Giorgio Armani

Di lusso senza esagerare By Pariah

/




Da ufficio stampa di Giorgio Armani per il Regno Unito, a fondatrice e designer di By Pariah, brand di Londra specializzato in gioielleria di qualità, ma non eccessivamente impegnativa. Sophie Karg ha raggiunto il successo in poco tempo, perché ha fondato By Pariah solo nel 2016. Il nome non c’entra con i gioielli: si riferisce, invece, a una spiaggia dei Caraibi che Sophie ha ammirato sulle pagine del National Geographic. Un caso.

Anello in oro 14 carati, agata, diamanti
Anello in oro 14 carati, agata, diamanti

La designer, in ogni caso, ha mantenuto un legame istintivo con il mondo della moda: prima delle sfilate di Armani, da bambina Sophie faceva sfilare i fratellini con le sciarpe di seta prodotto della nonna. E anche i gioielli sembrano avere un link con il mondo fashion. Sono realizzate in oro 9 oppure 14 carati, assiene a pietre preziose e semipreziose: diamanti, occhio di tigre rosso scuro, ametista verde, citrino giallo e lapislazzuli. Il prezzo è accessibile, i gioielli più cari, quelli con i diamanti, superano di poco i mille euro, ma per quelli con pietre dure e oro 9 carati la cifra va divisa per cinque. Un particolare interessante: Pariah utilizza imballaggi ecologici, così i sacchetti e le scatole sono realizzati per essere conservati al 100%.

Orecchini a goccia in vermeil
Orecchini a goccia in vermeil
Anello in oro riciclato e labradorite
Anello in oro riciclato e labradorite
Collana in vermeil e citrini
Collana in vermeil e citrini
Collana in vermeil, smeraldi e granati
Collana in vermeil, smeraldi e granati
Anello in vermeil e citrini
Anello in vermeil e citrini

Orecchini Sabine in vermeil
Orecchini Sabine in vermeil







Anche Tiffany nell’asta per il Duomo

/

Se non siete nati a Milano non conoscete il classico modo di dire: quando qualcosa va per le lunghe si dice che «è come la fabbrica del Duomo». Perché la maggiore chiesa di Milano è stata completata con un lavoro lungo secoli. E ha bisogno di manutenzione continua. Che c’etra tutto ciò con i gioielli? Martedì 19 aprile il nesso ci sarà. La Veneranda Fabbrica, con il patrocinio della Camera Nazionale della Moda Italiana, e il sostegno di Tiffany & Co, oltre che la collaborazione di Christie’s, hanno organizzato un progetto di raccolta fondi a sostegno dei restauri del Duomo. L’idea si chiama Adotta una Guglia e coinvolge un settore per il quale Milano è famosa: la moda. Alcuni brand del fashion hanno scelto di aderire all’iniziativa La Moda aiuta il Duomo, mettendo generosamente a disposizione le proprie creazioni. Che due passi dal Duomo, a Palazzo Reale, saranno messe all’asta: il ricavato sarà interamente destinato al Duomo. Le griffe che partecipano sono Giorgio Armani, Brunello Cucinelli, Cividini, Corneliani, Costume National, Etro, Salvatore Ferragamo, Genny, Gucci, Isaia, Krizia, Loriblu, Martino Midali, Missoni, Moncler, Moreschi, OTB Diesel, Prada, Emilio Pucci, Roberto Cavalli, Tod’s, Trussardi, Vicini, Vivienne Westwood. Tiffany, ovviamente, partecipa donando un gioiello. Inoltre, a partire da giovedì 14 aprile, coloro che entreranno all’interno del Grande Museo del Duomo, tra le sale del palazzo visconteo, troveranno esposti dieci abiti destinati all’asta impreziositi dai gioielli scelti per l’occasione da Tiffany. Per l’occasione, nelle giornate del 14 e del 16 aprile, il Museo resterà aperto fino alle 22. Federico Graglia

Esposizione aperta al pubblico
14 aprile 2016, dalle ore 13.00 alle ore 22.00
16 aprile 2016, dalle ore 10.00 alle ore 22.00
15-17-18 aprile 2016, dalle ore 10.00 alle ore 18.00
19 aprile 2016, dalle ore 10.00 alle ore 13.00
Ultimo accesso un’ora prima della chiusura
Asta (su invito)
Grande Museo del Duomo di Milano |Palazzo Reale, Piazza del Duomo 12
La Moda aiuta il Duomo
Martedì 19 aprile 2016, ore 19.30
Sala delle Colonne del Grande Museo del Duomo di Milano
Ingresso con visita in Museo da Piazza del Duomo, 12

Abito di Vivienne-Westwood
Collier Bean in legno giapponese laccato disegnato da Elsa Peretti per Tiffany & Co., abito Vivienne Westwood
Bracciali Bone in argento disegnati da Elsa Peretti per Tiffany & Co., abito Etro
Bracciali Bone in argento disegnati da Elsa Peretti per Tiffany & Co., abito Etro
Collier Tiffany 1837 in argento e RUBEDO Metal Tiffany & Co., abito Genny
Collier Tiffany 1837 in argento e Rubedo Metal Tiffany & Co., abito Genny
Collier Smile della collezione Tiffany T in oro bianco e diamanti e bracciale Tiffany Atlas in oro bianco e diamanti, abito Roberto Cavalli
Collier Smile della collezione Tiffany T in oro bianco e diamanti e bracciale Tiffany Atlas in oro bianco e diamanti, abito Roberto Cavalli
Collier Tiffany T in argento e bracciale alto Tiffany T in argento, abito Genny
Collier Tiffany T in argento e bracciale alto Tiffany T in argento, abito Genny

01-La-Moda-aiuta-il-Duomo---Etro1

Armani brilla con Swarovski

[wzslider]Anche Giorgio Armani si prepara alla battaglia d’inverno. E Gioiellis.com è lieta di anticipare a tutti i suoi affezionati lettori le immagini delle nuove collezioni Empori o Armani autunno/inverno 2014/2015. Non ha un nome particolare, la linea: si compone di orecchini e collane con forme geometri e decorate con l’aquila stilizzata che è il brand dello stilista milanese. Ma ci sono anche sagome più tonde, a cui sono aggiunti cristalli Swarovski nella tonalità topazio fumé. C’è anche spazio per una linea dedicata all’uomo. In questo caso l’ispirazione è al mondo militare, come va di moda da un po’: colori e disegni camouflage compaiono anche su gemelli, collane, anelli e bracciali in acciaio. A cui si aggiungono anche elementi in pelle. Ecco le immagini dei gioielli in anteprima, con la descrizione dei singoli pezzi. Matilde de Bounvilles 

 

Armani show

La classe è classe, non si discute. Alle sfilate di alta moda a Parigi Giorgio Armani ha presentato le sue ultime creazioni in fatto di abiti. Ma anche di accessori, bijoux compresi. Come vedete in queste immagini, anche i dettagli diventano protagonisti. Re Giorgio sa rendere anche i gioielli di una certa presenza, i bijoux che potrebbero sembrare troppo vistosi, un complemento necessario che si accompagnano al vestito come fosse prescritto dalla legge. Il segreto sta nel design dei bijoux, ma anche nella capacità di abbinare sfumature e linee morbide, disegni marcati con rotondità del taglio. Matilde de Bounvilles

Particolare dalle sfilate di Parigi di Giorgio Armani
Particolare dalle sfilate di Parigi di Giorgio Armani
Giorgio Armani, sfilate di alta moda Autunno-Inverno 2013-2014
Giorgio Armani, sfilate di alta moda Autunno-Inverno 2013-2014
Giorgio Armani, sfilate di alta moda Autunno-Inverno 2013-2014
Giorgio Armani, sfilate di alta moda Autunno-Inverno 2013-2014
Giorgio Armani, sfilate di alta moda Autunno-Inverno 2013-2014
Giorgio Armani, sfilate di alta moda Autunno-Inverno 2013-2014
Giorgio Armani, sfilate di alta moda Autunno-Inverno 2013-2014
Giorgio Armani, sfilate di alta moda Autunno-Inverno 2013-2014
Giorgio Armani, sfilate di alta moda Autunno-Inverno 2013-2014
Giorgio Armani, sfilate di alta moda Autunno-Inverno 2013-2014
Giorgio Armani, sfilate di alta moda Autunno-Inverno 2013-2014
Giorgio Armani, sfilate di alta moda Autunno-Inverno 2013-2014
Giorgio Armani, sfilate di alta moda Autunno-Inverno 2013-2014
Giorgio Armani, sfilate di alta moda Autunno-Inverno 2013-2014
Giorgio Armani, sfilate di alta moda Autunno-Inverno 2013-2014
Giorgio Armani, sfilate di alta moda Autunno-Inverno 2013-2014
Giorgio Armani, sfilate di alta moda Autunno-Inverno 2013-2014
Giorgio Armani, sfilate di alta moda Autunno-Inverno 2013-2014