jewelstube

I gioielli da leggere di Jeremy May

/




I gioielli ricavati dai libri di Jeremy May: un originale processo di trasformazione in anelli, orecchini o collane

Può darsi che la lettura di un giornale o di un libro sia diventata più rara. Smartphone, tablet e computer catalizzano l’attenzione e quasi sempre sono sempre a portata di mano. La lettura di un libro, però, è un’esperienza tattile, oltre che nutrimento per il cervello (e molto piacevole se quello che è scritto è giusto). 

Ma i libri sono utili anche per un altro motivo: possono trasformarsi in gioielli. Nel verso senso della frase: pagine che diventano anelli, oppure orecchini. 

Anello di Jeremy May
Anello di Jeremy May

A trasformare la cultura in bijoux è Jeremy May, un artigiano-artista di Londra che cattura la carta attraverso un difficile processo di laminazione. In sostanza, scava attraverso le pagine dei libri, e li trasforma in gioielli. I pezzi della serie Littlefly sono composti da centinaia laminazione, fogli compressi insieme, con finitura a specchio. La carta è selezionato e accuratamentee poi  rimossa da un libro, e i gioielli reinseriti nello spazio scavato. Certo, poi non pretendete anche di leggerli… Cosimo Muzzano

Anello creato dalle pagine del libro «Via col vento» (1936) di Margaret Mitchell
Anello creato dalle pagine del libro «Via col vento» (1936) di Margaret Mitchell
Anello tratto dal libro «Diecimila all'anno»
Anello tratto dal libro «Diecimila all’anno»
Anello tratto da «Orgoglio e Pregiudizio»
Anello tratto da «Orgoglio e Pregiudizio»
Orecchini dal libro «Poems by the Way», indossato
Orecchino dal libro «Poems by the Way», indossato
Il libro «Poems by the Way»
Il libro «Poems by the Way»
Anello dal libro «Rashomon»
Anello dal libro «Rashomon»
Collana con pendente Ruote
Collana con pendente Ruote

Orecchini dal libro «The Passion Flower Hotel»
Orecchini dal libro «The Passion Flower Hotel»







Un regista tribale per Dior

Uno dei successi di Dior, gli orecchini Tribales, visti da vicino. Da molto vicino. Anzi, da dietro le quinte: filmati nella loro lunga e laboriosa lavorazione. Questi gioielli, indossati da Jennifer Lawrence, Charlize Theron e Rihanna, Rosamund Pike, Emma Watson e Natalia Vodianova sono una delle linee modello di punta Dior. Lanciati nel 2013, ispirati a Mitzah Bricard, una delle tre Muse di Christian Dior negli anni d’oro della Maison museo  Christian Dior, hanno incontrato una innegabile fortuna. Indossati da soli o in coppia, negli anni sono diventati disponibili in molte versioni, per accontentare tutti i gusti. Questo video accende un faro sulla lavorazione di questi orecchini, dalla progettazione a Parigi, alla realizzazione nel distretto orafo di Pforzheim, in Germania. Una buona occasione per vedere come nascono alcuni dei gioielli di maggior successo degli ultimi anni.

Dior, Tribal earrings
Dior, Tribales earrings
Tribali assortiti
Tribali assortiti
Orecchini Tribal, in versione oro
Orecchini Tribales, in versione oro
Orecchini Tribal 2015
Orecchini Tribales 2015

I colori di Marco Bicego

La storica collezione Paradise di Marco Bicego si ripropone arricchita e rivisitata. La linea di gioielli è molto colorata, ma in modo discreto, e comprende bracciali in oro 18 carati, collane ma, soprattutto, un caleidoscopio di gemme preziose. Sono i colori vivi delle pietre le protagoniste. Ora il brand vicentino le propone anche in questo rapido video, un’esplosione di colori provocati dalle pietre che volano nell’aria.

Marco Bicego, bracciale
Marco Bicego, bracciale

Film: a jewel is born

oreficeVi siete mai chieste come si crea un gioiello? Non da un punto di vista del design, ma proprio come avviene la lavorazione del materiale, come si incastona una pietra, come si può comporre un oggetto prezioso così piccolo e delicato, dove un singolo errore può compromettere l’intera lavorazione o rovinare l’equilibrio dell’opera? Ecco un filmato che può soddisfare la vostra curiosità. Si tratta di un pendente in argento, che ospita un topazio blu da 22,60 arati. Un pezzo unico ideato da un cliente della gioielleria britannica Temprell. Non si tratta di altissima gioielleria, certo, ma è interessante seguire le diverse fasi di lavorazione. Giulia Netrese

 

 

Il suono dell’argento di Hèrmes

Ma lo sapevate che i gioielli suonano? Forse sì: chi non ha mai sentito il tintinnare di una collana. Ma questo video di Hèrmes fa ancora di più, per presentare la sua collezione di gioielli d’argento. Il  risultato? Ebbene sì, l’argento ha la sua voce…hermes

 

Bulgari, anello in 60 secondi

Il classico, godurioso, anello di Bulgari visto da vicino in un filmato breve ma piacevole. Per scoprire la bellezza di un gioiello diventato un classico del catalogo della maison romana passata sotto le insegne della francese Lvmh. Si tratta degli anelli B.zero1, che traggono ispirazione dal design Tubogas, la tecnica artistica divenuta uno degli emblemi del marchio.

Stroili backstage con Isabeli

Stroili Oro dietro le quinte. Cioè il backstage del filmato che ha come protagonista la modella Isabeli Fontana. Il video si intitola «Vèstiti Stroili» ed è stato realizzato per la campagna di comunicazione del 2013. La produzione è della Movie Magic International per l’agenzia Saatchi & Saatchi, la regia di Paolo Zambaldi e il direttore della fotografia Fabio Casati. Nel video la modella è accompagnata dalla hit di Rebecca Ferguson, Glitter and Gold ed è inquadrata mentre ruota su stessa come la bambola di un carillon. La modella brasiliana ha partecipato più volte al Calendario Pirelli negli anni 2003, 2005, 2009, 2011, 2012, 2013, 2014.

Isabeli Fontana per Stroili
Isabeli Fontana per Stroili

Hermès, compleanno d’argento

Anelli, bracciali, argento: una collezione eccezionale, perché è quella che celebra i 75 anni di Hermès. Una collezione dove la catena dell’ancora si trasforma motivi ornamentali, in gioielli preziosi. Ma Hermès non si ferma qui nella celebrazione e ha chiesto al collettivo United Visual Artist di allineare la tradizione alla tecnologia. Il risultato è un impiego dei laser, che accarezzano il metallo, disegnano volumi, proiezioni e suoni. È tutto in questo filmato, da non perdere. Giulia Netrese
hermes