vetrina — Dicembre 16, 2016 at 5:00 am

I mosaici di Diemmeffe

Chiampesan Fabris e il mosaico di Diemmeffe: l’arte italiana della gioielleria raddoppia.




Nel 1959 Lino Chiampesan ha fondato l’azienda che porta il suo nome. Un’azienda orafa, specializzata in lavorazioni esportate poi in tutto il mondo. La seconda tappa della storia è recente: nel 2014 l’impresa di Sandrigo (Vicenza) ha incorportato la Diemmeffe della famiglia Fabris e pertanto il nome si è allungato: ora si chiama Chiampesan Fabris. Accanto all’attività che ormai si avvia verso i 60 anni, si è aggiunto così un marchio che è definito come complementare. Se Chiampesan è sempre stato un brand conosciuto per la sua apprezzata capacità nella satinatura, Diemmeffe ha aggiunto la tecnica della lavorazione a mosaico, con tante piccole pietre preziose e semi preziose legate da un set in oro, come nel pendente Zeus, ma a cui si aggiungono in qualche caso anche le perle, come nella collezione Orchidea. Un matrimonio che funziona, insomma, che ha deciso di festeggiare l’unione che con le sue proposte a VincenzaOro January 2017 (Icon Pavilion 7 – Stand 720). Lavinia Andorno

Diemmeffe, anello della collezione Orchidea con la caratteristica tecnica mosaico
Diemmeffe, anello della collezione Orchidea con la caratteristica tecnica mosaico
Collezione Narciso, con due lastre d'oro che si specchiano l'una nell'altra
Collezione Narciso, con due lastre d’oro che si specchiano l’una nell’altra

Collezione Orchidea, pendente con la tecnica mosaico
Collezione Orchidea, pendente con la tecnica mosaico




Collezione Orchidea, parure
Collezione Orchidea, parure
Pendente della collezione Giganti
Pendente della collezione Giganti

Parure della collezione Narciso Goccia
Parure della collezione Narciso Goccia




Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *