Orecchini a forma di pesce, in oro 18k rodio nero 32.06 grammi, 6,43 ct rubino, zaffiro giallo 1.26 ct, 0,61 ct zaffiri, tzavorite 33 0,074 g, 2 giade 2,30 grammi, 0,09 grammi hauynites
Lydia Courteille, orecchini a forma di pesce, in oro 18k rodio nero 32.06 grammi, 6,43 ct rubino, zaffiro giallo 1.26 ct, 0,61 ct zaffiri, tzavorite 33 0,074 g, 2 giade 2,30 grammi, 0,09 grammi hauynites

In viaggio con Lydia Courteille

Lydia Courteille è una delle creatrici più fantasiose e raffinate. Nella sua boutique parigina la designer propone gioielli unici, elaborati, spesso con un tocco di ironia. Ma Lydia Courteille è anche una irrefrenabile viaggiatrice, curiosa di culture, paesaggi, storie, miti, fiabe, folclore di tutto il mondo. Anzi, sono proprio i lunghi viaggi attraverso i confini di Est e Ovest a ispirare le sue collezioni. La storia e le creazioni di Lydia Courteille sono ora il soggetto di una nuova biografia scritta dall’esperta gemmologa Juliet Weir-de la Rochefoucauld, che comprende anche i ricordi di viaggio, con immagini scattate dalla designer.

A Jeweller’s Odyssey
Il libro A Jeweller’s Odyssey

Non a caso il libro si intitola A Jeweller’s Odyssey (Acc Art Books, 224 pagine, 56 euro), proprio per sottolineare l’avventuroso percorso di scopritrice di storie da raccontare, ma anche di personaggi, come l’imperatrice francese Maria Antonietta, a cui la designer ha dedicato una collezione, oppure di passioni, come nei gioielli dedicati al tema della seduzione.

Alcune pagine del libro A Jeweller’s Odyssey
Alcune pagine del libro A Jeweller’s Odyssey

Alcune illustrazioni del libro A Jeweller’s Odyssey
Alcune illustrazioni del libro A Jeweller’s Odyssey

Lydia Courteille. Copyright: gioiellis.com
Lydia Courteille. Copyright: gioiellis.com

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Diamanti e fantasia con Beauvince

Next Story

L’aurora boreale di Yoko London

Latest from News

Addio a Marina Bulgari

È morta a Roma Marina Bulgari, figlia di Costantino Bulgari, primo figlio di Sotirios (l’altro era