da sapere — Dicembre 25, 2021 at 10:00 am

I 10 gioielli che ogni donna dovrebbe avere




Quali sono i gioielli che ogni donna dovrebbe avere? Ecco i dieci gioielli da mettere nel cassetto: prima o poi saranno quelli giusti da indossare ♦︎

Ci sono capi di abbigliamento che ogni donna deve avere pronti nell’armadio: un abito scuro per la sera, un completo di giacca e gonna/pantaloni per le occasioni formali, un fazzoletto di seta per asciugarsi le lacrime davanti all’ultimo film romantico. Allo stesso modo, ci sono gioielli che non dovrebbero mancare nel cofanetto da cui alla mattina scegliete che cosa indossare. Certo, ci sono i gioielli che vanno bene tutti i giorni, non impegnativi: per andare in ufficio o fare shopping, per una passeggiata o bere un tè con le amiche. Ma le occasioni della vita sono molte e, spesso, un gioiello giusto fa la differenza. Quindi, prima di acquistare un altro gioiello, leggete questo articolo. Ecco i dieci gioielli che non possono mancare nella vostra collezione.

Nanis, Dancing in the rain, collana e anello indossati
Nanis, Dancing in the rain, collana e anello indossati

1 Anello cocktail

Grandi, vistosi, colorati: questi anelli sono chiamati così perché si sono diffusi al tempo del proibizionismo, in America. A bere cocktail (e non solo) di nascosto erano anche le donne, che accentuavano la trasgressione indossando anelli molto appariscenti. Anche oggi in occasione di un party, di un momento di socialità, di festeggiamenti (ma non nelle cerimonie ufficiali) sono indicati gli anelli cocktail, che si notano anche quando l’atmosfera è frizzante e confusa.

Anello con granato rosso e smalto ceramic, diamanti, oro rosa
Anello con granato rosso e smalto ceramic, diamanti, oro rosa di Cicada

2 Orecchini a cerchio

In oro, semplici: gli orecchini tondi a cerchio sono tra i gioielli più antichi, ma se piacciono ancora oggi un motivo c’è. Gli orecchini tondi, infatti, vanno bene in qualsiasi occasione e praticamente con ogni abbigliamento. Ma, attenzione: la misura e lo spessore degli orecchini deve essere ben proporzionato alla corporatura e alla forma del visto. Un paio di grandi orecchini indossati da una donna piccola di statura e con un viso tondo, sembreranno irrimediabilmente sproporzionati. Al contrario, orecchini a cerchio molto piccoli, che circondano appena il lobo dell’orecchio, saranno poco apprezzati su un viso molto allungato, magari su una donna con un’altezza oltre la media.

Orecchini a cerchio con boule in oro diamanti
Orecchini a cerchio con boule in oro diamanti di Nanis

3 Orecchini con diamanti

Ebbene sì: i semplici orecchini a bottone con diamanti, portati assieme a un abito scuro, un vestito da sera, sono un tocco in più che rende perfetta la cena di gala, ma anche un’occasione ufficiale, in cui bisogna presentarsi eleganti. Un vantaggio di questi orecchini è che i diamanti sono un po’ meno visibili di quelli montati su un anello o una collana. Si possono anche scegliere, quindi, pietre di una qualità mediocre: difficilmente qualcuno se ne accorgerà.

Orecchini della collezione Daphne in oro bianco e diamanti
Salvini, orecchini della collezione Daphne in oro bianco e diamanti

4 Collana con pendente

Prima o poi una collana con pendente trova la sua collocazione ideale: l’abito con o senza scollatura, ma che si valorizza grazie al gioiello. Il ciondolo, però, deve essere adeguato: non eccessivamente grande, con il rischio di trasformarsi in un pendolo quando si cammina. Ma nemmeno troppo piccolo da risultare quasi invisibile. Un ciondolo per collana deve avere una forma che rimane impressa, si fa notare, senza risultare bizzarro. Un’idea è quella di collezionare ciondoli con lo stesso soggetto (un fiore, un animale, un anello).

Collana Louis Vuitton indossata
Collana Louis Vuitton indossata

5 Bracciale a polsino

Un bracciale che copra il polso può diventare l’idea vincente quando si indossa una camicia o una maglia senza maniche o con le maniche corte. Valorizza le braccia, le mani e, probabilmente, anche il conto in banca del gioielliere che lo vende. Sì, perché il bracciale è un pezzo speciale: se non è eccellente rischia di diventare un gioiello che appesantisce, ingombra, stona. Un consiglio: anche se il bracciale a polsino è un gioiello da avere, non acquistatelo se avete polsi grossi. In quel caso meglio rimanere su bracciali molto sottili e leggeri.

Bracciale della linea Milano con perle Akoya gialle indossato
Alessio Boschi, bracciale della linea Milano con perle Akoya gialle indossato

6 Collana di perle

Esatto: una collana di perle. Quel classico, intramontabile, noioso filo di perle. Pensate che non lo indosserete mai? Errore. Arriva il giorno in cui la linea di semplici perle, non troppo piccole e non troppo grandi, risolve il problema dell’abbinamento gioiello-vestito. Su camicia e blue jeans, su un completo grigio o blu, su vestito fantasia: un filo di perle non delude mai, specialmente se dovete presentarvi con una certa eleganza. D’accordo, magari non è una collana che indosserete tutti i giorni, ma state sicure che una collana di perle è come una ciambella di salvataggio su una barca: è necessaria.

Collana di perle Mikimoto
Collana di perle Mikimoto

7 Il sautoir

Cioè una collana sottile e lunga, molto lunga, a uno o più giri. Il sautoir ha avuto il suo momento di gloria negli anni Venti del secolo scorso, ed poi più volte è tornato in auge, fino a trasformarsi in un gioiello classico. Sullo stile decidete voi, ma un sautoir in oro, con piccole pietre o perle, è un gioiello che vale per due. Nel senso che un lungo sautoir può essere arrotolato attorno al polso per trasformarsi facilmente in un bracciale. Ricordatevi però, che il sautoir allunga l’aspetto del corpo. Se siete già alte alte e magre magre un sautoir potrebbe nuocere al vostro look.

Sautoir della collezione D.Side di Damiani
Sautoir della collezione D.Side di Damiani

8 Solitaire

Se ve l’anno regalato l’avete già. Ma se nessuno vi ha proposto il matrimonio mentre porgeva un anello in oro bianco con un piccolo o grande diamante, allora è il caso di provvedere da sole. Sfoggiare un anello solitaire, cioè con un singolo diamante che luccica, non è solo una scelta estetica: è un messaggio alla concorrenza. Quando è il momento, a volte è necessario far sapere che al mondo c’è chi vi desidera, tanto da impegnarsi a sborsare una consistente cifra per acquistare un anello con diamante e regalarvelo.

L'anello Anniversary di Recarlo
L’anello Anniversary di Recarlo

9 Spilla

Ok, fino a poco tempo fa spilla era sinonimo di nonna. Era un gioiello passato di moda, che aveva il sapore del passato. Non è più così. Da qualche anno la spilla è tornata giustamente tra i gioielli necessari. Un abito un po’ anonimo rinasce grazie a una spilla divertente e preziosa. Animali, fiori, emoji: la scelta è libera, a patto che il gioiello non sia di scarso valore, ma che testimoni una buona capacità orafa di chi lo ha creato.

Spilla Panthére di Cartier
Spilla Panthére di Cartier

10 Collana a catena

Vecchia come il mondo, giovane come le tante star che la indossano: una semplice catena d’oro è una soluzione per completare molti outfit. Ma quando si dice catena non si indica un solo, preciso gioiello: in realtà ce ne sono di tanti tipi differenti ed è necessario scegliere quella che si adatta meglio al proprio stile e, soprattutto, alla forma del corpo. Sconsigliate le catene corte, pesanti e con anelli larghi per chi non ha un’altezza adeguata e una forma longilinea. Più sottili e lunghe, ma senza esagerare, per le donne meno alte. Fate attenzione al peso: le catene di un tempo diventavano piuttosto fastidiose se indossate a lungo. Oggi, invece, è più facile trovarne di leggere.

Collana in oro rosa e diamanti by Mattioli
Collana in oro rosa e diamanti by Mattioli






 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *