morganite

Tutto sulla morganite




La morganite è una pietra rosa molto interessante e meno costosa dei diamanti. Leggete quali sono le caratteristiche della morganite in questa breve guida.

Le aste di Christie’s e Sotheby’s hanno decretato che al momento i re delle pietre preziose sono i diamanti rosa. Ma se vi piace questo colore, la morganite è una delle pietre che offre questa tonalità. La morganite, infatti, ha un deciso colore rosa e si trova con diverse sfumature, più o meno intenso. D’altra parte, è una pietra che va di moda: grandi Maison, come Pasquale Bruni o designer come Lydia Courteille da tempo utilizzano questa pietra per le loro collezioni di alta gioielleria.

OreccOrecchini in oro rosa, diamanti bianchi brown, morganitehini in oro rosa, diamanti bianchi Brown, morganite
Orecchini in oro rosa, diamanti bianchi brown, morganite

Il nome. Pochi sanno che la la morganite si chiama così in onore di un banchiere. Prende il nome, infatti, da finanziere e banchiere americano appassionato di pietre preziose, John Pierpont Morgan. È stato uno dei grandi banchieri dei primi anni del Novecento e ancora oggi la banca che ha fondato è una delle più grandi e importanti del mondo. La morganite è stata scoperta in Madagascar nel 1910 da George Kunz, che ha proposto di chiamarla morganite durante una riunione della New York Academy of Sciences, per onorare il suo amico e cliente John Pierpont Morgan, che gli aveva concesso il suo sostegno finanziario e per le importanti donazioni di gemme al Museo americano di Storia naturale di New York e al Museo di Storia naturale di Parigi. La collezione di JP Morgan è stata poi in parte utilizzata da Tiffany, di cui Kunz era il capo gemmologo.

Ciondolo in oro con morganite
Ciondolo in oro con morganite di Spreng

Curiosità. La morganite diventa fluorescente e di colore rosso intenso se esposta ai raggi X. La fluorescenza scompare quando non è più colpita dai raggi: è un aspetto da sapere nel caso abbiate un gioiello con morganite e volete indossarlo durante una radiografia…

Orecchini con Morganite della collezione Atelier Vento
Pasquale Bruni, orecchini con morganite della collezione Atelier Vento

Descrizione. La morganite è una varietà del berillo, ha colore rosa delicato, più o meno intenso. Il berillo rosa deve la sua colorazione alla presenza di minime tracce di manganese, spesso associate ad impurità di cesio e di rubidio. I principali giacimenti si trovano in Madagascar e Brasile. La morganite può formare cristalli di grandi dimensioni: in Brasile hanno trovato cristalli fino a 10 chilogrammi.

Quanto vale. La morganite è più rara dell’acquamarina, ma grandi pietre sono facilmente reperibili sul mercato. Il valore è determinato anche dalla qualità della pietra, per esempio dalla sua trasparenza. Un anello con un morganite di buone dimensioni può costare circa 4000-5000 euro, prezzo che aumenta se è associata con altre pietre.

Anello in oro bianco brunito con morganite e diamanti di Lorenza Bäumer
Anello in oro bianco brunito con morganite e diamanti di Lorenza Bäumer
Anello con morganite e tormaline
Anello con morganite e tormaline di Lydia Courteille
Collier Goddess Garden in oro, diamanti, morganite
Collier Goddess Garden in oro, diamanti, morganite di Pasquale Bruni
Anello in oro con morganite e diamanti
Anello in oro con morganite e diamanti di Carelle
Anello Twig in oro bianco e morganite
Anello Twig in oro bianco e morganite
Anello con gambo a forma di pesce, spinello rosa e zaffiri
Alessio Boschi, anello con gambo a forma di pesce, spinello rosa e zaffiri
Damiani, anello in oro, zaffiri rosa, diamanti e morganite
Damiani, anello in oro, zaffiri rosa, diamanti e morganite






 

Il Goddess Garden di Pasquale Bruni

//




Tra natura e sentimento, lusso e idealismo: la collezione Goddess Garden di Pasquale Bruni contiene gli elementi che caratterizzano la produzione del marchio di gioielleria di Valenza (Italia). Il tema della ghirlanda con i fiori a quattro petali, realizzati con pavé di diamanti bianchi e champagne su oro bianco o rosa, anche alternati sullo stesso gioiello, è un classico della Maison. In questo caso i petali sono accompagnati da grandi morganiti o tanzaniti tagliate a goccia.

Collier Goddess Garden in oro, diamanti, morganite
Collier Goddess Garden in oro, diamanti, morganite

Il Giardino delle Dee risplende nel fiore della luce lunare e racchiude l’essenza di ogni Donna nella bellezza delle sue emozioni che in una lacrima di gioia diventano Gemma.
Eugenia Bruni, direttrice creativa di Pasquale Bruni

Eugenia Bruni
Eugenia Bruni

La particolarità innovativa è il concetto di «molteplicità» negli indossi: il collier si può trasformare in cinque differenti gioielli grazie alla sua scomponibilità. Ogni singolo fiore è dotato di una sua mobilità individuale, così che il gioiello possa accompagnare il movimento del corpo, con chiusure sicure e invisibili che si susseguono senza alcuna interruzione. Il collier e gli orecchini abbinati possono culminare in gocce di morganite o tanzanite. Completa la collezione il bracciale che si trasforma in chocker unendosi a un bracciale accessorio in velluto nero, sempre con fiori in diamanti a chiusura.

Orecchini con pavé di diamanti e morganiti
Orecchini con pavé di diamanti e morganiti
Orecchini in oro bianco con pavé di diamanti bianchi
Orecchini in oro bianco con pavé di diamanti bianchi

Orecchini in oro rosa con pavé di diamanti bianchi e champagne
Orecchini in oro rosa con pavé di diamanti bianchi e champagne







La doppia vita di Lauren Christy

//




Da New York a Milano: i gioielli di Lauren Christy tra America e Italia ♦

C’è chi, giustamente, vede New York come uno delle città più creative del mondo. Ma c’è anche chi dagli States vola fino a Milano per imparare i segreti della gioielleria. È il percorso di Lauren Christy, che dopo cinque anni a New York, dove ha lavorato per i gioiellieri come Philip Crangi e Carol Workinger, si è trasferita nella città lombarda, nel Nord Italia, dove ha frequentato la Scuola Orafa Ambrosiana. L’esperienza le è piaciuta e Milano è diventata la base dove progetta e disegna i suoi gioielli.

Lauren Christy, pendente in oro 9 carati con moissanite
Lauren Christy, pendente in oro 9 carati con moissanite

Sono oggetti in oro 9 carati, oppure argento e ottone, con l’aggiunta di pietre dure come granati, crisoprasio o moissanite. Lo stile? Molto personale. Lei dice che le sue collezioni si ispirano alla natura, al mare, all’Italia e la sua storia, con un disegno semplice e senza tempo. In ogni caso, li vende sia online che direttamente negli States: un curioso esempio in cui il Made in Italy ha un passaporto americano. Giulia Netrese

Orecchini Ides in oro 9 carati
Orecchini Ides in oro 9 carati
Anello Aurora, oro lavorato a mano. Prezzo: 232 euro
Anello Aurora, oro lavorato a mano con moissanite. Prezzo: 232 euro
Orecchini Seneca. Oro e moissanite. Prezzo: 185 euro
Orecchini Seneca. Oro e moissanite. Prezzo: 185 euro
Orecchini Druzy, oro e agata nera sbriciolata. Prezzo: 176 euro
Orecchini Druzy, oro e agata nera sbriciolata. Prezzo: 176 euro
Anello con crisoprasio. Prezzo: 165 euro
Anello con crisoprasio. Prezzo: 165 euro
Anello Gemma, in oro e moissanite
Anello Gemma, in oro e moissanite
Orecchini con granati. Prezzo: 147 euro
Orecchini con granati. Prezzo: 147 euro
Collana Tella. Oro, argento, moissanite
Collana Tella. Oro martellato, argento, moissanite
Bracciale Capnella, oro e capnella (varietà di corallo). Prezzo: da 101 a 516 euro
Bracciale Capnella, oro e capnella (varietà di corallo). Prezzo: da 101 a 516 euro







Il carnevale brasiliano di Vianna

/




Gemme, colori, combinazioni sorprendenti: sono la ricetta di Vianna Brasil, una Maison che segue il gusto carioca anche se ha il flagship store in Florida, a Boca Raton ♦

Se vi piacciono le gemme allora sarete attratti dal Vianna Brasil: se non lo conoscete segnatevi questo nome, perché è quasi sinonimo di pietre preziose. La maggior parte dell’oro e delle pietre preziose in Brasile sono stati trovate, e lo sono tuttora, in una zona che oggi costituisce lo Stato di Minas Gerais, parole che in portoghese stanno a significare «miniere generali». In questo Stato, quattro generazioni fa, la famiglia Vianna ha iniziato la sua attività. In breve Vianna è diventato il produttore più specializzato in Brasile per la gioielleria con pietre colorate.

Pendenti con topazio e citrino
Pendenti con topazio e citrino

Il risultato sono collezioni come ci si attende da un gioielliere brasiliano e per di più specializzato nell’utilizzo delle gemme: le forme geometriche e accostamenti cromatici a volte sorprendono ma, soprattutto, rallegrano come il celebre carnevale brasiliano.

Per realizzare i gioielli il brand utilizza la combinazione di tagli tradizionali con quelli esclusivi: si vanta di essere l’unica azienda in Brasile con il proprio impianto di taglio, aspetto che consente un superiore controllo di qualità. Le pietre utilizzate: quarzo, topazio azzurro, ametista, citrino, verde e rosa tormaline, tormalina Paraiba, morganite, acquamarina, topazio imperiale… Matilde de Bounvilles





Orecchini in oro e prasiolite
Orecchini in oro e prasiolite

Orecchini a cerchio con quarzo fumé e nero
Orecchini a cerchio con quarzo fumé e nero
Orecchini in oro bianco e quarzo nero
Orecchini in oro bianco e quarzo nero
Tiara in oro bianco 18 carati, diamanti e ametiste di diverse sfumature
Tiara in oro bianco 18 carati, diamanti e ametiste di diverse sfumature
Collezione Malabaris: braccialetto in oro con rodolite, amtesita rosa e quarzo
Collezione Malabaris: braccialetto in oro con rodolite, amtesita rosa e quarzo
Collana in oro con quarzo fumé, nero e diamanti
Collana in oro con quarzo fumé, nero e diamanti
Collezione Pierrot: anelli in oro con ametista rosa, praziolite, quarzo e diamanti
Collezione Pierrot: anelli in oro con ametista rosa, prasiolite, quarzo e diamanti

Orecchini di ametista
Orecchini di ametista







Pasquale Bruni, via con Atelier Vento

/




Pezzi unici di straordinario pregio: Atelier Vento di Pasquale Bruni ♦︎

I pezzi unici di alta gioielleria hanno un fascino particolare. Come i grandi quadri, opere uniche, insostituibili, irripetibili, così i pezzi di gioielleria one-of-a-kind, legati a grandi pietre o, a volte a grandi intuizioni del designer, sono valutati anche per la loro esistenza singola. Chi li acquista sa di ottenere qualcosa che non vedrà mai indossato da un’altra donna, neppure per caso.

Non si sottrae al fascino dei pezzi unici la Maison Pasquale Bruni, portabandiera della qualità di alta gamma della gioielleria italiana. Eugenia Bruni, la designer del brand di Valenza, ha presenta pezzi unici, definiti come linea Atelier Vento. Sono plasmati da un refolo, oppure un’impetuosa corrente d’aria, chissà: ma i grandi anelli e orecchini, nonostante le dimensioni imponenti si indossano con leggerezza, come spinti da un soffio, anche se hanno una presenza sulla mano di cui non ci si dimentica. Rubelliti, tanzaniti e morganiti sono le grandi pietre dei grandi anelli. A fianco, ali con pavé di diamanti o rubini sostengono le pietre e il sogno di possederne uno. Giulia Netrese




Anelli con Morganite della collezione Atelier Vento
Anelli con Morganite della collezione Atelier Vento
Orecchini con Morganite della collezione Atelier Vento
Orecchini con Morganite della collezione Atelier Vento
Anelli, composizione. Morganite e pavé di diamanti
Anelli, composizione. Morganite e pavé di diamanti
Collezione Atelier Vento, anelli con rubellite
Collezione Atelier Vento, anelli con rubellite
Vento Rubellite 15888B
Collezione Atelier Vento, orecchini con rubellite







Jacob & co, grandezza in rosa

/




Un paio di eccezionali orecchini con morganite per oltre 100 carati di Jacob & co ♦︎

La morganite è una pietra che simboleggia l’«amore divino». Inoltre, è una pietra che secondo i cuori romantici promuovere gli affetti e gli spasimi del cuore. Meno romanticamente, invece, la pietra è una varietà del berillo, e ha un colore rosa delicato, più o meno intenso. Il nome morganite, in ogni caso, non si riferisce alla fata Morgana, ma è stato conferito dal mineralogista statunitense George Frederick Kunz in onore del banchiere americano attivo a cavallo del Novecento John Pierpont Morgan, collezionista di pietre (e fondatore di una delle più grandi banche ancora in attività, la JP Morgan).

Ed ecco un eccezionale impiego di questa pietra così raffinata: orecchini con oltre 100 carati di morganite. Sono stati presentati a Baselworld da Jacob & Co, Maison di New York che presenta spesso dei pezzi di gioielleria particolarmente preziosi. Gli orecchini presentano un totale di quattro pietre di morganite. La più grande pesa 93,88 carati, mentre quella leggermente più piccola ha un peso di 6,35 carati. Non solo: 98 diamanti a forma di pera, del peso totale di 8,61 carati, ornano gli orecchini, che sono ulteriormente accentati con oltre 360 diamanti bianchi a pavé. Quasi inutile aggiungere che gli orecchini di Jacob & co sono pezzi unici. Giulia Netrese




Orecchini con morganite e diamanti
Orecchini con morganite e diamanti
Modella con choker di diamanti di Jacob & co
Modella con choker di diamanti di Jacob & co
Modelle di Jacob & co con i gioielli della Maison, a Baselworld 2018
Modelle di Jacob & co con i gioielli della Maison, a Baselworld 2018

Modella con collana in oro e diamanti di Jacob & co
Modella con collana in oro e diamanti di Jacob & co







La natura nelle gemme di Paul Wild

La natura selvaggia nelle pietre straordinarie di Paul Wild a Baselworld 2017 ♦

Può darsi che vi piacciano i gioielli con grandi pietre preziose. Può darsi che abbiate letto di gioiellieri che partono da smeraldi, rubini o tormaline per disegnare un nuovo gioiello. Oppure può darsi che conosciate Paul Wild. Se, stranamente, non ne avete sentito parlare, sappiate che è stato un artista-commerciante tedesco (ora la tradizione prosegue con Markus Wild) che vede le pietre come un pittore guarda ai suoi tubetti di colori. Lo dimostra anche la sua partecipazione a Baselworld 2017.

Quest’anno, per esempio, Paul Wild si presenta con una serie di pietre ispirate al dipinto di Le Rêve di Henri Rousseau, un celebre quadro del 1910 che ha come soggetto una foresta tropicale. Una natura fantastica che l’azienda di Kirschweiler (Germania), interpreta con una serie di pietre che sono già l’idea di gioielli prima ancora di arrivare in un laboratorio di oreficeria. Come nel caso delle tormaline Paraiba tagliate a farfalla, e rubellite, granati, lapislazzuli blu, della morganite, dello spinello del Vietnam: pietre straordinarie, spesso inusuali, che devono solo essere indossate per trasformarsi in gioielli fuori dal comune. Giulia Netrese

Set di morganite del Madagascar, per un totale di 112.83 carati
Set di morganite del Madagascar, per un totale di 112.83 carati
Braccialetto con varie pietre blu, azzurre e verde, per un totale di circa 268 carati, tra tormaline e acquamarine
Braccialetto con varie pietre blu, azzurre e verde, per un totale di circa 268 carati, tra tormaline e acquamarine
Orecchini di rubellite tormalina, composti da pietre lavorate e cabochon
Orecchini di rubellite tormalina, composti da pietre lavorate e cabochon
Le Rêve, dipinto di Henri Rousseau
Le Rêve, dipinto di Henri Rousseau
Una varietà verde della andradite, minerale che è uno delle più preziose varietà del granato Demantoide
Una varietà verde della andradite, minerale che è uno delle più preziose varietà del granato Demantoide
Collana con rari spinelli del Vietnam, organizzati in un collier
Rari spinelli del Vietnam, organizzati in un collier
Insieme composto con quasi 90 carati di tormalina Paraiba in forme rotonde, ovali, e pera di alta qualità, combinati con pietre tagliate ad ali di farfalla
Insieme composto con quasi 90 carati di tormalina Paraiba in forme rotonde, ovali, e pera di alta qualità, combinati con pietre tagliate ad ali di farfalla


Le meraviglie di Alice 

A cavallo tra l’estate e l’inverno (almeno nel nome) Summer Snow, la nuova collezione di Alice Cicolini è invece quanto di più sofisticatamente luminoso si possa immaginare. C’è il metallo vermeil, ossia argento placcato in oro in questo caso a 18 carati, modellato su linee intricate che sembrano i rami di piante rampicanti e al posto delle foglie, margherite trasparenti anche a doppia corolla in quarzo rosa e rosa polvere, ametista verde e cristallo di rocca. I colori pastello sono presi dai quadri di Monet e ravvivati da accesi pistilli in topazio, tormalina, zaffiri, morganiti e calcedonio taglio briolette, l’ispirazione del disco plissettato come corolla viene dalle base delle colonne dei templi indiani, e il disegno complessivo dai fiori a cascata è quello dei kimoni giapponesi. Insomma, c’è un mix and match geografico in questi gioielli il cui nome evoca il turbinio di polline dei pioppi moscoviti in questa stagione, mentre le pietre sono state incise a mano da artigiani di Jaipur, in India, gli stessi che da anni collaborano con la designer inglese. Da quando, nel 2007, vide in India una scatola di gioielli appartenuta a una Maharani (nome per indicare la moglie del Maharaja) e decise di iniziare a creare gioielli. Ecco le immagini della collezione. Matilde de Bounvilles

Anello collezione Summer Snow in vermeil con ametista verde, quarzo rosa e diamante
Anello collezione Summer Snow in vermeil con ametista verde, quarzo rosa e diamante
Orecchini collezione Summer Snow in vermeil con ametista verde, quarzo rosa, cristallo di rocca, tormaline e calcedonio taglio briolette
Orecchini collezione Summer Snow in vermeil con ametista verde, quarzo rosa, cristallo di rocca, tormaline e calcedonio taglio briolette
Spilla collezione Summer Snow in vermeil con quarzo rosa polvere e tormalina
Spilla collezione Summer Snow in vermeil con quarzo rosa polvere e tormalina
Bracciale collezione Summer Snow in vermeil con ametista verde, quarzo rosa e quarzo rosa polvere, cristallo di rocca, tormalina, zaffiro e topazio
Bracciale collezione Summer Snow in vermeil con ametista verde, quarzo rosa e quarzo rosa polvere, cristallo di rocca, tormalina, zaffiro e topazio
Spilla collezione Summer Snow in vermeil con cristallo di rocca, ametista e e tormalina
Spilla collezione Summer Snow in vermeil con cristallo di rocca, ametista e e tormalina

Alice Cicolini

Spilla collezione Summer Snow in vermeil con cristallo di rocca e tormalina
Spilla collezione Summer Snow in vermeil con cristallo di rocca e tormalina

Dior (ama), spettacolo prezioso

Orecchini asimmetrici, anelli aperti, colori vivaci: Diorama precieuse, la nuova capsule collection di Dior riunisce in soli due modelli, declinati in tre metalli diversi, i trend del momento. L’ispirazione però parte da lontano: l’omonima collezione del 1951 disegnata da Christian Dior. Insomma, Victoire de Castellane, direttore creativo della divisione gioielli della Maison, continua a mantenere vivo il legame con l’haute couture e dopo il trionfo di pieghe, drappeggi e plissettature realizzati in oro, diamanti, rubini, smeraldi, zaffiri e tutte le altre pietre preziose colorate della sbalorditiva ArchiDior, la linea di alta gioielleria lanciata l’anno scorso. E dopo i fiocchi romantici della linea Caprice, ecco i nastri un po’ sghembi e attorcigliati come le fettucce che decoravano l’ampia gonna dell’abito da sera Diorama. Senz’altro sei pezzi più portabili, ma comunque preziosi visto che nella versione in oro giallo trattengono uno scintillante smeraldo taglio pera e un’ametista sfaccettata, in quella con l’oro bianco l’abbinamento è acquamarina trasparente e diamanti incolore, che invece si contrappongono alla morganite color cipria nella montatura in oro rosa. Se siete impazienti di scoprire questa nuova collezione dovrete aspettare fino a maggio quando sarà disponibile in alcune, selezionate, boutique. Matilde de Bounvilles

Diorama Precieuse, anello in oro giallo, smeraldo taglio a pera e ametista sfaccettata
Diorama Precieuse, anello in oro giallo, smeraldo taglio a pera e ametista sfaccettata
Diorama Precieuse, orecchini in oro rosa, due diamanti incolore taglio a pera e morganite rosa sfaccettata
Diorama Precieuse, orecchini in oro rosa, due diamanti incolore taglio a pera e morganite rosa sfaccettata
Diorama Precieuse, orecchini in oro bianco, due diamanti incolore taglio a pera e acquamarina sfaccettata
Diorama Precieuse, orecchini in oro bianco, due diamanti incolore taglio a pera e acquamarina sfaccettata
Diorama Precieuse, anello in oro bianco, diamante incolore taglio a pera e acquamarina sfaccettata
Diorama Precieuse, anello in oro bianco, diamante incolore taglio a pera e acquamarina sfaccettata
Diorama Precieuse, anello in oro rosa, diamante incolore taglio a pera e morganite rosa sfaccettata
Diorama Precieuse, anello in oro rosa, diamante incolore taglio a pera e morganite rosa sfaccettata

Flash: Pasquale Bruni a Baselworld

L’alta gioielleria Fiore in Fiore di Pasquale Bruni vola da Sanremo a Basilea. Infatti, la collana indossata da Nina Zilli per la finale del festival della canzone è una delle nuove creazioni di Prato Fiorito. La collezione continuativa è diventata ormai un’icona della maison e anche questo prezioso pezzo sarà presentata ufficialmente a Baselworld. Giusto in tempo per l’arrivo della primavera: il tema è sempre quello dei fiori, che questa volta sbocciano in un trionfo di diamanti, morganite e zaffiri rosa montati in oro bianco. Il collier mantiene la sua forma di colletto a cinque petali ed è composto da una miriade di piccoli fiori in pavé di diamanti per un totale di 3.421 pietre, alternati a 258 zaffiri rosa, cuciti l’uno con l’altro con un oro filo. Dal centro pende una morganite taglio a goccia sfaccettato di 4.46 carati. Gli orecchini chandelier seguono lo stesso motivo floreale con 348 diamanti, 42 zaffiri rosa e due morganite taglio goccia sfaccettate.

Fiore in Fiore, collana con diamanti, zaffiri rosa e morganite
Fiore in Fiore, collana con diamanti, zaffiri rosa e morganite
Fiore in Fiore, orecchini chandelier con diamanti, zaffiri rosa e due morganite
Fiore in Fiore, orecchini chandelier con diamanti, zaffiri rosa e due morganite