news — March 11, 2013 at 12:51 pm

Ombre cinesi su Milano (ma a Parigi)

Gioielli cinesi. Ma ispirati a Milano. Chow Tai Fook, colosso mondiale nella distribuzione di gioielleria, ha presentato a parigi la propria collezione che si intitola Ombre di Milano, ispirata al gusto e al design della città. Tanto che ha ambientato le fotografie della presentazione, nonché il party di presentazione, tra Galleria Vittorio Emanuele e i cortili della città lombarda, che è anche la capitale della moda. Il marchio cinese, sinonimo di lusso e qualità in Oriente, ha invitato circa 300 persone a scoprire le sue creazioni proprio a due passi dalla lussuosa Place Vendome, cuore delle più note Maison europee di gioielleria. Ombre di Milano fa riferimento alla capitale dello stile in Italia: «Farsi apprezzare per creazioni 100% cinesi, dal design alla realizzazione, non prescinde da un sincero omaggio alla qualità del Made in Italy», spiegano in azienda. Chow Tai Fook crea gioielli da più di 80 anni ed è una delle colonne portanti di New World Development, gigante economico cinese attivo in svariati settori, dall’immobiliare al mecenatismo artistico via la fondazione K11. A capo di questo impero si trova Adrian Cheng, rampollo trentaduenne con uno sguardo aperto sul mondo. Formato ad Harvard, recentemente nominato tra gli astri nascenti del business mondiale da Fortune Magazine, Adrian Cheng si è detto ispirato da Milano per la sua ricchezza culturale e creativa. La presentazione parigina della collezione è avvenuta in contemporanea all’esposizione di opere di giovani artisti cinesi sostenuti dalla fondazione K11. Matilde de Bounville

 

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *