money — Maggio 7, 2013 at 9:51 am

Soldi & bijoux: Claire’s va in Borsa

Un delirio di bijoux
Un delirio di bijoux

Una notizia che interessa chi ha soldi da investire: la catena di bijoux Claire’s ha deciso di quotarsi in Borsa negli States. La società si definisce «il principale rivenditore al mondo di gioielli di moda e accessori per le giovani donne, adolescenti, preadolescenti e bambini», con 3.477 negozi e franchising negli Stati Uniti e in altri 40 Paesi. Claire’s di è attualmente controllata dal fondo Apollo Management, che lo ha acquistato nel maggio 2007. Tra gli amministratori della società c’è l’ex amministratore delegato Robert DiNicola. Il fatturato complessivo dell’azienda per il 2012 è stato di 1,5 miliardi di dollari, con una crescita dell’1,8%. Nonostante la crisi, i conti sono in progresso da 13 trimestri: circa il 95% dei suoi negozi ha flussi di cassa positivi. Per farla breve: Claire è sana come un  pesce e fa quattrini. Però è molto indebitata, perché chi l’ha acquistata, cioè Apollo Management, ha pensato bene di riversarle dentro il costo del suo acquisto. Cioè prima ha chiesto i soldi alle banche per concludere l’operazione, poi ha messo un bel po’ dei debiti contratti nel bilancio di Claire’s. Furbo, no? Fatto sta che adesso la società ha in pancia un debito da 2,3 miliardi. Molto più di quanto incassa durante un anno. Da qui l’idea di andare in Borsa per tirare su un po’ di soldi. Che fanno sempre comodo, giusto? Federico Graglia

Uno degli oltre 3.477 negozi Claire's
Uno degli oltre 3.477 negozi Claire’s

 

A news for those who have money to invest: the chain of jewelry Claire’s decided to go public in the United States. The company calls itself “the largest retailer in the world of fashion jewelry and accessories for young women, teens, tweens and children,” with 3,477 stores and franchises in the United States and other 40 countries.

Bracciale Claire's
Bracciale Claire’s

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *