali caratteristiche deve possedere un collezionista. Gli ultimi trend del mercato internazionale d’alta gamma saranno affrontati da Stefano Mazzariol, founder e Ceo Vintage Watches, Elvio Piva, founder e Ceo Tempus Padova, e Roberto Verde, presidente associazione Watch Passion, in un incontro moderato da Michele Mengoli e Jacopo Giudici, rispettivamente direttore e founder ed editore di Watch Insanity. Sempre sabato 21 gennaio è programmato il talk con interventi di Franco Armentano, founder di DHM, Fabio Bertini, responsabile di F.lli Pisa di Milano e Michele Corvo, owner di Corvo & C e GMT Italia.
Vo Vintage, laboratorio. Copyright: gioiellis.com
Vo Vintage, laboratorio. Copyright: gioiellis.com

Sabato 21 gennaio, nel talk Collecting out of the box a cura di Andrea Casalegno, watch lover, consulente e firma di IamCasa su Instagram, discuterà con tre giovani influencer di come è cambiato il modo di collezionare e del crescente ruolo dei social network: Alessandro Fanciulli, collezionista e cacciatore di pezzi di pregio, Joël Laplace, collezionista e assistente di direzione allo Zenith Heritage Department, e Lorenzo Maillard, collezionista e content specialist di Watches and Culture, il cultural hub di FHH.
Visitatori a Vo Vintage. Copyright: gioiellis.com
Visitatori a Vo Vintage. Copyright: gioiellis.com

Domenica 22 gennaio
Bruno Bergamaschi (aka Giorgione), tra gli esperti di orologeria più riconosciuti in Italia, founder di Watchouse e ambassador di Vicenzaoro per la passione e la cultura dell’orologeria, sarà invece tra i protagonisti dell’incontro di domenica 22 gennaio sul tema Difendere la passione da contraffazione e furto, assieme a Mario Peserico, presidente Assorologi, e Lorenzo Lucchinelli, founder di Ipsum – Identity for luxury goods.
Con Italian Watch Spotter spazio alle collezioni degli anni Novanta e Duemila e ai design contemporanei che rievocano il vintage. Per la formazione tecnica, domenica 22 gennaio torna l’apprezzato corso tenuto dal professor Ugo Pancani, della ginevrina FHH – Fondation de la Haute Horlogerie e membro della GPHG Academy. Domenica 22 gennaio sarà la volta di Vintage Game Changers, con un’altra voce chiave che ha cambiato le regole del gioco nell’ambito del collezionismo: Jasper Lijfering, owner e CEO di Amsterdam Vintage Watches, tra le più prestigiose boutique dell’orologeria vintage di lusso, con un’offerta online di pezzi di alta gamma per collezionisti di tutto il mondo.

Al piano superiore Vo Vintage, sotto VicenzaOro. Copyright: gioiellis.com
Al piano superiore Vo Vintage, sotto VicenzaOro. Copyright: gioiellis.com







Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from news

Go to Top