Gioielli, Jewelry, Joaillerie, Joyas, Jewelen

Anello con ametista di 81 carati, 2014

L’eredità di Andrew Grima

in vetrina




La fantasia innovativa degli anni Sessanta rivive con la Maison Andrew Grima ♦

È bello quando i miti continuano. La Maison Andrew Grima, gioielliere che ha segnato gli anni Sessanta, scomparso nel 2007, continua il suo cammino grazie al lavoro della moglie Jojo e della figlia Francesca. Andrew Grima ha una storia originale. È nato a Roma da genitori italiani (con una parentela con la famiglia Farnese) e maltesi. È cresciuto a Londra, dove ha frequentato la St Joseph College, Beulah Hill, ma ha poi studiato ingegneria meccanica. Suo padre era un designer di tessuti e i fratelli di Andrew sono divenne architetti. Il suo lavoro di gioielliere è stato molto apprezzato anche dalla famiglia reale britannica: tra gli altri, per una spilla con rubini acquistata dalla scomparsa regina Elisabetta II e un’altra in oro per la principessa Margaret.

Anello in oro con opale e diamanti, 1974
Anello in oro con opale e diamanti, 1974

Andrew Grima è stato il designer di gioielli più trandy nel West End di Londra negli anni Sessanta e Settanta. Vendeva i gioielli nella sua galleria al numero 80 di Jermyn Street , Mayfair, arredata con la prima scala a chiocciola in perspex al mondo, costruita da Peter Rice e Ove Arup. Nel 1970 Grima ha anche disegnato una collezione di orologi, About Time, per Omega. E nel 1976 una collezione di orologi digitali a Led dorati per Pulsar. Il designer britannico ha vinto numerosi premi per il suo contributo all’industria della gioielleria. Per esempio, è stato l’unico gioielliere a vincere il Premio Duca di Edimburgo per il design e ha vinto 13 De Beers Diamonds International Awards, più di ogni altro gioielliere.
La regina Elisabetta con una spilla con rubino di Andrew Grima
La regina Elisabetta con una spilla con rubino di Andrew Grima

Tra i suoi fan ci sono anche stilisti come Miuccia Prada e Marc Jacobs. Per fortuna Francesca Grima ha ereditato dal padre una buona dose di creatività, mentre la madre Jojo ha lavorato a lungo con il marito, tanto da apprendere lo stile e le tecniche di lavorazione. In poche parole: è scomparso un uomo, ma continua a vivere quello che ha creato. Dopo due decenni in Svizzera madre e figlia sono tornate a Londra e continuano a proporre novità nello stile inconfondibile della Maison, che prevede forme astratte e inconsueti accostamenti di materiali, di pietre e con forme geometriche spesso irregolari. E ogni anno sono introdotti solo 20-30 nuovi pezzi.

Anello con ametista di 81 carati, 2014
Anello con ametista di 81 carati, 2014
Andrew Grima, 1969
Andrew Grima, 1969
Collana in platino con un berillo ovale e diamanti, 1973
Collana in platino con un berillo ovale e diamanti, 1973
Orecchini in oro con citrini madeira, 1970
Orecchini in oro con citrini madeira, 1970
Anello con citrino di 47,54 carati su oro, 2022
Anello con citrino di 47,54 carati su oro, 2022
Anello in oro con diamanti, 2021
Anello in oro con diamante taglio vecchia miniera, 2021







Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from vetrina

Go to Top