corno

Gioielli e amuleti portafortuna

I gioielli a forma di amuleto o talismano. Ma si possono indossare anche se non siete superstiziose ♦︎

I nostri antenati primitivi hanno realizzato prima i gioielli come ornamento, oppure come talismani e amuleti? La risposta non si conoscerà mai. Di certo, però, la funzione scaramantica dei gioielli è testimoniata dai ritrovamenti archeologici. Ma è rinnovata anche, qualche migliaio di anni dopo, da quanti pensano che saranno fortunati se indossano un ciondolo di collana che ha la forma che ricorda un occhio.

Pendente-talismano di de Beers, in oro bianco e diamanti
Pendente-talismano di de Beers, in oro bianco e diamanti

Perché, in effetti, i gioielli magici, che dovrebbero scongiurare eventi sfortunati oppure, al contrario, favorire una buona sorte, sono ancora richiesti. I gioielli talismano hanno spesso la forma di simboli, ai quali si attribuisce un valore e un potere magico di aiuto e di propiziazione oppure di protezione. Allo stesso tempo, la particolare forma di un ciondolo dovrebbe (per chi ne è convinto) propiziare eventi fortunati, come vincere alla lotteria o conquistare l’amore.

Collana talismano
Collana talismano di Kristen Malan

La differenza. A proposito, è meglio chiarire la differenza: di solito i talismani sono equiparati agli amuleti. In realtà sono oggetti creati con due funzioni differenti. Gli amuleti hanno (sempre per chi ci crede) la capacità di allontanare o ad annullare un influsso magico maligno. I talismani, invece, sono oggetti che hanno la capacità di far accadere qualcosa di positivo. Insomma, un amuleto dovrebbe impedire la negatività, mentre un talismano propiziare una positività.

talismano in cristallo di rocca e smalto Wartski 1
Wartski, talismano a forma di mano in cristallo di rocca intagliato e smalto

Talismani e amuleti sono oggetti che piacciono anche ai gioiellieri di oggi, che spesso propongono gioielli che hanno una funzione di amuleto o talismano oltre che di ornamento da indossare. Nulla vieta, infatti, di indossare una collana o un anello con simboli scaramantici anche se a quelle antiche superstizioni non si crede. Eccone alcuni.

Amuleto indossato
Amuleto indossato

Occhio di Allah. In turco si chiama Nazar Bonjuk, mentre in lingua inglese è Evil Eye. È uno dei più famosi amuleti contro il malocchio. È molto utilizzato per bracciali, orecchini e collane. Un tempo ai bambini era attaccato sui vestiti con una spilla da balia. È uno dei simboli più utilizzati dai gioiellieri.

Occhio anti malocchio, con smalto e diamanti. Prezzo: 6800 dollari
Aaron Basha, occhio anti malocchio, con smalto e diamanti

Mano di Fatima o Miriam. Detta anche Hamsa (che significa cinque in lingua araba) o Khamsa, è un amuleto a forma di palmo di mano popolare in tutto il Medio Oriente e nel Nord Africa, ma ora diffuso anche in Occidente, utilizzato molto spesso anche per realizzare gioielli o appendere in casa come porta fortuna. Per gli ebrei è la mano di Miriam.

Anello con ciondolo mano di Fatima
Swarovski, anello con ciondolo mano di Fatima

Corno. È un amuleto diffuso in Italia, specialmente al Sud, come portafortuna. In corallo, spesso con l’aggiunta di diamanti, è stato preso a modello anche da grandi Maison della gioielleria.

Amuleto a forma di corno in corallo e pietre semi preziose
Amuleto a forma di corno in corallo e pietre semi preziose

Teschio. Secondo le diverse culture, il simbolo del teschio serve a incutere timore, allontanare il pericolo della morte oppure proteggere dai pericoli.

Anello della collezione Flora con teschio, oro bianco, diamanti e zaffiri
Gucci, anello della collezione Flora con teschio, oro bianco, diamanti e zaffiri

Crocefisso. Per chi segue la religione cristiana è il simbolo spirituale più importante. Ma anche se alcuni lo indossano per testimoniare la propria appartenenza al culto, altri lo considerano un oggetto capace di conferire protezione alla persona. Insomma, un simbolo con poteri magici.

Croce scomponibile Belle Epoque
Damiani, croce scomponibile Belle Epoque

Segni zodiacali. Bilancia, Leone, Sagittario… Chi indossa i simboli del proprio segno zodiacale non solo vuole comunicare la propria appartenenza a un certo periodo dell’anno, ma si attende anche un potere benefico.

David Yurman, pinky ring in oro con iniziali o segno zodiacale
David Yurman, pinky ring in oro con iniziali o segno zodiacale
Amuleto con giada nera, bronzo e laccio in pelle
Amuleto con giada nera, bronzo e laccio in pelle di Lisa Eisner
Ciondolo amuleto con cristallo di rocca intagliato e diamanti
Temple St. Clair, ciondolo amuleto con cristallo di rocca intagliato e diamanti
Bracciale in oro rosa con smeraldi e quarzo al centro
Bracciale in oro rosa con smeraldi e quarzo al centro
Bracciale in cuoio con mano di Fatima in oro e zaffiri
Pippo Perez, bracciale in cuoio con mano di Fatima in oro e zaffiri rosa
Thomas Sabo, mano di Fatima in oro rosa 18 carati e zircone
Thomas Sabo, mano di Fatima in oro rosa 18 carati e zirconia cubica

Da Capri il corno portafortuna

/




Diciamo la verità: in tempi di coronavirus chi non ha pensato, almeno una volta, che ci vuole un po’ di fortuna per non passare guai? Di sicuro è un pensiero che ha sfiorato Antonella Puttini, designer dei gioielli Angela Puttini, la madre e fondatrice della omonima boutique nel cuore di Capri. E siccome Capri è vicino a Napoli e la città sotto il Vesuvio è anche la capitale della scaramanzia, la designer ha realizzato una nuova collezione di gioielli Capri Forever, ispirata alla bellissima isola. Ma, soprattutto, gioielli a forma di corno, che è l’amuleto più famoso di Napoli e dintorni.

La collezione Capri Forever comprende, infatti, un ciondolo a forma di corno con la scritta Capri Forever, in tre diverse misure, orecchini e il portachiavi, sempre cornomunito. Antonella Puttini disegna gioielli da trent’anni. La boutique nel cuore di Capri, infatti, è stata aperta nel 1988 dalla madre della designer, Angela.

Pendenti portafortuna a forma di corno di Angela Puttini
Pendenti portafortuna a forma di corno di Angela Puttini

La principale particolarità delle mie creazioni è l’unicità. Il mio obiettivo resta sempre quello di realizzare oggetti rari. Il celebre corno portafortuna è stato riprodotto in una veste inedita. Le mie realizzazioni nascono dal desiderio di trasmettere delle emozioni vere come la gioia e la serenità, per ricordare momenti felici e magici.
Antonella Puttini

Collana Capri Forever
Collana Capri Forever
Orecchini Capri Forever
Orecchini Capri Forever

Portachiavi Capri Forever
Portachiavi Capri Forever







I gioielli sostenibili di Ashley Pittman



I gioielli di Ashley Pittman: materiali naturali, ma anche un risultato interessante ♦︎

Diventare bravi designer è difficile. Realizzare gioielli interessanti è ancora più difficile. Ma più complicato ancora è disegnare dei gioielli belli, fatti bene e, in più, ecosostenibili, cioè amici dell’ambiente. È l’impresa che è riuscita ad Ashley Pittman, americana di Dallas, che utilizza materiali con corno di mucca, gemme di bronzo e prodotti del commercio equo e solidale. Tanto per cominciare, fabbrica i suoi gioielli in Kenya e il 10% dei profitti è donato alle scuole locali. Inoltre, nel Paese africano dà lavoro a 75 artigiani, a salari equi. Quella di Ashley Pittman è una vocazione: nel 2006 si è offerta volontaria per la Fondazione Clinton per combattere lo Hiv-Aids in Ruanda. Ha poi deciso di utilizzare le competenze di giurisprudenza acquisite all’università e nel settore finanziario per costruire la sua azienda sostenibile.

Ma, accanto a questi intenti positivi, c’è il suo lavoro di designer. Ogni pezzo è interamente realizzato a mano utilizzando corno, gemme semipreziose, bronzo e materiali indigeni dell’Africa orientale. Il corno proviene da mucche kenyote di Ankole, fonte di cibo per la comunità locale e i villaggi. Con i suoi gioielli è riuscita a convincere non solo chi ha il suo stesso ideale, ma anche grandi catene di distribuzione della gioielleria, comprese quelle online. Giulia Netrese




Choker in corno e diamanti
Choker in corno e diamanti
Bracciale in corno bianco con pietre sfaccettate di pirite
Bracciale in corno bianco con pietre sfaccettate di pirite
Collana Ikulu in corno. Prezzo: 822 euro
Collana Ikulu in corno. Prezzo: 822 euro
Bracciale in corno, quarzo, ametista rosa, topazio blu London, tormalina arancio, citrino
Bracciale in corno, quarzo, ametista rosa, topazio blu London, tormalina arancio, citrino
Orecchini corno, turchese, lapislazzuli, tormalina arancio
Orecchini corno, turchese, lapislazzuli, tormalina arancio
Orecchini in corno, turchese, peridoto, tormaline arancio
Orecchini in corno, turchese, peridoto, tormaline arancio
Orecchini in corno, quarzo rosa, bronzo
Orecchini in corno, quarzo rosa, bronzo
Pendente in corno e tormaline
Pendente in corno e tormaline

Collana in corno con granato, quarzo fumé, pietra luna, topazio rosa
Collana in corno con granato, quarzo fumé, pietra luna, topazio rosa







Pandora portafortuna

Pandora lo sa: il corno anti malocchio già ai tempi del Neolitico era appeso all’esterno delle capanne come augurio di fertilità, che a quei tempi significava potenza e quindi fortuna. Insomma, da millenni il corno è un talismano. Ma perché sia efficace deve essere rosso, tuosto, vacante, stuorto e cu’ ‘a ponta (rigido, cavo all’interno, a forma sinusoidale e terminante a punta). Come quello che Pandora ha realizzato in argento Sterling 925 e smalto. E sempre per rispettare la tradizione l’ha rifinito a mano. Dalla Danimarca un inno all’italianità, venduto in anteprima esclusiva in alcune gioiellerie concessionarie Gold di Napoli e provincia, nello shop-in-shop di Napoli e nei Concept Store di Napoli e Marcianise. Il prezzo? 35 euro. Buona fortuna. M.d.B.

Pandora Charm Corno in argento Sterling 925 e smalto rosso. Prezzo 35 euro
Pandora Charm Corno in argento Sterling 925 e smalto rosso. Prezzo 35 euro

Morellato apre a Hong Kong

Morellato sempre più con gli occhi a mandorla. Il brand padovano punta sui mercati emergenti per compensare le fiacche attività nostrane. Lo testimonia la nuova inaugurazione di uno store a Hong Kong, nell’iSquare mall di Tsimshatsui, un centro commerciale molto frequentato per lo shopping. Il nuovo spazio Morellato ha trovato spazio tra i 30 piani del mall e cerca di sottolineare l’impronta di italianità con un design che riprende i motivi architettonici del palazzo Ducale di Venezia, la città in cui è nato il brand nel 1930. In prima linea le collezioni Corno, Dama e Mosaico. Ora la parola passa ai consumatori cinesi. Federico Graglia 

Lo store di Morellato a Hong Kong
Lo store di Morellato a Hong Kong

 

L'interno dello store
L’interno dello store

 

Morellato store
Morellato store

 

Angela Puttini con corallo

[wzslider]Non è vero, ma ci credo. Il vecchio detto si accompagna alla superstizione come la colla ai francobolli. Un connubio che ora viene rivisitato, magari con un pizzico di ironia, da una designer che fa base a Capri, Angela Puttini. E che ripropone un must del gioiello tradizionale partenopeo: il corno rosso di corallo. Ma non solo: nello stesso stile che, diciamolo, non passa inosservato, il brand propone una serie di bijoux per l’uomo: oltre allo scaccia guai, dsono utilizzate perle, pietra lavica ori, bronzi e argenti. Chissà se questi monili avranno fortuna, è il caso di dirlo. M.d.B

It is not true, but I believe it. The old adage goes with superstition like glue on stamps. A combination that is now being revisited, perhaps with a hint of irony, from a designer who is based in Capri, Angela Puttini.