Valenza - Page 2

I gioielli preziosi di Luca Carati




Le collezioni di Luca Carati, Maison di Valenza che continua la tradizione di grandi gioielli artigianali ♦

A Valenza e dintorni la gioielleria è la regina: la zona pullula di aziende capaci di lasciare il segno nel mondo della gioielleria. Come Luca Carati, azienda orafa italiana fondata nel 1988, come sempre dall’iniziativa di un bravo artigiano cresciuto nel tempo e deciso a mettere a frutto la sua esperienza. Ora il brand piemontese presenta una lavorazione dei gioielli che nasce e termina interamente tra le mura dell’azienda. E di che cosa sia capace la Maison lo vedete nelle immagini di alcuni di suoi gioielli.

Anello in oro rosa con elemento a forma di trifoglio e diamanti rotondi taglio brillante, colore G, purezza Vvs
Anello in oro rosa con elemento a forma di trifoglio e diamanti rotondi taglio brillante, colore G, purezza Vvs

Luca Carati ci tiene a sottolineare la propria identità stilistica che, però, si colloca nel solco della tradizione composta da lavorazione dell’oro, pietre preziose e delicate architetture capaci di valorizzare i colori delle gemme e lo splendore del metallo. Un esempio è la collezione Plié, con un ciondolo che si trasforma in un forma ovoidale che si apre rivelando un fiore tridimensionale. Non è semplice da realizzare, ma dimostra la volontà di creare un oggetto innovativo, preservando la bellezza di un gioiello. Un’ultima annotazione: il sito web dell’azienda utilizza le immagini di una bella donna, ma non più giovanissima: finalmente fuori dalle modelle stereotipo, un applauso a chi ha compiuto la scelta.

Orecchini pendenti oro rosa 18 carati e diamanti rotondi taglio brillante colore G, purezza VVS
Orecchini pendenti oro rosa 18 carati e diamanti rotondi taglio brillante colore G, purezza VVS
Orecchini a lobo con elementi trifoglio in oro rosa 18 carati con diamanti rotondi taglioc brillante colore G, purezza VVS e lapislazzulo
Orecchini a lobo con elementi trifoglio in oro rosa 18 carati con diamanti rotondi taglioc brillante colore G, purezza VVS e lapislazzulo
Anello oro bianco 18 carati con diamanti rotondi taglio brillante colore G purezza VVS
Anello oro bianco 18 carati con diamanti rotondi taglio brillante colore G purezza VVS
Anello in oro rosa 18 carati, corniole naturali taglio cabochon e diamante rotondo taglio brillante colore G, purezza VV
Anello in oro rosa 18 carati, corniole naturali taglio cabochon e diamante rotondo taglio brillante colore G, purezza VV
Anello con elemento trifoglio in oro rosa 18 carati, con diamanti rotondi taglio brillante colore G, purezza VVS e malachite
Anello con elemento trifoglio in oro rosa 18 carati, con diamanti rotondi taglio brillante colore G, purezza VVS e malachite
Collier della collezione Piuma, oro bianco e diamanti
Collier della collezione Piuma, oro bianco e diamanti
Pendente art déco in oro bianco e diamanti
Pendente art déco in oro bianco e diamanti






 

I gioielli di Valentina Callegher

/




I gioielli classici di Valentina Callegher – Digo Valenza: novità nella tradizione ♦︎

I gioielli di Valentina Callegher, fondatrice e designer delle collezioni, fanno parte della scuola di gioielleria nata e cresciuta a Valenza. La produzione di gioielli si divide in due. Da una parte c’è Callegher gioielli, che lavora in conto terzi. Dall’altra c’è Digo Valenza – Valentina Callegher, che propone collezioni con il proprio brand. La sostanza, però, non cambia. L’azienda è una di quelle realtà famose per la capacità di creare gioielli con una alta attenzione alla qualità del prodotto.

Anelli della colelzione Swing in oro bianco con zaffiro, smeraldo, rubino e diamanti
Anelli della colelzione Swing in oro bianco con zaffiro, smeraldo, rubino e diamanti

Come spiega l’azienda, oro, pietre preziose, perle e ricerca nelle forme, sono progettati secondo un gusto ed una sensibilità storica tipica dei prodotti Made in Italy. E, in quanto produzioni artigianali, i gioielli sono da considerare anche come pezzi unici, date le piccole differenze che ci possono essere tra uno l’altro. E questo nonostante in azienda utilizzino anche le nuove tecnologie.

Bracciale in oro bianco con diamanti e zaffiri taglio a goccia
Bracciale in oro bianco con diamanti e zaffiri taglio a goccia
Anello con diamanti della collezione Fireworks
Anello con diamanti della collezione Fireworks
Anello con diamanti e zaffiri della collezione Fireworks
Anello con diamanti e zaffiri della collezione Fireworks
Orecchini con diamanti
Orecchini con diamanti
Anello con diamanti della collezione Lucciole
Anello con diamanti della collezione Lucciole

Bracciale tennis in oro bianco e diamanti
Bracciale tennis in oro bianco e diamanti







Dove vola Staurino

/




I gioielli di Staurino Fratelli, una delle migliori Maison di Valenza, con una tradizione lunga due secoli ♦

Staurino Fratelli è una delle grandi aziende di gioielleria del magico distretto di Valenza. Una storia iniziata nel 1800, quando Natale Staurino aprì il suo primo laboratorio e iniziò a produrre gioielli. Arte proseguita con il nipote Pietro. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, nel 1950, Paolo Staurino, figlio di Pietro, ha continuato la tradizione di famiglia, lavorando per alcuni anni per alcuni dei più famosi orafi di Valenza. Con il tempo, Paolo Staurino ha appreso le tecniche più moderne per produrrre gioielli di qualità  trascorrere del tempo in diversi seminari e apprendere diverse tecniche. Dopo pochi anni anche suo fratello minore, Luigi, è entrato nel mondo della gioielleria come esperto designer e abile orafo.

Anello flessibile in oro con sette libellule in pavé di diamanti
Anello flessibile in oro con sette libellule in pavé di diamanti

Il salto è avvenuto nel 1960, quando Paolo e Luigi hanno fondato la Staurino Fratelli, specializzata in gioielli personalizzati fatti a mano. Una tradizione portata avanti da Davide e Stefano Staurino (quarta generazione di gioiellieri), che continua l’attività di famiglia senza abbandonare il livello di qualità raggiunto. La storia continua. Per esempio, con una serie di gioielli ispirati a farfalle e libellule: un classico reinterpretato con fantasia e grande tecnica.

Yellow gold and diamonds butterfly earrings
Orecchini in oro giallo e diamanti

Anello in oro bianco con farfalle in diamanti e zaffiri. Le ali sono en tremblant, cioè leggermente mobili
Anello in oro bianco con farfalle in diamanti e zaffiri. Le ali sono en tremblant, cioè leggermente mobili

Orecchini in oro rosa con farfalle in pavé di diamanti
Orecchini in oro rosa con farfalle in pavé di diamanti

Orecchini in oro bianco, diamanti, malachite
Orecchini in oro bianco, diamanti, malachite

Anello a forma di fiore con diamante con taglio antico al centro, zaffiri rosa, ametiste e tormaline
Anello a forma di fiore con diamante con taglio antico al centro, zaffiri rosa, ametiste e tormaline

Orecchini in oro giallo incisi a mano e diamanti
Orecchini in oro giallo incisi a mano e diamanti







Nuovi gioielli per Oro Trend

/





I nuovi anelli, bracciali e orecchini con pietre colorate firmati dalla piemontese Oro Trend ♦

Chissà se Aldo Bellotto e Sandro Ferraris, fondatori di Oro Trend nel 1980, avrebbero immaginato di vendere anelli, bracciali e collane prodotte a Valenza fino alle più remote boutique dell’Oriente. Forse no. Invece è andata proprio così: la qualità dei gioielli, unita a una esuberanza tutta italiana negli accostamenti dei colori e nella scelta dei volumi, ha fatto diventare in breve tempo l’azienda un marchio forte sui mercati internazionali, anche perché parte dell’attività è svolta per conto terzi, cioè per altre aziende della gioielleria.

Anello in oro 18 carati, diamanti, granato, madre perla
Anello in oro 18 carati, diamanti, granato, madre perla

Tanto che tre anni fa l’azienda si è spostata in un edificio più grande, sempre nella cittadina piemontese. E dire che il nome scelto per l’azienda, Oro Trend, non è particolarmente evocativo di tradizioni e abilità artigianali italiane. Ma quello che importa è il risultato. Lo stile delle collezioni ricalca i modelli classici, con qualche cavallo di battaglia, come i gioielli a filo d’oro ritorto. Non ci sono bizzarrie orafe, ma l’artigianalità unita a una capacità istintiva nell’accostare le pietre.

Orecchini in oro 18 carati, diamanti, topazio blu, onice
Orecchini in oro 18 carati, diamanti, topazio blu, onice
Orecchini in oro bianco 18 carati, diamanti, onice
Orecchini in oro bianco 18 carati, diamanti, onice
Anello in oro bianco 18 carati, diamanti, zaffiri gialli
Anello in oro bianco 18 carati, diamanti, zaffiri gialli
Bracciale in oro bianco 18 carati, diamanti, onice, corallo rosa
Bracciale in oro bianco 18 carati, diamanti, onice, corallo rosa
Anello in oro bianco 18 carati, diamanti, onice, corallo rosa
Anello in oro bianco 18 carati, diamanti, onice, corallo rosa

Collana in oro 18 carati, diamanti, pietra luna
Collana in oro 18 carati, diamanti, pietra luna







I due mondi di Luvor

//




Creatività italiana unita alla industriosità indiana: sono le basi da cui è partita Luvor, una società con base a Valenza (Italia) fondata nel 2019 dall’indiano Bharat Bhushan Jain, che è anche amministratore unico. Anche il team che lavora per creare gioielli di alta qualità è internazionale. Francesco Cosentino head designer di Luvor è nato in Calabria e si è già dedicato alla creazione di gioielli, oltre che all’insegnamento dell’arte. Ginevra Pirotta, il braccio destro del Ceo, è milanese e ha lavorato in precedenza anche per Buccellati. Chainich Srichan aka Chain, invece, è nato nella provincia di Khon Kaen, nel nord-est della Thailandia, si è laureato in design e marketing di gioielli, mentre la responsabile delle vendite e della strategia di Luvor, e Roberta Mazzochi è nata a Milano, ma parla diverse lingue.

Pendente con diamanti e smeraldi
Pendente con diamanti e smeraldi

I gioielli di Luvor? Secondo l’head designer, «ciò che guida la ricerca del nostro team creativo è un forte legame con la tradizione. Le linee sono decise ma delicate, i colori sono classici ma distintivi. Questa è la nostra chiave creativa». Un proposito che si traduce in collezioni elaborate, ricche, con tante pietre preziose e semi preziose, con gioielli dalle curve sinuose e ricchi di pietre preziose, come nella collezione Mandala, oppure nella linea Naif.

Anello della collezione Mandala in oro rosa, diamanti, smeraldi, zaffiri
Anello della collezione Mandala in oro rosa, diamanti, smeraldi, zaffiri
Anello della collezione Naif in oro rosa, diamanti, smeraldi
Anello della collezione Naif in oro rosa, diamanti, smeraldi
Anello della collezione Mandala in oro rosa, diamanti, smeraldo
Anello della collezione Mandala in oro rosa, diamanti, smeraldo
pendente della collezione Mandala in oro rosa, diamanti, smeraldo, rubini
pendente della collezione Mandala in oro rosa, diamanti, smeraldo, rubini

Orecchini della collezione Naif in oro rosa
Orecchini della collezione Naif in oro rosa







Pier Duca, vocazione classica

/




I gioielli di una delle Maison di Valenza che sono sinonimo di gioielleria di qualità: Pier Duca, in vista di VicenzaOro September ♦

Giusto dieci anni fa Simone Annaratone ha fondato a Valenza Pier Duca. L’azienda produce gioielli di alta categoria ma, come altre imprese della zona, li realizza in particolare per altre prestigiose griffe. Quindi difficilmente troverete in una boutique un gioiello con il marchio Pier Duca. Facilmente, invece, troverete bracciali, orecchini e collane del marchio X o Y, che in realtà sono concepite e realizzate nel laboratorio di Annaratone.

Anello con pietre preziose e diamanti della linea Passion
Anello con pietre preziose e diamanti della linea Passion

Il disegno in 3D con programma Cad sullo schermo dei computer si abbina alle tradizionali tecniche orafe artigianali che sono il plus di Valenza. I gioielli sono di tipo classico, con gran uso di pietre preziose. L’azienda è particolarmente votata ai bracciali e collane tennis e alle fedine éternelle, ma «rivisitate nel disegno e curate nei particolari, adatte a una clientela esigente». Le immagini confermano questa vocazione.

 

Bracciali tennis con zaffiri e rubini
Bracciali tennis con zaffiri e rubini

Anello in oro bianco e diamanti gialli
Anello in oro bianco e diamanti gialli
Anelli Intensity con diamanti, zaffiri e rubini
Anelli Intensity con diamanti, zaffiri e rubini
Bracciale tennis con diamanti bianchi e brown
Bracciale tennis con diamanti bianchi e brown
Collane tennis della linea Dreams
Collane tennis della linea Dreams

Anelli della linea Intensity
Anelli della linea Intensity







Corsi di formazioni per incastonatori e orafi con Damiani




Imparare (e lavorare) oro e pietre preziose con Damiani. Si rinnova la proposta dell’azienda piemontese denominata Damiani Academy. Si tratta di un progetto di formazione, che ha l’obiettivo di creare specializzazioni tecniche verticali in ambito di produzione orafo-artigianale, grazie ad un percorso specifico finalizzato a formare professionisti da inserire nel mondo del lavoro. L’obiettivo è individuare le migliori competenze tecniche e creative del mercato italiano e offrire loro l’occasione unica di intraprendere un percorso d’eccellenza presso i propri laboratori orafi di Valenza.

Lavoro di incassatura
Lavoro di incassatura

Questa iniziativa rientra tra le attività di valorizzazione dell’eccellenza artigianale Made in Italy e del territorio: Damiani è fra i soci della Fondazione Mani Intelligenti, associazione che opera nell’ambito dell’alta formazione con l’obiettivo di preparare le future generazioni di addetti al settore della gioielleria, così da continuare a garantire a Valenza e all’industria del gioiello di qualità una leadership e una cultura d’eccellenza riconosciuta in tutto il mondo.

In collaborazione con Manpower, Damiani cerca candidati per i corsi di alta specializzazione, organizzati e finanziati dalla Maison orafa, offrendo poi la possibilità di un successivo inserimento in azienda. Il corso di formazione inizierà a settembre e si articolerà in cinque settimane (con 200 ore di frequenza totali), e prevede sia formazione teorica in aula sia attività pratiche presso la manifattura Damiani. Il corso di formazione è costituito da due moduli.

Le figure richieste sono:

  • Incastonatori di pietre preziose. Prevede la funzione e corretto utilizzo degli strumenti indispensabili alla professione di incassatore, tecniche di esecuzione dei tagli e bloccaggio delle pietre, conoscenza ed esecuzione dei più importanti tagli usati, incastonatura delle pietre.
  • Orafi al banco. Comprende funzione e corretto utilizzo degli strumenti indispensabili alla professione di orafo, tecniche di lavorazione orafa0, realizzazione di un gioiello
Bracciale in oro rosa e diamanti
Bracciale in oro rosa e diamanti

Il profilo richiesto

Il corsista ideale è fortemente motivato ad intraprendere un percorso professionale finalizzato all’inserimento lavorativo nella culla italiana dell’arte orafa come incastonatore oppure come orafo da banco. Ha uno spiccato interesse per il settore e l’ambizione di costruirsi un percorso di carriera nell’arte del gioiello partendo dall’acquisizione delle competenze artigianali necessarie nel contesto produttivo specifico, ha passione per il Made In Italy e l’alta qualità, ha buona capacità manuale e predisposizione per lo svolgimento di mansioni che implicano grande precisione e attenzione al dettaglio.

Il candidato è in possesso di diploma o attestato di qualifica professionale in ambito orafo o artistico (per esempio, qualifiche quali restauratori o affini) ed è determinato a frequentare il corso di specializzazione Damiani Academy presso la sede di Valenza (Alessandria). L’ammissione al corso è sottoposta alla verifica dei requisiti richiesti e alla valutazione emersa durante l’iter di selezione. Il corso è rivolto a disoccupati, la sede è a Valenza.

L'ex spazio Expo Piemonte, ora di proprietà della famiglia Damiani
L’ex spazio Expo Piemonte, ora di proprietà della famiglia Damiani







Le radici d’oro di Ilaria Icardi

/


x



Da Valenza a Milano, fino a Londra e oltre. Ilaria Icardi ha iniziato la sua carriera disegnando abbigliamento da donna a milano. Ma non era quella la sua origine da un punto di vista professionale. Ilaria Icardi, infatti, è figlia del fondatore della Emmeti, Umberto Icardi, azienda orafa che ha lavorato conto terzi per clienti di primo piano, come Tiffany. Lei, invece, dopo aver lavorato per un po’ nell’azienda di famiglia ha deciso di cambiare vita. A Milano ha studiato fashion design e poi a lavorare come designer abiti da donna con aziende come Tom Ford e Stefano Pilati, Céline con Phoebe Philo. Dal 2013 è anche design director di Victoria Beckham.

Anello in oro giallo con lapislazzulo
Anello in oro giallo con lapislazzulo

Ma, dopo 25 anni, la novità è che ha iniziato anche a ideare gioielli con il proprio nome, mettendo a frutto l’esperienza maturata in famiglia. Suo fratello Lorenzo è partner e opera a Valenza, anche perché lei continua ad abitare a Londra. Ogni pezzo, infatti, è disegnato da Ilaria a Londra e realizzato a mano in Italia. I gioielli testimoniano le tante esperienze accumulate: design anni Settanta, ricordi di famiglia, ispirazioni maturate nei tanti viaggi, un ciondolo a forma di astronauta. Molto oro 18 carati, con qualche diamante e pietre non usuali, come la diopside. Le radici, insomma, hanno fatto spuntare un nuovo germoglio.

Anello in oro giallo con diamante
Anello in oro giallo con diamante
Catena in oro giallo con diopside
Catena in oro giallo con diopside

ciondolo spaceman oro giallo massiccio 18 carati
Ciondolo Spaceman in oro giallo massiccio 18 carati







I gioielli della mitica Ofir




Valenza-Parigi e ritorno. La storia di Alberto Vaccari e della sua Ofir è nata negli anni Cinquanta sulla strada che porta nella capitale francese e il distretto dei gioielli in Piemonte. Il gioielliere, dopo aver appreso le tecniche più raffinate dell’alta gioielleria, che erano il pane quotidiano delle Maison di Place Vendôme, è tornato a casa per mettere in pratica quello che aveva imparato. Il frutto della sua iniziativa è stata la fondazione della Alberto Vaccari & C. Ofir, invece, è nata nel 1989, con la collaborazione del figlio Manuel, competente gemmologo.

Spilla in oro bianco, diamanti bianchi, diamanti neri, diamante giallo, onice, perla di Tahiti
Spilla in oro bianco, diamanti bianchi, diamanti neri, diamante giallo, onice, perla di Tahiti

Più curiosa la scelta del nome della società, Ofir. La parola, infatti, è una citazione biblica. Ofir era un porto o una regione famosa per la sua ricchezza: re Salomone riceveva ogni tre anni da Ofir un carico di oro, argento, legno di sandalo, pietre preziose, avorio, scimmie e pavoni. A parte le scimmie e, forse, i pavoni, l’idea di evocare un luogo mitico dove l’oro è abbondante, ha avuto successo e Ofir è in grado di produrre e proporre gioielli di alta qualità.

Spilla in oro bianco e giallo, con diamanti bianchi, corallo, occhio di falco (quarzo) e rubino
Spilla in oro bianco e giallo, con diamanti bianchi, corallo, occhio di falco (quarzo) e rubino
Orecchini in oro rosa con pietra luna, diamanti neri
Orecchini in oro rosa con pietra luna, diamanti neri
Orecchini in oro rosa con diamanti bianchi e neri
Orecchini in oro rosa con diamanti bianchi e neri
Collana con pendente in oro rosa, diamanti bianchi e neri con brunitura
Collana con pendente in oro rosa, diamanti bianchi e neri con brunitura
Anello in oro rosa con una antica moneta romana che raffigura l'imperatore Traiano
Anello in oro rosa con una antica moneta romana che raffigura l’imperatore Traiano

Anello in oro bianco con diamanti neri, pietra luna nera
Anello in oro bianco con diamanti neri, pietra luna nera







Monile, la via italiana al platino

/




Perché utilizzare oro bianco, che dopo un po’ di anni ingiallisce e deve essere rodiato di nuovo, quando si può optare per il platino? Aldo Arata, gioielliere del distretto di Valenza, ha pensato che questa idea andava approfondita. E anni fa ha stretto una collaborazione con il Politecnico di Torino. Risultato: un platino con una durezza superiore all’oro bianco, commercializzato con la collezione Everlasting di Monile. Il brand sinonimo di gioiello produce gioielli in platino più resistenti alle scalfiture e caratterizzati da una luminosità destinata a durare nel tempo. Con questo metodo sono prodotti soprattutto anelli, ma anche orecchini e collane.

Solitario, platino e diamante
Solitario, platino e diamante

Tutto ha avuto inizio nel 1966 nella piccola cittadina piemontese. L’azienda è stata fondata con il nome Arata Fratelli. Il fondatore, Aldo Arata, orafo che aveva lavorato come apprendista da Carlo Barberis, si era occupato, tra l’altro, proprio di gioielli in platino. È del 1977, invece, il marchio Monile, specializzato nella lavorazione del platino. L’azienda, che in una serie di modifiche societarie si chiama oggi Jewels of Italy e controlla il marchio Monile, produce anche gioielli per conto terzi. Ha collaborato con De Beers, Rapaport, Lazare Kaplan. L’utilizzo del platino è anche il frutto di una raffinata ricerca tecnologica: il metallo è più difficile da lavorare rispetto all’oro. Ma ha molti vantaggi: non cambia colore, non si graffia, è ipoallergico. Tanto che è utilizzato anche per alcuni strumenti chirurgici e odontoiatrici.

Set di collier e orecchini in platino, oro e diamanti
Set di collier e orecchini in platino, oro e diamanti

Nel raccontare la storia di Monile è necessario, però, ricordare un aspetto tragico: l’11 settembre 2001, dopo aver formato un contratto con una multinazionale, i suoi esponenti muoiono sull’aereo diretto sul Pentagono dirottato dai terroristi. Una crisi che ha avuto profonde ripercussioni sull’azienda, che però è ancora attiva.

Orecchini Simple LIght in platino e diamanti
Orecchini Simple LIght in platino e diamanti
Fedi in platino e diamanti
Fedi in platino e diamanti
Anello a banda larga in platino, oro e diamanti di Monile
Anello a banda larga in platino, oro e diamanti di Monile
Anelli in platino, oro e pavé di diamanti
Anelli in platino, oro e pavé di diamanti

Anello in platino, oro 18 carati e diamanti
Anello in platino, oro 18 carati e diamanti







Megazzini, un gioiello italiano alla Casa Bianca

/




Apprendista, artigiano, imprenditore, gioielliere: quante storie di piccole Maison italiane assomigliano a questa. Poche, però, possono vantare di aver fatto indossare una propria creazione alla first lady degli Stati Uniti. Ma è proprio quello che è riuscito a Megazzini, che anni fa ha visto una collana di perle dell’azienda piemontese indosso a Nancy Reagan, moglie di Ronald, quarantesimo presidente Usa. Megazzini, in effetti, è un’azienda storica del distretto di Valenza e vende molti dei suoi gioielli proprio sul mercato americano.

Sautoir di perle con chiusura in oro bianco e diamanti
Sautoir di perle con chiusura in oro bianco e diamanti

La storia dell’azienda di gioielli inizia con Alfredo Megazzini, scomparso nel 2002, che dopo la Seconda guerra mondiale, nel 1947, ha deciso di aprire il proprio laboratorio dopo aver lavorato come apprendista in un’altra azienda locale. Il marchio Megazzini si è fatto subito notare in particolare per la produzione di anelli chevalier. Da questa specializzazione deriva l’idea del logo dell’azienda a forma ottagonale. Condotta assieme alla moglie di Alfredo, Piera Scagliotti, l’azienda si è specializzata su più fronti, come quello delle chiusure per le collane di perle. A metà anni Ottanta, Massimo Megazzini, figlio del fondatore, ha iniziato la commercializzazione di gioielli con il proprio marchio sul mercato estero. Perle e chiusure restano ancora il punto di forza dell’azienda, accanto a pezzi di alta gioielleria. 

Anello in oro giallo con diamanti e zaffiri
Anello in oro giallo con diamanti e zaffiri
Anello trilogy con diamante da 1 carato
Anello trilogy con diamante da 1 carato
Anello in oro rosa e diamanti
Anello in oro rosa e diamanti
Orecchini con perle rosa e diamanti
Orecchini con perle rosa e diamanti
Anello in oro bianco, diamanti e perle di Tahiti e Cina
Anello in oro bianco, diamanti e perle di Tahiti e Cina

Anello in oro bianco e rosa con perla chocolate
Anello in oro bianco e rosa con perla chocolate







Nella tradizione con Fabio Neri

/




La tradizione rassicurante di Fabio Neri: gioielli made in Valenza in oro 18 carati e pietre preziose ♦

Tra Pontedera (Pisa) e Valenza (Alessandria) ci sono 292 chilometri. Ma c’è anche l’attività del brand Fabio Neri gioielli, iniziata nel 1975 e che prosegue ancora con un buon successo. La chiave sta nella scelta dello stile, dei materiali, della qualità e, non da ultimo, del prezzo: niente di esagerato per quello che propone, come potete leggere nelle didascalie che accompagnano qualche immagine a esempio del lavoro di questa piccola Maison di lungo corso. Gli artigiani valenzani sono quelli che sanno confezionare i pavé, incastonare le pietre nell’oro, fondere e dare forma ai gioielli i  assoluta sicurezza.

Anelli con diamanti neri e bianchi
Anelli con diamanti neri e bianchi

Oro a 18 carati, pietre preziose e forme rassicuranti delle collezioni fanno il resto. Ogni gioiello reca inciso il marchio di fabbrica che è una sorta di garanzia sulla scelta delle pietre e sul lavoro di rifinitura. L’azienda sottolinea molto questo punto, data l’elevata qualità gemmologica dei diamanti (colore G), delle pietre di colore e delle perle coltivate. I diamanti, se presenti, sono in taglio brillante. Tutto come deve essere. Lavinia Andorn

Anelli con rubini, zaffiri e smeraldi
Anelli con rubini, zaffiri e smeraldi
Orecchini con rubini
Orecchini con rubini
Anello in oro bianco, diamanti e smeraldo taglio marquise
Anello in oro bianco, diamanti e smeraldo taglio marquise
Anello in oro bianco, diamanti, zaffiti
Anello in oro bianco, diamanti, zaffiti
Pendente in oro bianco, diamanti e rubino a forma di cuore
Pendente in oro bianco, diamanti e rubino a forma di cuore







Lunati tra stelle e fiori

//




Una lunga storia sotto le stelle: sono passati oltre 80 anni da quando è stata fondata Lunati, azienda di Valenza che oggi propone, tra le altre, la collezione Starlight. Stelle, appunto, che non solo nei periodi festivi brillano al polso, alle orecchie o alle dita di chi indossa i gioielli. La collezione Starlight propone le stelle a cinque punte con pavé di diamanti e pietre preziose accanto ad altre linee con soggetto altrettanto tradizionale, come i fiori. Ma anche pezzi unici di alta gioielleria e, per chi lo richiede, gioielli su misura.

Orecchini con diamanti e zaffiri
Orecchini con diamanti e zaffiri

L’attività di questa azienda del distretto piemontese della gioielleria, che è iniziata nel 1937 su iniziativa di Piero Lunati, assieme al fratello Giulio. Negli anni l’azienda si è ingrandita grazie all’abilità di affiancare la produzione di pezzi unici con gioielleria sempre al passo con i tempi. A metà anni Ottanta il figlio di Giulio, Giovanni Luca Lunati, è salito alla guida dell’azienda. Ma non è mutato il modo di lavorare, a partire dalla scelta delle pietre preziose da utilizzare e dalla cura nella realizzazione dei gioielli.

Bracciale con fiore in oro bianco, rubino, tsavoriti e zaffiri rosa
Bracciale con fiore in oro bianco, rubino, tsavoriti e zaffiri rosa

Anello con zaffiri, diamanti e tsavoriti
Anello con zaffiri, diamanti e tsavoriti

Orecchini con cuori in diamanti e zaffiri
Orecchini con cuori in diamanti e zaffiri

Anello Spring con rubini
Anello Spring con rubini

Anello Doplhin in oro bianco, calcedonio, agata bianca, diamanti, perla
Anello Doplhin in oro bianco, calcedonio, agata bianca, diamanti, perla

Ciondolo a forma di pupazzo di neve in oro bianco, calcedonio e diamanti
Ciondolo a forma di pupazzo di neve in oro bianco, calcedonio e diamanti
Orecchini con diamanti e rubini
Orecchini con diamanti e rubini

Anello in oro bianco, oro giallo, corallo, tsavoriti, diamanti
Anello in oro bianco, oro giallo, corallo, tsavoriti, diamanti







I legàmi di Lenti & Villasco

//




Domanda: qual è il gioiello che ogni donna porta con sé ogni giorno, dalla mattina alla sera e non da cui non si separerebbe mai? Semplice: è lo smartphone. In molti casi costa come un gioiello ed è diventato il complemento indispensabile per la vita di tutti i giorni. È anche un oggetto di design da mostrare, specialmente se è l’ultimo costoso modello. Partendo da questa brillante considerazione la Maison di Valenza Lenti & Villasco ha ideato la collezione Legàmi (con l’accento sulla lettera a). In fondo lo smartphone consente di tenere il contatto vocale e social con amici, parenti, e colleghi di lavoro. Dunque, serve a mantenere legàmi con il proprio mondo.

Gioielli della collezione Legàmi indossati
Gioielli della collezione Legàmi indossati

E quale gioiello può rappresentare meglio questo link tra smartphone e il lusso? Altrettanto semplice: il modello di una morbida catena, il susseguirsi di anelli che simboleggia legàmi solidi. In questo caso anche preziosi, visto che i gioielli sono in oro con bordo di diamanti. Come per lo smartphone, raffigurato nelle immagini assieme ai gioielli della collezione, anche orecchini, collane e anelli di Lenti & Villasco si trasformano in un irrinunciabile complemento.

Collana e orecchini della collezione Legàmi
Collana e orecchini della collezione Legàmi
Gioielli della collezione Legàmi di Lenti & Villasco indossati
Gioielli della collezione Legàmi di Lenti & Villasco indossati
Gioielli della collezione Legàmi
Gioielli della collezione Legàmi
Orecchini  in oro giallo e diamanti
Orecchini in oro giallo e diamanti
Orecchini  in oro giallo e diamanti
Orecchini in oro giallo e diamanti







Gilberto Cassola senza frontiere




Ora che è arrivata anche sulla piattaforma di un marketplace internazionale che vende via web, Gilberto Cassola, azienda storica di Valenza, ha di sicuro una migliore visibilità all’estero. Il marchio è specializzato in raffinate lavorazioni orafe rivolte in particolare al mercato Usa (in cui vende quasi il 50% dei propri gioielli), oltre a quello europeo. L’azienda è stata fondata nel 1965 da Gilberto Cassola assieme al socio Luciano Provera (Cassola & Provera è stata la denominazione fino al 1982). Come molti altri laboratori artigiani della zona, Cassola ha svolto a lungo lavorazione per conto terzi, anche per grandi Maison come Van Cliff & Arpels e Cartier. In particolare, tra le specialità dell’azienda ci sono i gioielli con pavé di diamanti.

Anello in oro con diamanti baguette
Anello in oro con diamanti baguette

Gilberto Cassola si occupava personalmente di disegnare modelli e dell’amministrazione dell’azienda: il classico imprenditore tuttofare. I due soci si sono divisi nel 1982 e, negli anni Novanta, con l’ingresso in azienda del figlio Graziano Cassola, è arrivata anche la decisione di produrre gioielli con il proprio marchio.

Pendente in oro rosa, rubini e diamanti
Pendente in oro rosa, rubini e diamanti
Anello con acquamarina ovale e diamanti
Anello con acquamarina ovale e diamanti
Anello con pavé di diamanti neri e ametista
Anello con pavé di diamanti neri e ametista
Anello in oro rosa, smalto rosso e diamanti
Anello in oro rosa, smalto rosso e diamanti
Anello in oro bianco, smalto blu e diamanti
Anello in oro bianco, smalto blu e diamanti

Anello con charm a cuore con pavé di zaffiri
Anello con charm a cuore con pavé di zaffiri







La seconda vita di Annaratone




Dall’antica tradizione orafa alle gemme create in laboratorio. Annaratone Jewelry è un’azienda di Valenza nata nel 2014. Ma affonda le radici nell’iniziativa di Marco Giuseppe Vincenzo Annaratone, che hanno creato la propria azienda nel 1974. Annarratone è stato uno dei laboratori celebri per la lavorazione, in particolare di girocolli, ma anche di oggetti su misura per conto terzi. Tra i tanti, un albero genealogico d’oro su base di ametista prodotto per un monarca orientale. La nuova vita è iniziata invece, sei anni fa con l’ingresso in azienda di Elisa Annaratone, subentrata al padre, e affiancata dal marito e socio Arturo Bonaventi. La designer e il manager.

Annaratone, anello della collezione Portofino
Annaratone, anello della collezione Portofino

Nel 2019 si è aggiunto un terzo socio, Oscar Narratone. La Annaratone si occupa quasi esclusivamente dell’ideazione e della produzione di gioielli in montatura a filo d’oro, d’argento o di platino, di propria creazione o su specifica commissione. Ma l’azienda produce anche collezioni con il proprio marchio, come quelle ispirate ad alcune località italiane, come Villa D’Este, Spiaggia Rosa, Grotta Azzurra, Portofino e Bellagio. La novità, rispetto a molte altre Maison del distretto orafo piemontese, è l’utilizzo accanto all’oro di pietre sintetiche, cioè create in laboratorio. Sono di alta qualità e quindi, non distinguibili a occhio da quelle naturali. La scelta è dettata anche da ragioni etiche e di sostenibilità ambientale.

Anello della collezione Villa d'Este
Anello della collezione Villa d’Este
Orecchini della collezione Portofino
Orecchini della collezione Portofino
Collier anello della collezione Portofino
Collier anello della collezione Portofino

Collana della collezione Villa d'Este
Collana della collezione Villa d’Este







Lo Swing di Verdi

//




Che cosa avrebbe detto Giuseppe Verdi dello swing? Forse il celebre compositore italiano di opera sarebbe stato perplesso. Il suo omonimo fondatore di Verdi Gioielli, Maison di Valenza, invece, non può che essere soddisfatto: Swing, infatti, è il nome della collezione che al momento è tra quelle che brilla di più nel cielo dell’azienda piemontese. Swing, in effetti, è una parola collegata al ritmo e, dunque, all’ambiente musicale, come quello frequentato da Giuseppe Verdi (l’altro, il compositore). Inoltre, la musica swing è legata al genere jazz e, quindi, si accorda bene con i motivi artistici vagamente retrò della collezione.

Bracciale della collezione Swing
Bracciale della collezione Swing

I gioielli della collezione Swing sono realizzati in oro bianco e diamanti ma, soprattutto, presentano uno stile morbido ed elaborato, che sembra arrivare direttamente da certe decorazioni della prima metà del secolo scorso. Fiori e farfalle stilizzate, ma anche volumi che ricordano una ballerina, come nel caso della collana, si alternano a motivi geometrici per grandi bracciali, anelli e orecchini.

Bracciale della collezione Swing
Bracciale della collezione Swing
Orecchini della collezione Swing
Orecchini della collezione Swing
Anello della collezione Swing
Anello della collezione Swing
Anello in oro bianco e diamanti
Anello in oro bianco e diamanti
Bracciali di Verdi Gioielli
Bracciali di Verdi Gioielli

Collana con pendente in oro bianco e diamanti
Collana con pendente in oro bianco e diamanti







Le Millerighe di Valentina Callegher

/




Le novità che seguono a un cambiamento hanno bisogno di tanto spazio per essere scritte. Nel caso del brand Valentina Callegher possono essere sintetizzate in Millerighe. Si chiama così la collezione più innovativa proposta dalla Maison Di.Go, che cinque anni fa si è evoluta utilizzando il nome della sua designer. La collezione Millerighe utilizza, come indica il nome, una serie di linee affiancate, che compongono morbide superfici su cui sono adagiati diamanti con diversi tagli: rotondi, a cuore, a pera, ovali…

Anelli Millerighe in oro nero e diamanti
Anelli Millerighe in oro nero e diamanti

La collezione è ispirata alla gioielleria in oro degli anni Settanta, ma con una interpretazione attuale. È leggera e molto semplice da indossare. Ed è anche, come abbiamo accennato, una delle maggiori novità del nuovo corso dell’azienda deciso nel 2015. L’attività dell’azienda è soprattutto però in conto terzi.

Anelli Millerighe in oro rosa  e diamanti
Anelli Millerighe in oro rosa e diamanti

Di.Go ha una storia più lunga: è stata fondata a Valenza nel 1976 da Roberto Zavanone e Flaviano Callegher, che nel 2006 ha rilevato l’intera azienda. Partito da semplice incastonatore, Callegher è diventato imprenditore di un’azienda di successo. È anche un autodidatta di talento, capace di presentare domande di brevetti, come quella per un sistema di anelli espandibili e dun tipo di lavorazione «battuta» che è diventata una caratteristica dell’azienda.

Orecchini in oro rosa e diamanti
Orecchini in oro rosa e diamanti
Anelli in oro rosa e diamanti
Anelli in oro rosa e diamanti

Bracciale in oro rosa e diamanti
Bracciale in oro rosa e diamanti







Crieri, tennis a tutto campo

Dalla sua nascita (avvenuta nel 2005 per opera di Alessandro Saracino e Cristiano Annaratone) il brand Crieri si traduce sul mercato della gioielleria come specialisti nei bracciali tennis (vedi Bracciali tennis, storia di una partita). L’azienda, tra l’altro, è forte anche di un brevetto depositato. Il marchio valenzano specializzato in gioielli a base di diamanti, però, ha deciso di scendere in campo per giocare una partita senza barriere. Il genere tennis, insomma, si allarga a gioielli come i pendenti a forma di croce, che si affiancano a bracciali e collane con il tipico susseguirsi di diamanti che caratterizza il modello tennis. Non solo: ecco anelli e orecchini che, senza abbandonare lo stile della Maison, allargano l’orizzonte.

Bracciale tennis in oro brunito e diamanti neri taglio brillante
Bracciale tennis in oro brunito e diamanti neri taglio brillante

Ci sono, poi, pezzi che spiccano, come il collier di diamanti bianchi taglio brillante montati su oro bianco, o come l’ampio bracciale che, invece, utilizza l’oro giallo. A proposito di colori: i diamanti utilizzati non sempre sono bianchi. Pietre yellow, black o brown fanno la comparsa su alcune collezioni. Un esempio della produzione di Crieri è la collezione Musa, che comprende bracciali tennis, ma anche anelli trinity o rievière, bracciali e tradizionali orecchini in oro bianco e diamanti.

Bracciale tennis in oro rosa e diamanti neri
Bracciale tennis in oro rosa e diamanti neri
Anello Eternelle in oro bianco e diamanti
Anello Eternelle in oro bianco e diamanti
Anello Rivière in oro bianco e diamanti
Anello Rivière in oro bianco e diamanti
Choker in oro rosa e rubini
Choker in oro rosa e rubini
Pendente in oro rosa e rubini
Pendente in oro rosa e rubini
Orecchini in oro bianco e diamanti
Orecchini in oro bianco e diamanti

Nuba, un bracciale per Valenza




Bijoux per sostenere le fabbriche di gioielleria di Valenza messe in ginocchio dall’emergenza covid. Non è beneficenza, bensì un progetto che dà lavoro agli artigiani del distretto della gioielleria. L’idea è di Milena Bernocco, direttrice delle gioiellerie Different Class, con il progetto dei braccialetti Nuba. Si tratta di un bracciale piccolo, con il sigillo degli artigiani valenziani celebri in tutto il mondo per i loro gioielli unici.

Bracciali Nuba
Bracciali Nuba

Il braccialetto è disponibile al costo di 89 euro in tre varianti: con placchetta personalizzabile in argento, placcata in oro giallo e placcata in oro rosa. I cordoncini sono in diversi colori e tutti fatti a mano. È possibile aggiungere una pietra preziosa da 0,01 carati (con l’aggiunta di 49 euro) a scelta tra brillantino, zaffiro blu, zaffiro rosa e rubino.

Bracciali Nuba, indossati
Bracciali Nuba, indossati

Bracciali Nuba
Bracciali Nuba