Romanza collection, Bradamente, Antiope e Carlotta ring

Gioielli Buccellati per il matrimonio

La collezione Romanza di Buccellati

Nel linguaggio dell’opera, la romanza è una composizione musicale per voce e accompagnamento di struttura variabile e carattere sentimentale. Gli appassionati possono commuoversi quando ascoltano brani come Celeste Aida, E lucean le stelle, Nessun dorma. Insomma, musica e languore romantico legati a una storia d’amore. Così come regalare un gioiello è allo stesso tempo una storia e un atto che esprime passione. Buccellati interpreta questo feeling con Romanza, nome di una collezione principalmente di anelli, ma anche orecchini, bracciali e e gemelli dal polso, disegnati espressamente per celebrare l’amore nei momenti più ufficiali, come il matrimonio, ma anche per un anniversario o per un semplice regalo.

Anello Lavinia in oro bianco e diamanti
Anello Lavinia in oro bianco e diamanti

I gioielli seguono il consueto stile di Buccellati e presentano una lavorazione preziosa. La collezione Romanza è stata sviluppata utilizzando le tradizionali modalità di lavorazione che risalgono all’oreficeria fiorentina del Rinascimento, con le tecniche di incisione che rendono unici i gioielli della Maison.

Anello Antiope in oro bianco e diamanti
Anello Antiope in oro bianco e diamanti

La collezione è ampia ed è suddivisa in diversi set, ognuno dei quali prende il nome di una donna citata nella storia della letteratura europea e, soprattutto, coinvolta in una grande storia d’amore: Ginevra amata da Lancillotto, Antiope della Regina delle Amazzoni, Beatrice di Dante Alighieri, Carlotta delle Affinità Elettive, Titania del Sogno di una Notte di Mezza Estate di Shakespeare, Bradamante di Lodovico Ariosto, Penelope, la paziente compagna di Ulisse, Lavinia, promessa sposa dell’Eneide, Giulietta, che ama Romeo, e Isotta, tormentata dal suo sentimento per Tristano.

Anello Isotta
Anello Isotta

I modelli Lavinia, Penelope, Giulietta e Bradamante creano una ulteriore linea a sé stante, denominata Romanza Macri, e caratterizzata da una iconica incisione a rigato sulla base del gioiello. La collezione si è ampliata e alcuni design. Per esempio ad Antiope sono stati aggiunti anche orecchini, bracciale e pendente. Il modello Carlotta presenta ora una serie di oggetti complementari, come la collana, gli orecchini, i pendenti e i bracciali. Fra questi ultimi spiccano il tennis, impreziosito da diamanti che si alternano a elementi incisi a mano, e i bracciali flessibili, che presentano da uno a tre elementi decorativi, incassati con brillanti. Nasce anche la versione mini del modello Carlotta, con un design minimalista rispetto alla proposta originale, per una vestibilità più accomodante e day-to-day.

Bracciale Tennis Carlotta
Bracciale Tennis Carlotta

Sempre giocati su oro bianco e diamanti, I bracciali flessibili presentano da uno a tre elementi decorativi, il bracciale tennis diventa più lineare e sottile. Per completare la proposta Romanza non mancano i gemelli da uomo nella versione di design Carlotta e Antiope. Sono parure, totalmente in oro bianco e diamanti, in uno stile preciso.

Orecchini Antiope
Orecchini Antiope

Ultimo elemento, ma non meno importante (anzi, essenziale): le fedi nuziali, che aggiungono il segno distintivo di tutti i gioielli Buccellati: l’incisione. La fascia leggermente bombata, in oro bianco, giallo o rosa, è infatti finemente incisa con la tecnica a rigato, che prevede l’impressione a mano, tramite bulino, di righe fitte e parallele, che tolgono oro e aggiungono luce e setosità alla materia, facendo di un semplice design un oggetto non scontato e assolutamente innovativo.

Romanza Wedding ring
Romanza Wedding ring
Orecchini pendenti Carlotta
Orecchini pendenti Carlotta
Gemelli da polso Carlotta
Gemelli da polso Carlotta

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Nuovi colori per Sophie di Boccadamo

Next Story

A passo di marcia i lavori a Fiera Vicenza

Latest from Showroom

Romantica Stone Paris

Il romanticismo dei francesi con origine polacca nei gioielli di Marie Poniatowski, fondatrice di Stone Paris ♦