da sapere, diamanti — novembre 29, 2018 at 4:30 am

Come scegliere la forma del diamante

Tondo, quadrato, a forma di cuore… Qual è la forma del diamante che piace di più? Ecco una breve guida su come scegliere il diamante giusto per l’anello ♦

Come scegliere il diamante dell’anello di fidanzamento? Dipende dai soldi a disposizione, si dirà. Beh, certo, è un criterio importante, ma non è il principale: delle caratteristiche della pietra ne abbiamo già parlato del taglio lo facciamo qui. Perché, se fatto bene, riflette la massima quantità di luce e per questo ha un grande impatto sull’aspetto complessivo dell’anello, che si dovrebbe adattare alla personalità della sposa. O all’idea del futuro marito ha di lei. E allora cosa sta bene a chi? Senza confondere il taglio con la forma, ecco una piccola guida dei principali.

Taglio brillante (rotondo)

Perché: È il più diffuso negli anelli di fidanzamento perché ha quel scintillio che ogni donna sogna. Ma soprattutto non passa mai di moda.

Per chi:  Lo apprezzerà chi ha un gusto classico e ama la tradizione.

Anello con diamante De Beers
Anello con diamante De Beers

Taglio princess

Perché: conferisce una brillantezza superiore al taglio rotondo ed è perfetto per quelle signore, naturalmente eleganti, che quando entrano in una stanza si notano subito.

Per chi: piacerà alla ragazza che vuole un matrimonio in grande stile, come nelle favole. Non a caso si chiama Principessa.

Anello in platino con diamanti bianchi e rosa
Anello in platino con diamante taglio princess e diamanti bianchi e rosa

Taglio cushion: dalle forme più morbide del precedente, è molto apprezzato dagli inglesi per quel suo gusto un po’ vintage.

Per chi: la persona che l’indossa non ricerca l’attenzione a tutti i costi ma al contrario è molto romantica e soave.

Anello in platino con diamante taglio cuscino
Anello in platino con diamante taglio cuscino

Taglio smeraldo

Perché: in origine usato solo per le pietre colorate, è stato adattato ai diamanti con un certo successo. Dalla forma rettangolare, un piano largo e quattro spigoli. Adatto alle pietre di un certo volume.

Per chi: è per una donna forte e grintosa, ma soprattutto a portafogli “forti”, dato che è utilizzato principalmente per diamanti con tanti carati.

Anello con diamante taglio smeraldo. Venduto per 2,9 milioni di dollari
Anello con diamante taglio smeraldo. Venduto per 2,9 milioni di dollari

Taglio navette o marquise

Perché: ha lo stesso numero di faccette del taglio brillante, ma è meno facile da trovare perché più difficile da realizzare. Infatti, la zona centrale è molto più luminosa di quella verso le punte, ma se eseguito correttamente, la rifrazione della luce seppure asimmetrica, è di gran pregio. Si dice che sia stata inventato per volere del Re sole che desiderava avere una pietra della forma della bocca della Marchesa di Pompadour (per questo si chiama marquise). Di sicuro una pietra con questo taglio è stata incastonata nei gioielli di molte collezioni reali e aristocratiche. Anche perché ha il pregio di poter essere accostata ad altre gemme.

Per chi: destinato a chi vuole distinguersi dalla folla e cerca il massimo della qualità. A tutti i costi.

Anello con diamante taglio marquise
Anello con diamante taglio marquise

Taglio ovale

Perché: è una modifica del tradizionale taglio brillante rotondo e, sebbene abbia una faccetta in meno, fa apparire una pietra di eguale caratura più brillante. Su un anello solitario riflette la luce su più dita ed è adatto alle mani piccole o medie.

Per chi: per una donna sofisticata e rigorosa… Vabbè, diciamo la verità: va bene a tutte.

Anello Margarert, con diamante di 5 carati D Color, Flawless e Type IIa, taglio ovale
Jean Dousset, anello Margarert, con diamante di 5 carati D Color, Flawless e Type IIa, taglio ovale

Taglio a pera

Perché: forma un tempo usata solo per le pietre di grosse dimensioni è stata sdoganata anche per le medie carature, ma deve mantenere una simmetria perfetta tra l’apice e il fondo. I lati verso la punta (il più possibile piccola e tagliente) devono avere identica curvatura.

Per chi: per una donna combattiva e determinata, che ama il successo e le piace tutto ciò che non è scontato.

Anello solitario con diamante taglio a pera
Anello solitario con diamante taglio a pera

Taglio a cuore

Perché: ha la forma di un diamante ovale, ma con una fessura sulla parte superiore, che serve a conferire l’aspetto del classico cuore. Una pietra equamente proporzionata però può essere difficile da trovare.

Per chi: è un taglio di fantasia, per una sognatrice, romantica, dolce, sensibile.

Anello con diamanti taglio a cuore e alone di brillanti
Recarlo, anello con diamanti taglio a cuore e alone di brillanti

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *