Oprah Winfrey

California dreaming con Sheryl Lowe

/




Immaginate le spiagge della California, il surf, una colonna sonora con il progressive rock degli anni Settanta: se guardate bene potrete vedere anche Sheryl Lowe.

Da circa 20 anni Sheryl disegna e produce gioielli con lo stesso spirito che aveva quando, da ragazza, passava molto tempo tra onde e sabbia californiana. E dire che la sua carriera è iniziata come truccatrice negli studios di Hollywood: ha curato il make up in 30 film e, soprattutto, tra un fondotinta e un mascara ha incontrato l’attore Rob Lowe, che ha sposato.

Collana in argento, turchese, diamanti
Collana in argento, turchese, diamanti

Lasciato il trucco e il cinema, si è appassionata all’interior design e, infine, alla gioielleria. Lavoro e convinzioni spirituali hanno spinto Sheryl a girare il mondo, e a trasferire la sua esperienza nei gioielli, che testimoniano una eco multiculturale, con riferimenti iconici che sembrano ispirati alla California dei figli dei fiori, tra simbolo della pace e piccoli Buddah come pendenti per collane. I suoi gioielli sono stati indossati da Maria Shriver, Gwen Stefani, Gwyneth Paltrow, Cameron Diaz e Oprah Winfrey. Una parte del ricavato dalle vendite dei suoi gioielli è donata per sostenere la Fondazione Susan G. Komen.

Bracciale in oro 14 carati e perle di corallo
Bracciale in oro 14 carati e perle di corallo
Collana in oro 14 carati e tormalina
Collana in oro 14 carati e tormalina
Bracciale con amazzonite e rondelle con diamanti
Bracciale con amazzonite e rondelle con diamanti
Bracciale con opali etiopi e pavé di diamanti
Bracciale con opali etiopi e pavé di diamanti
Collana con amazzonite, grandiderite e dettagli con diamanti
Collana con amazzonite, grandiderite e dettagli con diamanti

Anello in argento, diamanti e smeraldo
Anello in argento, diamanti e smeraldo







I diamanti di Samer Halimeh

//




I diamanti e i gioielli di Samer Halimeh, tra i migliori al mondo. Tanto che a volte piacciono troppo ♦︎

Samer Halimeh è un gioielliere americano di origine libanese. Fa base a New York ed è amato da star come Naomi Campbell, Oprah Winfrey, Elton John e dalle famiglie reali di Arabia Saudita, Abu Dhabi e Brunei. Proprio la stima che si estende anche all’Oriente ha causato non pochi problemi al gioielliere. Tempo fa, infatti, ha inviato in prova 44 gioielli per un valore 11,5 milioni di sterline a Rosmah Mansor, moglie dell’ex primo ministro della Malesia, Najib Razak. Che, sfortunatamente (per lui) non è stato rieletto. A tre mesi dalla sconfitta elettorale il gioielliere non aveva ancora ricevuto indietro i gioielli, che non erano neppure stati pagati. Un caso sfortunato, che è finito sui giornali.

Collana con diamanti bianchi e fancy yellow
Collana con diamanti bianchi e fancy yellow

A parte questa disavventura, Samer Halimeh può dire di essere un uomo fortunato e di talento. È famoso per i suoi diamanti, e per scovare le pietre migliori si reca direttamente dove sono le miniere, specialmente in Africa. È stato così che ha scoperto e tagliato il famoso diamante Ocean Blue, che gli ha regalato fama mondiale. Le sue creazioni sono state messe all’asta da Sotheby’s e Christie’s, oppure compaiono indosso alle star sui red carpet. La sua clientela spazia in tutto il mondo, dall’Arabia all’Europa occidentale, alla Russia e all’Estremo Oriente. Dove forse ora sarà più cauto.

Anello con diamante di 8.25 ct fancy intense pink VVS2
Anello con diamante di 8.25 ct fancy intense pink VVS2
Samer Halimeh con Rosmah Mansor
Samer Halimeh con Rosmah Mansor
Collana con diamanti tagliati a cuore
Collana con diamanti tagliati a cuore
Collier con diamanti fancy yellow e smeraldi
Collier con diamanti fancy yellow e smeraldi
Collana di diamanti di Samer Halimeh
Collana di diamanti di Samer Halimeh
Samer Halimeh con Naomi Campbell
Samer Halimeh con Naomi Campbell







Doppia anima per Kara Ross

Kara Ross, il designer di gioielli americana che piace a gente come Michelle Obama, Oprah Winfrey e Demi Moore, ama i contrasti. Le piace l’abbinamento di vecchio e nuovo, lavorato e grezzo, cesellato e liscio. Lo si vede chiaramente nella collezione Petra, che prende il nome dal grande sito archeologico nel sud della Giordania. Una serie di anelli utilizzano il forte contrasto sottolineato da una divisione in due della parte superiore del gioiello. Una sottile striscia d’oro, ondulata, con piccoli diamanti, segna il confine tra la pietra grezza, come si trova in natura, e l’area lavorata dalla mano dell’uomo. Risultato: i cristalli delle gemme che si trovano allo stato naturale spesso sono ancora più affascinanti delle pietre tagliate in dimensioni geometriche. Ametista, opale blu, hemimorphite blu, chrysocolla verde, uvarovite: le pietre che sembrano appena emerse dal sottosuolo assumono una dimensione imprevista. D’altra parte, la designer è anche una gemmologa: una che conosce bene il valore, l’origine e le caratteristiche delle pietre che trionfano sui gioielli che disegna. Lavinia Andorno 

Anello con ametista. Prezzo: 7.500 dollari
Anello con ametista. Prezzo: 7.500 dollari
Anello con cristallo di rocca. Prezzo: 6.850 dollari
Anello con cristallo di rocca. Prezzo: 6.850 dollari
Anello con diopside. Prezzo: 9.965 dollari
Anello con diopside. Prezzo: 9.965 dollari
Anello della collezione Petra, in oro. Prezzo: 7.500 dollari
Anello della collezione Petra, in oro. Prezzo: 7.500 dollari
Anello della collezione Petra, Prezzo: 7.995 dollari
Anello della collezione Petra, Prezzo: 7.995 dollari
Anello con quarzo bianco e fumé, cristallo di rocca
Anello con quarzo bianco e fumé, cristallo di rocca
Anello con opale grezzo, enimorfite e diamanti. Prezzo: 6850 dollari
Anello con opale grezzo, enimorfite e diamanti. Prezzo: 6850 dollari
Anello con pangea. Prezzo: 3995 dollari
Anello con pangea. Prezzo: 3995 dollari

Kara Ross, l’oro che piace a Michelle

Kara Ross è una stilista americana che disegna accessori per star come Anne Hathaway, Kate Hudson, Alicia Keys, Demi Moore, Oprah Winfrey, Michelle Obama. Dalla First Lady, in particolare, è molto apprezzata, tanto che per lei ha creato una linea di gioielli da donare ai capi di Stato (o, meglio, alle mogli, se questi sono maschi) in visita negli Usa: sono realizzati con il legno di un albero di magnolia sul prato della Casa Bianca. Tra i suoi cavalli di battaglia ci sono collane con medaglione in argento, ma anche preziose composizioni d’oro e gemme, che costano cifre con molti zeri. Kara Ross ha fondato un piccolo impero della moda, ma è nata come esperta di gemme: ha frequentato un programma intensivo di sei mesi al Gemological Institute of America, prima di progettare una propria linea di gioielli. Nel 2003, ha fondato la sua attività attuale: Kara Ross, New York. È nota per fondere elementi tradizionali di oro, platino e diamanti con materiali organici come l’ebano e acero. Nel 2005, ha lanciato una collezione di borse di lusso con pelli esotiche e fermagli di pietre preziose. Se non la conoscete, ecco qualche cosa della sua produzione. M.d.B. 

Kara Ross, pendente Cava con cristallo di rocca, topazio blu e quattro diamanti. Prezzo: 2.500 dollari
Kara Ross, pendente Cava con cristallo di rocca, topazio blu e quattro diamanti. Prezzo: 2.500 dollari
Kara Ross New York, collana di peele dei Mari del Sud, con filo di seta. Prezzo: 2.500 euro
Kara Ross New York, collana di peele dei Mari del Sud, con filo di seta. Prezzo: 2.500 euro
Kara Ross, pendent con cristallo di rocca e filo d'oro 18 carati. Prezzo: 5.495 dollari
Kara Ross, pendent con cristallo di rocca e filo d’oro 18 carati. Prezzo: 5.495 dollari
Kara Ross, pendent Hydra con ametista, diamanti e oro
Kara Ross, pendent Hydra con ametista, diamanti e oro
Kara Ross, pendente Hydra con cristallo di rocca, diamanti e oro. Prezzo: 2.195 dollari
Kara Ross, pendente Hydra con cristallo di rocca, diamanti e oro. Prezzo: 2.195 dollari
Kara Ross
Kara Ross
Michelle Obama
Michelle Obama

Maxi orecchini per Ophra

[wzslider]Ophra Winfrey, 59 anni, è una specie di istituzione degli Usa: conduttrice televisiva e attrice, ha fondato un paio di anni fa una propria rete tv. È considerata una delle donne più potenti degli Stati Uniti: nel suo programma per anni ha ricevuto attori e politici, affrontato questioni sociali scottanti. Qualche tempo fa, però, ha sollevato un vespaio di polemiche accusando di razzismo la commessa (italiana) di un negozio a Zurigo: voleva acquistare una borsa da 30mila euro, ma sarebbe stata considerata non in grado di pagare, solo perché nera. È una evidente sciocchezza: in Svizzera nessuno si sognerebbe di sconsigliare un acquisto per il colore della pelle. Infatti, la commessa è stata difesa anche dalla proprietaria del negozio. Piuttosto, a giudicare da come si presenta, Ophra avrà ricevuto consigli riguardo alla scelta, allo stile della borsa. Chissà, per esempio, chi le avrà consigliato quei maxi orecchini che spuntano dalla folta capigliatura… Giulia Netrese