Gioielli, Jewelry, Joaillerie, Joyas, Jewelen

Lingotti d'oro

Con la guerra conviene investire in oro?

in news




La solidarietà verso chi soffre è una cosa. La necessità o, più semplicemente il desiderio di ricchezza è un’altra. Così allo scoppiare della guerra in Ucraina in molti si sono chiesti: è il momento di investire nell’oro? È il caso di acquistare lingotti? O, magari, di comprare gioielli d’oro che possono rivalutarsi nel tempo? Tutte domande legittime. Ma come sempre, bisogna fare attenzione. Investire in oro non è, come pensano in molti, un investimento sicuro. Non è detto che l’oro si rivaluti nel tempo e neppure che la guerra in Ucraina debba per forza spingere le quotazioni del metallo giallo.

La quotazione del prezzo dell'oro
La quotazione del prezzo dell’oro

Una conferma della cautela arriva dall’analisi della più grande banca italiana, Intesa Sanpaolo. Il centro studi della banca è particolarmente attento non solo all’andamento dell’economia nel suo insieme, ma anche a quello delle materie prime, comprese quelle più preziose. Come l’oro.

Pepite e lingotti
Pepite e lingotti

Sarà forse, quindi, una sorpresa per molti scoprire che nonostante la guerra in corso secondo l’istituto di credito non è in vista un ulteriore aumento delle quotazioni dell’oro. Al contrario. Secondo l’analisi di Daniela Corsini, che vanta un chilometrico incarico come Chartered Financial Analyst, Senior Economist, Rates, FX & Commodities Research di Intesa Sanpaolo, oro e argento vedranno le quotazioni rallentare e addirittura scendere. Al contrario, palladio e platino dovrebbero avere quotazioni in aumento. Un’indicazione che è rivolta a chi vuole investire in metalli preziosi, ma anche a chi, come i gioiellieri, utilizzano oro e argento come materia prima per il loro lavoro.

Daniela Corsini, Intesa Sanpaolo
Daniela Corsini, Intesa Sanpaolo

Secondo l’analisi di Intesa Sanpaolo, quindi, in media un’oncia di oro nel 2022 sarà quotata in media 1720 dollari e scenderà a 1650 dollari nel 2023. Le cause sono diverse, ma a spingere al ribasso il valore dell’oro dovrebbe essere il previsto rialzo dei tassi d’interesse negli Stati Uniti, che potrebbe spingere gli investitori a puntare sui Treasury bond (le obbligazioni di Stato Usa). Non solo. Sul prezzo dell’oro pesano ancora gli strascichi della pandemia. Nell’ultimo anno e mezzo, spiega l’analista, a causa del covid in India sono state rimandati molti matrimoni. Con relativo acquisto di gioielli. Poi, però, c’è stato un recupero che ha spinto la domanda di oro. Insomma, se sperate di acquistare oro o, magari, prodotti finanziari legati all’oro, fate attenzione. Magari potrà essere un buon affare aspettare che le quotazioni scendano, perlomeno secondo l’analisi di Intesa Sanpaolo.

Lingotti di palladio
Lingotti di palladio







Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from news

Go to Top