news — Ottobre 11, 2015 at 6:55 am

Aquilaes, le vostre idee in 3D

Siete designer in cerca di realizzare il vostro lavoro? Siete un appassionato di gioielli che vuole veder prodotto la sua idea? Vi piacerebbe mostrare le vostre creazione in una vetrina virtuale? La tecnologia può darvi una mano. O, meglio, può essere utile utilizzare quella di Aquilaes. Vale la pena di leggere questa storia. Aquilaes è stata fondata nel 2013 a Nizza, Francia, da un commerciante di diamanti, Sami De Hantsetters, e da un gioiellere di lunga esperienza, Eric Tonin. La società propone un’innovativa esperienza di creazione di un gioiello, con un matrimonio tra il mondo artigianale e quello digitale. Insomma, potete trasformare un’idea in realtà attraverso il connubio con le nuove tecnologie. Ecco come: Aquilaes è formata da una squadra di specialisti che realizzano il disegno. C’è un gioielliere e incastonatore di pietre preziose, un commerciante di diamanti, due graphic designer e un responsabile marketing e comunicazione. «Nell’azienda, il modus operandi tradizionale della gioielleria è rivoluzionato», spiegano ad Aquilaes, «dato che i tradizionali stampi in cera scolpiti a mano sono sostituiti da file in formato .3dm su computer. A partire dal progetto creativo di un qualsiasi prezioso (fedi nuziali, anelli, orecchini, pendenti, bracciali), Aquilaes realizza, per un privato o per un gioielliere, un disegno tecnico e un prototipo in 3D». Grazie al disegno tecnico 3D si può guardare il gioiello in tutte le sue dimensioni prima che sia realizzato materialmente. Grazie all’immagine 3D (vedi http://www.aquilaes.it/immagini-foto-video-3D-gioielli), quindi, il cliente può dare l’ok.

Un altro importante vantaggio, sostengono da Nizza, è il risparmio di tempo e denaro, dato che con un solo file .3dm, si possono realizzare infinite stampe del gioiello e illimitate modifiche al prototipo iniziale. Inoltre, il file non è solamente usato per la produzione in qualsiasi tipo di metallo (quattro tipi d’oro, argento e platino), ma anche per la realizzazione di immagini e video. «Pensate all’utilità di poter creare vetrine virtuali nelle gioiellerie (su qualunque dispositivo elettronico: computer, tablet, o smartphone) riducendo enormi costi di magazzinaggio e i rischi di furto», spiegano da Aquilaes. Non manca, però, l’opera artigianale: la mano dell’uomo non è sostituibile. «Il nostro gioielliere si occupa di tutte le fasi successive alla stampa in 3D: la fusione nel metallo, la modellazione, l’incastonatura e lucidatura del gioiello», sottolineano in azienda. F.G.

Un gioiello realizzato da Aquilaes
Un gioiello realizzato da Aquilaes
Progettazione in 3D dei gioielli
Progettazione in 3D dei gioielli

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *