Gioielli, Jewelry, Joaillerie, Joyas, Jewelen

Kendrick Lamar indossala corona di spine Tiffany a Glastonbury

La Passione secondo Tiffany

in news/Tiffany




Tiffany ha sempre definito i suoi gioielli come piccole opere d’arte. E questo è spesso vero per quanto riguarda pezzi ideati da designer famosi, come Elsa Peretti o Jean Schlumberger. Ma da qualche tempo il brand americano passato sotto l’ala del gruppo francese Lvmh non limita la creatività al mondo del design o dell’alta gioielleria. Tiffany ha ormai legato il proprio brand al mondo dell’arte contemporanea, con una nuova strategia di comunicazione che si incammina in territori sconosciuti. La nuova partnership del brand, per esempio, è con Kendrick Lamar che, insieme al suo collaboratore creativo di lunga data e co-fondatore di pgLang Dave Free, ha incaricato Tiffany di creare una corona su misura in titanio e pavé di diamanti.

Crown of Thorns, Corona di spine in titanio e diamanti
Crown of Thorns, Corona di spine in titanio e diamanti

L’idea arriva dopo che, nel giro di un paio di anni, Tiffany ha annunciato un calendario dell’Avvento ispirato a Basquiat, una collaborazione con Daniel Arsham, la partnership con l’artista di New York con Curtis Kulig, l’esposizione di una maxi scultura di Daniele Papuli, senza contare gli occhiali in stile Mughal, identici a quelli messi all’asta da Sotheby’s nell’ottobre 2021, fatti indossare al cantante Pharrell Williams (forse era una performance?).

Kendrick Lamar indossala corona di spine Tiffany a Glastonbury
Kendrick Lamar indossa la corona di spine Tiffany a Glastonbury

La collaborazione con Kendrick Lamar è definita da Tiffany ricca di significato e simbolismo. In effetti, dato che la corona di spine è associata al racconto del Vangelo che descrive gli ultimi atti della vita di Gesù, si tratta di un oggetto altamente simbolico. La corona è stata realizzata dagli artigiani di Tiffany a New York nell’arco di dieci mesi. Lamar ha indossato la corona durante la sua esibizione da headliner a Glastonbury il 26 giugno 2022.

Gli artigiani  italiani hanno fissato ognuno degli 8.000 diamanti, per oltre 137 carati
Gli artigiani italiani hanno fissato ognuno degli 8.000 diamanti, per oltre 137 carati

Kendrick Lamar rappresenta l’arte, la creatività rischiosa e l’innovazione implacabile che ha anche definito Tiffany & Co. per quasi due secoli. Siamo orgogliosi e incredibilmente entusiasta di lavorare con un visionario come Kendrick per realizzare la sua visione per la corona.
Alexandre Arnault, vicepresidente esecutivo, prodotto e comunicazione, Tiffany & Co

Alexandre Arnault
Alexandre Arnault

La corona è realizzata con un’incastonatura in micropavé con diamanti di varie dimensioni, ciascuno incastonato strettamente insieme per massimizzare la brillantezza, conferendo una qualità naturalistica al pezzo. Ogni diamante è stato incastonato a mano e anche i rebbi sono stati realizzati artigianalmente. In genere, i rebbi sono fusi sul posto. Invece, con questo pezzo gli artigiani (italiani, presumibilmente a Valenza) hanno fissato ognuno degli 8.000 diamanti, per oltre 137 carati, in posizione, quindi hanno tagliato il metallo e lo hanno piegato sopra per creare i rebbi, un processo tipicamente riservato all’alta gioielleria.

La corona è realizzata con un'incastonatura in micropavé con diamanti di varie dimensioni
La corona è realizzata con un’incastonatura in micropavé con diamanti di varie dimensioni

Lamar e Free si sono avvicinati per la prima volta al team di design di Tiffany & Co. nel 2021 con la loro idea per un copricapo ispirato alla Corona di spine. Probabilmente uno dei simboli più ampiamente riconosciuti dell’iconografia religiosa, che Tiffany descrive come “metafora di abilità artistica, umiltà e perseveranza”. Oltre al riferimento religioso, gli artisti si sono ispirati anche all’iconica spilla Thorns di Jean Schlumberger, che il leggendario designer ha creato nel 1947, prima di entrare a far parte di Tiffany & Co nel 1956. In questo caso, però, ogni riferimento religioso è assente. La spilla Thorns di Schlumberger ricorda più un nido di uccello piuttosto che una corona di spine: ha sporgenze spinose realizzate a mano in oro giallo 18 carati circonda uno zaffiro da 47 carati, è attualmente in mostra alla mostra Vision & Virtuosity della Maison a Londra, fino al 19 agosto.

La spilla Thorns di Jean Schlumberger
La spilla Thorns di Jean Schlumberger

Annibale Carracci (156-1609), Cristo con la corona di spine e angeli
Annibale Carracci (156-1609), Cristo con la corona di spine e angeli







Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from news

Go to Top