da sapere — febbraio 4, 2017 at 6:00 am

Come pulire i diamanti





Come pulire i diamanti? È proprio necessario?  Ecco una veloce guida su come pulire i gioielli con diamanti ♦

I gioielli con diamanti sono i più ambiti. Ma non brillano per sempre: bisogna sapere come pulire i diamanti. E non per colpa loro: anelli di fidanzamento, orecchini, collane, possono con il tempo diventare opachi. Colpa del grasso naturale della pelle, della polvere che si appiccica sopra, delle sostanze con cui vengono in contatto i gioielli. Non solo: lo sporco che si accumula sui gioielli può diventare un rifugio sicuro per i batteri, che possono a loro volta causare irritazioni cutanee, allergie, e perfino lo scolorimento dei metalli.

Anello con diamante

Anello con diamante

Quante volte bisogna lavare un gioiello con diamanti? Ovviamente dipende da quanto spesso e in quali occasioni lo si indossa. La buona notizia è che i diamanti sono la sostanza più resistente e, quindi, si possono lavare più spesso rispetto a materiali morbidi come un cammeo o un opale. Se un anello non si è sporcato con sostanze particolari, si può lavarlo ogni due o tre settimane. Ma se volete farlo davvero tornare lucido e brillante come quando l’avete ricevuto o acquistato è meglio portarlo da un gioielliere, che ha gli strumenti giusti per rivitalizzare il vostro anello.

Quindi la domanda è: come far tornare brillanti i diamanti?

Che cosa occorre

♦ Club Soda (acqua molto gasata)

♦ Detersivo per piatti (ma evitate la candeggina o altri detergenti)

♦ Spazzolino da denti con setole morbide

♦ Panno morbido oppure il cotone di una vecchia camicia o un panno in microfibra

Come fare

Riempire un bicchiere o una ciotola di acqua gasata e aggiungere qualche goccia di detergente. Mescolate l’acqua per far sciogliere il detersivo. Depositate i gioielli nell’acqua: le bolle agiranno per pulire meglio il gioiello. Lasciate che i gioielli in ammollo per 20 minuti, poi utilizzate lo spazzolino per rimuovere ogni traccia di sporco. Rimettete in acqua e detersivo per altri 20 minuti e poi risciacquate con acqua tiepida. Voilà.

Metodi forti

E se il diamante si è macchiato con «sporco impossibile»? C’è un altro metodo, più radicale. Ma, attenzione: ogni gioiello è diverso e, quindi, pensateci bene prima di agire. Se ci sono altre pietre o perle, per esempio, potreste causare danni.

Premesso questo, uno dei metodi più efficaci prevede l’uso di ammoniaca, che è utilizzata per far brillare anche l’oro. L’uso prolungato o eccessivo di ammoniaca, però, può danneggiare e scolorire il metallo, logorare le pietre preziose, e perfino rovinare i diamanti: siate prudenti.

Come fare

♦ Mettete in una bacinella una soluzione con una parte di ammoniaca e cinque-sei parti di acqua tiepida.

♦ Lasciate a bagno i gioielli per dieci minuti.

♦ Pulite i gioielli con uno spazzolino a setole morbide.

♦ Rimettete a bagno i gioielli per dieci minuti e risciacquate.

Nel caso i gioielli siano ancora sporchi, ripetete tutti i passaggi. Oltre all’ammoniaca si può aggiungere anche qualche goccia di detersivo per piatti, che serve a rimuovere qualsiasi appannamento. Alla fine asciugare con un panno morbido (ma senza lanugine). Giulia Netrese




Pulizia di un anello con diamanti

Pulizia di un anello con diamanti

Verifica dello stato della pietra

Verifica dello stato della pietra

Anello con diamante ripulito

Anello con diamante ripulito

Diamante taglio brillante

Diamante taglio brillante








Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*