asta, news — marzo 16, 2019 at 4:00 am

Asta Bolaffi, dai diamanti al gioiello di Renzo Arbore





Prestigiosi diamanti, zaffiri e gioielli di artista all’asta Bolaffi. E a sorpresa c’è anche un pezzo disegnato da Renzo Arbore ♦︎

Torna a Milano un’asta Bolaffi dedicata ai gioielli. Comprende un’ampia selezione di diamanti e un prestigioso zaffiro blu Ceylon. L’asta è in programma martedì 26 marzo, al Grand Hotel et de Milan, in via Manzoni. Il catalogo comprende 489 lotti e, oltre alle pietre preziose, indica gioielli di maison come Boucheron, Cartier e Bulgari, monili di Illario, storica famiglia di Valenza, e Orisa, nome d’arte di Anna Bacchelli (1898-1975), pezzi antichi d’inizio Ottocento e perfino un gioiello disegnato da Renzo Arbore.

Girocollo in diamanti e zaffiri  di Salvatore Arzani su disegno di Renzo Arbore
Girocollo in diamanti e zaffiri di Salvatore Arzani su disegno di Renzo Arbore

Top lot dell’asta alcuni diamanti di eccezionale colore, come il diamante taglio smeraldo di 5,20 carati, colore D, purezza VVS2 (lotto 487, base 120.000 euro), quello taglio brillante di 3,08 carati, colore E, purezza VS1 (lotto 486, base 38.000 euro) e un altro diamante taglio smeraldo di 5,65 carati, colore F, purezza VS1 (lotto 484, base 80.000 euro), tutti accompagnati da certificato Gia.

Anello con zaffiro blu di Ceylon
Anello con zaffiro blu di Ceylon

Nel catalogo spicca, sia per la limpidezza del cristallo sia per l’intensità del colore, lo zaffiro blu Ceylon senza segni di riscaldamento di 18,39 carati montato su un anello in platino con due diamanti triangolari di 3,85 carati (lotto 489, base 100.000 euro).

Di raffinata manifattura, la demi-parure di Boucheron degli anni Sessanta, composta da un pendente-spilla a fiore e orecchini con diamanti taglio brillante e baguette di circa 18,50 carati ornati da turchesi (lotto 488, base 17.000 euro) è tra i lotti più importanti dell’asta, insieme a un elegante bracciale degli anni Trenta in platino a maglie geometriche con diamanti taglio Vecchia Europa e rotondi per circa 19 carati complessivi (lotto 273, base 12.000 euro).

Tra i gioielli di Illario c’è un girocollo in diamanti e madreperla (lotto 450, base 5.500 euro), e un gruppo di creazioni di Orisa degli anni Sessanta, sempre contraddistinte dalla grande attenzione all’elemento naturalistico e l’asimmetria che le rendono uniche.

Arricchiscono il catalogo, infine, le interessanti creazioni della ceramista e orafa Esa d’Albisola, apprezzate anche da Picasso, come la grande collana in oro giallo e tormaline verdi (lotto 347, base 2.500 euro) e un unicum di Umberto Mastroianni, molto significativo all’interno del suo percorso artistico di scultore-orafo: il girocollo con grande pendente rotondo ornato da elementi meccanici appare come una vera e propria “scultura da indossare” (lotto 454, base 5.500 euro).





Orecchini della demi parure di Boucheron con diamanti baguette e turchesi
Orecchini della demi parure di Boucheron con diamanti baguette e turchesi

Pendente spilla di Boucheron con diamanti taglio brillante e baguette e turchesi taglio ovale
Pendente spilla di Boucheron con diamanti taglio brillante e baguette e turchesi taglio ovale

Bracciale con diamanti
Bracciale con diamanti

Girocollo con pendente dello scultore Umberto Mastroianni
Girocollo con pendente dello scultore Umberto Mastroianni
Collana in oro giallo e tormaline verdi di Esa d'Albisola
Collana in oro giallo e tormaline verdi di Esa d’Albisola

Illario, girocollo in oro, madreperla e diamanti
Illario, girocollo in oro, madreperla e diamanti







Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *