sotheby's - Page 9

Lollo in vendita

Gina Lollobrigida superstar anche nei gioielli: 22 pezzi realizzati da Bulgari negli anni ’50 e ’60 provenienti dalla collezione dell’attrice andranno all’asta da Sotheby’s a Ginevra il prossimo 14 maggio. La collezione sarà proposta nel corso della Jewels and Noble Sale di Ginevra, un’asta che mostrerà i preziosi gioielli indossati dalla Lollo nei momenti più importanti della sua carriera, gli stessi che furono tra gli highlights della mostra internazionale, Bulgari-125 Years of Italian Magnificence. Per volontà dell’attrice, parte del ricavato sarà destinato alla ricerca sulle cellule staminali, ha precisato la casa d’aste Sotheby’s. Si tratta in particolare di un paio di orecchini di perla naturale e diamanti realizzati nel 1964 e stimati tra 600mila a 1 milione di dollari, un anello di diamanti di 19,03 carati dello stesso valore e una parure collana-braccialetto di diamanti del 1954 stimato tra i 300mila e 500mila dollari. Gina Lollobrigida ha cominciato a collezionare gioielli di Bulgari negli anni ’50 e ’60. «Adesso mi dedico sopratutto alla scultura e uno scultore non ha bisogno di gioielli». Inoltre, ha aggiunto, la vendita «mi consentirà di aiutare una causa che mi sta particolarmente a cuore: la ricerca sulle cellule staminali».    Prima della vendita all’incanto a Ginevra, la collezione sarà esposta a Londra, New York e Roma. Giulia Netrese

Gina Lollobrigida, negli anni Sessanta

Gina Lollobrigida, negli anni Sessanta
Lollo & Bulgari oggi
Lollo & Bulgari oggi
Gina Lollobrigida con tiara e, a fianco, la collana-braccialetto di Bulgari
Gina Lollobrigida con tiara e, a fianco, la collana-braccialetto di Bulgari

 

 

 

The star attractions of this May sale in Geneva are jewels from the collection of the legendary Italian actress Gina Lollobrigida. The auction will feature important Bulgari jewels of the 1950s and 1960s, worn by Miss Lollobrigida at landmark moments in her career. These were highlights of the international touring exhibition, “Bulgari – 125 Years of Italian Magnificence in 2009-2012.”  They include a cushion-shaped diamond ring weighing 19.03 carats, Bulgari, 1962, a pair of natural pearl and diamond pendants, Bulgari, 1964 and a diamond necklace/bracelet, Bulgari, 1954.

Collana-bracciale di diamanti, datato 1954. È valutato tra 300 e i 500mila dollari
Collana-bracciale di diamanti, datato 1954. È valutata tra 300 e i 500mila dollari

Questa pera costa 12 milioni di dollari

[wzslider]Ha la forma di una piccola pera, pesa quasi 75 carati e vale dai 9 ai 12 milioni di dollari. Sono i numeri di un prezioso e raro diamante che la casa d’aste Sotheby’s di New York metterà all’asta il prossimo 17 aprile nell’ambito della sua vendita Magnificent Jewels. La pietra è il pezzo forte della collezione ed è considerata il diamante bianco più importante mai visto a un’asta nelle Americhe. Inoltre, è una delle poche e forma di pera al di sopra dei 50 carati e della categoria colore D, ossia massimo del bianco, a essere messa all’asta negli ultimi decenni. L’ultima simile vendita all’incanto risale al 1995, quando da Sotheby’s a Ginevra uno sceicco saudita acquistò quello che fu chiamato Star of the Season, un diamante da oltre 100 carati, venduto allora al prezzo record di 16 milioni di dollari e mezzo. Il diamante che sarà messo in vendita ad aprile a New York fu acquistato nel 2001 dall’attuale proprietario al prezzo di oltre 4 milioni di dollari. La valutazione della stima attuale è stata fatta considerando 120 mila dollari a carato. Non sarà però l’unico pezzo pregiato. Come vedete nelle immagini, all’asta andranno anche un anello con smeraldo e uno di platino e diamante che superano abbondantemente quota 1 milione di dollari oltre a un paio di orecchini da 3,5-4,5 milioni.  M.d.B.

 

An exceptional pear-shaped diamond, weighing nearly 75 carats and the purest D colour, leads our April sale.  Also featured are jewels from the estate of Florida philanthropist Lynn Wolfson, a rare Cartier ‘Tutti Frutti’ bracelet from a European collection and important coloured gemstone jewels from the family of American financier Jay Gould.  Highlights from the upcoming Geneva sale will also be on view in New York from 13-16 April.

Sotheby’s: omaggio alla regina

[wzslider]Alcuni gioielli recentemente esposti a Londra, al Royal Kensington Palace, andranno all’asta a Hong Kong nell’incanto che Sotheby ha previsto per l’8 aprile. Tra i preziosi, un anello di diamanti giallo e rosa, chiamato Blushing Gold, e un paio di orecchini di diamanti sorprendentemente rosa, battezzati The Regalia. Tutti e due i gioielli sono stati realizzati in omaggio alla regina britannica in occasione del Diamond Jubilee. All’asta anche diamanti blu e incolore, rubini birmani, smeraldi colombiani, zaffiri del Kashmir, perle naturali e gioielli di giada. Complessivamente la vendita vedrà battuti circa 330 lotti, stimati per circa 65 milioni di dollari. Se volete dargli un’occhiata da vicino dovete andare, prima della vendita, dal 3 al 7 aprile all’Hong Kong Convention and Exhibition Centre. Indirizzo: 1 Harbour Rd, Hong-Kong, telefono: +852 3111 9660.

Questo anello vale 430mila euro

[wzslider]L’asta di gioielli di Sotheby (http://gioiellis.com/allasta-i-gioielli-di-evelyn-h-lauder) a New York si è conclusa con un successo. Sono stati battuti gioielli per 10 milioni e mezzo di dollari, terzo record consecutivo per una vendita di gioielli a febbraio da Sotheby. “Siamo molto lieti di aver raggiunto un altro risultato di rilievo”, ha commentato Gary Schuler, responsabile del dipartimento gioielli Sotheby a New York. “L’asta ha dimostrato la propensione del mercato per i diamanti eccezionali, a partire da due pezzi firmati da Tiffany: un anello di diamanti da 6,46 carati ha più che triplicato la sua stima per 560.500 dollari (430mila euro) , mentre un anello con un diamante rosa violaceo Fancy Vivid da 0,51 carati ha quadruplicato la sua stima dino a raggiungere i 338.500 dollari”. Una spilla di diamanti di Van Cleef & Arpels è stato venduto a 332.500, 100mila dollari sopra la stima di partenza. F.G.

 

Vendere gioielli è un affare (per Sotheby’s)

[wzslider]Vendere gioielli è un affare. Di sicuro se orecchini, collane e anelli vanno all’asta. Lo dimostrano i conti di Sotheby’s, che nel 2012 ha venduto gioielli per una cifra record: 460,5 milioni dollari, circa 355 milioni di euro. La vendita di gioielli, paradossalmente, è stato aiutata da crisi, e cioè dal successo per le collezioni private messe all’incanto. Lo scorso anno Sotheby’s ha battuto diamanti e pietre preziose eccezionali, nonché gioielli storici appartenuti anche a nobili casate. La media raggiunta è niente male: 84% di venduto per lotto. E per 72 lotti è stato venduto per più di 1 milione di dollari, per sei oltre i 5 milioni. Un punto di forza è stata una vendita record di gioielli a Ginevra, nel maggio scorso, che ha totalizzato 108,4 milioni dollari. E a dicembre, a New York, ha battuto per 64,8 milioni dollari. Anche in Asia Sotheby’s ha fatto sfracelli, con 114,5 milioni dollari a Hong Kong.
Tra i risultati più brillanti, è il caso di dirlo, un diamante briolette azzurro da 10,48 carati, acquistato dal grande gioielliere londinese Laurence Graff per 10,8 milioni, cioè 1,03 milioni per carato. Sotheby’s ha anche venduto il diamante Beau Sancy, da 34,98 carati, tagliato a pera, con una storia che risale a 400 anni per 9,7 milioni. Il diamante è stato tramandato attraverso le famiglie reali di Francia, Inghilterra, Prussia e la Casa di Orange. Un anello di platino con smeraldo da 22,84 carati appartenuto a Brooke Astor è stato venduto per 1,2 milioni di dollari, e un perfetto anello di diamanti rosa della collezione di Evelyn H. Lauder, da 6,54 carati, ha fatto segnare 8,5 milioni. Federico Graglia

1 7 8 9