news — Novembre 18, 2015 at 6:50 am

I bracciali armati di Ai Weiwei

Ai Weiwei è l’artista cinese più noto. Le sue prese di posizione e la sua proposta culturale sono discusse, ma è indiscutibile la fama conquistata in Occidente. Tra le sue installazioni più celebri ci sono opere realizzate con 99 tonnellate di acciaio, oppure 8 milioni di semi di girasole. Adesso l’artista cinese, a sorpresa, presenta una collezione di gioielli. Per il debutto è stata scelta Londra, nella galleria di Elisabetta Cipriani: la città britannica è più ricettiva alle idee di Ai Weiwei rispetto a Pechino. «Ho sempre amato i gioielli, la storia, il senso del passato», ha spiegato il creativo cinese. Il risultato sono delle armature d’oro in miniatura, con bracciali di diverse lunghezze. Armature nel senso dei tondini di ferro che sostengono i pilastri di cemento degli edifici. L’idea della collezione, infatti, si riferisce a un fatto tragico: il terremoto che nel 2008 in Cina ha ucciso sotto le macerie 90mila persone. Ai Weiwei ha visitato i luoghi del disastro e ne è rimasto turbato. Tanto da raccogliere 200 tonnellate di barre di acciaio contorte. Una forma che ora ha deciso di trasformare in gioielli, in memoria di quell’avvenimento tragico. In ogni caso, «mi è piaciuto lavorare con l’oro a 24 carati, perché è molto malleabile», ha spiegato al New York Times. Federico Graglia

Ai Weiwei
Ai Weiwei
Bracciale in oro 24 carati di Ai Weiwei
Bracciale in oro 24 carati di Ai Weiwei
L'esposizione dei gioielli di Ai Weiwei
L’esposizione dei gioielli di Ai Weiwei

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *