Sandra Bullock

Nak Armstrong, il design in Texas

I gioielli di Nak Armstrong, che festeggia i primi 25 anni di attività.

Austin, Texas: nella città che nell’immaginario collettivo è popolata da gente con grandi cappelli Stetson, stivaloni di cuoio decorati e, forse le Caddillac dei petrolieri, c’è un designer di gioielli che ha conquistato il cuore, esteticamente parlando, della First Lady. Si chiama Nak Armstrong, e i suoi gioielli, oltre che a Michelle Obama, sono piaciuti a Sandra Bullock e ad altre stelle del firmamento di Hollywood. I gioielli di Nak sono piuttosto originali.

Bracciale in oro rosa e diamanti
Bracciale in oro rosa e diamanti

È come se orecchini, anelli e collane fossero passati attraverso le immagini di un caleidoscopio e poi ricomposti. Il designer non fa mistero di amare gli intrecci dei tessuti, le ombre e i volumi dell’architettura: tutti e due questi elementi, uniti come in un mosaico, si combinano con l’aiuto di pietre preziose e oro o argento. Tra l’altro, Nak Armstrong è famoso anche per la abilità nel lavorare i metalli, aspetto che gli permette poi di congegnare gioielli dall’aspetto così geometricamente inusuale, a metà tra il graffito extraterrestre e le incisioni atzteche. Nak ha iniziato a disegnare gioielli nel 1990, ma ha debuttato con una sua collezione solo nel 2011, dopo aver fondato Anthony Nak, marchio di gioielleria easy.

Anello con spinello rosso e spinelli multicolori
Anello con spinello rosso e spinelli multicolori
Orecchini Stem con tormaline e opale
Orecchini Stem con tormaline e opale
Orecchini Bahia Banana, con tormaline verdi
Orecchini Bahia Banana, con tormaline verdi
Anello con tormaline rosa e verdi
Anello con tormaline rosa e verdi
Collana rivière con pietra luna
Collana rivière con pietra luna
Anello con diamanti
Anello con diamanti

Martin Katz senza limiti




I gioielli per i divi di Hollywood firmati da Martin Katz. Che ha fatto diventare preziosi anche degli occhiali, un reggiseno, un profumo…

I gioielli di Martin Katz sono venduti esclusivamente nella sua boutique di Beverly Hills. Nella collezione di gioielli di una donna, sostiene, “non dovrebbero mai mancare diamanti bianchi. È come la composizione di una collezione per l’abbigliamento: c’è bisogno di alcuni pezzi base, come orecchini a vite con diamante, catene, bracciali e anelli”. Hanno seguito il suo consiglio (e non solo), Jessica Biel, che ha indossato i suoi orecchini al matrimonio con Justin Timberlake, Sandra Bullock, Nicole Kidman, Sally Field, Barbra Streisand, Ashley Judd, Angelina Jolie, Jennifer Aniston, Annette Bening, Johnny Depp, Mark Wahlberg, Colin Firth…

Anello con alessandrite, 152 diamanti, 16 ametiste, 24 zaffiri blu, 2 zaffiri e 31 granati cangianti
Anello con alessandrite, 152 diamanti, 16 ametiste, 24 zaffiri blu, 2 zaffiri e 31 granati cangianti

Una lista che serve a testimoniare quanto Martin Katz sia diventato uno dei gioiellieri più richiesto dai divi di Hollywood. E non ci ha messo neppure molto: ha fondato la sua azienda nel 1988, ma curiosamente dopo aver conseguito una laurea in psicologia ed economia presso l’Università dell’Indiana nel 1978. Ha puntato sulla strada della qualità, dei pezzi unici, della selezione delle pietre. Curiosamente, anche se ha un successo illimitato con lo star system per i suoi gioielli, ha progettato anche un reggiseno da 5 milioni di dollari per Victoria Secret, nel 2009, preziosi occhiali da sole per Ray-Ban, un cellulare per Motorola e anche una bottiglia di profumo per Donna Karan: una boccetta da 1 milione di dollari. Contraddicendo chi sostiene che i soldi non hanno odore.

Anello con al centro uno smeraldo di 9,77 carati
Anello con al centro uno smeraldo taglio cuscino di 9,77 carati
Anello con tormalina menta taglio Asscher di 19,81 carati, 68 zaffiri, 96 diamanti
Anello con tormalina menta taglio Asscher di 19,81 carati, 68 zaffiri, 96 diamanti
Orecchini della collezione New York con tanzanite taglio baguette per 25,71 carati, diamanti
Orecchini della collezione New York con tanzanite taglio baguette per 25,71 carati, diamanti
Anello in oro con rubini per 8,12 carati e diamanti
Anello in oro con rubini per 8,12 carati e diamanti

Pendente con smeraldo squadrati di 11 carati e diamanti
Pendente con smeraldo squadrati di 11 carati e diamanti

Orecchini con smeraldi e diamanti baguette e brillante
Orecchini con smeraldi e diamanti baguette e brillante







Cartier vittima di un furto (ma è d’accordo)





Anne Hathaway, Sandra Bullock Cate Blanchett, Mindy Kaling e Helena Bonham Carter a caccia di una preziosa collana di Cartier. È il nuovo film Ocean’s 8 ♦︎

Donne. Rapinatrici. E per di più con l’obiettivo di mettere le mani su una preziosa collana di Cartier. È il soggetto di Ocean’s 8, nuovo film della serie inaugurata con Ocean’s 11. Ma il nuovo spin-off della serie (ci sono già stati gli Ocean’s 12 e 13), avrà un cast tutto femminile. E, soprattutto, avrà come partner la Maison francese.

La trama del fil vede Debbie Ocean/Sandra Bullock (la sorella di Danny Ocean, interpretato nel primo film da George Clooney) riunisce una banda di donne composta da Cate Blanchett, Mindy Kaling e Helena Bonham Carter per compiere il furto del secolo: la leggendaria collana Toussaint, che deve essere indossata dall’attrice (nel film) Daphne Kluger, personaggio interpretato da Anne Hathaway. Il colpo si svolge durante l’annuale Met Gala, quando attrici e celebrity sfilano sul red carpet con gioielli da capogiro. Insomma, è quasi una partnership, dato che Cartier ha realizzato una parure per la rapina del film.

E non si tratta di una collana qualsiasi: la collana Toussaint è un omaggio a Jeanne Toussaint, il direttore creativo di Cartier negli anni Trenta, che ha avuto un ruolo determinante nello stabilirelo stile di Cartier. La collana originale è stata invece progettata nel 1931 per il Maharaja di Nawanagar da Jacques Cartier, ma non esiste più, anche se Cartier ha conservato nei suoi archivi un disegno di design e le fotografie del gioiello e del suo proprietario. Quella indossata da Anne Hathaway è però ridotta del 15-20% rispetto alla dimensione originale, che era progettata per un uomo.

I diamanti colorati nel pezzo originale sono stati sostituiti con ossidi di zirconio, un materiale naturale, montato su oro bianco. Ma non è stato facile: Cartier ha mobilitato i suoi laboratori di alta gioielleria per otto settimane, il tempo (breve) richiesto dalla produzione del film. Ma non solo: nel film compaiono anche altri gioielli e orologi Cartier. Oltre alla Cartier Mansion, sulla 52nd Street. Giulia Netrese




Anne Hathaway con la collana di Cartier
Anne Hathaway con la collana di Cartier
Il Maharaja di Nawanagar con la collana originale
Il Maharaja di Nawanagar con la collana originale
La collana Toussaint realizzata per il film
La collana Toussaint realizzata per il film
La collana con ossidi di zirconio su oro bianco
La collana con ossidi di zirconio su oro bianco
Anne Hathaway con bracciale Panthère di Cartier
Anne Hathaway con bracciale Panthère di Cartier

Particolare della collana Toussaint
Particolare della collana Toussaint








Sensazioni forti con Erica Courtney




Che cosa hanno in comune Jessica Alba, Sofia Vergara e Sandra Bullock? Semplice, oltre a essere famose attrici, frequentano la boutique di Erica Courtney a Los Angeles. La designer americana si è guadagnata la fama di regina del lusso, di quel genere di gioielli che ci si può immaginare indossato dai ricchi californiani. Insomma, per un ricco-ricco, con grande utilizzo di pietre possibilmente preziose, possibilmente grandi, possibilmente molto visibili, possibilmente costose. La sua scelta di tonalità dalla tavolozza offerta dalla gemmologia è diventata famosa, tanto che Erica Courtney fa parte dell’esclusivo Council of fashion designers of America e di recente ha vinto un premio per il «Best use of color». Insomma, negli States piace molto. Forse per il gusto europeo i suoi gioielli potrebbero essere considerati un po’ vistosi, i colori davvero vivaci, le sfumature abolite, ma probabilmente sui red carpet di Hollywood scintillano che è una meraviglia. Lo vedete da questa una selezione del suo lavoro. Lavinia Andorno




Braccialetto in oro con citrini e diamanti
Braccialetto in oro con citrini e diamanti

Orecchini in oro giallo, opale cristallo, diamanti, tormaline Paraiba
Orecchini in oro giallo, opale cristallo, diamanti, tormaline Paraiba
Orecchini in oro giallo, opale di fuoco, tormalina Paraiba
Orecchini in oro giallo, opale di fuoco, tormalina Paraiba
Anello in oro giallo con Indicolite, tormaline mint
Anello in oro giallo con Indicolite, tormaline mint
Pendente in oro giallo, opale di fuoco, paraiba, diamanti
Pendente in oro giallo, opale di fuoco, paraiba, diamanti
Orecchini in oro giallo, opali peruviani rosa, opali cristallo
Orecchini in oro giallo, opali peruviani rosa, opali cristallo
Anello in oro giallozaffiro dello Sri Lanka, peridoto, diamanti
Anello in oro giallozaffiro dello Sri Lanka, peridoto, diamanti

Anello in oro giallo, spinellorosa, tormaline, diamanti e rubelliti
Anello in oro giallo, spinellorosa, tormaline, diamanti e rubelliti







Parata di star per Pomellato

[wzslider]Diciamo la verità: è vero che la creatività è (spesso) made in Italy. Ma è anche vero che la capacità di vendere gioielli, per esempio quelli di Pomellato, sta all’estero. I francesi sono più bravi, niente da dire. Ed ecco la dimostrazione: un anno fa Pomellato è stata acquistata dal gruppo Kering (ex Ppr, cioè François Pinault). E oggi, come testimonia il sito francese photo.gala, i gioielli di Pomellato sono indossati da una impressionante parata di star in queste foto più o meno recenti. Ok, non è che prima il brand italiano fosse proprio sconosciuto, ma questa serie di immagini fanno davvero pensare a una capacità di proporre i gioielli dell’azienda milanese davvero straordinaria. Le star sono del calibro di Jennifer Lopez, Hilary Swank o Gwyneth Paltrow, tanto per intenderci. Ok, c’è ancora l’algida Tilda Swinton, ma solo una foto, all’ultimo posto… Lavinia Andorno 

ukA parade of stars for Pomellato

Let’s face it: it is true that creativity is (often) made ​​in Italy. But it is also true that the ability to sell jewelry, for example those of Pomellato, is abroad. The French do it better, nothing to say. And here’s the proof: a year ago Pomellato was purchased by the group Kering (former PPR, that Francois Pinault). And today, as evidenced by the French site photo.gala, Pomellato jewels are worn by an impressive parade of stars. Ok, is not that just before the Italian brand was unknown, but this series of images really do think the ability to offer a jewelry company in Milan truly extraordinary. The stars are the likes of Jennifer Lopez, Hilary Swank and Gwyneth Paltrow, so to speak. Ok, there is still the icy Tilda Swinton, but only one photo, the last place…

france-flagUn défilé de stars pour Pomellato 

Avouons-le: il est vrai que la créativité est (souvent) fabriqué en Italie. Mais il est vrai que même la possibilité de vendre des bijoux, par exemple ceux de Pomellato, est à l’étranger. Les Français le font mieux, rien à dire. Et voici la preuve: il ya un an que Pomellato a été achetée par le groupe Kering (ancien PPR que François Pinault). Et aujourd’hui, comme en témoigne le site photo.gala français, les bijoux Pomellato sont portés par un défilé impressionnant de stars. Ok, ce n’est pas que juste avant la marque italienne était inconnue, mais cette série d’images vraiment ne pense que la capacité d’offrir une entreprise de bijoux vraiment extraordinaire à Milan. Les étoiles sont les goûts de Jennifer Lopez, Hilary Swank et Gwyneth Paltrow, pour ainsi dire. Ok, il y a toujours la glaciale Tilda Swinton, mais une seule photo, la dernière place…

german-flagEine Parade der Stars für Pomellato 

Seien wir ehrlich: es ist wahr, dass Kreativität (oft), die in Italien ist. Aber es ist wahr, dass auch die Möglichkeit, Schmuck zu verkaufen, zum Beispiel jene von Pomellato, ist im Ausland. Die Französisch es besser, nichts zu sagen. Und hier ist der Beweis: vor einem Jahr Pomellato wurde von der Gruppe kering (ehemaliger PPR Francois Pinault Das) erworben. Und heute, wie von der Französisch Website photo.gala belegt, Pomellato Schmuckstücke sind von einer eindrucksvollen Parade der Stars getragen. Ok, das ist nicht so, dass kurz vor der italienischen Marke unbekannt war, aber diese Serie von Bildern denke wirklich, die Möglichkeit, einen wirklich außergewöhnlichen Schmuck Unternehmen in Mailand bieten. Die Sterne sind die Gleichen von Jennifer Lopez, Hilary Swank und Gwyneth Paltrow, so zu sprechen. Ok, es ist immer noch die eisigen Tilda Swinton, sondern nur ein Foto, der letzte Ort…

flag-russiaПарад звезд для Pomellato 

Посмотрим правде в глаза: это правда, что творчество (часто) сделано в Италии. Но это правда, что также умение продавать ювелирные изделия, например Те из Pomellato, находится за границей. Французы не делать это лучше, чем говорить. И вот доказательство: год назад Pomellato был приобретены Группой Kering (бывший PPR Это Франсуа Пино). И сегодня, как свидетельствует французской photo.gala сайта, Pomellato драгоценности носят впечатляющий парад звезд. Хорошо, не то, что непосредственно перед тем, итальянский бренд был неизвестен, но это серия изображений действительно думаю, что способность предложить действительно экстраординарное ювелирной компании в Милане. Звезды подобные Дженнифер Лопес, Хилари Суонк и Гвинет Пэлтроу, так сказать. Хорошо, есть еще ледяной Тильда Суинтон, но только одна фотография, последнее место…

spagna-okUn desfile de estrellas para Pomellato 

Seamos realistas: es cierto que la creatividad es (a menudo) hizo en Italia. Pero es cierto que también la posibilidad de vender joyas, por ejemplo, los de Pomellato, está en el extranjero. Los franceses lo hacen mejor, nada que decir. Y aquí está la prueba: Hace un año Pomellato fue comprado por el grupo Kering (ex PPR Francois Pinault Eso). Y hoy, como lo demuestra el photo.gala sitio francés, joyas Pomellato son usados ​​por un impresionante desfile de estrellas. Ok, no es que justo antes de que la marca italiana era desconocido, pero esta serie de imágenes realmente lo creo la capacidad de ofrecer una compañía verdaderamente extraordinaria joyería en Milán. Las estrellas son de la talla de Jennifer Lopez, Hilary Swank y Gwyneth Paltrow, por así decirlo. Ok, no es aún el helado Tilda Swinton, pero sólo una foto, el último lugar…