vetrina — luglio 17, 2017 at 4:00 am

Jessie Harris, avanguardia e minimal

Tra arte concettuale e design, tra oreficeria e futurismo: ecco la designer londinese Jessie Harris e la collezione Five ♦︎

Che la sua piattaforma di lancio si stata quella dell’arte, della scultura, delle performance visive, è facile indovinarlo: Jessie Harris, designer inglese, è una delle nuovi firme della fine jewelry londinese, spiega che si concentra sull’utilizzo di linee pulite e forme strutturali per produrre sculture minime dedicate al corpo. I suoi gioielli sono di quelli che si definiscono minimal. Piacciono a chi non vuole fronzoli, ma geometrie pulite, capaci di segnare volumi, pieni e vuoti precisi, con una lavorazione semplice. Il problema, in questi casi, è come inventare qualcosa di nuovo con un semplice filo d’oro che si trasforma in orecchini o anello. Riuscirci, è un traguardo per pochi.

Jessie ha studiato la Fine Art al Collegio d’arte di Chelsea e si è laureata nel 2010. Ha iniziato con la creazione di installazioni audio concettuali, ma dai concetti ha preferito passare a qualcosa di più tangibile: la gioielleria. Nella sua breve auto biografia precisa però che le sue collezioni sono definibili come Retro Futurism, Strutture di riferimento. Tra avanguardie artistiche e oreficeria, Jessie progetta e realizza i suoi pezzi nel suo studio East London. Giulia Netrese




Orecchini Spiral Tassel
Orecchini Spiral Tassel
Jessie Harris, collezione Five
Jessie Harris, collezione Five, bracciale e orecchino Spiral Twist
Orecchini Helix
Orecchini Helix
Collezioen Five, indossato
Collezioen Five, indossato
Jessie Harris, collezione Five
Jessie Harris, collezione Five
Bracciale Wound Twist
Bracciale Wound Twist

Orecchino Spiral Twist indossato
Orecchino Spiral Twist indossato







Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *