news — April 11, 2013 at 4:59 pm

Dall’Uganda per Pandora

Si chiama Sandra Okune. È la vincitrice del progetto promosso da Pandora e da Naba (Nuova Accademia di Belle Arti) battezzato Moments in Design. La giuria del premio era composta, tra gli altri, da Alessandro Guerriero, presidente dell’ Advisory board di Naba, da Stephen Fairchild, chief creative officer Pandora Group e Massimo Basei, managing director di Pandora Italia. La premiazione è avvenuta nel primo giorno della Design Week milanese. Originaria dell’Uganda, Sandra Okune ha  una formazione internazionale (anche presso il London College of Fashion). La giovane designer ha realizzato due collane, che ha denominato Treasure Flute. Le collane sono state realizzate unendo calici in vetro, successivamente dorati, a catene e charm Pandora in oro e in argento.  Il progetto della designer si basa sulla doppia accezione del termine flute: in inglese significa  flauto (strumento tradizionale della tribù d’origine della designer), mentre in francese, calice, bicchiere deputato per lo champagne. Alla giovane designer è stata offerta un’esperienza formativa da Pandora, prima a Copenaghen, dove c’è l’headquarters, per entrare in contatto con la realtà aziendale. Poi, in Thailandia, con il team dei designer di Pandora. Giulia Netrese

Her name is Sandra Okune.

It is the winner of the project sponsored by Pandora and Naba (Nuova Accademia di Belle Arti) baptized Moments in Design.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *