Fawaz Gruosi

I nodi sensuali di Fawaz Gruosi

/




Il nodo unisce, lega e, se è un gioiello, è un simbolo di amore. A patto che sia un nodo speciale e, soprattutto, che sia un vanto da indossare. ​Fawaz Gruosi, il grande gioielliere italo-libanese, che ha fondato la sua maison a Londra con lavorazione a Ginevra, propone il tema del nodo nella sua personale interpretazione. La collezione Enlanced gioca con oro, diamanti e ceramica intrecciati. I gioielli sono realizzati in oro bianco o rosa con lo stile avvolgente tipico di Fawaz Gruosi. Le forme ovali si combinano in diversi modo, dagli orecchini agli anelli fino ai pendenti, ma il design si basa sempre su due elementi. Nell’anello, per esempio, un ovale avvolge il dito e si curvaintorno alla pelle. Il secondo, pur intrecciato all’interno della struttura, è completamente slegato.

Anello in oro rosa e diamanti
Anello in oro rosa e diamanti

Un gioco che è anche una dimostrazione di abilità orafa, oltre che un raffinato esempio di design. Anche nell’orecchino a cerchio il design ha la firma del gioielliere, con due ovali che si incastrano: il primo sulla parte anteriore dell’orecchio, il secondo inizia davanti prima di avvolgersi dietro. La ceramica è presentata in tre varianti: color avorio, nero e turchese. Ma ci sono anche gioielli in versione semi o full pavé di diamanti. I diamanti, in particolare, sono di dimensioni generose per un pavé, ma sono posizionati strettamente insieme per lasciare meno metallo possibile tra di loro.

Anello in oro bianco e diamanti
Anello in oro bianco e diamanti
Anello della collezione Enlanced in oro rosa e diamanti
Anello della collezione Enlanced in oro rosa e diamanti
Anello della collezione Enlanced in oro bianco e diamanti
Anello della collezione Enlanced in oro bianco e diamanti
Collana in oro rosa e diamanti
Collana in oro rosa e diamanti
Anelli della collezione Enlanced in oro rosa e ceramica
Anelli della collezione Enlanced in oro rosa e ceramica
orecchini ceramica
Orecchini in oro rosa e ceramica
Orecchini della collezione Enlanced in oro bianco e diamanti
Orecchini della collezione Enlanced in oro bianco e diamanti
Orecchini in oro rosa e diamanti
Orecchini in oro rosa e diamanti






I preziosi, delicati nastri di Fawaz Gruosi

//




Forme morbide, leggerezza, sensualità: caratteristiche che possono essere riferite a una donna e allo stesso tempo alla collezione Ribbon firmata da Fawaz Gruosi. La Maison fondata da uno dei veterani più creativi dell’alta gioielleria, ora con sede a Londra e laboratorio a Ginevra, presenta una collezione che riunisce estetica e virtuosismo orafo.

Anello Ribbon con pavé di diamanti, indossato
Anello Ribbon con pavé di diamanti, indossato

L’ispirazione arriva ovunque, in qualsiasi momento. Di solito, quando meno me lo aspetto. Ero in un ristorante e sono rimasto affascinato dall’eleganza di un nastro che avvolgeva in modo incantevole il mio tovagliolo. Ho subito pensato a un gioiello.
Fawaz Gruosi

Fawaz Gruosi. Photo: Damian Foxe
Fawaz Gruosi. Photo: Damian Foxe

Il tema centrale della collezione Ribbon si traduce in gioielli con le estremità delicatamente curve di un nastro, che si incontrano, mentre un’estremità sormonta sinuosamente l’altra. La collezione comprende due orecchini e cinque anelli che giocano tutti su questo motivo, con un mix di oro e pietre preziose. Come nel caso degli orecchini, con un’estremità che abbraccia l’orecchio e l’altra che sfiora la guancia: sono disponibili in oro bianco o rosa, con 190 diamanti bianchi taglio brillante raggruppati sui bordi e spruzzati qua e là su le pieghe del nastro per accentuare i contorni della forma. Le clip sono incise con la firma della Maison, l’iniziale F sull’orecchino per il lobo destro e la lettera G per quello sinistro.

Orecchini in oro rosa 18 carati (ca. 31,45 grammi) con 190 diamanti bianchi taglio brillante (ca. 3,70 carati)
Orecchini in oro rosa 18 carati (ca. 31,45 grammi) con 190 diamanti bianchi taglio brillante (ca. 3,70 carati)

Gli anelli sono disponibili in oro bianco e rosa e tempestati di diamanti, smeraldi e rubini in una varietà di combinazioni. Due anelli sono realizzati in oro bianco o oro rosa con diamanti incastonati sui bordi e spruzzati sulle pieghe. Altre due varianti  prevedono un pavé di diamanti, con i bordi tempestati di 153 diamanti bianchi taglio brillante, che gradualmente si fondono lungo le curve con 279 rubini taglio brillante o 279 smeraldi taglio brillante.

Anello in oro rosa 18 carati (circa 23,20 grammi) con 435 diamanti bianchi taglio brillante (circa 14,20 carati)
Anello in oro rosa 18 carati (circa 23,20 grammi) con 435 diamanti bianchi taglio brillante (circa 14,20 carati)
Anello in oro rosa 18 carati (ca. 22,60 grammi) con 64 diamanti bianchi taglio brillante (ca. 2,60 carati)
Anello in oro rosa 18 carati (ca. 22,60 grammi) con 64 diamanti bianchi taglio brillante (ca. 2,60 carati)
Anello con 153 diamanti bianchi taglio brillante, che gradualmente si fondono lungo le curve con 279 smeraldi taglio brillante
Anello con 153 diamanti bianchi taglio brillante, che gradualmente si fondono lungo le curve con 279 smeraldi taglio brillante
Anello con 153 diamanti bianchi taglio brillante, che gradualmente si fondono lungo le curve con 279 rubini taglio brillante
Anello con 153 diamanti bianchi taglio brillante, che gradualmente si fondono lungo le curve con 279 rubini taglio brillante
Orecchini in oro bianco 18 carati (ca. 31,45 grammi) con 190 diamanti bianchi taglio brillante (ca. 3,70 carati)
Orecchini in oro bianco 18 carati (ca. 31,45 grammi) con 190 diamanti bianchi taglio brillante (ca. 3,70 carati)






 

Catene con Fantasy per Fawaz Gruosi

///




Se c’è una cosa che non manca a Fawaz Gruosi è la fantasia. Nella sua nuova Maison, creata a sua immagine e somiglianza, il gioielliere sfodera la sua collaudata esperienza, assieme alla consueta dote di creatività. Nasce su queste basi la linea Fantasy, una collezione ispirata alla forma eterna della catena. Ci vuole fantasia, appunto, per proporre catene che siano diverse da quelle che si trovano comunemente sul mercato, ma anche da quelle che propongono altri brand votati al design. Missione compiuta.

Charlbi Dean Kriek, attrice e modella sudafricana, indossa gli orecchini della collezione Fantasy di Fawaz Gruosi. Photo: German Larkin
Charlbi Dean Kriek, attrice e modella sudafricana, indossa gli orecchini della collezione Fantasy di Fawaz Gruosi. Photo: German Larkin

Due sautoir presentano anelli ovali piatti, allungati e di forma organica in ceramica rosa, oro e color avorio, o ceramica bianca, dorata e nera.  Per alcuni modelli si aggiungono diamanti,  con maglie più piccole a forma di tonneau, cioè più arrotondate. Le gemme sono disposte in modo apparentemente casuale, ma in realtà con un perfetto equilibrio. La chiusura dei gioielli è stata sviluppata appositamente nell’atelier di Fawaz Gruosi a Ginevra in modo da poter essere integrata perfettamente nel design.

Bracciale e orecchini indossati
Bracciale e orecchini indossati

Della collezione fanno parte anche bracciali, con lo stesso stile e i medeimi materiali: sono disponibili in oro rosa e ceramica avorio, oppure in oro bianco e ceramica nera, con ogni maglia resa unica dall’originale montatura di diamanti par hazard. Gli orecchini Fantasy sono composti da una sequenza di anelli in oro rosa o bianco uniti da piccole maglie a forma di tonneau, che terminano con una goccia di ceramica avorio o nera. Ogni orecchino è firmato individualmente con una lettera F sulla parte posteriore, che indica anche che l’orecchino deve essere indossato sul lobo destro, mentre la lettera G indica il sinistro. Infine, alla collezione Fantasy non mancano gli anelli. In questo caso la catena ha maglie  arrotondate per seguire la forma del dito e adattarsi meglio.

Collana Fantasy indossata
Collana Fantasy indossata

Spesso sono i gioielli più piccoli a porre le sfide maggiori, e questo anello ne è un esempio. Non è facile mescolare ceramica e oro, ma ancora una volta i miei abili orafi hanno dato corpo alla mia Fantasy.
Fawaz Gruosi

Fawaz Gruosi
Fawaz Gruosi

Bracciali in ceramica, oro, diamanti
Bracciali in ceramica, oro bianco e rosa, diamanti

Collane sautoir della collezione Fantasy
Collane sautoir della collezione Fantasy
Anello in oro bianco, ceramica, diamanti
Anello in oro bianco, ceramica, diamanti

Anello della collezione Fantasy in oro rosa, ceramica, diamanti
Anello della collezione Fantasy in oro rosa, ceramica, diamanti







Alta gioielleria di Fawaz Gruosi per Naomi Campbell




Eterna Naomi Campbell. La modella più longeva e celebrata del mondo è ora anche un volto per l’alta gioielleria di Fawaz Gruosi. Il gioielliere, anche lui con una lunga storia professionale alle spalle, due anni fa ha inaugurato una nuova vita con un brand che ha il suo nome e aperto a Londra, a Mayfair, una boutique. Non solo: Fawaz Gruosi ha sempre accompagnato il lancio dei suoi gioielli con la partecipazione di attrici e modelle.

Naomi Campbell con i gioielli firmati Fawaz Gruosi
Naomi Campbell con i gioielli firmati Fawaz Gruosi

Non fa eccezione il presente: Naomi Campbell ha partecipato alla cerimonia di premiazione dei Bafta 2022 con braccialetto e orecchini abbinati in oro bianco con smeraldi, diamanti e onice. Sono pezzi unici: gli orecchini, per esempio, sono realizzati in oro bianco 18 carati con 288 diamanti bianchi taglio brillante, 260 smeraldi taglio brillante e 10 onici a mezzaluna. Inoltre, per presentare il premio per la migliore fotografia con Rupaul, la modella ha indossato anche l’anello Silhouette in oro bianco con diamanti bianchi.

Il bracciale indossato da Naomi Campbell
Il bracciale indossato da Naomi Campbell
Bracciale in oro bianco, diamanti, smeraldi, onice
Bracciale in oro bianco, diamanti, smeraldi, onice
Orecchini in oro bianco, diamanti, smeraldi, onice
Orecchini in oro bianco, diamanti, smeraldi, onice

Anello Silhouette in oro bianco e diamanti
Anello Silhouette in oro bianco e diamanti







Fawaz Gruosi con Mônot presenta Enlanced e Colorissima

/




Fawaz Gruosi sfila in passerella. O, meglio, non proprio lui, ma i suoi gioielli. Il designer, che dopo aver fondato de Grisogono ora lavora con il suo brand, è sbarcato alla Paris Fashion Week per collaborare con uno stilista di moda e, allo stesso tempo, presentare le nuove collezioni Enlaced e Silhouette. Il brand di moda è Mônot, lanciato nel 2019 dal designer libanese Eli Mizrahi. La fantasia e la raffinata tecnica compositiva di Fawaz Gruosi hanno esaltato gli abiti di Mônot per la stagione autunno-inverno 2023, che comprendono tubino nero e abito a tre pezzi. Ma a noi interessano i gioielli: in questa occasione trovate le immagini relative all’evento parigino, nei prossimi giorni parleremo delle due collezioni singolarmente.

Addison Rae con orecchini e anello di Fawaz Gruosi alla sfilata Mônot. Credit:German Larkin
Addison Rae con orecchini e anello di Fawaz Gruosi alla sfilata Mônot. Credit:German Larkin

Ho sempre trovato ispirazione nelle qualità innate delle donne Il loro potere silenzioso e la loro capacità istintiva di connettersi.
Fawaz Gruosi

Fawaz Gruosi
Fawaz Gruosi

La modella Isabeli Fontana ha indossato un braccialetto della collezione Colorissima e gli orecchini Floris. Charlbi Dean ha indossa gli eleganti orecchini Fantasy. Per Jessica Aïdi Verratti gli orecchini della linea Colorissima, così come a Olivia Frances Culpo, mentre ad Addison Rae è toccato l’anello Enlanced.

Isabeli Fontana ha indossato un braccialetto della collezione Colorissima e gli orecchini Floris
Isabeli Fontana ha indossato un braccialetto della collezione Colorissima e gli orecchini Floris

In sintesi, la collezione Enlanced si ispira all’antico simbolo del nodo d’amore che risuona attraverso tante culture e comprende un set di otto anelli. La linea Fantasy unisce una dose di astrattismo con la tradizione delle catene oversize degli anni Sessanta, per una collezione di gioielli che sfugge a ogni categorizzazione, con anelli organici allungati di forma ovale di dimensioni e contorni dissimili, leggermente triangolari, in ceramica e oro. La collezione Colorissima trasmette sensazioni di libertà e festa (che Fawaz Gruosi conosce bene) e, naturalmente, punta sul colore, con gemme spettacolari.

Charlbi Dean ha indossa gli eleganti orecchini Fantasy
Charlbi Dean ha indossa gli eleganti orecchini Fantasy. Credit: German Larkin
Isabeli Fontana
Isabeli Fontana con orecchini e bracciale by Fawaz Gruosi. Credit: German Larkin
Tina Kunakey e Eli Mizrahi. Credit: German Larkin
Tina Kunakey e Eli Mizrahi. Credit: German Larkin
A destra, Charlbi Dean ha indossa gli eleganti orecchini Fantasy. Credit: German Larkin
A destra, Charlbi Dean ha indossa gli eleganti orecchini Fantasy. Credit: German Larkin
Olivia Frances Culpo con orecchini della linea Colorissima. Credit: German Larkin
Olivia Frances Culpo con orecchini della linea Colorissima. Credit: German Larkin
Sfilata di Mônot. Credit: German Larkin
Sfilata di Mônot. Credit: German Larkin
Jessica Aïdi Verratti. Credit: German Larkin
Jessica Aïdi Verratti.
Credit: German Larkin
Jessica Wang. Credit: German Larkin
Jessica Wang. Credit: German Larkin
Anello indossato da Jessica Wang. Credit: German Larkin
Anello indossato da Jessica Wang. Credit: German Larkin

Jessica Aïdi Verratti wears FAWAZ GRUOSI at MÔNOT PARIS FASHION SHOW DURING PFW credit German Larkin
Jessica Aïdi Verratti con orecchini della linea Colorissima. Credit: German Larkin







Alta gioielleria più alta fantasia: il ritorno di Fawaz Gruosi

/




Passano gli anni ma il talento di Fawaz Gruosi è fresco come una rosa. Il gioielliere è uno dei pochi capaci non solo di creare pezzi straordinari, ma anche di introdurre trend che sono poi accolti (copiati direbbero alcuni) dal resto del mondo. È stato così tanti anni fa per i diamanti neri, dotati da Fawaz Gruosi di un passaporto per entrare nel mondo dell’alta gioielleria. Archiviati gli anni con la sfortunata Maison de Grisogono, inciampata in problematiche societarie lontane dal mondo dei gioielli, Fawaz Gruosi è ripartito con un marchio che questa volta ha il suo stesso nome e una boutique in Berkeley Square, a Londra, mentre la realizzazione dei gioielli avviene a Ginevra. E ha fatto bene, visto che è ben conosciuto dal mondo degli appassionati di alta gioielleria.

Alta gioielleria by Fawaz Gruosi, collana e anello con smeraldi e diamanti
Alta gioielleria by Fawaz Gruosi, collana e anello con smeraldi e diamanti. Photo: Charles Elie

Durante la settimana dell’alta moda parigina, Gruosi ha presentato nuovi eccezionali gioielli. Lo stile è quello di sempre: forme sinuose, sorprendenti, innovative senza essere bizzarre. E, soprattutto, con tante grandi gemme esaltate dal design. Come l’anello con uno smeraldo colombiano taglio quadrato di oltre 15 carati, circondato da rubini e da altri smeraldi taglio navette. Oppure un paio di orecchini in oro rosa 18 carati e titanio, con due smeraldi colombiani taglio smeraldo, 408 smeraldi taglio brillante, 106 diamanti bianchi taglio brillante e ceramica color avorio: un gioiello che non ha confronti. Lo stile degli orecchini si riflette anche in una collana “lava setting” con l’andamento sinuoso di un serpente di diamanti intrecciato con un secondo serpente di smeraldi, sormontato da un quintetto di smeraldi: sono 44 smeraldi dello Zambia per un totale di 87,65 carati. Non mancano i pezzi composti unicamente da diamanti, come l’anello in oro bianco 18 carati con 62 diamanti bianchi taglio baguette e 673 taglio brillante.

Anello con uno smeraldo colombiano taglio quadrato di oltre 15 carati, circondato da rubini e da altri smeraldi taglio navette
Anello con uno smeraldo colombiano taglio quadrato di oltre 15 carati, circondato da rubini e da altri smeraldi taglio navette
Orecchini in oro rosa 18 carati e titanio, con due smeraldi colombiani taglio smeraldo, 408 smeraldi taglio brillante, 106 diamanti bianchi taglio brillante e ceramica color avorio
Orecchini in oro rosa 18 carati e titanio, con due smeraldi colombiani taglio smeraldo, 408 smeraldi taglio brillante, 106 diamanti bianchi taglio brillante e ceramica color avorio

Ma, come accennato all’inizio, il gioielliere ama anche sorprendere. Questa volta Grwuosi introduce nell’alta gioielleria l’ambra. Un materiale prezioso, e molto conosciuto, ma di solito non utilizzato in questo tipo di gioielli. Invece, ecco qui anello e bracciale con ambra baltica della migliore qualità cesellata in cabochon e gocce, con motivi in oro incastonati di diamanti. Sopra, uno zaffiro di Ceylon da 9,75 carati, diamanti taglio pera. C’è da scommettere che l’ambra sarà riscoperta anche da altre Maison.

Anello in ambra con zaffiro
Anello in ambra con zaffiro
Bracciale in ambra e diamanti
Bracciale in ambra e diamanti

Per gli amanti delle pietre preziose colorate, non c’è che l’imbarazzo della scelta. Un bracciale unisce due zaffiri blu per un totale di 121,62 carati, con 153,10 carati di zaffiri rosa contrastati con smeraldi taglio baguette. Oppure un anello con un’ellissi composta da zaffiri taglio baguette e smeraldi a spirale. Non solo: l’anello è sormontato con uno zaffiro di Ceylon da 27,33 carati. Se, invece, amate il colore rosso, ecco un bracciale con onde di rubini birmani taglio baguette e taglio brillante, che si può abbinare a un anello realizzato con le stesse pietre. Un altro anello, invece, è composto da un opale rosa cosparso di diamanti taglio marquise e trentuno smeraldi cabochon: l’effetto è sicuro.

Bracciale con due zaffiri blu per un totale di 121,62 carati, con 153,10 carati, zaffiri rosa, smeraldi taglio baguette. Photo: Charles Elie
Bracciale con due zaffiri blu per un totale di 121,62 carati, con 153,10 carati, zaffiri rosa, smeraldi taglio baguette. Photo: Charles Elie

Il gioiello più strabiliante della collezione è, però, una spettacolare collana composta do otto file di smeraldi e diamanti. Ha un sapore che ricorda l’India dei maharaja o, meglio, delle maharani (le regine). Il gioiello è composta da smeraldi per 115,55 carati con taglio cabochon intervallati da diamanti taglio brillante. Pura arte.

Collana composta da otto file di smeraldi per 115,55 carati con taglio cabochon intervallati da diamanti taglio brillante
Collana composta da otto file di smeraldi per 115,55 carati con taglio cabochon intervallati da diamanti taglio brillante
Anello con un’ellissi composta da zaffiri taglio baguette e smeraldi a spirale
Anello con un’ellissi composta da zaffiri taglio baguette e smeraldi a spirale
Anello con un opale rosa cosparso di diamanti taglio marquise e 31 smeraldi cabochon
Anello con un opale rosa cosparso di diamanti taglio marquise e 31 smeraldi cabochon
Anello in oro bianco 18 carati con 62 diamanti bianchi taglio baguette e 673 taglio brillante
Anello in oro bianco 18 carati con 62 diamanti bianchi taglio baguette e 673 taglio brillante
Bracciale composto da onde di rubini birmani taglio baguette e taglio brillante, che si può abbinare a un anello realizzato con le stesse pietre
Bracciale composto da onde di rubini birmani taglio baguette e taglio brillante, che si può abbinare a un anello realizzato con le stesse pietre
Collana “lava setting” con l’andamento sinuoso di un serpente di diamanti intrecciato con un secondo serpente di smeraldi, sormontato da un quintetto di smeraldi: sono 44 smeraldi dello Zambia per un totale di 87,65 carati
Collana “lava setting” con l’andamento sinuoso di un serpente di diamanti intrecciato con un secondo serpente di smeraldi, sormontato da un quintetto di smeraldi: sono 44 smeraldi dello Zambia per un totale di 87,65 carati

Bracciale con 1431 diamanti taglio brillante e 1284 tsavoriti taglio brillante
Bracciale con 1431 diamanti taglio brillante e 1284 tsavoriti taglio brillante







Il ritorno di Fawaz Gruosi

/




Lo ricordavamo come direttore creativo, e soprattutto fondatore, di una delle più smaglianti Maison di alta gioielleria: de Grisogono. A fine 2018, un po’ a sorpresa, Fawaz Gruosi se ne era andato dall’azienda ginervrina. Si è capito poi, il perché: i proprietari, i cittadini angolesi Sindika Dokolo e Isabel dos Santos, figlia dell’ex presidente angolano, che avevano pasticciato con i conti. Per usare un eufemismo. Chiuso quel capitolo, Fawaz Gruosi torna in pista con una Maison che ha il suo nome, questa volta a Londra, in Berkeley Square. Sono passati gli anni, ma non l’estro creativo del gioielliere. I pezzi di alta gioielleria proposti sono di una fantasia e di una qualità eccezionale. Impossibile non notare lo stile inconfondibile di Fawaz Gruosi, che nella sua precedente vita professionale ha saputo unire il super lusso con un uso spettacolare dei materiali. A partire dai diamanti neri, che per primo Fawaz Gruosi ha valorizzato nell’alta gioielleria.

Fawaz Gruosi
Fawaz Gruosi

La fama del gioielliere, però, è legata anche alla sua socialità, alle sue famose feste tra modelle, attrici e soubrette, alle collezioni presentate durante il Festival del cinema di Cannes. Ora replicherà la scalata al successo con il nuovo marchio? È presto per dirlo. Il gioielliere, in ogni caso, è abituato a rinascere. È nato a Firenze da madre italiana e per questo conosce anche la lingua italiana. Ha iniziato presto a lavorare: a 16 anni era nella gioielleria fiorentina Torrini, più per aiutare la sua famiglia dopo la morte prematura del padre libanese che per passione. Ma quell’esperienza gli ha insegnato i segreti del mestiere. Ha iniziato la sua ascesa in Arabia Saudita con Harry Winston, poi ha lavorato per Gianni Bulgari prima di fondare de Grisogono nel 1993. Ora inizia da capo.

Bracciale con ametista, giada e ambra
Bracciale con ametista, giada e ambra
Bracciale in oro e rubini
Bracciale in oro e rubini
Orecchini Eternel con perle di smeraldi e rubini
Orecchini Eternel con perle di smeraldi e rubini
Anello su modello di un riccio di mare, con una rubellite taglio smeraldo, incastonata su un opale rosa intagliato, diamanti
Anello su modello di un riccio di mare, con una rubellite taglio smeraldo, incastonata su un opale rosa intagliato, diamanti
Enlaced collection, orecchini in oro rosa
Enlaced collection, orecchini in oro rosa
Al centro, Fawaz Gruosi a Cannes nel 2017, in occasione di una delle sue celebri feste
Al centro, Fawaz Gruosi a Cannes nel 2017, in occasione di una delle sue celebri feste






Fawaz Gruosi dice addio a de Grisogono





L’addio di Fawaz Gruosi al vertice di de Grisogono, la Maison di Ginevra che ha fondato 25 anni fa ♦︎

Che i cambiamenti fossero nell’aria era chiaro. Prima l’annuncio del ridimensionamento degli addetti all’alta gioielleria, che rimane comunque un punto di forza della Maison. Poi, la decisione di disertare Baselworld. Infine, la recente nomina di Céline Assimon, diventata chief executive officer di de Grisogono, nella posizione prima occupata da John Leitao. Insomma, tante novità nel giro di pochi mesi. Ma la vera bomba pochi se l’aspettavano: l’addio del fondatore della Maison di Ginevra, Fawaz Gruosi.

L’annuncio è arrivato assieme alla precisazione che l’addio dell’effervescente gioielliere porta la data del 31 dicembre. Nel comunicato ufficiale si smorza, è ovvio, l’impatto della notizia, con l’aggiunta che la decisione sarebbe stata presa da tempo e che l’allontanamento era giù in atto. Ma la sorpresa resta.

Fawaz Gruosi
Fawaz Gruosi

Quale fondatore 25 anni fa di questo brand ispirazionale, siamo grati a Fawaz Grusoi, per la sua incredibile passione e creatività. Per tutto questo tempo de Grisogono ha attraversato un viaggio fantastico, passando da una Maison di alta gioielleria di nicchia al player di alta gioielleria che oggi è riconosciuto in tutto il mondo. In linea con la visione e il programma del nostro board, de Grisogono si appresta ora ad entrare in un nuovo capitolo della sua storia. Sotto la guida di Céline Assimon e del talentuoso team aziendale, il design e l’atelier continueranno a portare avanti design e artigianalità come è stato fino ad oggi, attraverso un processo collettivo, mantenendo la tradizione fatta di creatività audace per cui il brand è conosciuto.

Elmar Wiederin, Chairman di de Grisogono

Céline Assimon
Céline Assimon, ceo di de Grisogono

Di sicuro l’addio di Fawaz Gruosi non sarà indolore per il brand, conosciuto per la capacità di innovare (per esempio, ha anticipato tutti con l’utilizzo dei diamanti neri), ma anche per l’estro, la voglia di vivere e un’immagine legata alla Dolce Vita dei giorni nostri. Memorabili sono stati i party organizzati da Gruosi a Cannes o in Sardegna, in Costa Smeralda. Modelle, star dello spettacolo, artisti: tutti attratti dagli eventi in un mix vorticoso quanto il disegno di alcuni sorprendenti gioielli della Maison. Ma il sipario, prima o poi, cala per tutti.





Fawaz Gruosi con Nina Agdal
Fawaz Gruosi con Nina Agdal

Orecchini in oro bianco, diamanti e onice della collezione Allegra Toi & Moi di de Grisogono
Orecchini in oro bianco, diamanti e onice della collezione Allegra Toi & Moi di de Grisogono

Anello in oro rosa, diamanti e cacholong cabochon
Anello in oro rosa, diamanti e cacholong cabochon

Orecchini in oro rosa e diamanti
Orecchini in oro rosa e diamanti
Anello in oro bianco con grande peridoto, ametiste e smeraldi
Anello in oro bianco con grande peridoto, ametiste e smeraldi

Anello con opali rosa, smeraldi e zaffiri
Anello con opali rosa, smeraldi e zaffiri

Bracciale con smeraldi, tormaline e oro rodiato
Bracciale con smeraldi, tormaline e oro bianco rodiato

Nel booth di de Grisogono a Baselworld
Nel booth di de Grisogono a Baselworld

Particolare di The art of de Grisogono
Particolare di The art of de Grisogono







Le mille sfumature di de Grisogono

/





Le mille sfumature dell’alta gioielleria di Melody of Colours by de Grisogono ♦︎

Nel 2017 la melodia suonata da Fawaz Gruosi era soprattutto di colore bianco o, meglio, della trasparenza cristallina dei diamanti. Nel 2018 il dolce suono dell’alta gioielleria è, invece, una sinfonia di colori. Quelli delle grandi pietre preziose e di colore. Melody of Colours comprende, però, non solo creazioni ricche di gemme, ma anche con l’esuberante fantasia tipica della Maison, che qualche volta predilige qualche spiazzante accostamento o forme irriverenti.

Orecchini con tuchesi a goccia e smeraldi
Orecchini con tuchesi a goccia e smeraldi

Lo stile di Melody of Colours prevede l’utilizzo di oro finemente traforato e inciso con le iconiche volute de Grisogono.

L’utilizzo dell’oro rodiato nero è un’altra delle caratteristiche, che riesce a valorizzare la lucentezza alle pietre, mentre il traforo del metallo alleggerisce il peso del gioiello. Altra innovazione di de Grisogono è l’innovativa tecnica di incastonatura, per esempio per rendere al meglio i tagli briolette, per unire tra loro le gemme con un filo invisibile, nascondendo il materiale sottostante.

I gioielli di Melody of Colours includono un mix originale di dimensioni, tagli, colori e tipi di pietre, sorprendenti carature.

Dalla brillantezza dei pavé al movimento sinuoso dei tagli briolette, dai cabochon alle pietre centrali, Melody of Colours propone combinazioni audaci e originali, che includono esuberanti anelli cocktail, sontuose collane, orecchini e incantevoli bracciali.





Bracciale con opali rosa e diamanti
Bracciale con opali rosa e diamanti

Bracciale con smeraldi, tormaline e oro rodiato
Bracciale con smeraldi, tormaline e oro bianco rodiato
Anello con opali rosa, smeraldi e zaffiri
Anello con opali rosa, smeraldi e zaffiri
Anello in oro bianco con grande peridoto, ametiste e smeraldi
Anello in oro bianco con grande peridoto, ametiste e smeraldi
Orecchini con corallo a goccia, ametiste e smeraldi pavé
Orecchini con corallo a goccia, ametiste e smeraldi pavé

Orecchini in oro con ametiste, zaffiri e diamanti
Orecchini in oro con ametiste, zaffiri e diamanti







Festa Vip con i gioielli di de Grisogono





Un grande party in occasione del Festival di Cannes per festeggiare i primi 25 anni della Maison de Grisogono. Ecco chi c’era ♦︎

Alta gioielleria e celebrity, un matrimonio che non conosce il divorzio. Così è, tutti gli anni al Festival di Cannes e quest’anno non ha fatto eccezione. Ecco allora una carrellata di modelle e attrici ingioiellate dalla Maison ginevrina de Grisogono, che ha celebrato con una grande festa i 25 anni di attività.

Un quarto di secolo, in effetti, è una data importante. Ed ecco che a Villa des Oliviers, ad Antibes, il padrone di casa Fawaz Gruosi ha accolto 300 invitati in occasione di una cena-spettacolo. Tra le celebrities presenti, Alessandra Ambrosio, Nicole Scherzinger, Winnie Harlow, Maria Borges, Cindy Bruna, Michelle Rodriguez, Natasha Poly, Toni Garrn, Chris Tucker, Mette Towley. «Vengo da una famiglia che celebra la vita ogni giorno, nei momenti intensi, tristi o felici, è un modo per scongiurare la sorte e accogliere il destino con positività. Circondarci di persone importanti, che contano e che ripongono fiducia in noi da anni è un altro modo per festeggiare il percorso che abbiamo fatto in questi 25 anni e di scrivere il seguito della nostra storia sotto i migliori auspici», la chiosa del gioielliere svizzero. Margherita Donato




Alessandra Ambrosio con Fawaz Gruosi
Alessandra Ambrosio con Fawaz Gruosi
Caroline Vreeland
Caroline Vreeland
Victoria Silvstedt
Victoria Silvstedt
Toni Garrn
Toni Garrn
Michelle Rodriguez
Michelle Rodriguez
Paris Hilton
Paris Hilton
Nicole Scherzinger
Nicole Scherzinger
Natasha Poly
Natasha Poly
Modella con gioielli della collezione Allegra
Modella con gioielli della collezione Allegra
La modella Maria Borges al party de Grisogono
La modella Maria Borges al party de Grisogono
Mette Towley e Winnie Harlow
Mette Towley e Winnie Harlow
Kimberley Garner
Kimberley Garner
Fawaz Gruosi
Fawaz Gruosi
Alessandra Ambrosio
Alessandra Ambrosio
Cindy Bruna con collier de Grisogono
Cindy Bruna con collier de Grisogono
Cindy Bruna collana modella
Cindy Bruna
bertram
Rose Bertram






L’Angola saluta de Grisogono

/

Le decisioni del governo dell’Angola si incrociano con il destino della Maison de Grisogono ♦︎

I gioielli sono preziosi. Sono un investimento oltre che un oggetto da indossare. Così non stupisce se, ogni tanto, l’aspetto economico sovrasta quello estetico: insomma, qualche volta il vile denaro brilla più di un diamante.

È il caso, per esempio, della vicenda raccontata dall’agenzia Bloomberg e che riguarda la Maison di Ginevra de Grisogono. Si apprende, infatti, che il socio di minoranza dell’azienda fondata da Fawaz Gruosi è il governo dell’Angola, e in particolare Sodiam, una controllata di Endiama, compagnia mineraria nazionale del Paese africano. Sodiam, quindi, ha annunciato che cederà la propria partecipazione azionaria che possiede in de Grisogono. La decisione non ha nulla a che vedere con l’attività di de Grisogono, ma è dettata da «motivi di interesse pubblico e legalità». Secondo quanto scrive il sito americano specializzato National Jeweler, de Grisogono è controllata da Sindika Dokolo, marito di Isabel Dos Santos, che è la figlia dell’ex presidente angolano Jose Eduardo dos Santos oltre che essere la donna più ricca d’Africa, secondo la rivista Forbes.

Fawaz Gruosi, al centro, all festa di de Grisogono al Festival di Cannes 2017
Fawaz Gruosi, al centro, alla festa di de Grisogono al Festival di Cannes 2017

Cambio di regime

Il neoeletto presidente angolano Joao Lourenco, insomma, vorrebbe allontanare l’Angola dagli interessi commerciali della famiglia del suo predecessore. Infatti, ha già rimosso Isabel Dos Santo dal vertice della Sonangol, che è la potente compagnia petrolifera di Stato dell’Angola. La vicenda è stata commentata a National Jeweler dal direttore marketing di de Grisogono, Gianluca Maina, che ha inviato una precisazione via e-mail: «Dopo un recente cambio di leadership, Sodiam, azionista di minoranza, ha annunciato l’intenzione di uscire come investitore in De Grisogono. Questa decisione non avrà alcun impatto sui nostri azionisti di maggioranza che hanno riconfermato il loro costante impegno per il nostro marchio e il suo futuro e continuiamo ad avere un forte sostegno finanziario».

Sindika Dokolo
Sindika Dokolo

Nemico pubblico

Ma la serenità di Fawaz Gruosi rischia di essere turbata anche da un altro ostacolo: la campagna negativa che conduce da qualche mese il cacciatore di gemme Yianni Melas. In sostanza, l’esploratore sostiene che de Grisogono non aiuta a sufficienza le popolazioni africane e per questo motivo ha messo in atto una serie di azioni di protesta contro la Maison di Ginevra. Anche in occasione della vendita a un’asta di Christie’s di The Art of de Grisogono, una eccezionale collana con un diamante di colore D da 163,41 carati, estratto proprio in Angola. A placare Melas non è bastato neppure l’annuncio che l’1% dalla vendita sarebbe stato devoluto alla Fundação Brilhante, un’organizzazione che promuove il cambiamento sociale nelle aree circostanti le miniere in Angola. Cosimo Muzzano

Isabel dos Santos
Isabel dos Santos
La collana The Art of de Grisogono
La collana The Art of de Grisogono
Anello di de Grisogono con diamante centrale, 412 rubini e 94 diamanti bianchi
Anello di de Grisogono con diamante centrale, 412 rubini e 94 diamanti bianchi
Orecchini di alta gioielleria de Grisogono
Orecchini di alta gioielleria de Grisogono
Bracciale con zaffiri e smeraldi, de Grisogono alta gioielleria
Bracciale con zaffiri e smeraldi, de Grisogono alta gioielleria
Anello di de Grisogono, di diamanti e smeraldi
Anello di de Grisogono, di diamanti e smeraldi

Gioielli su carta per de Grisogono



In un libro la storia (vista attraverso 160 illustrazioni) della Maison de Grisogono e del suo fondatore, Fawaz Gruosi ♦︎

«Nessun grand’uomo vive invano: la storia del mondo non è che la biografia dei grandi uomini», diceva Thomas Carlyle, storico, saggista e filosofo scozzese vissuto nel periodo Vittoriano. Questo principio vale anche per il mondo della gioielleria. E così ecco Daring Creativity, libro scritto dalla specialista Vivienne Becker e dedicato al creatore di de Grisogono, Fawaz Gruosi. Una storia, ampiamente illustrata, che affascinerà i fans della Maison di Ginevra, attratti dalla fantasia qualche volta graffiante del suo fondatore.

«Quando si tratta di pietre eccezionali, il segreto è individuare quella che trasmetterà emozioni, quella fatta per voi, come se fosse un’estensione del vostro essere. Quando creo, so già quale donna indosserà il gioiello e come la pietra diventerà il suo talismano», racconta Gruosi a Vivienne Becker. Gruosi, uno dei rari spiriti visionari in un mondo spesso troppo ligio alla tradizione, ha creato il suo brand nel 1993, con la prima boutique in Rue du Rhone a Ginevra. Ha subito trovato il suo spazio e, soprattutto, un’anima: ha lasciato perdere il minimalismo caratteristico dell’ultimo decennio del XX secolo, e ha optato su creazioni opulente, sensuali, complesse.

La prima creazione de Grisogono, un paio di orecchini di perle e diamanti realizzata su misura per la begum Salima Aga Khan era già una perfetta immagine del gusto, del fasto e dell’originalità che sarebbero diventati il marchio di fabbrica del gioielliere. Personaggi come Sofia Loren, la duchessa Camila di Cornovaglia, Sharon Stone hanno indossato i modelli sfavillanti della Maison. Da allora Gruosi continua ad esplorare i diamanti bianchi e neri così come le pietre dai colori unici, inventando forme al tempo stesso classiche e innovative.

Le immagini del volume mostrano l’ampia gamma di idee, soluzioni tecniche, innovazioni della Maison. Con un background italiano, il Gruosi riesce a fondere le influenze fiorentine e bizantine, combinazioni di pietre preziose e artigianalità.

Daring Creativity
Assouline
Testo di Vivienne Becker
28 x 35 cm, 256 pagine, 160 illustrazioni
Isbn: 9781614285847
Prezzo: 195 euro





Il libro Daring Creativity
Il libro Daring Creativity

Bracciale in onice e diamanti. Foto di Laziz Hamani
Bracciale in onice e diamanti. Foto di Laziz Hamani
Orecchini con diamanti bianchi e neri. Foto di Laziz Hamani
Orecchini con diamanti bianchi e neri. Foto di Laziz Hamani
Orecchini con diamanti bianchi e smeraldi. Foto di Laziz Hamani
Orecchini con diamanti bianchi e smeraldi. Foto di Laziz Hamani
Collier con diamanti bianchi e rubini. Foto di Laziz Hamani
Collier con diamanti bianchi e rubini. Foto di Laziz Hamani
Alta gioielleria de Grisogono, anello. Foto di Laziz Hamani
Alta gioielleria de Grisogono, anello. Foto di Laziz Hamani
Alta gioielleria de Grisogono, anello in oro rosa, diamanti, rubino. Foto di Laziz Hamani
Alta gioielleria de Grisogono, anello in oro rosa, diamanti, rubino. Foto di Laziz Hamani
Alta gioielleria de Grisogono, anello con diamanti e zaffiro. Foto di Laziz Hamani
Alta gioielleria de Grisogono, anello con diamanti e zaffiro. Foto di Laziz Hamani
Illustrazioni di Daring Creativity
Illustrazioni di Daring Creativity
Orologio Occhio
Orologio Occhio
Fawaz Gruosi
Fawaz Gruosi

Skull, una delle creazioni più controcorrente di de Grisogono
Skull, una delle creazioni più controcorrente di de Grisogono







Da Christie’s il capolavoro di de Grisogono



Una eccezionale collana con uno dei più grandi diamanti al mondo: Christie’s vende il capolavoro di de Grisogono ♦︎

Un palcoscenico internazionale per un gioiello eccezionale. L’appuntamento da Christie’s il 14 novembre, a Ginevra, è particolarmente interessante per gli appassionati di alta gioielleria. E anche per chi, beato lui (o lei) potrà assicurarsi un pezzo che farà storia: The Art of de Grisogono, Creation I, nome conferito a una collana unica, che monta un diamante da 163,41 carati, D flawless e di tipo IIA.

Pietra da record

Le pietre straordinarie impiegate e la composizione del gioiello sono da record. Non stupisce che sia stato il fondatore e direttore creativo di de Grisogono, Fawaz Gruosi, a guidare tutta la lavorazione, dal taglio del diamante grezzo originale, un «mostro» da 404,20 carati, al completamento della collana. Il perfetto diamante bianco utilizzato non è solo il più grande della sua categoria mai presentato all’asta e la pietra più preziosa che la Maison abbia mai lavorato, ma è anche rappresentativo della rivoluzione di de Grisogono, ormai vicina al compleanno numero 25.

 Creation I, alta gioielleria de Grisogono
Creation I, alta gioielleria de Grisogono

La storia parte da Lulo

Il grande diamante ha una data di nascita: è stato estratto ii 4 febbraio 2016, nella miniera di Lulo, nell’Angola orientale. È stato chiamato 4 de Fevereiro, che è anche il giorno in cui l’Angola ha iniziato la lunga strada verso l’indipendenza dal Portogallo. Il diamante è il 27° nella classifica dei più grandi mai estratti, ed il primo per grandezza mai trovato in Angola. Ad acquistarlo è stata de Grisogono, grazie alla collaborazione con la società per il commercio di diamanti Nemesis International. L’Istituto Gemmologico Americano di New York ha dichiarato la pietra grezza un diamante di tipo IIA e colore D, cioè al top. Dal diamante grezzo è stata ricavata la pietra tagliata di 163,41 carati, di colore D, con la caratteristica della purezza Flawless. Anche questo un record.

La fase di lavorazione

Il diamante è rimasto 11 mesi per essere analizzato e mappato, per eseguire il clivaggio, il taglio laser e infine la lucidatura. La forma quasi rettangolare del diamante ha portato i tagliatori a optare per un taglio smeraldo, eseguito il 29 giugno 2016 usando gli strumenti della tradizione gioielliera. Il primo taglio è stato effettuato a mano a New York in presenza di Fawaz Gruosi e della sua équipe, probabilmente con qualche ansia.

Nel dicembre 2016, il diamante da 163,41 carati ha lasciato New York per raggiungere la sede principale di de Grisogono, a Ginevra. Sul tavolo ci sono 50 proposte di design. Dopo due mesi a vincere è il progetto di una collana asimmetrica con il diamante da 163,41 carati al centro, enfatizzato da diamanti taglio rettangolare e da smeraldi. «Ho scelto lo smeraldo perché adoro il colore verde e mi piace unirlo ad altre pietre. Il verde dona un contrasto affascinante e valorizza entrambi i colori. E poi, da buon italiano, sono superstizioso. Il verde è un colore portafortuna: lo vedrete spesso nelle mie collezioni», ha commentato Fawaz Gruosi.




La trasformazione in gioiello

Pe realizzare la collana ci sono voluti sei mesi, con una équipe di 14 maestri artigiani, tra cui otto gioiellieri, cinque incastonatori e un incisore. In tutto, 1700 ore negli atelier di Alta Gioielleria de Grisogono per lavorare manualmente ciascuna pietra della collana.

Ed ecco la collana: un girocollo a goccia dalle curve morbide è caratterizzato da due forme cariche di gemme che sfiorano il collo. Da un lato, i 18 diamanti taglio smeraldo in scala (che variano dagli 0,48 ai 8,10 carati per un totale di 48,64 carati) si fondono agli smeraldi verde brillante sull’altro lato della collana. Ciascuna delle basi dei diamanti è collegata alla successiva sulla parte inferiore, in modo impercettibile, conferendo una grande flessibilità alla catena. Le basi in oro di ogni diamante sono decorate con 862 diamanti taglio brillante, per un peso totale di 6,52 carati, ulteriormente valorizzati da piccoli smeraldi incastonati sulla superficie di ciascuna parte in oro. Sulla collana sono stati incastonati complessivamente 5949 smeraldi taglio brillante dal peso di 38,84 carati.

Sull’altro lato della collana si trova una spirale in oro bianco incastonata di smeraldi e diamanti taglio smeraldo si assottiglia fino a raggiungere il fascino glaciale del diamante da 163,41 carati. Inoltre, 66 gocce di smeraldo taglio pera (dal peso di 120,42 carati) accarezzano la pelle e prendono vita vibrando leggere ad ogni movimento. Per valorizzare il contrasto tra il bianco del diamante e il verde intenso degli smeraldi, ogni componente in oro che fosse visibile è stata placcata in rodio nero, creando un effetto di chiaroscuro.

La base che contiene il diamante da 163,41 carati è ornata da 399 diamanti taglio brillante, mentre le griffe scompaiono sotto quattro diamanti taglio baguette, per un luminoso effetto di brillantezza. Sul retro della base è inciso: 163.4 D Flawless. Come se non bastasse, anche il fermaglio è celato sotto uno smeraldo da 0,54 carati e il retro della collana presenta finiture raffinate con il motivo a volute caratteristico della Maison.

Il futuro di Creation I

Il diamante può essere staccato grazie a un complesso meccanismo sviluppato appositamente per permettere una facile rimozione della pietra e garantire il massimo della sicurezza. Quando la collana avrà un legittimo proprietario, la Maison de Grisogono si proporrà di lavorare in stretto contatto per creare altri design, per esempio per un bracciale, un diadema o una spilla, che possano accogliere questo diamante unico.

The Art of de Grisogono e Christie’s

Con un diamante di questo rilievo, è d’obbligo una vendita che ne sia all’altezza. Avendo trattato i diamanti di più grande valore al mondo, de Grisogono e Christie’s hanno concluso un accordo per la vendita delle collezioni The Art of de Grisogono. Creation I sarà la creazione protagonista della stagione d’asta nella vendita serale del 14 novembre.

«Durante i suoi 251 anni di attività, Christie’s ha avuto il privilegio di curare la vendita dei diamanti più preziosi e importanti al mondo. Questo diamante perfetto e sensazionale da 163,41 carati, sospeso su un’elegante collana di smeraldi e diamanti, rende de Grisogono una Maison di rara eccellenza», ha commentato Rahul Kadakia, direttore internazionale di Christie’s gioielleria. Federico Graglia





4 de Fevereiro, diamante da 404,20 carati
4 de Fevereiro, diamante da 404,20 carati

La misurazione del diamante grezzo
La misurazione del diamante grezzo
Il diamante taglio smeraldo, da 163,41 carati, D flawless e di tipo IIA
Il diamante taglio smeraldo, da 163,41 carati, D flawless e di tipo IIA
La preparazione della collana Creation I
La preparazione della collana Creation I
La lavorazione della collana di de Grisogono
La lavorazione della collana di de Grisogono
La collana terminata
La collana terminata
Particolare degli elementi in smeraldo della collana
Particolare degli elementi in smeraldo della collana

Sketch della collana
Sketch della collana







Alta gioielleria al mare con de Grisogono



A Porto Cervo (Sardegna) de Grisogono ha presentato tre pezzi di alta gioielleria ♦︎

I festeggiamenti per i 65 anni di Fawaz Gruosi, fondatore di de Grisogono, hanno avuto ampio risalto. Mondanità, musica e celebrity come Gloria Gaynor. Ma è stata anche l’occasione  per presentare nuovi gioielli. Si tratta di pezzi unici di alta gioielleria, nello stile della Maison di Ginevra. A partire da un bracciale sontuoso, composto da 272 smeraldi e 764 zaffiri, su oro bianco rodiato nero di circa 113,55 carati. Altro pezzo eccezionale è un anello di smeraldi e diamanti che circondano una pietra centrale, un diamante taglio smeraldo di 8,40 carati, sorretto da quattro griffe decorate con la tecnica serti neige. Il corpo dell’anello è avvolto da 22 smeraldi taglio navette (circa 8,27 carati), che si aggiungono ai 17 diamanti banchi taglio navette (circa 5,49 carati), 120 piccoli diamanti bianchi e 219 smeraldi. Il terzo pezzo presentato a Porto Cervo da de Grisogono sono orecchini incrostati di diamanti taglio brillante e baguette, bordati da un tratto di smeraldi. Il gioco geometrico è costituito da una intreccio di curve. Gli orecchini sono in oro bianco 18 carati e titanio. Hanno 91 diamanti taglio baguette (circa 11,47 carati), 749 diamanti bianchi (circa 28,26 carati), 2.062 piccoli smeraldi (circa 2,10 carati). Sono stati festeggiati anche loro. Giulia Netrese





Anello di de Grisogono, di diamanti e smeraldi
Anello di de Grisogono, di diamanti e smeraldi

Bracciale con zaffiri e smeraldi, de Grisogono alta gioielleria
Bracciale con zaffiri e smeraldi, de Grisogono alta gioielleria

Orecchini di alta gioielleria de Grisogono
Orecchini di alta gioielleria de Grisogono







La Melodia preziosa di de Grisogono

L’alta gioielleria di de Grisogono in due eccezionali collezioni a base di diamanti ♦︎

Chissà se i diamanti suonano o cantano. Chissà se la musica si può anche vedere, oltre che ascoltare? Di sicuro il dono di un gioiello con diamanti suona come musica celestiale per chi lo riceve. Ne deve essere convinto anche Fawaz Gruosi, fondatore e direttore creativo di de Grisogno, raffinata Maison di Ginevra: «È la storia, la potenza e la forza vibrante della Terra, è emozione, autenticità e splendore. È affascinante, incantevole e leggendaria. È la pietra più preziosa e più rara. È una bellezza minerale senza tempo. È un diamante». Una elegia che si traduce in due collezioni: una si chiama Melody of Diamonds, lanciata nel 2012 e ora riproposta, mentre l’altra prende il nome di The World of Diamonds.

Si sa, tra l’altro, che Gruosi ama collezionare pietre eccezionali: a settembre 2016 ha acquistato un grande diamante grezzo, battezzato con il nome di The Constellation, con un diametro di oltre 6 centimetri e un peso di 813 carati. Un anno prima era volato a Dubai per acquistarne un altro da 404 carati. E anni fa aveva messo in cassaforte un diamante nero di 312 carati e un rubino di 45 carati. Non stupisce, quindi, che ora i diamanti siano al centro delle collezioni.

Anello della collezione Melody of Diamonds di de Grisogono. Un brillante, due diamanti a pera, 268 diamanti su oro bianco
Anello della collezione Melody of Diamonds di de Grisogono. Un brillante, due diamanti a pera, 268 diamanti su oro bianco




Alta gioielleria

Per de Grisogono, come è nella sua tradizione, non bastano grandi pietre. Ci vogliono anche grandi gioielli. A volte con disegni audaci, a volte con combinazioni sorprendenti, in altri casi con classica noncuranza delle convenzioni. Oppure abbinamenti di pietre speciali con altre: diamanti e smeraldi, diamanti e zaffiri, diamanti bianchi e diamanti neri.

Melody of Diamonds Collection

Forma dei diamanti, combinazioni, volumi: la ricetta di un gioiello eccezionale sta qui. E nella collezione ora tornata sulla scena del gioielliere ginevrino gli acuti non mancano. Per esempio, un anello toi & moi che monta due diamanti di taglio ovale o smeraldo, una pietra centrale tagliata a forma di cuore, profili di zaffiri, di smeraldi o rubini, il corpo degli anelli è completamente incastonato di pietre dove l’alternanza dei tagli conferisce un ritmo melodioso alle creazioni, senza dimenticare la finitura rodiata nera per sottolineare con profondità la firma chiaroscuro della Maison. Pronti per la musica da vedere? Alessia Mongrando





Anello moi et toi: un diamante taglio a pera, un diamante assher, più 216 diamanti
Anello moi et toi: un diamante taglio a pera, un diamante assher, più 216 diamanti

Anello moi et toi: due diamanti taglio smeraldo più altri 283 diamanti
Anello moi et toi: due diamanti taglio smeraldo più altri 283 diamanti
Anello moi et toi della collezione Melody of Diamonds
Anello moi et toi della collezione Melody of Diamonds
Collana con pavé di diamanti e zaffiri, diamante taglio a goccia
Collana con pavé di diamanti e zaffiri, diamante taglio a goccia
Orecchini con due diamanti taglio smeraldo, più 743 diamanti
Orecchini con due diamanti taglio smeraldo, più 743 diamanti
Alta gioielleria de Grisogono. Collana con pavé di diamanti bianchi e neri, più grande diamante taglio brillante
Alta gioielleria de Grisogono. Collana con pavé di diamanti bianchi e neri, più grande diamante taglio brillante
Anello in oro bianco con diamante rosa taglio smeraldo, con due smeraldi a lato
Anello in oro bianco con diamante rosa taglio smeraldo, con due smeraldi a lato
Anello formato da diamanti taglio marquise e smeraldi, più un diamante taglio a cuore
Anello formato da diamanti taglio marquise e smeraldi, più un diamante taglio a cuore
Orecchini di alta gioielleria de Grisogono, con otto smeraldi e due diamanti taglio smeraldo
Orecchini di alta gioielleria de Grisogono, con otto smeraldi e due diamanti taglio smeraldo
Orecchini con pavé di diamanti e zaffiri, due diamanti taglio brillante, quattro diamanti taglio a pera
Orecchini con pavé di diamanti e zaffiri, due diamanti taglio brillante, quattro diamanti taglio a pera

Melody of Diamonds, 26 diamanti taglio a pera, più 1.436 diamanti
Melody of Diamonds, 26 diamanti taglio a pera, più 1.436 diamanti







Sulla Croisette con de Grisogono

Il bracciale di de Grisogono per celebrare il settantesimo Festival di Cannes ♦

Il Festival di Cannes non è solo un palcoscenico per il mondo del cinema, ma anche per quello dei gioielli. Il brand ginevrino de Grisogono da 15 anni è uno degli animatori della grande kermesse, in particolare con feste che sono passate alla storia. Ma, al di là degli aspetti legati alla mondanità, per la settantesima edizione del Festival, il patron della Maison, Fawaz Gruosi, ha preparato qualche sorpresa, come la creazione di un bracciale di alta gioielleria, pronto a sfilare sul red carpet della Croisette. Il gioiello, in oro rosa, è punteggiato di rubini con incastonatura sauvage su oro annerito, con un intreccio di diamanti, a cui si aggiungono 77 carati di smeraldi cabochon. Lo stile è quello inconfondibile della Casa svizzera, che gioca sui contrasti forti, in questo caso conferiti dalla rodiatura di colore nero, con un mix di forme e di tagli di pietre. Giulia Netrese

Il brracciale di de Grisogono: oro rosa 18 carati, 5 smeraldi taglio cabochon (77,39 carati), 3217 rubini taglio brillante (80,22 carati), 2427 diamanti bianchi taglio brillante (24,97 carati), uno smaraldo taglio cabochon (0.10 carati)
Il brracciale di de Grisogono: oro rosa 18 carati, 5 smeraldi taglio cabochon (77,39 carati), 3217 rubini taglio brillante (80,22 carati), 2427 diamanti bianchi taglio brillante (24,97 carati), uno smaraldo taglio cabochon (0.10 carati)
L'incastonatura di uno smeraldo
L’incastonatura di uno smeraldo
La lavorazione del bracciale
La lavorazione del bracciale
L'assemblaggio degli elementi del bracciale
L’assemblaggio degli elementi del bracciale
Lavorazione del bracciale
Lavorazione del bracciale
Fawaz Gruosi con Nina Agdal
Fawaz Gruosi con Nina Agdal


De Grisogono, eterne Folies

La collezione di alta gioielleria Folies, firmata de Grisogono: ecco nuove immagini.

Pietre preziose e diamanti: sono gli ingredienti base per una collezione di alta gioielleria, come Folies di de Grisogono (lo avevamo anticipato qui). Ecco nuove immagini dei gioielli firmati da Fawaz Gruosi, patron della Maison di Ginevra. Come è registrato nella storia della gioielleria, l’anima e guida di de Grisogono nel 1996 ha conquistato la ribalta anche per la scelta di utilizzare il diamante nero o, per essere più precisi, il carbonado, diventato uno dei segni distintivi del brand. Elemento che ritorna in questa collezione, associato ai «cugini», i diamanti bianchi o,meglio, incolori. Sui gioielli se ne trovano di grandi, con taglio originale, con incastonature innovative che garantiscono una lucentezza e una brillantezza uniche, fino alla punta delle griffe che avvolgono la pietra centrale. Persino l’interno dei gioielli è inciso con volute traforate e incastonate. Accanto al bianco e nero non mancano, inoltre, gioielli con pietre dai colori forti, come rubini, smeraldi, zaffiri blu. Lavinia Andorno

Collezione Folies, anello con diamanti bianchi   e smeraldi
Collezione Folies, anello con diamanti bianchi e smeraldi
Collezione Folies, anello con diamanti bianchi   e neri
Collezione Folies, anello con diamanti bianchi e neri
Collezione Folies, orecchini con diamanti
Collezione Folies, orecchini con diamanti
Collezione Folies, collier con diamanti bianchi e neri
Collezione Folies, collier con diamanti bianchi e neri
Collezione Folies, anello con diamanti bianchi
Collezione Folies, anello con diamanti bianchi
Collezione Folies, anello con diamanti bianchi  e zaffiri
Collezione Folies, anello con diamanti bianchi e zaffiri
Collezione Folies, anello con diamanti bianchi  e rubini
Collezione Folies, anello con diamanti bianchi e rubini
Collezione Folies, anello con diamanti bianchi
Collezione Folies, anello con diamanti bianchi
Collezione Folies, anello con diamanti bianchi   e smeraldi
Collezione Folies, anello con diamanti bianchi e smeraldi

Folies con de Grisogono

La nuova collezione Folies firmata da de Grisogono.

È stato un compleanno particolarmente prezioso quello di Fawaz Gruosi, anima e mente di de Grisogono. La festa organizzata in Sardegna dal gioielliere di Ginevra, con il consueto contorno di celebrity, ha visto anche il debutto della collezione Folies. Come nella tradizione di de Grisogono, si tratta di gioielli di che uniscono il concetto di lusso con quello di raffinata scelta di materiali e design. Un contesto giusto, quello della festa (di cui pubblichiamo qualche immagine), perché i gioielli sembrano concepiti proprio per gli amici di di Gruosi. Ma l’atmosfera allegra non deve far dimenticare il lavoro di selezione dei materiali utilizzati. Come nel caso della collana one-of-a-kind girocollo con diamanti. È stata realizzata con diamanti bianchi per oltre 90 carati, con sei pietre a forma di pera. Ma all’interno presenta una fila di zaffiri blu, quasi invisibili, oltre a una serie di decorazioni traforate, con motivi caratteristici della Maison. Altro pezzo eccezionale è l’anello con un grosso rubino birmano naturale (non riscaldato) di 8 carati, con un taglio ovale. La pietra è circondato da quattro griffe realizzata a loro volta con rubini e diamanti, mentre il gambo dell’anello è composto da una chioma di diamanti e da una fila di rubini che si muovono come un’onda. Il tutto montato su oro rosa. Notevoli anche gli orecchini composti da due smeraldi rettangolari appesi a una piccola cascata di smeraldi e zaffiri. Devono essere piaciuti agli ospiti di Fawaz. Lavinia Andorno

Anello con rubino ovale e diamanti su oro rosa
Anello con rubino ovale e diamanti su oro rosa
Collana con diamanti per 90 carati
Collana con diamanti per 90 carati
Orecchini di smeraldi e zaffiri
Orecchini di smeraldi e zaffiri
Claudia Galanti con orecchini di smeraldi
Claudia Galanti con orecchini di smeraldi
Eva Cavalli (con cappellino) e Fiona Swarovski
Eva Cavalli (con cappellino) e Fiona Swarovski
Fawaz Gruosi assieme a Nina Agdal
Fawaz Gruosi assieme a Nina Agdal, con collana di smeraldi
Fawaz Gruosi assieme alle figlie Violetta e Allegra
Fawaz Gruosi assieme alle figlie Violetta e Allegra

A de Grisogono il super diamante

Vi ricordate del diamante da record da 404 carati? Lo ha comprato Fawaz Gruosi, il fondatore di de Grisogono. Il gioielliere con base a Ginevra (ma è nato in Libano da padre libanese e madre italiana) ha tenuto una conferenza stampa a Dubai per annunciare la notizia con presidente esecutivo del Dubai Multi Commodities Centre e di Kimberley, Ahmed Bin Sulayem. Il diamante grezzo acquisito, tramite la società di trading Nemesi, è uno dei 30 più grandi diamanti di alta qualità mai trovati. La pietra è rara non solo per le sue dimensioni, ma per la sua mancanza di colore e la chiarezza impeccabile. Sarà interessante scoprire per quali gioielli sarà tagliata una pietra così notevole.

Contrariamente al processo tradizionale, dove i gioiellieri sono limitati alle pietre levigate che già esistono sul mercato, ora de Grisogono avrà la possibilità di indicare lui stesso il processo di taglio, massimizzando la bellezza dei gioielli finali. «Questo diamante segna una delle tappe più importanti della mia carriera sia come un gioielliere che come designer. Le parole non possono esprimere quanto io e il mio team siamo grati a Dmcc e Nemesis per una collaborazione così unica», ha commentato Gruosi. Federico Graglia

Ahmad Bin Sulayem e Fawaz Gruosi con il diamante
Ahmad Bin Sulayem e Fawaz Gruosi con il diamante
Anello Gypsy di de Grisogono, oro bianco e diamanti
Anello Gypsy di de Grisogono, oro bianco e diamanti
Anello con smeraldo e zaffiri
Anello con smeraldo e zaffiri
Bracciale Tubetto, in oro rosa e diamanti
Bracciale Tubetto, in oro rosa e diamanti
Collana Tubetto, oro rosa, opale rosa, zaffiri rosa
Collana Tubetto, oro rosa, opale rosa, zaffiri rosa
Orecchini Tubetto, in oro bianco, diamanti e turchesi
Orecchini Tubetto, in oro bianco, diamanti e turchesi

Le nuove Boule di De Grisogono

Nuove Boule per De Grisogono. La collezione è stata presentata via web in occasione della fiera di Basilea. Le novità della collezione icona, che gioca sui volumi e sulle pietre preziose, sono l’ingegnerizzazione della montatura, le dimensioni e nuovi materiali. Ci vuole capacità diprogettazione e una grande tecnica per realizzare una montatura come un nido d’ape con finiture haute couture, spiega l’azienda. Ma non solo: le grandi dimensioni dell’anello permettono di incastonare pietre di diverse carature che nel caso dei diamanti danno all’oggetto un notevole impatto visivo. Insomma, luccicano parecchio e seguono il movimento della mano. Vortice, invece, è una collezione inedita che riassume lo stile De Grisogono sia nel nome che nelle forme molto naturali all’apparenza ma complicate da realizzare con sette elementi di base che diventano poi 14 . E si vedono bene negli orecchini pendenti con la parte finale oscillante. Il nome vortice è sinonimo di movimento ed emozione, quella che ha spinto il fondatore della maison, Fawaz Gruosi, ad affermare di voler continuare a lavorare con lo stesso spirito di sempre, ossia non avere paura di essere diverso dagli altri, non lasciarsi influenzare dal mercato: «Quando ho iniziato, 23 anni fa, andava di moda il minimalismo. Io ho scelto l’opulenza. Poi, erano di moda le pietre colorate: io ho introdotto i diamanti neri. Quindi, a chi mi chiede quali sono i miei sogni, rispondo la chance di avere sempre nuove idee». Monica Battistoni

Boule, dettaglio della montatura a nido d'ape
Boule, dettaglio della montatura a nido d’ape
Boule, anello in oro rosa e diamanti bianchi
Boule, anello in oro rosa e diamanti bianchi
Boule, dettaglio delle dimensioni dell'anello in oro rosa e diamanti bianchi
Boule, dettaglio delle dimensioni dell’anello in oro rosa e diamanti bianchi
Vortice, collezione in oro rosa e diamanti champagne
Vortice, collezione in oro rosa e diamanti champagne
Vortice, orecchino in oro rosa e diamanti champagne
Vortice, orecchino in oro rosa e diamanti champagne
Vortice, estremità dell'orecchino in oro rosa e diamanti champagne
Vortice, estremità dell’orecchino in oro rosa e diamanti champagne
Vortice, dettaglio anello in oro rosa e diamanti champagne
Vortice, dettaglio anello in oro rosa e diamanti champagne