bracciale, vetrina — Dicembre 4, 2020 at 4:30 am

Il design oltre il deserto di Nadine Kanso




Sono rimasti ancorati, per tanti, alla tradizione. Che esiste ancora. Ma nella gioielleria dei Paesi Arabi non c’è più solo quella: nuovi giovani designer propongono nuovi stili, che non sono per forza quelli occidentali. Nel caso di Nadine Kanso, per esempio, si tratta di una sintesi felice tra la gioielleria occidentale e quella in uso da secoli nelle nazioni di lingua araba. Nadine Kanso, che vive e lavora ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti, ha fondato nel 2006 il brand Bil Arabi, che si è stato apprezzato come l’aria fresca nel deserto. La capacità della designer è stata presto notata anche nel resto del Mondo e un suo bracciale è stato appositamente realizzato per la vendita di Christie’s in favore della ricostruzione di Beirut.

Bracciale in oro e smeraldi di Nadine Kanso
Bracciale in oro e smeraldi di Nadine Kanso

La designer ha background in grafica e tipografia, e in fatti per i suoi gioielli utilizza spesso le lettere della scrittura araba, che diventano motivi decorativi. Per esempio, bhibbak, cioè ti amo, è stata la prima frase araba che Nadine ha realizzato in oro. Con il tempo, lo stile si è evoluto oltre alle parole trasformate in gioielli, realizzati in oro, pietre preziose come diamanti o semi preziose come il tapazio, che sono utilizzati accanto a smalti colorati.

Nadine Kanso (da Facebook)
Nadine Kanso (da Facebook)
Pendente con la silhouette geografica degli Emirati Arabi Uniti
Pendente con la silhouette geografica degli Emirati Arabi Uniti
Collana personalizzabile
Collana personalizzabile
Anello in oro, smalto, pietre
Anello in oro, smalto, pietre
Anello rosa con topazio
Anello rosa con topazio
Pendente Al Hoob in oro rosa e smalto
Pendente Al Hoob in oro rosa e smalto

Orecchini in oro rosa con diamanti neri e onice
Orecchini in oro rosa con diamanti neri e onice







Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *