Valenza

Giovani e gioielleria al primo Valenza Gem Forum

In Italia non ci sono abbastanza professionisti della gioielleria. Per questo a Valenza, uno dei distretti italiani della gioielleria, è stata creata Mani intelligenti, fondazione per l’innovazione e la cultura del gioiello italiano, nata nel 2018 con l’obiettivo di colmare il gap generazionale presente all’interno della forza produttiva valenzana, perché pochi giovani intraprendono la strada dell’oreficeria. Un focus sulla situazione è in programma il 10 ottobre: il Valenza Gem Forum è il primo appuntamento organizzato al Teatro Sociale di Valenza dedicato al distretto piemontese dell’alta gioielleria. È promosso dalla Fondazione Mani Intelligenti con la collaborazione di Italian Exhibition Group. società che organizza Vicenzaoro.

Laboratorio di Oro Trend a Valenza
Laboratorio di Oro Trend a Valenza

Il forum coinvolgerà i protagonisti del settore, dalle più importanti realtà imprenditoriali del territorio alle grandi maison internazionali che qui concentrano la loro produzione, con la partecipazione compatta di associazioni di riferimento e istituzioni locali. Un’occasione per discutere tematiche chiave per la produttività del distretto: trend di consumo e distributivi dell’alta gioielleria, creatività e innovazione, tracciabilità e approvvigionamento di pietre preziose e diamanti che qui si incastonano da oltre due secoli. Il core delle altissime competenze che la tradizione gioielliera di Valenza esprime. Centrale il tema della formazione rivolta alle giovani generazioni per dare continuità a un comparto economico in crescita che rappresenta il miglior made in Italy nel mondo. Nel primo trimestre del 2023 +24,4% dell’export del distretto rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (elaborazione Confindustria Federorafi dati Centro Studi Confindustria Moda).

Lavorazione della croce della collana Belle Epoque
Lavorazione della croce della collana Belle Epoque by Damiani

Le novità di Piero Milano

Chissà perché ci sono gioiellieri che riescono a costruire un mito attorno alle loro collezioni e altri, come il brand piemontese Piero Milano, che sono altrettanto bravi, ma sono meno spavaldi nel comunicarlo. A volte le strategie di marketing sono un po’ misteriose. Così come è poco comprensibile che un marchio come Piero Milano sia apprezzato nei negozi all’estero, abbia tanti estimatori, ma abbia meno riscontro nell’immagine collettiva.

Collezione Eden, anello in oro bianco e full pavé di diamanti
Collezione Eden, anello in oro bianco e full pavé di diamanti

Eppure l’azienda di Valenza fondata ormai mezzo secolo fa da Piero Milano e Luigi Benzi non ha nulla da invidiare a molte altre Maison che godono della celebrità (a volte immeritata). D’accordo, Piero Milano vanta un buon successo di mercato, grazie alla capacità di interpretare il gioiello classico, come è nella tradizione degli orafi di quella provincia piemontese. Oro, platino, diamanti, pietre preziose e semipreziose: non manca nulla nel vasto catalogo delle proposte, che vanno dall’alta gioielleria all’easy to wear.

Anello flessibile in oro giallo e diamanti della collezione Goa
Anello flessibile in oro giallo e diamanti della collezione Goa
Orecchini in oro rosa e diamanti, collezione Goa
Orecchini in oro rosa e diamanti, collezione Goa
Orecchini in oro bianco diamanti e zaffiri realizzati con la tecnica invisible setting
Orecchini in oro bianco diamanti e zaffiri realizzati con la tecnica invisible setting
Anello in oro rosa con diamanti
Anello in oro rosa con diamanti
Collana con pendente in oro bianco, diamanti e rubini
Collana con pendente in oro bianco, diamanti e rubini

Gli animali di Angry

Gioielli di lusso, piccole opere d’arte che solo poche Maison sono in grado di produrre, ma anche progettazione e realizzazione in tutte le fasi. Angry Gioielli, una delle realtà del mondo orafo di Valenza, si propone come partner di chi vuole realizzare collezioni di alta gioielleria. per esempio, ha organizzato anche un centro dedicato ai prototipi, concepito come un laboratorio di sviluppo prodotto. Ma l’azienda produce anche gioielli, pezzi unici, con il suo marchio. La fantasia creativa di Fabio Angri coadiuvato dalla moglie Alessia, si concretizza in gioielli audaci e di grande impatto.

Anello con perle, zaffiri orange, diamanti neri
Anello con perle, zaffiri orange, diamanti neri. Copyright: gioiellis.com

Uno dei filoni più brillanti della Maison è, per esempio, quello animalier. Come nell’anello a forma di tigre con pavé di diamanti e una tanzanite di 25,73 carati. Oppure in un altro anello a forma di tucano realizzato con diamanti neri, zaffiri colorati e smalto, così come quello a forma di polipo composto in oro, perla di Tahiti e diamanti. Trae ispirazione dalla flora, invece, una collana a forma di gelsomino fiorito con diamanti bianchi, verdi e smalto: sono alcuni esempi della produzione della Maison piemontese.

Anello giraffa in oro satinato e diamanti. Copyright: gioiellis.com
Anello giraffa in oro satinato e diamanti. Copyright: gioiellis.com
Anello octopus in oro, perla di Tahiti e diamanti. Copyright: gioiellis.com
Anello octopus in oro, perla di Tahiti e diamanti. Copyright: gioiellis.com
Anello tucano con diamanti neri e zaffiri colorati, smalto. Copyright: gioiellis.com
Anello tucano con diamanti neri e zaffiri colorati, smalto. Copyright: gioiellis.com
Collana gelsomino in oro, diamanti bianchi e verdi, smalto. Copyright: gioiellis.com
Collana gelsomino in oro, diamanti bianchi e verdi, smalto. Copyright: gioiellis.com
Fabio e Alessia Angri. Copyright: gioiellis.com
Fabio e Alessia Angri. Copyright: gioiellis.com

La stella di Lunati continua a brillare

Lunati compie 85 anni, ma gode di ottima salute. L’azienda di Valenza è stata fondata nel 1937 da Pietro Lunati e continua a produrre gioielli di alta qualità, in perfetto stile valenzano. Che significa precisione, lusso, creatività interpretati con la lunga tradizione artigiana di gioiellieri e orafi. L’azienda produce gioielli di fattura classica. Sono pezzi unici, oppure in piccole serie per quelli più semplici. Lo stile tradizionale è reinterpretato in chiave moderna, ma senza esagerare: anche i gioielli con gemme colorate sono composti in modo equilibrato.

Orecchini con diamanti e zaffiri rosa
Orecchini con diamanti e zaffiri rosa

Lunati Gioielli continua il percorso di Pietro che assieme al fratello Giulio, ha fatto decollare l’azienda, che ora è guidata dal figlio, Giovanni Luca Lunati, amministratore. Gioele, nipote di Piero, esperto di marketing e comunicazione, ha deciso di iniziare la vendita online di alcune collezioni. Alla produzione di spille nel secondo Dopoguerra si è presto affiancata la creazione di collane e anelli, che hanno riscosso molto successo anche sui mercati di Austria, Germania e Svizzera. L’azienda può vantare anche il marchio 160 AL per contrassegnare la produzione a garanzia di autenticità dei gioielli.

Orecchini camelia con diamanti e zaffiri blu
Orecchini camelia con diamanti e zaffiri blu
Orecchini con diamanti e rubini
Orecchini con diamanti e rubini
Anello in oro bianco con diamanti, zaffiri blu, gialli e rosa
Anello in oro bianco con diamanti, zaffiri blu, gialli e rosa
Anello fiore in oro bianco con diamanti, giada, tanzaniti e tsavoriti
Anello fiore in oro bianco con diamanti, giada, tanzaniti e tsavoriti
Bracciale in oro bianco e smeraldo indossato
Bracciale in oro bianco e smeraldo indossato

Mirco Visconti, replay prezioso




I gioielli straordinari e tradizionali di Mirco Visconti, una della storiche Maison di gioielli di Valenza.

La cosa più difficile, forse, è ripetersi. Lo sanno bene gli sportivi che, dopo aver infranto un record, si chiedono subito se riusciranno a ripetersi. Ma anche per i gioiellieri è lo stesso: quando si conquista faticosamente una fama, poi bisogna confermarla, mantenerla e, se possibile, aumentarla. Ci riescono in pochi, ma una Maison di Valenza come Mirco Visconti ci è riuscita. Ha alle spalle una lunga storia che inizia nel 1870, in Brasile, dove il nonno materno del fondatore che ha dato il nome all’azienda, Francesco Villa, commerciava in pietre preziose tra Sudamerica e Italia. La figlia Clelia, nei primi del Novecento sposò Emilio Visconti, già allora affermato incastonatore. Il loro erede, Mirco Visconti, nel Dopoguerra ha poi fondato l’azienda odierna.

Mirco Visconti Anello in oro bianco a forma di catena con diamanti
Anello in oro bianco a forma di catena con diamanti

Con catalogo, gioielli e una valigetta di cartone, Mirco Visconti ha iniziato a farsi conoscere in gran parte del Nord Italia. La classica piccola azienda orafa familiare, insomma. Azienda che ha iniziato a essere apprezza e a ingrandirsi. Il gioielliere piemontese è stato anche tra i primi commercianti di Valenza ad andare ad acquistare i brillanti direttamente alla Borsa Internazionale di Anversa, e anche il più giovane tra i fondatori dell’Associazione Orafa Valenzana. La strada del dinamismo, in ogni caso, è sempre rimasta legata alla strada della tradizione. E si vede: le collezioni proposte sono tutte dei classici della gioielleria, interpretati con i migliori materiali e con la perizia orafa che è lecito attendersi. Oggi a continuare l’opera del fondatore sono i figli, Enrico e Cosetta, e i nipoti Luca e Michela. La storia continua, insomma, ma sempre sui binari tracciati: ed è la cosa più difficile, appunto.

Anello in oro bianco con smeraldo di 20,7 carati e diamanti per 1,2 carati
Anello in oro bianco con smeraldo di 20,7 carati e diamanti per 1,2 carati
Anello in oro bianco con rubino e diamanti
Anello in oro bianco con rubino e diamanti
Anello in oro bianco con zaffiro e diamanti
Anello in oro bianco con zaffiro e diamanti
Anello in oro bianco con diamanti e tre acquamarina
Anello in oro bianco con diamanti e tre acquamarina
Orecchini in oro bianco con rubini ovali per 3,57 carati e diamanti per 1,3 carati
Orecchini in oro bianco con rubini ovali per 3,57 carati e diamanti per 1,3 carati

Orecchini in oro bianco con smeraldi taglio cuore e diamanti
Orecchini in oro bianco con smeraldi taglio cuore e diamanti







Vittorio B., da Valenza a New York




Vittorio B. Cioè Vittorio Bassan, gioielliere italiano nato nella culla dell’alta gioielleria, Valenza Po, Piemonte, ma che si è trasferito a New York. Il gioielliere è cresciuto in un distretto dove la gioielleria è la principale attività: madre, padre e sette zii creavano gioielli nel laboratorio di famiglia. Lui, però, ha deciso di spiccare il volo: ha conseguito un Master of Fine Arts in progettazione e produzione di gioielli, ha iniziato un apprendistato come incastonatore di pietre preziose nell’azienda di famiglia e a disegnare gioielli, realizzando a mano pezzi originali e personalizzati.

Orecchini a bottone della collezione Belle Ciambelle, in oro 14 carati, corallo e diamanti
Orecchini a bottone della collezione Belle Ciambelle, in oro 14 carati, corallo e diamanti

Vittorio si è poi trasferito a Los Angeles per esplorare il mercato del lusso americano e ha conquistato diversi clienti. Nel 2013 ha attirato l’attenzione di Van Cleef & Arpels. Ha quindi deciso di lavorare nel flagship store sulla Fifth Avenue, a New York. Un’esperienza che ha insegnato al designer anche gli aspetti commerciali dell’attività di gioielliere e che lo ha spinto a fondare il proprio brand, Vittorio B. Il designer italiani ha lanciato la sua linea di gioielli Fit For Life Jewels nel 2018, che utilizza il suo sistema brevettato di gioielleria estensibile, con maglie e una molla interna in titanio o acciaio inossidabile montata internamente per ottenere anelli e bracciali che si adattano alle dimensioni delle dita e del polso.

Ciondolo Belle Ciambelle in oro 14 carati, ametista e diamante
Ciondolo Belle Ciambelle in oro 14 carati, ametista e diamante

Orecchini a bottone della collezione Belle Ciambelle, in oro 14 carati, citrino e diamanti
Orecchini a bottone della collezione Belle Ciambelle, in oro 14 carati, citrino e diamanti

Vittorio Bassan
Vittorio Bassan

Pendente della collezione Zodiaco in oro 14 carati, cristallo di rocca intagliato e diamanti
Pendente della collezione Zodiaco in oro 14 carati, cristallo di rocca intagliato e diamanti
Anello estensibile della collezione Fit For Life Jewels con diamanti
Anello estensibile della collezione Fit For Life Jewels con diamanti
Bracciale estensibile della collezione Fit For Life Jewels con acquamarina
Bracciale estensibile della collezione Fit For Life Jewels con acquamarina
Anello estensibile della collezione Fit For Life Jewels con diamanti e rubini del Mozambico
Anello estensibile della collezione Fit For Life Jewels con diamanti e rubini del Mozambico







Lenti 1963 sboccia con Bloom




Da Maison che da 60 anni produce alta gioielleria, Lenti Villasco è diventata anche brand che propone le proprie collezioni. Il marchio scelto per affiancare la tradizionale attività è Lenti 1963. La novità ha spinto l’azienda di Valenza, tradizionalmente molto riservata, alla prima campagna di comunicazione. Al centro è la collezione Bloom che, come è facile immaginare, comprende una serie di gioielli ispirata ai fiori. Oro bianco o rosa e tanti diamanti con taglio brillante, oppure ovale sono gli ingredienti della collezione, che comprende anelli, orecchini, collana con pendente e bracciale.

Anello in oro bianco e diamanti della collezione Bloom
Anello in oro bianco e diamanti della collezione Bloom

Le creazioni Lenti 1963 sono caratterizzate da un elemento stilistico ricorrente: un’idea di leggerezza e delicatezza. Per dar vita a Bloom, collezione di punta 2022, ci siamo ispirati allo sbocciare dei fiori come elemento simbolico per raccontare questa nuova fase dell’azienda.
Danilo e Giuliana Lenti, amministratori delegati di Lenti Villasco

Collana con pendente in oro bianco e diamanti indossata
Collana con pendente in oro bianco e diamanti indossata

Accanto alla prima collezione presentata al grande pubblico Bloom, ci sono poi Legàmi, Diva, Serpente, Senza Tempo e Colori, già disponibili. Per il lancio la Maison ha scelto la voluttuosa modella francese Lisa Louis Fratani, ritratta in video mentre è intenta a leggere Il ritratto di Dorian Gray, di Oscar Wilde, ma soprattuto ha indossare i gioielli di Lenti 1963. La campagna è stata realizzata da Simone Falcetta ed Enrico Genevois per Attila&Co.

Girocollo Bloom in oro bianco e diamanti bianchi
Collana Bloom con pendente in oro bianco e diamanti
Immagine della campagna di Lenti 1963
Immagine della campagna di Lenti 1963

Orecchini in oro rosa e diamanti bianchi
Orecchini in oro rosa e diamanti bianchi







Un po’ di colore con Armiss




Armiss è un acronimo del nome del team che due anni fa ha dato vita al brand: Arianna, Michele, Silvia e Stefania. Michele Elettro, con una esperienza trentennale come orafo a Valenza, nel 2004 ha fondato il suo primo atelier, Modellart, che ha lavorato per conto di affermati brand della gioielleria. Silvia Raselli, invece, ha alle spalle una esperienza professionale con Damiani e, prima ancora, un diploma come gemmologa al Gia di New York. Sono loro due i motori della parte creativa di Armiss. Il brand, nato nel periodo della pandemia, forse proprio per questo si propone come reazione allegra all’atmosfera cupa di quel periodo.

Anello Infinito in oro rosa 18 carati con diamanti bianchi e smalto fucsia
Anello Infinito in oro rosa 18 carati con diamanti bianchi e smalto fucsia

I gioielli di Armiss sono di qualità, in oro e diamanti, oppure pietre semi preziose come la malachite, ma anche un tocco di colore grazie agli inserti in smalto, che rendono la produzione della giovane Maison adatta a far dimenticare tristezze e incomprensioni che accompagnano la vita. Un tocco di vivacità che, senza essere eccessiva, può essere in sintonia con la stile di chi ama uscire dai soliti schemi.

Anello della collezione Cosmos in oro rosa 18 carati, smalto, onice bianco
Anello della collezione Cosmos in oro rosa 18 carati, smalto, onice bianco
Anello Gemino in oro bianco 18 carati con diamanti bianchi e smalto bianco e nero
Anello Gemino in oro bianco 18 carati con diamanti bianchi e smalto bianco e nero
Bracciale in oro 18 carati, diamanti, smalto, malachite
Bracciale in oro 18 carati, diamanti, smalto, malachite
Orecchini double face in oro rosa e smalto azzurro e rosa
Orecchini double face in oro rosa e smalto azzurro e rosa
Orecchini in oro 18kt con diamanti brown e smalto quarzo rosa
Orecchini in oro 18 carati con smalto rosa e diamanti brown
Anello in oro giallo e diamante baguette
Anello in oro giallo e diamante baguette

Mono-orecchino in oro 9 o 18 carati e smalto con topazio azzurro cielo taglio marquise
Mono-orecchino in oro 9 o 18 carati e smalto con topazio azzurro cielo taglio marquise







Gemme in 4D con Il Diamante




Il diamante visto in quattro dimensioni. Ma la quarta dimensione non è quella del tempo: è, invece, un tipo di incassatura brevettata chiamata, appunto, 4D. L’idea, non a caso, è di Maurizio Martone che è stato anche il primo insegnante in Italia di microincassatura. Ma non solo. Ormai quasi 30 anni fa, assieme alla moglie Roberta Bardon, a cui si è aggiunto il figlio Andrea, Martone ha fondato Il Diamante, Maison di Valenza che lavora anche in conto terzi, oltre che proporre gioielli con il proprio marchio. Il metodo di incassatura 4D consiste in una pietra centrale, a cui sono incastonate altre pietre laterali, con un risultato che moltiplica i riflessi della gemma in tutte le angolazioni.

Anello, bracciale e collier a forma di serpente in oro bianco e pavé di diamanti. Copyright: gioiellis.com
Anello, bracciale e collier a forma di serpente in oro bianco e pavé di diamanti. Copyright: gioiellis.com

Sempre l’inventiva di Martone ha portato al brevetto di un metodo per la personalizzazione dei gioielli, realizzata anche su spessori minimi dell’oro e non replicabile in fusione, perché le misure sono molto ridotte e le varianti legate alle scritte incastonate con diamanti sono infinite. Per queste innovazioni, e non solo, il brand ha ricevuto il riconoscimento Piemonte eccellenza artigiana. L’azienda è anche e socia della Fondazione Mani Intelligenti, che valorizza i giovani appassionati di arte orafa, oltre che vantare la certificazione RJC (Responsible Jewellery Council), la più importante del settore: misura tutta la filiera di fornitura, dalla miniera sino alla vendita al consumatore, considerando etica aziendale, diritti umani, prestazioni sociali e ambientali.

La decisione, un paio di anni fa, di proporre gioielli con il proprio marchio, ha portato Il Diamante anche alla partnership con Rossella Brescia, ballerina, conduttrice televisiva, conduttrice radiofonica, attrice e insegnante di danza italiana. L’artista è ora la brand ambassador del marchio.

Anello in oro bianco e diamanti 4D
Anello in oro bianco e diamanti 4D. Accanto ai diamanti incassati al centro della banda di metallo ce ne sono altri a fianco

Il Diamante ha un twist contemporaneo e, proprio come me, è versatile. Per questo anche i gioielli con un design più ricercato sono perfetti con qualsiasi stile.
Rossella Brescia

Rossella Brescia indossa gioielli Il Diamante
Rossella Brescia indossa gioielli Il Diamante
Orecchini trilogy 4D
Orecchini trilogy 4D
Orecchini in oro bianco e diamanti Eden Spring
Orecchini in oro bianco e diamanti Eden Spring
Orecchini in oro bianco con diamanti e smeraldi
Orecchini in oro bianco con diamanti e smeraldi
Bracciale tennis in oro bianco e diamanti 4D
Bracciale tennis in oro bianco e diamanti 4D






Le nuance di Mangiarotti




Mangiarotti, un’azienda produttrice di gioielli a Valenza Italia, che va alla grande sul mercato internazionale ♦

Del ruolo di Roberto Mangiarotti si conosce poco. L’azienda che porta il suo nome, invece, è molto nota nel mondo della gioielleria. Mangiarotti è una firma consolidata tra le 350 aziende di Valenza (Piemonte) che producono gioielli. Una parte della sua produzione, però, è in conto terzi, mentre una percentuale dei gioielli realizzati è riservata all’export, anche per il mercato asiatico, come testimonia la presenza del brand piemontese a numerose fiere di settore.

Collana in oro rosa con diamanti, topazi blu e turchesi
Collana in oro rosa con diamanti, topazi blu e turchesi

L’azienda ha ormai passato il traguardo dei 35 anni dalla fondazione, avvenuta nel 1987, e il «gioiello Mangiarotti» si è affermato come oggetto che fa delle pietre, in particolare quelle colorate, una bandiera. Come nel caso della collezione Riviere, in cui grandi ametiste fanno compagnia a oro e diamanti. La parure Amante, invece, punta su gioielli in oro bianco, perle di Tahiti, pietre taglio briolette e diamanti bianchi, mentre la linea opera utilizza oro giallo, quarzo fumé, tormalina verde, ametista verde, diamanti brown. Insomma, gli accostamenti interessanti non mancano. Per ogni set di gioielli, inoltre, sono previste alcune varianti, come l’oro di colore diverso o la sostituzione di alcune pietre.

Orecchini con topazio blu e turchese
Orecchini con topazio blu e turchese
Orecchini in oro rosa, diamanti, ametista verde e malachite
Orecchini in oro rosa, diamanti, ametista verde e malachite
Bracciale con corallo, topazio e diamanti
Bracciale con corallo, topazio e diamanti
Anello con opale e smeraldi
Anello con opale e smeraldi
Set Cenerentola
Set Cenerentola
Mangiarotti, collezione Opera
Mangiarotti, collezione Opera
Set della collezione Riviere
Set della collezione Riviere
Anello in oro, diamanti e tanzanite
Anello in oro, diamanti e tanzanite

La parure Amante
La parure Amante







I gioielli preziosi di Luca Carati




Le collezioni di Luca Carati, Maison di Valenza che continua la tradizione di grandi gioielli artigianali ♦

A Valenza e dintorni la gioielleria è la regina: la zona pullula di aziende capaci di lasciare il segno nel mondo della gioielleria. Come Luca Carati, azienda orafa italiana fondata nel 1988, come sempre dall’iniziativa di un bravo artigiano cresciuto nel tempo e deciso a mettere a frutto la sua esperienza. Ora il brand piemontese presenta una lavorazione dei gioielli che nasce e termina interamente tra le mura dell’azienda. E di che cosa sia capace la Maison lo vedete nelle immagini di alcuni di suoi gioielli.

Anello in oro rosa con elemento a forma di trifoglio e diamanti rotondi taglio brillante, colore G, purezza Vvs
Anello in oro rosa con elemento a forma di trifoglio e diamanti rotondi taglio brillante, colore G, purezza Vvs

Luca Carati ci tiene a sottolineare la propria identità stilistica che, però, si colloca nel solco della tradizione composta da lavorazione dell’oro, pietre preziose e delicate architetture capaci di valorizzare i colori delle gemme e lo splendore del metallo. Un esempio è la collezione Plié, con un ciondolo che si trasforma in un forma ovoidale che si apre rivelando un fiore tridimensionale. Non è semplice da realizzare, ma dimostra la volontà di creare un oggetto innovativo, preservando la bellezza di un gioiello. Un’ultima annotazione: il sito web dell’azienda utilizza le immagini di una bella donna, ma non più giovanissima: finalmente fuori dalle modelle stereotipo, un applauso a chi ha compiuto la scelta.

Orecchini pendenti oro rosa 18 carati e diamanti rotondi taglio brillante colore G, purezza VVS
Orecchini pendenti oro rosa 18 carati e diamanti rotondi taglio brillante colore G, purezza VVS
Orecchini a lobo con elementi trifoglio in oro rosa 18 carati con diamanti rotondi taglioc brillante colore G, purezza VVS e lapislazzulo
Orecchini a lobo con elementi trifoglio in oro rosa 18 carati con diamanti rotondi taglioc brillante colore G, purezza VVS e lapislazzulo
Anello oro bianco 18 carati con diamanti rotondi taglio brillante colore G purezza VVS
Anello oro bianco 18 carati con diamanti rotondi taglio brillante colore G purezza VVS
Anello in oro rosa 18 carati, corniole naturali taglio cabochon e diamante rotondo taglio brillante colore G, purezza VV
Anello in oro rosa 18 carati, corniole naturali taglio cabochon e diamante rotondo taglio brillante colore G, purezza VV
Anello con elemento trifoglio in oro rosa 18 carati, con diamanti rotondi taglio brillante colore G, purezza VVS e malachite
Anello con elemento trifoglio in oro rosa 18 carati, con diamanti rotondi taglio brillante colore G, purezza VVS e malachite
Collier della collezione Piuma, oro bianco e diamanti
Collier della collezione Piuma, oro bianco e diamanti
Pendente art déco in oro bianco e diamanti
Pendente art déco in oro bianco e diamanti






 

I gioielli di Valentina Callegher

/




I gioielli classici di Valentina Callegher – Digo Valenza: novità nella tradizione ♦︎

I gioielli di Valentina Callegher, fondatrice e designer delle collezioni, fanno parte della scuola di gioielleria nata e cresciuta a Valenza. La produzione di gioielli si divide in due. Da una parte c’è Callegher gioielli, che lavora in conto terzi. Dall’altra c’è Digo Valenza – Valentina Callegher, che propone collezioni con il proprio brand. La sostanza, però, non cambia. L’azienda è una di quelle realtà famose per la capacità di creare gioielli con una alta attenzione alla qualità del prodotto.

Anelli della colelzione Swing in oro bianco con zaffiro, smeraldo, rubino e diamanti
Anelli della colelzione Swing in oro bianco con zaffiro, smeraldo, rubino e diamanti

Come spiega l’azienda, oro, pietre preziose, perle e ricerca nelle forme, sono progettati secondo un gusto ed una sensibilità storica tipica dei prodotti Made in Italy. E, in quanto produzioni artigianali, i gioielli sono da considerare anche come pezzi unici, date le piccole differenze che ci possono essere tra uno l’altro. E questo nonostante in azienda utilizzino anche le nuove tecnologie.

Bracciale in oro bianco con diamanti e zaffiri taglio a goccia
Bracciale in oro bianco con diamanti e zaffiri taglio a goccia
Anello con diamanti della collezione Fireworks
Anello con diamanti della collezione Fireworks
Anello con diamanti e zaffiri della collezione Fireworks
Anello con diamanti e zaffiri della collezione Fireworks
Orecchini con diamanti
Orecchini con diamanti
Anello con diamanti della collezione Lucciole
Anello con diamanti della collezione Lucciole

Bracciale tennis in oro bianco e diamanti
Bracciale tennis in oro bianco e diamanti







Dove vola Staurino

/




I gioielli di Staurino Fratelli, una delle migliori Maison di Valenza, con una tradizione lunga due secoli ♦

Staurino Fratelli è una delle grandi aziende di gioielleria del magico distretto di Valenza. Una storia iniziata nel 1800, quando Natale Staurino aprì il suo primo laboratorio e iniziò a produrre gioielli. Arte proseguita con il nipote Pietro. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, nel 1950, Paolo Staurino, figlio di Pietro, ha continuato la tradizione di famiglia, lavorando per alcuni anni per alcuni dei più famosi orafi di Valenza. Con il tempo, Paolo Staurino ha appreso le tecniche più moderne per produrrre gioielli di qualità  trascorrere del tempo in diversi seminari e apprendere diverse tecniche. Dopo pochi anni anche suo fratello minore, Luigi, è entrato nel mondo della gioielleria come esperto designer e abile orafo.

Anello flessibile in oro con sette libellule in pavé di diamanti
Anello flessibile in oro con sette libellule in pavé di diamanti

Il salto è avvenuto nel 1960, quando Paolo e Luigi hanno fondato la Staurino Fratelli, specializzata in gioielli personalizzati fatti a mano. Una tradizione portata avanti da Davide e Stefano Staurino (quarta generazione di gioiellieri), che continua l’attività di famiglia senza abbandonare il livello di qualità raggiunto. La storia continua. Per esempio, con una serie di gioielli ispirati a farfalle e libellule: un classico reinterpretato con fantasia e grande tecnica.

Yellow gold and diamonds butterfly earrings
Orecchini in oro giallo e diamanti

Anello in oro bianco con farfalle in diamanti e zaffiri. Le ali sono en tremblant, cioè leggermente mobili
Anello in oro bianco con farfalle in diamanti e zaffiri. Le ali sono en tremblant, cioè leggermente mobili

Orecchini in oro rosa con farfalle in pavé di diamanti
Orecchini in oro rosa con farfalle in pavé di diamanti

Orecchini in oro bianco, diamanti, malachite
Orecchini in oro bianco, diamanti, malachite

Anello a forma di fiore con diamante con taglio antico al centro, zaffiri rosa, ametiste e tormaline
Anello a forma di fiore con diamante con taglio antico al centro, zaffiri rosa, ametiste e tormaline

Orecchini in oro giallo incisi a mano e diamanti
Orecchini in oro giallo incisi a mano e diamanti







Nuovi gioielli per Oro Trend

/





I nuovi anelli, bracciali e orecchini con pietre colorate firmati dalla piemontese Oro Trend ♦

Chissà se Aldo Bellotto e Sandro Ferraris, fondatori di Oro Trend nel 1980, avrebbero immaginato di vendere anelli, bracciali e collane prodotte a Valenza fino alle più remote boutique dell’Oriente. Forse no. Invece è andata proprio così: la qualità dei gioielli, unita a una esuberanza tutta italiana negli accostamenti dei colori e nella scelta dei volumi, ha fatto diventare in breve tempo l’azienda un marchio forte sui mercati internazionali, anche perché parte dell’attività è svolta per conto terzi, cioè per altre aziende della gioielleria.

Anello in oro 18 carati, diamanti, granato, madre perla
Anello in oro 18 carati, diamanti, granato, madre perla

Tanto che tre anni fa l’azienda si è spostata in un edificio più grande, sempre nella cittadina piemontese. E dire che il nome scelto per l’azienda, Oro Trend, non è particolarmente evocativo di tradizioni e abilità artigianali italiane. Ma quello che importa è il risultato. Lo stile delle collezioni ricalca i modelli classici, con qualche cavallo di battaglia, come i gioielli a filo d’oro ritorto. Non ci sono bizzarrie orafe, ma l’artigianalità unita a una capacità istintiva nell’accostare le pietre.

Orecchini in oro 18 carati, diamanti, topazio blu, onice
Orecchini in oro 18 carati, diamanti, topazio blu, onice
Orecchini in oro bianco 18 carati, diamanti, onice
Orecchini in oro bianco 18 carati, diamanti, onice
Anello in oro bianco 18 carati, diamanti, zaffiri gialli
Anello in oro bianco 18 carati, diamanti, zaffiri gialli
Bracciale in oro bianco 18 carati, diamanti, onice, corallo rosa
Bracciale in oro bianco 18 carati, diamanti, onice, corallo rosa
Anello in oro bianco 18 carati, diamanti, onice, corallo rosa
Anello in oro bianco 18 carati, diamanti, onice, corallo rosa

Collana in oro 18 carati, diamanti, pietra luna
Collana in oro 18 carati, diamanti, pietra luna







I primi 40 anni di Giloro

/





Le creazioni moderne e fantasiose della Maison di Valenza Giloro ♦︎

Una delle aziende di gioielleria che brilla nel distretto orafo di Valenza è Giloro. È stata fondata nel 1979, pertanto nel 2019 ha compiuto 40 anni, l’età della maturità per un essere umano, della giovinezza per una azienda di gioielli. Giloro è la crasi del nome del fondatore, l’imprenditore Gilberto Preda, con la parola oro. Ma oggi l’azienda è condotta da una coppia, la designer Alessia Binarelli e Fulvio Peracchio. Come indica il nome stesso della Maison, i gioielli sono realizzati in oro, con una lavorazione che spesso trasforma il metallo in una superficie che sembra vellutata.

Anello a forma di nastro arricciato in oro bianco e diamanti
Anello a forma di nastro arricciato in oro bianco e diamanti

Accanto all’oro nelle sue tradizionali colorazioni, giallo, rosa e bianco, Giloro non trascura la vivacità delle pietre preziose, accanto ai classici diamanti. La Maison, grazie a un team giovane ed “evoluto nel pensiero e nelle opere artistiche che prendono forma in collezioni attuali, moderne”, ha un’attenzione particolare rivolta alle tendenze della moda contemporanea: un ruolo da trendsetter. Ma senza perdere di vista il traguardo: proporre gioielli che durino anche nel tempo.

Anello in oro rosa, rubino e diamanti
Anello in oro rosa, rubino e diamanti
Pendente a forma di lettera C in oro rosa e diamanti
Pendente a forma di lettera C in oro rosa e diamanti
Pendente a forma di lettera A in oro bianco e diamanti
Pendente a forma di lettera A in oro bianco e diamanti
Orecchini in oro rosa, prasiolite e diamanti
Orecchini in oro rosa, prasiolite e diamanti
Pendente a forma di corona in oro rosa, smeraldi e diamanti
Pendente a forma di corona in oro rosa, smeraldi e diamanti
Pendente in oro rosa e diamanti
Pendente in oro rosa e diamanti

Anello in oro rosa e diamanti
Anello in oro rosa e diamanti







I due mondi di Luvor

//




Creatività italiana unita alla industriosità indiana: sono le basi da cui è partita Luvor, una società con base a Valenza (Italia) fondata nel 2019 dall’indiano Bharat Bhushan Jain, che è anche amministratore unico. Anche il team che lavora per creare gioielli di alta qualità è internazionale. Francesco Cosentino head designer di Luvor è nato in Calabria e si è già dedicato alla creazione di gioielli, oltre che all’insegnamento dell’arte. Ginevra Pirotta, il braccio destro del Ceo, è milanese e ha lavorato in precedenza anche per Buccellati. Chainich Srichan aka Chain, invece, è nato nella provincia di Khon Kaen, nel nord-est della Thailandia, si è laureato in design e marketing di gioielli, mentre la responsabile delle vendite e della strategia di Luvor, e Roberta Mazzochi è nata a Milano, ma parla diverse lingue.

Pendente con diamanti e smeraldi
Pendente con diamanti e smeraldi

I gioielli di Luvor? Secondo l’head designer, «ciò che guida la ricerca del nostro team creativo è un forte legame con la tradizione. Le linee sono decise ma delicate, i colori sono classici ma distintivi. Questa è la nostra chiave creativa». Un proposito che si traduce in collezioni elaborate, ricche, con tante pietre preziose e semi preziose, con gioielli dalle curve sinuose e ricchi di pietre preziose, come nella collezione Mandala, oppure nella linea Naif.

Anello della collezione Mandala in oro rosa, diamanti, smeraldi, zaffiri
Anello della collezione Mandala in oro rosa, diamanti, smeraldi, zaffiri
Anello della collezione Naif in oro rosa, diamanti, smeraldi
Anello della collezione Naif in oro rosa, diamanti, smeraldi
Anello della collezione Mandala in oro rosa, diamanti, smeraldo
Anello della collezione Mandala in oro rosa, diamanti, smeraldo
pendente della collezione Mandala in oro rosa, diamanti, smeraldo, rubini
pendente della collezione Mandala in oro rosa, diamanti, smeraldo, rubini

Orecchini della collezione Naif in oro rosa
Orecchini della collezione Naif in oro rosa







Pier Duca, vocazione classica

/




I gioielli di una delle Maison di Valenza che sono sinonimo di gioielleria di qualità: Pier Duca, in vista di VicenzaOro September ♦

Giusto dieci anni fa Simone Annaratone ha fondato a Valenza Pier Duca. L’azienda produce gioielli di alta categoria ma, come altre imprese della zona, li realizza in particolare per altre prestigiose griffe. Quindi difficilmente troverete in una boutique un gioiello con il marchio Pier Duca. Facilmente, invece, troverete bracciali, orecchini e collane del marchio X o Y, che in realtà sono concepite e realizzate nel laboratorio di Annaratone.

Anello con pietre preziose e diamanti della linea Passion
Anello con pietre preziose e diamanti della linea Passion

Il disegno in 3D con programma Cad sullo schermo dei computer si abbina alle tradizionali tecniche orafe artigianali che sono il plus di Valenza. I gioielli sono di tipo classico, con gran uso di pietre preziose. L’azienda è particolarmente votata ai bracciali e collane tennis e alle fedine éternelle, ma «rivisitate nel disegno e curate nei particolari, adatte a una clientela esigente». Le immagini confermano questa vocazione.

 

Bracciali tennis con zaffiri e rubini
Bracciali tennis con zaffiri e rubini

Anello in oro bianco e diamanti gialli
Anello in oro bianco e diamanti gialli
Anelli Intensity con diamanti, zaffiri e rubini
Anelli Intensity con diamanti, zaffiri e rubini
Bracciale tennis con diamanti bianchi e brown
Bracciale tennis con diamanti bianchi e brown
Collane tennis della linea Dreams
Collane tennis della linea Dreams

Anelli della linea Intensity
Anelli della linea Intensity







C&C, evoluzione della specie

/




C&C Gioielli continua per la sua strada con collezioni che sono un’evoluzione della tradizione orafa di Valenza ♦

Valenza vs resto del mondo: non è una partita, ma una lunga gara. Senza dubbio l’area piemontese è una fonte inesauribile di talenti e aziende che li sanno utilizzare, come nel caso di C&C Gioielli, che nel 2020 ha compiuto i 15 anni dal momento della svolta. Il marchio, infatti, è stato rifondato da Antonello Cocuzza con un processo di radicale del proprio modello di business. Tradizione orafa valenzana, ma anche capacità di rimanere al passo con i tempo da un punto di vista industriale.

Anelli della collezione Onde in oro rosa e diamanti
Anelli della collezione Onde in oro rosa e diamanti

Per farla breve: artigianalità tradotta su una scala capace di competere con altri marchi. Ma questo a chi vuole indossare un gioiello importa relativamente. Quello che vuole è un monile bello, a un prezzo equo. E, a proposito di equità, va sottolineato anche l’impegno di C&C gioielli per l’utilizzo di pietre conflict-free, cioè ricavate con il rispetto dei principi etici che si convengono al mondo occidentale. Un piacere in più per chi le indossa. Lo stile: classico. Oro rosa, oro bianco, diamanti. Qualche pietra semi preziosa, come il topazio, oppure la madreperla e il cristallo di rocca.

Orecchini della collezione Domino con diamanti e finitura opaca
Orecchini della collezione Domino con diamanti e finitura opaca
Pendente Orecchini della collezione Domino in oro rosa con diamanti
Pendente Orecchini della collezione Domino in oro rosa con diamanti
Anello Colori d'Oriente in oro giallo e diamanti bianchi e brown
Anello Colori d’Oriente in oro giallo e diamanti bianchi e brown
Bracciale Colori d'Oriente in oro rosa e zaffiri rosa
Bracciale Colori d’Oriente in oro rosa e zaffiri rosa
anello oro bianco
Anello in oro bianco e diamante taglio marquise
Collezione Colori d'Oriente, anello in oro bianco, diamanti e smeraldi
Collezione Colori d’Oriente, anello in oro bianco, diamanti e smeraldi
Anelli della collezione Archetipe II, the Evolution. Oro bianco, diamanti e lapislazzulo, oro rosa e diamanti bianchi
Anelli della collezione Archetipe II, the Evolution. Oro bianco, diamanti e lapislazzulo, oro rosa e diamanti bianchi

Anelli della collezione Archetipe II, the Evolution. Oro rosa, diamanti e cacholong oro rosa e diamanti bianchi
Anelli della collezione Archetipe II, the Evolution. Oro rosa, diamanti e cacholong oro rosa e diamanti bianchi







La classe di Silvio Ancora

/




La gioielleria di Silvio Ancora realizzata nel suo laboratorio orafo di Valenza ♦︎

Dal 1989 Silvio Ancora (il nome si pronuncia con l’accento sulla «a») lavora nel suo laboratorio di Valenza. Lo conoscete? Difficile se non siete del settore, se non lavorate per qualche grande marchio che ha avuto l’occasione di lavorare con lui, se non gli avete commissionato un gioiello su misura. Perché la particolarità di Silvio Ancora è quella di lavorare ancora come un tempo, con metodi e abilità che fanno parte della tradizione e si apprendono sul campo. La Silvio Ancora è una di quelle realtà del mondo della gioielleria che sanno realizzare pezzi di alta qualità, ma senza che il proprio marchio sia riconosciuto. Perlomeno al grande pubblico.

Pendente con tormalina paraiba
Pendente con tormalina paraiba

Un campo piuttosto ristretto, in effetti, perché i gioielli che propone la piccola Maison sono di quelli di fascia alta, con l’utilizzo di oro e grandi pietre preziose o semi preziose. Lo stile è quello italiano, forme classiche unite a qualche volo di fantasia, ma senza eccedere nella stravaganza. Ecco qualche esempio del suo lavoro.

Anello in oro bianco con pavé di diamanti e zaffiro blu
Anello in oro bianco con pavé di diamanti e zaffiro blu
Orecchini con ametista e topazio
Orecchini con ametista e topazio
Anello in oro bianco, ametista, topazio, quarzo
Anello in oro bianco, ametista, topazio, quarzo
Anello in oro ametista light e zaffiri rosa
Anello in oro ametista light e zaffiri rosa
Orecchini in oro, tormaline, diamanti
Orecchini in oro, tormaline, diamanti

Anello in oro giallo, rodolite, diamanti
Anello in oro giallo, rodolite, diamanti







Corsi di formazioni per incastonatori e orafi con Damiani




Imparare (e lavorare) oro e pietre preziose con Damiani. Si rinnova la proposta dell’azienda piemontese denominata Damiani Academy. Si tratta di un progetto di formazione, che ha l’obiettivo di creare specializzazioni tecniche verticali in ambito di produzione orafo-artigianale, grazie ad un percorso specifico finalizzato a formare professionisti da inserire nel mondo del lavoro. L’obiettivo è individuare le migliori competenze tecniche e creative del mercato italiano e offrire loro l’occasione unica di intraprendere un percorso d’eccellenza presso i propri laboratori orafi di Valenza.

Lavoro di incassatura
Lavoro di incassatura

Questa iniziativa rientra tra le attività di valorizzazione dell’eccellenza artigianale Made in Italy e del territorio: Damiani è fra i soci della Fondazione Mani Intelligenti, associazione che opera nell’ambito dell’alta formazione con l’obiettivo di preparare le future generazioni di addetti al settore della gioielleria, così da continuare a garantire a Valenza e all’industria del gioiello di qualità una leadership e una cultura d’eccellenza riconosciuta in tutto il mondo.

In collaborazione con Manpower, Damiani cerca candidati per i corsi di alta specializzazione, organizzati e finanziati dalla Maison orafa, offrendo poi la possibilità di un successivo inserimento in azienda. Il corso di formazione inizierà a settembre e si articolerà in cinque settimane (con 200 ore di frequenza totali), e prevede sia formazione teorica in aula sia attività pratiche presso la manifattura Damiani. Il corso di formazione è costituito da due moduli.

Le figure richieste sono:

  • Incastonatori di pietre preziose. Prevede la funzione e corretto utilizzo degli strumenti indispensabili alla professione di incassatore, tecniche di esecuzione dei tagli e bloccaggio delle pietre, conoscenza ed esecuzione dei più importanti tagli usati, incastonatura delle pietre.
  • Orafi al banco. Comprende funzione e corretto utilizzo degli strumenti indispensabili alla professione di orafo, tecniche di lavorazione orafa0, realizzazione di un gioiello
Bracciale in oro rosa e diamanti
Bracciale in oro rosa e diamanti

Il profilo richiesto

Il corsista ideale è fortemente motivato ad intraprendere un percorso professionale finalizzato all’inserimento lavorativo nella culla italiana dell’arte orafa come incastonatore oppure come orafo da banco. Ha uno spiccato interesse per il settore e l’ambizione di costruirsi un percorso di carriera nell’arte del gioiello partendo dall’acquisizione delle competenze artigianali necessarie nel contesto produttivo specifico, ha passione per il Made In Italy e l’alta qualità, ha buona capacità manuale e predisposizione per lo svolgimento di mansioni che implicano grande precisione e attenzione al dettaglio.

Il candidato è in possesso di diploma o attestato di qualifica professionale in ambito orafo o artistico (per esempio, qualifiche quali restauratori o affini) ed è determinato a frequentare il corso di specializzazione Damiani Academy presso la sede di Valenza (Alessandria). L’ammissione al corso è sottoposta alla verifica dei requisiti richiesti e alla valutazione emersa durante l’iter di selezione. Il corso è rivolto a disoccupati, la sede è a Valenza.

L'ex spazio Expo Piemonte, ora di proprietà della famiglia Damiani
L’ex spazio Expo Piemonte, ora di proprietà della famiglia Damiani







1 2 3 4