High Jewelry - Page 2

Picchiotti rende Xpandable anche gli anelli cocktail

La collezione Xpandable di Picchiotti si espande anche con anelli cocktail ♦

L’arte orafa è più prodiga di fantasia che di innovazione tecnica. Ornamenti, pietre, forme, seguono nel 99 per cento dei casi percorsi conosciuti, magari aggiungendo qualche piccola variante. Quando, invece, alla creatività si aggiunge una vera novità anche per l’architettura e il lavoro di ingegneria di un gioiello, bisogna alzarsi in piedi e applaudire. È questo il caso della collezione Xpandable di Picchiotti. Come abbiamo spiegato al momento del lancio della collezione, questi gioielli sono realizzati con una una tecnologia innovativa che Picchiotti non esita a definire rivoluzionaria.

Anello con rubino sangue di piccione del Mozambico di 4,10 carati, rubini e diamanti per 3,16 carati
Anello con rubino sangue di piccione del Mozambico di 4,10 carati, rubini e diamanti per 3,16 carati

Un meccanismo nascosto all’interno di anelli e bracciali, infatti, sono risolti i problemi della messa a misura e del comfort. Anelli e bracciali adattabili e comodi, insomma. Ma anche preziosi: un gioiello che, ora, si godono il successo. La risposta del pubblico è stata, infatti, molto positiva e ha convinto Picchiotti ad allargare (è il caso di dirlo) la linea con tanti nuovi pezzi. Combinazioni di pietre preziose, di disegni, di tagli e mix anche con elementi in ceramica bianca o onice nero, madreperla bianca o verde, turchese o corallo. Alla stessa collezione si sono aggiunti anche anelli cocktail di alta gioielleria: diamanti fancy, smeraldi, rubini e zaffiri montati su anelli che oltre a essere eccezionali sono anche comodi.

Leggi anche: Picchiotti diventa più espansivo 

 

Anello Xpandable con diamanti per 6 carati e zaffiri blu
Anello Xpandable con diamanti per 6 carati e zaffiri blu
Anello cocktail con tre zaffiri Royal Blue dello Sri Lanka
Anello cocktail con tre zaffiri Royal Blue dello Sri Lanka
Anello cocktail con tre smeraldi dello Zambia
Anello cocktail con tre smeraldi dello Zambia
Anello con diamante fancy yellow e rubini birmani
Anello con diamante fancy yellow e rubini birmani
Anello con diamante fancy yellow VS2
Anello con diamante fancy yellow VS2

Nella giungla con Dreamboule

La giungla vista attraverso la lente dell’alta gioielleria di Dreamboule. La Maison milanese fondata da Ben Crocco, specializzata in grandi anelli che utilizzano tecniche derivare dall’alta orologeria, presenta una nuova collezione: Jungle Line. È una serie di anelli di grandi dimensioni che si differenziano dalla produzione classica di Dreamblule. In questo caso non compare immediatamente la semisfera in vetro zaffiro che racchiude sorprendenti micro-mondi in oro e pietre preziose, ma il gioielli offre un design composto da grandi rebbi in oro rosa 18 carati e diamanti bianchi e gialli, oppure pietre come zaffiri e tsavoriti.

Anello in oro rosa, vetro zaffiro, zaffiro giallo, madreperla,, diamanti. Copyright: gioiellis.com
Anello in oro rosa, vetro zaffiro, zaffiro giallo, madreperla, diamanti. Copyright: gioiellis.com

Una calotta in vetro zaffiro è racchiusa all’interno di questi preziosi artigli, come a racchiudere un mondo tropicale. Al centro dell’anello svetta una pietra preziosa: rubino, smeraldo, zaffiro. E su uno dei rebbi è appoggiato un piccolo rappresentante del mondo animale, come rana, ape, ragno.
Jungle Line, anello in oro rosa, vetro zaffiro, smeraldo, tsavoriti, diamanti. Copyright: gioiellis.com
Jungle Line, anello in oro rosa, vetro zaffiro, smeraldo, tsavoriti, diamanti. Copyright: gioiellis.com

Conservano, invece, le caratteristiche che hanno segnato il debutto di Dreamboule nel mondo della gioielleria gli anelli della linea My Secret Glass House: in questo caso la semisfera in vetro zaffiro è immediatamente visibile. Una volta aperta, rende più visibili altri animali in miniatura, come una cicala d’oro e diamanti, oppure un’ape.

Anello in oro rosa, diamanti bianchi, diamante nero. Copyright: gioiellis.com
Anello in oro rosa, diamanti bianchi, diamante nero. Copyright: gioiellis.com
Anello della collezione My Secret Glass con cicala in oro, vetro zaffiro, tsavoriti. Copyright: gioiellis.com
Anello della collezione My Secret Glass con cicala in oro, vetro zaffiro, tsavoriti. Copyright: gioiellis.com
Anello della collezione My Secret Glass in oro, vetro zaffiro, opale, diamanti. Copyright: gioiellis.com
Anello della collezione My Secret Glass in oro, vetro zaffiro, opale, diamanti. Copyright: gioiellis.com
Anello della collezione My Secret Glass con ape in oro rosa, vetro zaffiro,  diamanti. Copyright: gioiellis.com
Anello della collezione My Secret Glass con ape in oro rosa, vetro zaffiro, diamanti. Copyright: gioiellis.com

Le divine creazioni di Diva Jewels

Diva, parola che nel linguaggio comune indica una divinità pagana femminile, oppure una donna che, per doti proprie o nel sentimento di un poeta, si innalzi sopra le altre e, infine, anche una cantante o attrice di grande notorietà. C’è, però, anche un’altra possibilità: la Maison Diva Jewels di Mumbai, capace di rendere divini anelli, spille o bracciali. Le creazioni di Diva Jewels sono frutto della fantasia e dell’ingegno di Rishi Mukesh Mehta: designer e artista capace di trasformare un’idea in gioielli incredibilmente complessi, fuori dagli schemi della gioielleria tradizionale.

Anello a due dita in oro rosa, diamanti, zaffiri, rubini, smeraldi
Anello a due dita in oro rosa, diamanti, zaffiri, rubini, smeraldi

Alle spalle del designer c’è l’azienda familiare fondata nel 1995 dal padre, l’artista visionario Mukesh Mehta. Il percorso di Rishi è quindi coerente con la sua storia. Il brand è anche una delle poche maison in grado di seguire sia il design sia la vendita di gioielli su misura. Tutte le creazioni di Diva Jewels sono pezzi unici, realizzati a mano, con diamanti taglio brillante e pietre rare. Ogni passaggio della lavorazione è realizzato internamente in azienda: un aspetto che consente non solo un maggiore controllo della qualità del gioiello, ma anche di accorciare notevolmente i tempi.
Rishi Mukesh Mehta. Copyright: gioiellis.com
Rishi Mukesh Mehta. Copyright: gioiellis.com

Una delle caratteristiche dell’alta gioielleria del marchio indiano consiste non solo nell’aspetto estetico, ma anche nelle tecniche di realizzazione. Per esempio, predilige aggiungere ai gioielli un elemento dinamico, con la tecnica en tremblant, cioè piccole parti mobili, come ali di un uccello che si possono muovere. Esempi di quanto è capace di realizzare la Maison, come la collezione Dance of Brilliance, sono stati presentati a GemGenève.

Spilla Scarlet Macao indossata. Copyright: gioiellis.com
Spilla Scarlet Macao indossata. Copyright: gioiellis.com
Spilla in oro bianco, diamanti, zaffiri blu. Copyright: gioiellis.com
Spilla in oro bianco, diamanti, zaffiri blu. Copyright: gioiellis.com
Spilla in oro bianco, diamanti, zaffiri blu. Le ali si possono muovere. Copyright: gioiellis.com
Spilla in oro bianco, diamanti, zaffiri blu. Le ali si possono muovere. Copyright: gioiellis.com
Diva Jewels, alta gioielleria applicata a  una calzatura
Diva Jewels, alta gioielleria applicata a una calzatura

Spilla rotante in oro rosa, diamanti, zaffiri rosa, perla. Copyright: gioiellis.com
Spilla rotante in oro rosa, diamanti, zaffiri rosa, perla. Copyright: gioiellis.com

Anello in oro con diamanti e rubini, montato su un gambo a tubogas
Anello in oro con diamanti e rubini, montato su un gambo a tubogas. Copyright: gioiellis.com

Il retro dell'anello con il gambo a tubogas
Il retro dell’anello con il gambo a tubogas. Copyright: gioiellis.com
Difa Jewels, anello a due dita Cherry Blossom, in oro rosa con diamanti, rubini, smeraldim zaffiri. Copyright: gioiellis.com
Diva Jewels, anello a due dita Cherry Blossom, in oro rosa con diamanti, rubini, smeraldim zaffiri. Copyright: gioiellis.com

Primavera in volo con Stenzhorn

Una collana dedicata alla Fortuna e composta da zaffiri e diamanti. È alta gioielleria firmata Stenzhorn, Maison fondata nel 1979 dai fratelli Stenzhorn a Boppard, antica cittadina tedesca sulle rive del fiume Reno. La collana Fortuna ha la forma di una rondine in volo, con diamanti e zaffiri blu intenso che ricordano la bellezza iridescente del piumaggio dell’uccello. La collana Fortuna si aggiunge alla serie di collane con motivi animali, per le quali Stenzhorn è famosa.

La collana Fortuna, con diamanti e zaffiri blu
La collana Fortuna, con diamanti e zaffiri blu

Il nome del gioiello, Fortuna, ha una storia. Gli antichi romani credevano che gli dei potessero trasformarsi in rondini, per questo consideravano sacra questa specie di uccelli, uno dei primi messaggeri della primavera. Ogni anno la rondine ritorna al suo luogo di nascita e diventa simbolo di rinnovamento e buona fortuna in molte culture. Per evocare la rondine, Stenzhorn ha scelto zaffiri color cuoio dal taglio personalizzato per creare una silhouette liscia e organica. L’attenzione ai dettagli è fondamentale e gli zaffiri sono incastonati in oro annerito per esaltare il blu intenso delle pietre e creare un flusso continuo di colori intensi che corre lungo le ali. I diamanti a forma di pera, incastonati nell’oro bianco, imitano le piume svolazzanti dell’uccello. Le articolazioni nascoste lungo le ali e la coda conferiscono all’uccello un movimento realistico.
La collana Fortuna con il disegno preparatorio
La collana Fortuna con il disegno preparatorio

Al piccolo becco della creatura è sospeso uno zaffiro blu a forma di pera, che simboleggia la libertà e i nuovi inizi. Un vivido occhio verde smeraldo completa la deliziosa composizione. La rondine è perfettamente integrata in un collier di diamanti flessibile che cade dolcemente attorno al collo. La collana ha richiesto 700 ore di lavoro altamente qualificato per quattro mesi.

Alta gioielleria Fred con diamanti lab grown

Prima o poi doveva avvenire. Fred, marchio francese che fa parte dell’impero Lvmh, ha lanciato la prima collezione di alta gioielleria realizzata con diamanti creati in laboratorio, o lab grown, e certificati Gia. Non solo. La collezione è composta da quattro gioielli che montano diamanti blu, la varietà più rara e più difficile da realizzare anche con le sofisticate macchine che producono diamanti sintetici. In più, Fred ha inserito in listino un diamante unico, Fred Audacious Blue, da 8,88 carati. Che è anche il primo diamante coltivato in laboratorio che il marchio francese Fred ha utilizzato nei suoi gioielli.

Anello in oro bianco con diamante blu lab grown e diamanti bianchi naturali
Anello in oro bianco con diamante blu lab grown e diamanti bianchi naturali

Il blu era il colore preferito del fondatore della Maison, Samuel Fred. Inoltre, il peso in carati allude alla data di compleanno di Fred, nato nell’agosto del 1908. I diamanti di laboratorio, chiamati Fred Audacious Blue, sono montati accanto ad altri, bianchi, perfettamente naturali. Anche questo accostamento è inusuale. I diamanti blu creati in laboratorio pesano ognuno 0,5 carati e sono montati su quattro nuovi pezzi che fanno parte del set di alta gioielleria chiamato Force 10 Duality, ispirato alla collezione Force 10 del marchio. Un altro aspetto inconsueto riguarda lo speciale taglio dei diamanti di laboratorio. Ogni pietraè stata tagliata secondo il metodo Hero Cut con 36 sfaccettature. È un taglio brevettato dal marchio francese, che ha debuttato nel 2022. L’ispirazione per questa superficie è legata alla forma delle vele delle imbarcazioni e a uno scudo.

Bracciale in oro bianco con diamante blu creato in laboratorio e diamanti bianchi naturali
Bracciale in oro bianco con diamante blu creato in laboratorio e diamanti bianchi naturali
Fred Audacious Blue Necklace
Fred Audacious Blue Necklace

Alta gioielleria Chaumet con Josephine

Una collezione di gioielli Chaumet rievoca Marie-Josèphe-Rose Tascher de La Pagerie, meglio nota come Giuseppina di Beauharnais, prima moglie dell’imperatore Napoleone dal 1796 al 1809. È stata imperatrice dei francesi dal 1804 al 1809 e regina d’Italia dal 1805 al 1809. A lei, Joséphine, Chaumet dedica la linea Joséphine-l’Aigrette V, gioielli che comprendono due nuove parure: una in oro bianco, l’altra in oro rosa. I gioielli sono realizzati con diamanti in vari tagli e montature, su pezzi delicatamente traforati che ricordano i leggeri pizzi della moda dell’epoca.

Orecchini in oro rosa e diamanti
Orecchini in oro rosa e diamanti

La forma a V dell’Aigrette è il tratto caratteristico, così come le gemme con taglio a pera che sembra sia stato il preferito della regina. Diamanti, ma anche rubini e zaffiri sono presentati con questa forma a goccia. E, sempre con una geometria a pera, la collezione propone anche una serie di orologi, che abbinano l’originale forma a un dettaglio in oro con la V rovesciata. Il quadrante è circondato da un bordo in oro rosa punteggiato da diamanti, mentre i cinturini in pelle di coccodrillo sono disponibili in una suite di colori.

Anello Aigrette in oro bianco e diamanti
Anello Aigrette in oro bianco e diamanti
Anello Josèphine Duo in oro bianco, rubino e e diamanti
Anello Josèphine Duo in oro bianco, rubino e e diamanti
Collana Josèphine Duo in oro bianco, rubino e e diamante a pera
Collana Josèphine Duo in oro bianco, rubino e e diamante a pera
Orologio della collezione Joséphine-l'Aigrette V con cinturino rosso
Orologio della collezione Joséphine-l’Aigrette V con cinturino rosso
Collier con diamanti e zaffiro taglio pera
Collier con diamanti e zaffiro taglio pera
Collana con ciondolo in oro bianco e diamanti
Collana con ciondolo in oro bianco e diamanti

Alta gioielleria di Osi Vitoria

Hong Kong è da tempo uno dei centri mondiali dell’alta gioielleria. Fiori, foglie e animali sono le principali fonti di ispirazione di artisti del gioiello come Vitoria Wu, fondatrice nel 2012 del marchio Osi Vitoria. Con alle spalle una famiglia di gioiellieri, Vitoria Wu ha scelto la difficile arte dell’altra gioielleria nelle sue espressioni migliori. Come altri protagonisti della via cinese al gioiello, il brand utilizza spesso una base di titanio per le sue sculture preziose. Questo metallo, di difficile lavorazione, ha però il pregio di essere leggero, resistente e di prestarsi alla creazione di forme e lavorazioni inconsuete.

Anello pesce con opale intagliato, acquamarina, spinelli, titanio. Copyright: gioiellis.com
Anello pesce con opale intagliato, acquamarina, spinelli, titanio. Copyright: gioiellis.com

I materiali sono utilizzati per combinare forme d’arte astratte con elementi ispirati alla natura, a cui sono associate poesie cinesi come “Esseri celesti ubriachi, schiaccianti nuvole bianche” oppure “Sono l’unica sobria tra tutti gli ubriachi”. Sono gioielli che richiedono una lunga progettazione e ancora di più una delicata realizzazione: centinaia di pietre ricoprono le superfici con sfumature create dalle gemme grazie all’abilità degli incastonatori nel posizionare le pietre.

osi vitoria anello spinello birmano zaffiri diamanti 2 copyright gioiellis
Anello con spinello birmano, zaffiri diamanti. Copyright: gioiellis.com
Spilla anemone, con rubino di 5,6 carati, diamanti bianchi e rosa, titanio
Spilla anemone, con rubino di 5,6 carati, diamanti bianchi e rosa, titanio. Copyright: gioiellis.com
Vitoria Wu
Vitoria Wu. Copyright: gioiellis.com
Spilla piuma di pavone in titanio, con spinelli, giada bianca, smeraldi, diamanti.
Spilla piuma di pavone in titanio, con spinelli, giada bianca, smeraldi, diamanti. Copyright: gioiellis.com
Spilla polipo, con spinelli, diamanti, smeraldi, titanio
Spilla polipo, con spinelli, diamanti, smeraldi, titanio. Copyright: gioiellis.com

osi vitoria spilla fiore zaffiro viola titanio diamanti copyright gioiellis
Spilla fiore con diamanti, zaffiro viola, zaffiri, spinelli, diamanti. Copyright: gioiellis.com

Spilla calla indossata
Spilla calla indossata. Copyright: gioiellis.com

Palmiero, un esploratore nell’alta gioielleria

Alta gioielleria firmata Palmiero, un esploratore nel mondo del design prezioso. A cui si aggiungono orologi altrettanto preziosi.

Pare che il cognome Palmiero abbia un’origine antica. Designava i pellegrini cristiani che nel Medioevo si erano recati in Palestina, terra di palme. Il portatore di palma diventava, così, Palmiero. Forse le origini dei nomi familiari hanno poca importanza, ma nel caso di Carlo Palmiero, fondatore del brand Palmiero Jewellery Design, qualche connessione c’è. Anche Carlo Palmiero, infatti, 30 anni fa si è addentrato in pellegrinaggio in un viaggio difficile, quello dell’alta gioielleria. Ma senza limitarsi a una visita di cortesia: a Valenza, nella azienda che porta il suo nome, ha infuso il gusto della scoperta, dell’avventura. Come un vero coraggioso pellegrino alla ricerca del sacro Graal del design.

Anello della collezione Rise of Sun in oro e diamanti
Anello della collezione Rise of Sun in oro e diamanti

I gioielli di Palmiero, grazie alla spinta verso la scoperta di nuovi orizzonti, sono pezzi eccezionali, come testimoniano le ultime creazioni della Maison. Per esempio, Collezione Dancing Soul, collier con anima flessibile registrata in oro bianco con diamanti e rubini. Oppure Melting Colors, orecchini in diamanti bianchi e zaffiri rosa degradé su oro bianco, orecchini in diamanti bianchi, colorati e pietre semipreziose su oro bianco: indossando il gioiello le parti si muovono in modo alternato. Oppure la collezione Rise of Sun, dove i raggi di sole sono interpretati da pieghe della superficie d’oro, rischiarate da cascate di diamanti.

Palmiero, anello della collezione Rise of Sun indossato
Palmiero, anello della collezione Rise of Sun. Copyright: gioiellis.com
Anello Rise of Sun in oro, diamanti, smalto rosso
Anello Rise of Sun in oro, diamanti, smalto rosso
Orecchini Rise of Sun in oro, diamanti
Orecchini Rise of Sun in oro, diamanti
Collana e anello Rise of Sun
Collana e anello Rise of Sun. Copyright: gioiellis.com
Carlo Palmiero
Carlo Palmiero. Copyright: gioiellis.com

Gli affascinanti gioielli scultura di Wallis Hong

È una storia speciale quella di Wallis Hong, nome nuovo dell’alta gioielleria e sorpresa dell’ultima GemGèneve. Lui stesso racconta le tappe più importanti della sua vita che ha i contorni di una favola. Cresciuto in una remota località della Cina (Wan Song), da una madre artista e un padre in gran parte assente, Wallis Hong ha trascorso un’infanzia tra bellezze e pericoli della natura, tra cui ricorda incontri ravvicinati con ragni, serpenti e funghi velenosi. Ma anche con il fascino per farfalle variopinte (questo ha a che fare con la sua attività attuale), fiori e pesci colorati.

Spilla Eternal Butterfly (lato), ispirata ai ricordi infantili del designer. Le pietre preziose sulle ali sono ispirate alle goccioline d'acqua viste sulla farfalla. È realizzata con Acquamarina, centrale di 7,31 carati zaffiri colorati, diamanti bianchi, tsavoriti, titanio, platino, perle
Spilla Eternal Butterfly (lato), ispirata ai ricordi infantili del designer. Le pietre preziose sulle ali sono ispirate alle goccioline d’acqua viste sulla farfalla. È realizzata con Acquamarina, centrale di 7,31 carati zaffiri colorati, diamanti bianchi, tsavoriti, titanio, platino, perle

Non solo. Nel cuore di Wallis Hong è rimasto anche il tempo passato con il nonno devoto buddista, che ha costruito un tempio, questa volta a Cai Shan. Oppure il tempo passato con la madre a indossare i suoi gioielli e vestiti utilizzati nella sua vita da musicista e collezionista. Dopo un’esperienza come aiuto regista a Pechino, dove aspirava a una carriera da attore, il futuro designer si è trasferito in Spagna, a Madrid, per amore e per sperimentare aria nuova. Era il 2016 e nella città spagnola Wallis Hong ha studiato scultura e pittura all’Accademia d’Arte di Madrid, alternando il tempo con il lavoro nella boutique di Hermès, dove una volta ha avuto come cliente anche la regina Letizia Ortiz.

La spilla Eternal Butterfly
La spilla Eternal Butterfly by Wallis Hong

Ma è stato un incontro con il capolavoro di René Lalique, La donna della libellula, al museo Calouste Gulbenkian di Lisbona, che ha fatto emergere la passione per la gioielleria. O, più precisamente, per l’alta gioielleria scultorea e tecnicamente d’avanguardia, con orecchini di grande volume, ma leggeri perché in titanio, oppure una spilla a forma di farfalla che è il pezzo più eclatante della sua produzione.

Orecchini in titanio, con rubini sangue di piccione, zaffiri. Copyright: gioiellis.com
Orecchini in titanio, con rubini sangue di piccione, zaffiri. Copyright: gioiellis.com
Spilla in titanio, smeraldo colombiano di 23 carati, tsavoriti, diamanti. Copyright: gioiellis.com
Spilla in titanio, smeraldo colombiano di 23 carati, tsavoriti, diamanti. Copyright: gioiellis.com
Spilla coccodrillo in titanio, zaffiri padparadscha, zaffiri multicolo, diamanti fancy. Copyright: gioiellis.com
Spilla coccodrillo in titanio, zaffiri padparadscha, zaffiri multicolo, diamanti fancy. Copyright: gioiellis.com
Spilla Ethereal Butterfly. Zaffiri colorati, tormalina rosa di 24 carati al centri, diamanti bianchi, titanio, platino
Spilla Ethereal Butterfly. Zaffiri colorati, tormalina rosa di 24 carati al centri, diamanti bianchi, titanio, platino

Per imparare le tecniche della gioielleria nel febbraio 2019 Wallis ha lasciato il lavoro a Hermès ed tornato in Cina. È stato fortunato: ha incontrato per caso un maestro orafo con 30 anni di esperienza nella creazione di gioielli. O forse sarebbe più preciso definirle sculture, pezzi unici da indossare. E che, secondo Wallis Hong, sono destinati a resistere nel tempo, un secolo, o forse più, come le opere d’arte.

Paradise Earrings, ispirati alle conchiglie di Ibiza e Formentera. Diamanti bianchi, zaffiri colorati, titanio, platino
Paradise Earrings, ispirati alle conchiglie di Ibiza e Formentera. Diamanti bianchi, zaffiri colorati, titanio, platino
Siren Earrings, in titanio, diamanti, zaffiri colorati
Siren Earrings, in titanio, platino, diamanti, zaffiri colorati
Wallis Hong ha creato anche elaborati quadranti per orologi
Wallis Hong ha creato anche elaborati quadranti per orologi. Copyright: gioiellis.com
Quadrante di orologio con soggetto marino
Quadrante di orologio con soggetto marino
Quadrante di orologio con pietre preziose, smalto
Quadrante di orologio con pietre preziose, smalto
Wallis Hong, orecchino indossato
Wallis Hong, orecchino indossato. Copyright: gioiellis.com
Thorn Shells Earrings indossato. Zaffiri colorati, diamanti bianchi, tsavorite, titanio, platino
Thorn Shells Earrings indossato. Zaffiri colorati, diamanti bianchi, tsavorite, titanio, platino. Copyright: gioiellis.com
Wallis Hong. Copyright: gioiellis.com
Wallis Hong. Copyright: gioiellis.com

Pasquale Bruni, gioielli tra cuore e natura

Alta gioielleria Pasquale Bruni tra natura e sentimento. Con un gioco di parole: la collezione si chiama Heart to Earth, che riassume il concetto fondamentale della Maison, in equilibrio tra terra e bellezza. Perché Eugenia Bruni, direttore creativo dell’azienda di Valenza, sottolinea sempre nelle sue collezioni una dimensione che prescinde dalla semplice esposizione estetica. Come in questo caso, in cui il richiamo dell’ambiente naturale si coniuga con quello della femminilità e della passione. Tutti elementi che si trasferiscono in una serie di gioielli di alta qualità.

Eugenia Bruni. Copyright: gioiellis.com
Eugenia Bruni. Copyright: gioiellis.com

Heart to Earth riprende il marchio di fabbrica della Maison, il fiore a quattro petali, che è rielaborato in oro bianco con un pavé di diamanti, che sono utilizzati anche per delimitare i bordi degli anelli. Oppure per arricchire un lussuoso girocollo con uno zaffiro taglio a goccia che pende dal classico fiore Pasquale Bruni.

Heart to Earth, rings
Heart to Earth, rings

Inoltre, i gioielli utilizzano smeraldi, il cui colore verde riprende il tema della natura, accanto al rosso del rubino, colore della passione. Queste gemme arrivano dal Mozambico, da uno dei giacimenti più pregiati in termini di pietre preziose, e al tempo stesso uno dei più eticamente sicuri, a testimonianza dell’attenzione della Maison per l’aspetto etico legato alla provenienza delle gemme. L’altra pietra preziosa per eccellenza, lo zaffiro, si trova qui in una varietà di intenso blu Royal, colore di cielo e mare. In questo caso le gemme arrivano da giacimenti responsabili del Madagascar o Sri Lanka.

Collana in oro bianco e diamanti
Collana in oro bianco e diamanti
Anello in oro bianco, diamanti e smeraldo
Anello in oro bianco, diamanti e smeraldo
Anello in oro bianco, diamanti e zaffiro
Anello in oro bianco, diamanti e zaffiro
Orecchini in oro bianco, diamanti e rubini
Orecchini in oro bianco, diamanti e rubini

Nuovi anelli di alta gioielleria Picchiotti

Morbidi, flessibili, comodi: ma soprattutto di alta gioielleria. Picchiotti presenta nuovi pezzi della sua collezione Xpandable, un sistema brevettato che consente ad anelli e bracciali di adattarsi alla forma del corpo. Una qualità apprezzata, ma difficilmente disponibile per chi acquista alta gioielleria. Per esempio un anello con uno smeraldo taglio pera circondato da diamanti baguette, mentre altri smeraldi abbracciano il gambo del gioiello. Oppure un altro anello, anch’esso con smeraldo, ma in questo caso con il classico taglio smeraldo, incorniciato da altri diamanti.

Anello con smeraldo taglio pera e diamanti baguette. Copyright: gioiellis.com
Anello con smeraldo taglio pera e diamanti baguette. Copyright: gioiellis.com

Sempre con tecnologia Xpandable, ma catalogati come cocktail ring sono tre anelli ognuno dei quali accanto ai diamanti monta tre pietre preziose affiancate: zaffiro, rubino e smeraldo. Sono gioielli top. L’anello con zaffiro, per esempio, ha al centro una pietra dello Sri Lanka da 6,67 carati, affiancata da altri due zaffiri di 2,65 e 2,54 carati. Un’altra versione di questo modello presenta invece tre diamanti per un totale di 6 carati a cui si aggiunge una cornice composta da quasi 3 carati di zaffiri blu.

Anello e bracciale con diamanti e zaffiri della collezione Xpandable
Anello e bracciale con diamanti e zaffiri della collezione Xpandable
Anello con diamante fancy yellow e due rubini
Anello con diamante fancy yellow e due rubini

Anelli cocktail con rubini, zaffiri blu, smeraldi e diamanti
Anelli cocktail con rubini, zaffiri blu, smeraldi e diamanti

Bracciale in oro e diamanti by Picchiotti
Bracciale in oro e diamanti by Picchiotti

La collana Vita di Gismondi 1754

Un pezzo unico, alta gioielleria con un design eccezionale: la collana Vita, presentata da Gismondi 1754 è un gioiello che si differenzia da tutti gli altri. Ideata dal direttore creativo e patron dell’azienda genovese Massimo Gismondi, la collana è un gioiello che letteralmente galleggia nell’aria. Un design che ha ispirato anche il nome attribuito al collier: Vita, ispirato al figlio dello stesso Gismondi, pronto per spiccare il volo nel suo percorso nell’età adulta. Il centro di gravità del gioiello è una tanzanite tagliata a goccia di 56,37 carati, avvolta e sorretta da 63,21 carati di diamanti, tra cui uno taglio a pera che chiude uno dei due estremi della collana.

Vita, Gismondi 1754
Vita, Gismondi 1754

La realizzazione del gioiello, che ha una forte valenza simbolica, ha rappresentato anche una non semplice impresa orafa degli artigiani della Maison, dato che la costruzione del gioiello è sospesa e non c’è incastonatura a bloccare la tanzanite. Leggera e brillante, la collana entra a fare parte della linea di alta gioielleria di Gismondi 1754.

Massimo Gismondi
Massimo Gismondi. Copyright: gioiellis.com
Collana con una tanzanite tagliata a goccia di 56,37 carati, avvolta e sorretta da 63,21 carati di diamanti
Collana con una tanzanite tagliata a goccia di 56,37 carati, avvolta e sorretta da 63,21 carati di diamanti

Alta gioielleria Chantecler che profuma di mare

Capri, piccola isola regina del Mediterraneo che si trova di fronte a Napoli, è anche la sede di Chantecler, Maison di gioielleria che coniuga il fascino del luogo con quello del design. Per questo la nuova produzione di Chantecler, soprannome con cui era chiamato il co-fondatore Pietro Capuano, esuberante come il gallo della favola di Edmond Rostand, si ispira all’ambiente marino che circonda l’isola. Un mare che riesce a essere affascinante d’estate, quando Capri si riempie di turisti, ma anche d’inverno. Questa influenza marina si traduce in pezzi di grande impatto, come le collane o gli orecchini a forma di stella marina, con diamanti, perle e pietre come (ovviamente) l’acquamarina. Ma anche ceramica e titanio, senza dimenticare sfumature dal rosso rubino fino all’ametista, verdi smeraldini e intensi, blu freddi e brillanti, quasi iridescenti.

Anello Stella Marina
Anello Stella Marina

Infine, la Medusa, gioiello con dimensioni generose per orecchini o come ciondolo. La nuova è realizzata in titanio colorato e oro con piccoli diamanti e acquamarina, coerente con l’universo mitico del Mediterraneo esplorato da Chantecler. La Maison, inoltre, presenta nuovi pezzi di collezioni iconiche, come Paillettes, che pubblicheremo in un nuovo articolo.

Choker con acquamarina
Choker con acquamarina
Medusa ciondolo
Medusa ciondolo
Medusa orecchini
Medusa orecchini

Orecchini Stella marina
Orecchini Stella marina

Collana con titanio, perle, diamanti
Collana con titanio, perle, diamanti

I bracciali Capri di Buccellati

Nell’alta gioielleria di Buccellati i bracciali occupano un posto speciale. Ora la maison milanese che è entrata a far parte del gruppo Richemont, lancia una nuova edizione dei suoi braccialetti Capri, che si ispirano a colori mediterranei dell’isola italiana che si trova di fronte a Napoli. In tutto sono sei pezzi, che utilizzano smalti colorati per aggiungere la vivacità che caratterizza Capri. I bracciali sono pezzi unici nella combinazione di pietre e smalti e hanno di conseguenza un prezzo da alta gioielleria, che parte all’incirca da 200.000 euro.

Bracciale in oro giallo e oro bianco, con diamanti a goccia e diamanti taglio brillante rotondi
Bracciale in oro giallo e oro bianco, con diamanti a goccia e diamanti taglio brillante rotondi

È esclusiva anche la distribuzione: i Capri Bangles Special Edition possono essere acquistati esclusivamente nelle due boutique Buccellati a Capri: la storica boutique di Via Camerelle, e presso la nuovissima boutique inaugurata quest’anno presso l’Hotel La Palma. In alternativa, è necessario contattare la Maison attraverso il sito internet. I bracciali Capri utilizzano lo stile che ha reso famoso il marchio italiano. Sono realizzati in oro giallo e bianco, smalto, diamanti bianchi e fancy, pietre come tormaline o zaffiri rosa.

Bracciale in oro giallo e oro bianco con diamanti a goccia e diamanti taglio brillante rotondi
Bracciale in oro giallo e oro bianco con diamanti a goccia e diamanti taglio brillante rotondi

Bracciale in oro giallo e oro bianco con diamanti taglio brillante rotondi e zaffiri gialli
Bracciale in oro giallo e oro bianco con diamanti taglio brillante rotondi e zaffiri gialli

Bracciale Capri, lato
Bracciale Capri, lato

James Taffin, un francese a New York

Date un’occhiata a questo gioiello davvero unico: topazi montati assieme a diamanti su un filo sottile flessibile di oro rosa 18 carati. Lo ha disegnato un francese trapiantato a New York,  James Taffin de Givenchy, nipote del leggendario Hubert. James si è innamorato delle pietre dopo essere stato a capo del dipartimento gioielli di Christie’s sulla West Coast degli Usa. Il suo lavoro è ispirato a quello di grandi designer  francesi di gioielli, come Raymond Templier e Suzanne Belperron. E ha aperto la sua boutique e studio in Madison Avenue, nella Grande Mela.

Collana con due topazi e diamanti
Collana con due topazi e diamanti

La forma della collana, pubblicata dal New York Times, consente di fare a meno del fermaglio. James Taffin è abile nel reinterpretare le pietre antiche e rare attraverso forme molto originali. Per esempio, nelle intenzioni del designer questa collana ricorda un punto esclamativo astratto. I due topazi rosa sono di epoca vittoriana, con sfumature leggermente differenti:  uno è a forma di pera, da 3,5 carati, quello più grande con sfumature malva, 39 carati, ha un taglio ovale. Incastonati nella collana ci sono inoltre 105 diamanti. Per realizzare questo pezzo di gioielleria ci sono volute 60 ore. Ma il designer ha anche altri interessi: fedele alle sue origini francesi e al suo cognome, si interessa anche ai profumi ambientali e alle fragranze. Nel 2011, Barneys a New York ha lanciato una capsule Taffin Home Fragrance collection di candele profumate realizzate a mano in Francia e presentati in contenitori di bachelite disegnati da Givenchy. <

Anello a forma di uovo con granato mandarino
Anello a forma di uovo con granato mandarino
Orecchini con ametiste brasiliane e smeraldi
Orecchini con ametiste brasiliane e smeraldi
Bracciale com diamanti, ceramica, oro rosa
Bracciale com diamanti, ceramica, oro rosa
Orecchini con ametista baguette
Orecchini con ametista baguette
Orecchini Méduses con diamanti
Orecchini Méduses con diamanti
Orecchini con diamanti taglio rosa per 4 carati, platino spazzolato, oro
Orecchini con diamanti taglio rosa per 4 carati, platino spazzolato, oro

Mattioli in volo con Butterfly

Farfalle di alta gioielleria in volo. È Mattioli, questa volta, a utilizzare una delle immagini più ricorrenti nel mondo della gioielleria: l’insetto volante dotato di ali colorate, che ispira leggerezza, fantasia, bellezza. Ma, in questo caso, Mattioli si ispira anche al concetto di metamorfosi, sinonimo di rinnovamento e trasformazione. La Maison torinese ha realizzato la parure Butterfly come un one-of-kind in oro bianco 18 carati e diamanti bianchi. La collana ha la particolarità di essere componibile e scomponibile: il ciondolo a farfalla può essere staccato e utilizzato anche come una spilla.

Orecchini Butterfly in oro bianco e diamanti
Orecchini Butterfly in oro bianco e diamanti

Il peso dei diamanti utilizzati è, rispettivamente, di 12,44 carati per gli orecchini, di 35,67 carati per la collana con ciondolo farfalla e di 5,84 carati per l’anello. Butterfly è un set che si aggiunge alle collezioni di alta gioielleria di Mattioli, come Fireworks, Reve_r, Aqua, Ventagli e l’ultima arrivata, Smarties.
Anello Butterfly in oro bianco e diamanti
Anello Butterfly in oro bianco e diamanti

Una maxi rubellite per Marco Bicego

La collezione Alta di Marco Bicego, che è la linea di alta gioielleria della Maison veneta, attinge dal repertorio dell’azienda per proporre pezzi in versione alta gamma. Due nuove immagini si aggiungono ora alle creazioni presentate lo scorso anno e in occasione di Haute Jewels Geneva in primavera. Si tratta di una collana con pendente con una rubellite di 38,26 carati dal taglio a goccia e incastonata finemente in una cornice in oro giallo 18 carati, ulteriormente arricchita da un elegante pavé di diamanti taglio brillante, per una caratura totale di 1,47 carati.

Anello in oro, diamanti, rubellite
Anello in oro, diamanti, rubellite

In sintonia con questo gioielli è l’anello multifilo in oro 18 carati, con fili di spirale piatta che si intrecciano con due eleganti fasce arricchite da 26 diamanti taglio brillante per una caratura totale di 0,78 carati. L’anello è ulteriormente arricchito da una tormalina rosa taglio cushion di 2,29 carati.
Marco Bicego rinnova anche collezioni continuative come Africa, con una collana a doppia linea di sfere degradé in oro giallo 18 carati, sempre con la tecnica orafa della Maison, che prevede l’incisione a mano del metallo con l’antica tecnica del bulino millerighe. Tecnica utilizzata anche per il bracciale multifilo di sfere in oro giallo 18 carati di varie dimensioni.

Bracciale Africa con sfere in oro 18 carati
Bracciale Africa con sfere in oro 18 carati
Collane Africa con sfere in oro 18 carati graffiate a bulino
Collane Africa con sfere in oro 18 carati graffiate a bulino
Bracciali, orecchino in oro e anello con acquamarina indossati
Bracciali, orecchino in oro e anello con acquamarina indossati
Marco Bicego. Copyright: gioiellis.com
Marco Bicego. Copyright: gioiellis.com

Alta gioielleria marina di Mikimoto

Mikimoto = perle. Questa semplice equazione rimane valida a 130 anni nell’anno dell’anniversario del fondatore della Maison giapponese Kokichi Mikimoto. Che è anche colui che ha capito che si possono coltivar le perle, preziose sfere che un tempo erano rarissime perché frutto del capriccio del mare. Mikimoto è anche un marchio di gioielleria che propone sorprendenti collezioni di alta gamma. Come Praise to the Sea, che si ispira all’ambiente naturale in cui le perle si formano. I gioielli ricordano la spuma, le onde, i flutti, la flora e la fauna marina, ma non utilizzano solo le pregiate perle dei Mari del Sud o le Akoya selezionate da Mikimoto.

Anello Shool of Fish con diamanti taglio rosa, perle, zaffiri
Anello Shool of Fish con diamanti taglio rosa, perle, zaffiri

L’alta gioielleria di Praise to the Sea comoprende anche diamanti con taglio a rosa, berillo, tanzanite, tormalina, ametista, granato, zaffiro, spinello, alessandrite e acquamarina. Uno dei gioielli più interessanti, per esempio, è una collana di oro bianco e perle Akoya che rievoca una balenottera azzurra madre e figlio che nuotano insieme. Al centro si trova una tormalina da 41,54 carati che simboleggia l’aura della creatura, intorno alla quale sono raffigurati banchi di pesci, composti da gemme di zaffiro, acquamarina, granato e diamanti. Oppure l’anello con una perla South Sea al centro, con una corolla che raffigura le onde con zaffiri e diamanti, in una sfumatura che rimanda alle profondità marine.

Orecchini School of Fish con perle SOuth Sea, alessandrite, zaffiri
Orecchini School of Fish con perle South Sea, alessandrite, zaffiri
Orecchini Sea Graduation con perle, diamanti, acquamarina, tanzanite
Orecchini Sea Graduation con perle, diamanti, acquamarina, tanzanite
Orecchini Water Surface, con perle, diamanti, acquamarina
Orecchini Water Surface, con perle, diamanti, acquamarina
Collana School of Fish con spinello, alessandrite, zaffiri, ametista, granati, tanzanite, diamanti, perle
Collana School of Fish con spinello, alessandrite, zaffiri, ametista, granati, tanzanite, diamanti, perle
Collana Water Surface com perle, acquamarina, diamanti
Collana Water Surface com perle, acquamarina, diamanti

Perché Boucheron propone alta gioielleria di frontiera

Tra classico e avanguardia, tra tradizione e innovazione, tra passato e futuro: Boucheron è una delle grandi Maison della gioielleria che, accanto ad anelli, collane e orecchini che fanno parte della sua storica eredità, riesce a proporre collezioni sorprendenti. Come la nuova collezione di alta gioielleria, Carte Blanche, More is More. La direttrice creativa, Claire Choisne, ha scelto un format comunicativo e una interpretazione stilistica che ricorda la grafica pop anni Sessanta, con modelli ritratti con fotografie scontornate sullo sfondo di colori vivaci. Ma anche le geometrie del movimento Memphis fondato dall’architetto italiano Ettore Sottsass a fine anni Settanta. Ma la presentazione iconografica non deve ingannare: al centro di Carte Blanche, More is More ci sono i gioielli.

Il gioiello-tasca applicabile In The Pocket
Il gioiello-tasca applicabile In The Pocket

Sono soprattutto qui le sorprese, a cominciare dall’enorme (29 centimetri) nastro per capelli a fiocco Tie the Knot. È rosso da un lato, con strisce bianche e nere. Il gioiello-ornamento è descritto come flessibile come un panno e discretamente leggero: pesa 94 grammi. È realizzato con diamanti e oro bianco: è considerato una prodezza tecnica. La collezione comprende anche anelli che ricordano il cubo di Rubik. Come This is Not a Ring, realizzato con vetro di Murano, diamanti e lacca su una banda in resina. Oppure supermaxi collane e In the Pocket, una tasca composta con diamanti e onice su un tessuto di lycra e titanio, che può contenere uno smartphone e si attacca a qualsiasi capo di abbigliamento con i magneti.
This is Not a Ring, in vetro di Murano, diamanti e lacca su banda di resina
This is Not a Ring, in vetro di Murano, diamanti e lacca su banda di resina

Tante invenzioni condite in un menu di alta gioielleria che stupiscono chi considera la couture del gioiello nella classica interpretazione di una varietà di collane o anelli in oro e diamanti, pezzi unici più o meno preziosi, ma fedeli a una tradizione che arriva da abitudini secolari. L’alta gioielleria di Boucheron vuole, invece, attrarre l’attenzione dei nativi digitali e di intere categorie che non si sono mai accostate ai modelli stilistici tradizionali. Ma che, ovviamente, hanno sufficiente disponibilità economica per acquistare gioielli di alta gamma.

Collana Question  Mark, nata nel 1879, rivoluzionaria per essere  priva di fermagli e simbolo di una liberazioneella collezione Carte Blanche, More is More
Collana Question Mark, nata nel 1879, rivoluzionaria per essere priva di fermagli e simbolo di una liberazione
Anelli indossati della collezione Carte Blanche, More is More
Anelli indossati della collezione Carte Blanche, More is More
Collana oversize Just An Illusion, con elementi piatti pensati per sembrare tridimensionali, con lacche dipinte
Collana oversize Just An Illusion, con elementi piatti pensati per sembrare tridimensionali, con lacche dipinte
Collana composta  da 21 cubi preziosi, con spinelli grigi e rosa, zaffiri rosa e diamanti
Collana composta da 21 cubi preziosi, con spinelli grigi e rosa, zaffiri rosa e diamanti

Una Genesis per David Yurman

David Yurman è uno dei principali marchi di gioielleria degli Stati Uniti. La Maison, celebre anche per i suoi gioielli che utilizzano il motivo dei cavi intrecciati, presenta anche collezioni di alta gioielleria. L’ultima si chiama DY Genesis, anche se più che l’inizio indica l’ultima proposta, in senso cronologico. La collezione, presentata a Parigi, dove David Yourman ha un flagshipstore, è molto elaborato. E per renderla ancora più raffinata è stata fotografata con un servizio di still life assieme a steli di piante e petali di fiori. In effetti il design dei gioielli si accompagna bene con gli elementi naturali.

Orecchini pendenti Dianthus con due gusci di scarabeo Belionota Sumptuosa conservati in resina, incastonati in oro bianco 18 carati con diamanti cognac, stratificati su alluminio anodizzato verde giallo
Orecchini pendenti Dianthus con due gusci di scarabeo Belionota Sumptuosa conservati in resina, incastonati in oro bianco 18 carati con diamanti cognac, stratificati su alluminio anodizzato verde giallo

L’ispirazione dei gioielli, non è una novità, è il mondo della natura. Ma l’interpretazione del concetto è originale. I gioielli prendono il nome botanico di fiori, mentre le gemme punteggiano la composizione. Per realizzare le elaborate forme dei gioielli, oltre alle pietre e all’oro, la Maison ha deciso di utilizzare anche alluminio, un metallo duttile e che si può facilmente colorare. Invece del solito oro giallo o bianco i gioielli appaiono quindi con un metallo verde, rosa o giallo. Ma non solo. Un paio di orecchini sfoggia anche un coleottero iridescente, due esemplari di Belionota Sumptuosa, insetto che si trova in Indonesia.

Orecchini Dianthus in oro rosa, rame, alluminio rosa e diamanti
Orecchini Dianthus in oro rosa, rame, alluminio rosa e diamanti
Orecchini Fleur de mer con rubini, zaffiri rosa
Orecchini Fleur de mer con rubini, zaffiri rosa
Orecchini pendenti con pavé di diamanti
Orecchini pendenti con pavé di diamanti
Orecchini in alluminio anodizzato, diamanti, tormalina
Orecchini in alluminio anodizzato, diamanti, tormalina
Orecchini alluminio anodizzato e diamanti
Orecchini alluminio anodizzato e diamanti
Orecchini pendenti Fleurs De Mer, con pavé in oro bianco 18 carati e alluminio anodizzato verde, incastonati a mano con smeraldi Panjshir
Orecchini pendenti Fleurs De Mer, con pavé in oro bianco 18 carati e alluminio anodizzato verde, incastonati a mano con smeraldi Panjshir