Arezzo

(Italiano) Io&Te ad Arezzo

对不起,此内容只适用于意大利文美式英文法文欧洲西班牙文德文。 For the sake of viewer convenience, the content is shown below in this site default language. You may click one of the links to switch the site language to another available language.




Dai gioielli di tipo religioso a un brand che produce bracciali e collane a prezzi molto contenuti: è la storia di Elisabetta Veltroni, che ha messo nel cassetto la laurea in giurisprudenza per dedicarsi al brand dedicato ai devoti BellaMaria ma anche, assieme all’amica Camilla, al più laico Io&Te. L’azienda è toscana, si trova nel distretto di Arezzo dove sono concentrate decine di imprese specializzate nella lavorazione dell’oro. Nonostante i prezzi davvero accessibili, il marchio promette creazioni realizzate rigorosamente a mano.

Bracciale in argento con galvanica oro rosa e lapislazzuli
Bracciale in argento con galvanica oro rosa e lapislazzuli

Alle spalle c’è BellaMaria, che è specializzata nel commercio di articoli in argento e che supporta il processo di produzione. Quelli di Io&Te sono bracciali, collane e orecchini molto semplici, adatti per qualsiasi occasione, realizzati in argento, anche con finiture in galvanica oro giallo o rosa e l’aggiunta di cristalli, ma anche con pietre naturali, come lapislazzuli, perle o cubic zirconia colorati.

Collana in argento con perle bianche
Collana in argento con perle bianche
Collana in argento con galvanica oro rosa e cristalli grigi
Collana in argento con galvanica oro rosa e cristalli grigi
Collana in argento con galvanica oro rosa e cristalli blu

Orecchino in argento con perla
Orecchino in argento con perla

Bracciale in argento con galvanica oro rosa e cubic zirconia verdi
Bracciale in argento con galvanica oro rosa e cubic zirconia verdi







自然色的Mariasole




自然和传统的Mariasole Gioielli的,品牌阿雷佐。
1995年,玛丽亚·皮娅和ELISA Cencini,母亲和女儿,他们成立于阿雷佐Mariasole Gioielli的。 Elisa的今天仍然领先于游戏,这已经成为她的妹妹弗朗西斯建立品牌,共同提高。但该公司的性格并没有改变:到生产结合起来,广泛的受众与工艺品的实现,一个用的东西是与前一个不同的创建每件。这来自托斯卡纳美美的珠宝,其实也与典型的技术在过去的一门手艺,如那些在陶瓷手绘元素组成。无论是黄金还是白银,然而,Mariasole珠宝从你发现了什么真正左右不同。有趣,丰富多彩,具有流行风格和昔日的传统组合。有珠宝与动物的形状,或与西西里木偶人物,水果,花卉。并添加了所有的元素,如翡翠耳形叶,对分别位于蜈蚣,瓢虫,蜜蜂和三个蘑菇。这个想法是很喜欢,今天这个品牌也有几个旗舰店,它在俄罗斯和美国销售。价格:从最低为50欧元到最多500。




Orecchini in argento 925 placcato oro 18 kt con smalti
Orecchini in argento 925 placcato oro 18 kt con smalti

Collana Calle, argento placcato oro e rodiato, con duraliti. Prezzo: 580 euro
Collana Calle, argento placcato oro e rodiato, con duraliti. Prezzo: 580 euro
Orecchini Scimmie, argento placcato oro, smalti. Prezzo: 140 euro
Orecchini Scimmie, argento placcato oro, smalti. Prezzo: 140 euro
Orecchini Stile Fiorentino, argento placcato oro, zirconi, quarzi. Prezzo: 315 euro
Orecchini Stile Fiorentino, argento placcato oro, zirconi, quarzi. Prezzo: 315 euro
Orecchini Fungo, giada, argento placcato oro, smalti. Prezzo: 400 euro
Orecchini Fungo, giada, argento placcato oro, smalti. Prezzo: 400 euro
Orecchini Formica, argento placcato oro, smalti, glitter. Prezzo: 155 euro
Orecchini Formica, argento placcato oro, smalti, glitter. Prezzo: 155 euro
Orecchini Fiorellini, argento placcato oro, corniola, agata. Prezzo: 225 euro
Orecchini Fiorellini, argento placcato oro, corniola, agata. Prezzo: 225 euro
Orecchini Chelsea, argento placcato oro, con zirconi. Prezzo: 215 euro
Orecchini Chelsea, argento placcato oro, con zirconi. Prezzo: 215 euro
Orecchini Calle, argento placcato oro e rodiato, con duraliti. Prezzo: 500 euro
Orecchini Calle, argento placcato oro e rodiato, con duraliti. Prezzo: 500 euro
Bracciale della collezione Sicily con elemento di ceramica dipinta. Prezzo: 155 euro
Bracciale della collezione Sicily con elemento di ceramica dipinta. Prezzo: 155 euro

Anello della collezione Sicily con elemento di ceramica dipinta. Prezzo: 125 euro
Anello della collezione Sicily con elemento di ceramica dipinta. Prezzo: 125 euro







(Italiano) Il summit del gioiello ad Arezzo

对不起,此内容只适用于意大利文美式英文法文欧洲西班牙文德文。 For the sake of viewer convenience, the content is shown below in this site default language. You may click one of the links to switch the site language to another available language.

Secondo i dati del Centro studi di Confindustria in collaborazione con Federorafi, nel 2021 il settore dell’oreficeria in Italia ha registrato vendite in salita del 59,7% in valore sul 2020 e del 15,6% sui livelli pre-covid. Una strada continuata quest’anno, con esportazioni nel periodo gennaio-luglio in aumento del 29,7% sul 2021 e del 42% sul 2019 per un totale di 5,77 miliardi di euro.

Summit del gioiello ad Arezzo
Summit del gioiello ad Arezzo

Dal confronto attorno alle direttrici strategiche per lo sviluppo futuro della filiera nazionale emerge, ancora più forte, la capacità di fare sistema di manifattura, retail, associazioni e istituzioni. E Ieg rinnova l’impegno ad offrire strumenti e occasioni sempre più qualificate per cogliere le opportunità di un mercato di scala globale, a partire dalla prossima Vicenzaoro January che aprirà dal 20 al 24 gennaio la Jewellery Agenda 2023.
Marco Carniello, global exhibition director della divisione Jewellery & Fashion di Italian Exhibition Group

Marco Carniello
Marco Carniello

È, per il momento, un settore industriale in buona salute quello che è stato al centro del Summit del gioiello promosso ad Arezzo da Italian Exhibition Group, la società fieristica che organizza Vicenzaoro. Una lunga chiacchierata tra operatori del settore, che abbraccaito temi come l’export, la formazione, dalla catena del valore all’innovazione produttiva, fino alle incertezze per le tensioni geopolitiche. Creatività, innovazione e digitale sono state individuate come chiavi per il futuro del settore.
Lavorazione di gioielleria nell'atelier Crieri
Lavorazione di gioielleria nell’atelier Crieri

È stata l’occasione per ripercorrere l’evoluzione del mondo della gioielleria, in particolare quella italiana. Un settore sempre in evoluzione, mai statico, che ha portato a convergere, nell’idea di elegante indossabilità del gioiello, due tendenze. La prima è quella dei designer che nel tempo hanno legato la loro creatività sempre più al fashion system ispirandosi all’idea del ben fatto e dell’alta qualità. La seconda è quella consumer, di chi sceglie un gioiello per renderlo parte integrante del proprio stile e personalità. Abiti, accessori e gioielli entrano in un unico contesto nel quale i designer italiani si muovono con riferimenti culturali che rendono sempre unico e inimitabile il prodotto della gioielleria italiana nel mondo.
Gaetano Cavalieri, presidente CIBJO

Gaetano Cavalieri, presidente Cibjo
Gaetano Cavalieri, presidente Cibjo

Summit del Gioiello. Corrado Peraboni, Ceo di ieg (a sinistra)
Summit del Gioiello. Corrado Peraboni, Ceo di ieg (a sinistra)

Al centro, Lorenzo Cagnoni, presidente di Ieg
Al centro, Lorenzo Cagnoni, presidente di Ieg







(Italiano) I ricami d’oro di Giordini

/

对不起,此内容只适用于意大利文美式英文法文欧洲西班牙文德文。 For the sake of viewer convenience, the content is shown below in this site default language. You may click one of the links to switch the site language to another available language.




L’oro di Arezzo visto attraverso i gioielli di Giordini, una storia iniziata nel 1964 ♦

Nel 1964 Olga Giordini fondò l’azienda che porta il suo cognome e che risiede nel distretto orafo di Arezzo. Dopo mezzo secolo, la Giordini resta ancora un’azienda familiare, che propone gioielli con una lavorazione artigianale, una particolarità tutta italiana. Tra parentesi: Giordana Giordini è diventata presidente della sezione Orafi di Confindustria. L’azienda, pur con una lunga tradizione alle spalle, non è però ancorata solo al classico, ma cerca anche la sua strada per il rinnovamento della sua proposta. L’idea è riunire in un unico gioiello l’arte scultorea e plastica del «fatto a mano» attraverso la creatività di designer, artigiani ed artisti, con le regole della produzione industriale. Insomma, la capacità di passare sapientemente da un modello in ceroplastica unico e artistico a oggetti prodotti in serie. Ecco due tra gli ultimi esempi della loro proposta. La parures-collezione Barocca, con segni curvilinei, e naturalmente realizzata a partire dall’oro. Altra novità è la parure Intrecci, con linee morbide, come fosse un pizzo dorato.

Orecchini in oro 14 carati
Orecchini in oro 14 carati

La tecnica utilizzata

Interessante la descrizione tecnica della serie Ricami. Comprende gioielli realizzati in oro con tecnica mista, che abbina parti in elettroformatura su cui vengono posizionate lastre traforate e diamantate dai disegni più svariati. Una montatura di questo tipo presenta un’incavatura che fa da cornice in cui è collocata la lastra traforata. Il contorno può terminare diritto o smerlettato, può avvolgere l’intero perimetro del traforo oppure solo una parte di esso. La tecnica è in pratica «a castone» ed è antica, generalmente usata per le pietre. Al posto delle gemme, sono invece utilizzate lastre traforate dai disegni delicati ad ispirazioni diversificate: floreali, geometrici o arabeschi.

È un procedimento che viene percepito come semplice e pulito, ma che in realtà è di laboriosa esecuzione, perché richiede di essere perfettamente equilibrato sia nella composizione del disegno, sia nell’assemblaggio d’insieme che deve garantire aderenza ed equilibrio tra le parti. La lastra traforata richiede un lungo lavoro di preparazione del disegno che è frutto di elaborazioni e scelte estetiche accurate trasferite poi, nella fase di produzione, in supporti tecnologici in grado di preservare la freschezza dello schizzo fatto a mano con molta attenzione ai minimi dettagli.

Orecchini in oro
Orecchini in oro

Il traforo, che viene eseguito con il laser sulla lastra diamantata, conferisce trasparenza e leggerezza al metallo, trasformandolo in un vero e proprio «pizzo d’oro», una sorta di «ricamo» metallico, che è il protagonista assoluto della composizione. Predomina sulla forma, mettendo in risalto i movimenti di pieno-vuoto e i disegni trasparenti e sottili conferiscono grazia e femminilità al gioiello, la luce passandovi attraverso crea attraenti giochi di chiaro-scuro, di vedo-non vendo evocando l’impalpabile grazia del merletto.

Il processo di lavorazione è lungo perché questi trafori sono particolarmente fragili, devono essere eseguiti e rifiniti con delicatezza e cura. Infatti il montaggio è articolato e va eseguito con scrupolosa attenzione per conferire alla lastra un morbido movimento senza strappare i sottili fili del ricamo dorato e poi la rifinitura finale, rigorosamente eseguita a mano, si avvale di lucidatura e satinatura nonché galvanica selettiva a contrasto di alcune parti, per definire il disegno ed esaltarne le caratteristiche.

Orecchini a cerchio in oro
Orecchini a cerchio in oro
Anello della collezione Smalti
Anello della collezione Smalti
Collana della collezione Papillon
Collana della collezione Papillon
Anello della collezione Smalti di Giordini
Anello della collezione Smalti di Giordini
Orecchini della collezione Ricami d'Oro
Orecchini della collezione Ricami d’Oro
Anelli della collezione Ricami d'Oro
Anelli della collezione Ricami d’Oro
Collana in oro di Giordini
Collana in oro di Giordini
Giordini, collezione Ricami d'oro
Giordini, Ricami d’oro
Orecchini in oro con motivo floreale
Orecchini in oro con motivo floreale






 

(Italiano) Il 2 dicembre il Summit del Gioiello Italiano

对不起,此内容只适用于意大利文美式英文法文欧洲西班牙文德文。 For the sake of viewer convenience, the content is shown below in this site default language. You may click one of the links to switch the site language to another available language.




Anche quest’anno Gold/Italy lascia il posto al Summit del Gioiello Italiano, cioè a un convegno. La prima edizione si è tenuta lo scorso anno. Quest’anno, il 2 dicembre, sempre ad Arezzo, ci sarà la seconda. Lìultima edizione di Gold/Italy si è tenuta nel dicembre 2019, poi è arrivato il covid. Il vertice dedicato a gioielleria e oreficeria Made in Italy, organizzato da Italian Exhibition Group (la società che firma Vicenzaoro e Oroarezzo) con le istituzioni e le associazioni di categoria di riferimento è, nelle intenzioni, un momento di confronto tra i protagonisti del settore.

Il Summit del Gioiello 2021
Il Summit del Gioiello 2021

Siamo lieti di portare nuovamente ad Arezzo un momento di confronto strategico per l’oreficeria e la gioielleria italiane, con il pieno coinvolgimento di tutti i protagonisti del comparto su un territorio così accogliente e ricco di eccellenze come il distretto toscano. È fondamentale proseguire nel massimo supporto al Made in Italy del gioiello – una mission per Ieg – nel solco del positivo trend costruito in questi anni, affrontando in maniera compatta le criticità e la eccezionalità del contesto e del mercato.
Marco Carniello, global exhibition director della divisione Jewellery & Fashion di Italian Exhibition Group

Marco Carniello
Marco Carniello

Ad Arezzo Fiere e Congressi per il summit ci saranno anche i vertici dell’Ice, l’ente pubblico preposto al consolidamento e allo sviluppo economico-commerciale delle imprese italiane sui mercati esteri. I temi del convegno spaziano dall’export alla formazione, dalle implicazioni del contesto geopolitico all’innovazione produttiva e alla filiera.

Ieg
Ieg
Gioielli a Gold/Italy
Gioielli a Gold/Italy







(Italiano) Storia del mondo con Ellius

对不起,此内容只适用于意大利文美式英文法文欧洲西班牙文德文。 For the sake of viewer convenience, the content is shown below in this site default language. You may click one of the links to switch the site language to another available language.




Ellius e Sara Jewelry, aziende fondate da Fadi Raslan. La prima punta sul design. La seconda è specializzata in semi lavorati per la gioielleria, la specialità del distretto di Arezzo, dove ha sede. Ma sei anni fa Fadi Raslan ha deciso di fare il grande salto nel mercato della gioielleria prêt-à-porter con Ellius. La storia di Raslan è anche la testimonianza della passione dell’imprenditore. Nato in Giordania, a 16 ha scoperto il fascino dell’oreficeria e, in qualche modo, dopo una parentesi di studi in medicina all’università di Kiev, è arrivato in Italia per frequentare il Margaritone, la scuola di oreficeria di Arezzo e come incassatore di pietre a Firenze.

L'anello Cupola del Brunelleschi
L’anello Cupola del Brunelleschi

Nel 1999 ha avviato la sua azienda che produce per conto terzi, fino al lancio di Ellius, che nel 2022 ha deciso di partecipare all’esposizione collettiva Artistar Jewels, che si tiene durante la Milano Jewelry Week. L’obiettivo del brand, secondo quanto comunica, è  piuttosto vasto: raccontare la storia dell’umanità, tra passato e futuro, considerando il gioiello come un legame tra le culture che esalta il valore universale della comprensione e dell’uguaglianza. Non semplice da riassumere in un gioiello. La collezione più nota del brand è Cupole. Un anello, per esempio, ha la forma della cupola del Brunelleschi a Firenze in argento 925, , un’altra quella di San Pietro di Roma, ma c’è anche la moschea della Roccia di Gerusalemme. Ci sono, inoltre, gioielli ispirati al mondo classico, greco e romano come, del resto, indica il nome del marchio.

Anello in argento a forma di tempio
Anello in argento a forma di tempio
Anello ispirato ai templari
Anello ispirato ai templari
Collana ispirata al tema della Natività
Collana ispirata al tema della Natività

Parure ispirata alla Cupola del Brunelleschi
Parure ispirata alla Cupola del Brunelleschi







(Italiano) L’oro di Loto Preziosi

对不起,此内容只适用于意大利文美式英文法文欧洲西班牙文德文。 For the sake of viewer convenience, the content is shown below in this site default language. You may click one of the links to switch the site language to another available language.




Nel distretto italiano dell’oro, nella zona di Arezzo, Loto Preziosi è una delle aziende con maggiore tradizione: infatti, sta per compiere mezzo secolo. Sono quasi 50 anni che Giuseppe Aramini ha fondato, assieme alla moglie, l’azienda specializzata nella lavorazione di gioielli, in particolare d’oro. La specialità dell’azienda, che ora è guidata dal figlio del fondatore, Tiziano Aramini, è un vasto assortimento di orecchini, girocolli, bracciali e spille, ciondolini, anelli, parure con e senza pietre semi preziose e articoli superleggeri.

Bracciale vincitore a Prémiere 2022 nella categoria Creatività, arte e scultura
Bracciale vincitore a Prémiere 2022 nella categoria Creatività, arte e scultura

Loto Preziosi, però, è diventata famosa soprattutto per gli orecchini con pietre semi preziose, che hanno contribuito a rendere popolare il brand e a guadagnare il consenso che ha permesso all’azienda di crescere. La produzione di gioielli in oro pone l’azienda tra le principali realtà del distretto di Arezzo. Ma non solo per la capacità di produrre in serie gioielli: i suoi pezzi migliori, per esempio, riescono a essere selezionati tra le creazioni di design, come è avvenuto in primavera con un bracciale vincitore a Premiére a OroArezzo, nella categoria Creatività, arte e Scultura.

Anelli in oro con smalto colorato
Anelli in oro con smalto colorato
Orecchini in oro della Arabian collection
Orecchini in oro della Arabian collection
Bracciali con rose elettroformate, impreziositi da filo diamantato
Bracciali con rose elettroformate, impreziositi da filo diamantato
Bracciali in oro con pietre semi preziose
Bracciali in oro con pietre semi preziose
Collana in oro con acquamarina
Collana in oro con acquamarina

Orecchini della Spark collection
Orecchini della Spark collection







(Italiano) Putin cancella Gold/Italy, torna il Summit del gioiello

对不起,此内容只适用于意大利文美式英文法文欧洲西班牙文德文。 For the sake of viewer convenience, the content is shown below in this site default language. You may click one of the links to switch the site language to another available language.




Nuovo Summit del gioiello ad Arezzo. Sarà un summit a due facce: la giornata di discussione, in sostanza un convegno dedicato all’industria del gioiello è il risultato del rinvio di Gold/Italy al 2023, «a causa dello scenario ancora troppo incerto sia per quanto riguarda la mobilità dei buyers extra europei e in particolare provenienti dall’Asia, sia per il protrarsi del conflitto in Ucraina e per le conseguenze sugli scambi commerciali». Lo scorso anno era accaduta la stessa cosa, ma la molla era stata il covid.

Dibattito al Primo Summit del gioiello italiano
Dibattito al Primo Summit del gioiello italiano

La decisione, riassume un comunicato, è stata presa di concerto da Italian Exhibition Group, Arezzo Fiere e Congressi, Comune di Arezzo, Camera di Commercio e associazioni di categoria di riferimento, «che rafforzano la sinergia e lo spirito di squadra dimostrati nel momento della ripartenza con Oroarezzo 2022». Il Summit si propone di analizzare le strategie della filiera del gioiello italiano. Oltre ai temi strategici per l’export del Made in Italy, l’evento si focalizzerà sui temi della formazione e del coinvolgimento dei giovani nelle aziende orafe italiane.

Gioielli a Gold/Italy
Gioielli a Gold/Italy







(Italiano) L’oro giovane di GiòElle

//

对不起,此内容只适用于意大利文美式英文法文欧洲西班牙文德文。 For the sake of viewer convenience, the content is shown below in this site default language. You may click one of the links to switch the site language to another available language.




Si chiama GióElle ed è un marchio di proprietà di Giordini, una delle maggiori aziende italiane di oreficeria, attiva nel distretto di Arezzo. La capoazienda, Giordana Giordini, è anche presidente provinciale degli orafi di Confindustria. A seguire le orme materne, oltre al figlio Jacopo Angiolini, che lavora nell’azienda di famiglia, c’è ora anche la figlia Costanza Angiolini, che ha studiato design del gioiello a Roma. È di Costanza la firma dei gioielli di GiòElle, un marchio di fine jewelry che si sta facendo notare sul mercato.

Anello della collezione Paper Clip in oro giallo18 carati e diamanti
Anello della collezione Paper Clip in oro giallo18 carati e diamanti

I gioielli di GiòElle, nonostante sia una Maison giovane, hanno mostrato subito uno stile ben definito. L’impronta più giovane si nota in gioielli come le collane, anelli oppure orecchini che adottano la forma della graffetta fermacarte, con un’allusione allo stile punk-chic. I gioielli sono realizzati in oro, a volte con l’aggiunta di piccoli diamanti, oppure con pietre semi preziose come la malachite o il lapislazzulo. I prezzi partono da 390 euro per salire fino oltre 9.000 per i pezzi più preziosi.

Orecchini pendenti in oro e diamanti
Orecchini pendenti in oro e diamanti
Orecchini in oro e smalto
Orecchini in oro e smalto
Choker Paper Clip in oro rosa e diamanti
Choker Paper Clip in oro rosa e diamanti
Bracciale rigido in oro e diamanti
Bracciale rigido in oro e diamanti
Paper Clip Chain Ring, oro 18 carati
Paper Clip Chain Ring, oro 18 carati

Bracciale della collezione Paper Clip in oro rosa carati e diamanti
Bracciale della collezione Paper Clip in oro rosa carati e diamanti







(Italiano) I gioielli fashion di Dvccio

//

对不起,此内容只适用于意大利文美式英文法文欧洲西班牙文德文。 For the sake of viewer convenience, the content is shown below in this site default language. You may click one of the links to switch the site language to another available language.





Roberta Marinelli e Giovanni Selvi sono fondatori e proprietari del brand Dvccio. Per chi non  è italiano, bisogna specificare che il nome è scritto come fosse in antico latino e, quindi, si pronuncia più facilmente Duccio. Che è anche un tipico nome toscano: infatti, Dvccio ha sede a Sansepolcro, vicino ad Arezzo, uno dei distretti italiani della gioielleria. Non solo: il brand è anche l’espressione di un’azienda che lavora da anni nella gioielleria come fornitrice di catene e altro: il Gruppo Egr Italia, che ha dato vita al marchio Dvccio, presieduto da Giovanni Selvi, mentre Roberta Marinelli è amministratore delegato.

Anello regolabile in argento
Anello regolabile in argento

Dvccio, tra l’altro, ha in programma anche una brand extension con Dvccio Jewel Bag, innovativa linea di borse gioiello, personalizzabili con la propria iniziale. È la stessa filosofia dei gioielli della marca toscana, che ha anche una linea di gioielli con le lettere dell’alfabeto. Dvccio punta su gioielli di moda in bronzo o argento, a volte trattato con galvanica oro, smalto o pietre semipreziose, realizzati a mano. Il brand ha già conquistato il suo spazio in Italia e si è affacciato su mercati esteri in Brasile, Australia e Nuova Zelanda, con buon successo.

Orecchino in argento con lettera A
Orecchino in argento con lettera A
Orecchino in argento finitura rosa
Orecchino in argento finitura rosa
Anello in argento con la lettera A
Anello in argento con la lettera A
Collana della collezione Dea con la lettera A
Collana della collezione Dea con la lettera A
Bracciale Dea rosa con charms
Bracciale Dea rosa con charms

Bracciale in argento con pendente
Bracciale in argento con pendente







(Italiano) Oroarezzo pronta al via

/

对不起,此内容只适用于意大利文美式英文法文欧洲西班牙文德文。 For the sake of viewer convenience, the content is shown below in this site default language. You may click one of the links to switch the site language to another available language.




Sono oltre 300 i brand previsti a Oroarezzo, l’evento organizzato da Ieg, che riprende in presenza (7 al 10 maggio) dopo il blocco dei due anni pandemici. Nonostante le ombre che dall’Ucraina si proiettano sull’intero settore del lusso, il comparto orafo per ora ha tenuto bene, seppure inizi a registrare il contraccolpo del blocco del mercato russo. In ogni caso, a Oroarezzo saranno presenti aziende del distretto toscano come Unoaerre, Giordini, Gold Art, Graziella Group, Richline e Lusso, ma anche del distretto di Vicenza come Chrysos, Rancangelo, Alessi Domenico, Superoro, Ronco e Sharma Group World, napoletano con Roberto Giannotti, milanese con Milor.

Una passata edizione di Premiere a Oroarezzo
Una passata edizione di Premiere a Oroarezzo

Ad Arezzo la fiera si sviluppa attraverso quattro padiglioni dedicati all’oreficeria, gioielleria, argenteria, semilavorati e pietre. La manifattura orafa rappresenta quasi il 70% dell’offerta, di cui il 15% è internazionale, mentre i sistemi di lavorazione più tecnologici il 18%, e il Cash&Carry, opportunità per le aziende di vendere sul pronto, oltre il 12%.

Interno di OroArezzo
Booth a OroArezzo

Secondo il Centro studi di Banca Intesa Sanpaolo, il distretto orafo aretino ha registrato una crescita rispetto al livello pre-crisi pari al 23,5% sul 2019 e si rivolge ai principali paesi di sbocco dell’oreficeria Made in Italy: Nord America, Middle East, Sud America, oltre ai retailer italiani. Oroarezzo utilizza, inoltre, la Jewellery Golden Cloud, piattaforma digitale predisposto da Italian Exhibition Group e potenziata da un sistema di intelligenza artificiale che agevola il matching mirato nei giorni di fiera grazie alla profilazione dettagliata degli utenti connessi.

Team room di Italian Exhibition Group a VicenzaOro
Team room di Italian Exhibition Group a VicenzaOro







(Italiano) Pace preziosa per Oroarezzo

/

对不起,此内容只适用于意大利文美式英文法文欧洲西班牙文德文。 For the sake of viewer convenience, the content is shown below in this site default language. You may click one of the links to switch the site language to another available language.




Conto alla rovescia per Oroarezzo (dal 7 al 10 maggio), che dopo il covid deve fare i conti ora con le incertezze provocate dall’invasione russa in Ucraina. Così, dopo l’albero di ulivo piantato simbolicamente all’ingresso e quelli all’interno della fiera che ha ospitato Vicenzaoro, a marzo, il concetto sarà ribadito anche dall’evento in programma nella città toscana. L’allestimento, infatti, prevede anche in questo caso gli alberi simbolo della pace, gli ulivi, all’ingresso di Arezzo Fiere e Congressi.

La vita è un’arte preziosa. Un gioiello tra passato e presente, tra culture vicine e lontane che crea novità e bellezza. Accordi di luce, di splendore e di pace.
Beppe Angiolini, direttore artistico di Oroarezzo

Beppe Angiolini
Beppe Angiolini

La manifestazione dedicata alle eccellenze italiane e internazionali dell’oreficeria, organizzata da Ieg (Italian Exhibition Group) riunisce la prima parte della filiera, dall’oreficeria al cash and carry, con un occhio all’innovazione tecnologica, sottolineato già all’ingresso del quartiere fieristico che riapre le sue porte al business del settore.

Una precedente edizione di Oroarezzo
Una precedente edizione di Oroarezzo

A distanza di tre anni dall’ultima edizione i preparativi per Oroarezzo non possono che essere accompagnati dalla soddisfazione di trovarci finalmente in condizioni favorevoli per garantire lo svolgimento in presenza di un appuntamento decisivo per il business del settore orafo-gioielliero. È la testimonianza dell’impegno corale e di un dialogo sempre più forte con i protagonisti aretini dell’industry, le istituzioni e le associazioni di categoria. La collaborazione continua con gli stakeholder di un distretto fondamentale per il successo del gioiello Made in Italy nel mondo, sempre al fianco di IEG nelle numerose iniziative con cui abbiamo tenuto accesi i riflettori su questo territorio anche durante la pandemia – da Premiere Digital Edition nel 2020 a We Are Jewellery e al Primo Summit del Gioiello Italiano lo scorso anno, oltre agli eventi internazionali come Vicenzaoro e JGT Dubai – si è rivelata strategica nella ripresa complessiva dell’intero comparto.
Lorenzo Cagnoni, presidente di Italian Exhibition Group

Lorenzo Cagnoni
Lorenzo Cagnoni

Ulivi a Vicenzaoro.  Copyright: gioiellis.com
Ulivi a Vicenzaoro. Copyright: gioiellis.com







(Italiano) IDoni per chi vuole credere 

对不起,此内容只适用于意大利文美式英文法文欧洲西班牙文德文。 For the sake of viewer convenience, the content is shown below in this site default language. You may click one of the links to switch the site language to another available language.





Il marchio IDoni è stato lanciato da Nuova Jolly Oreficerie, azienda di Arezzo leader nella produzione di medagliette con l’immagine della Madonna e di croci: «L’idea è quella di una collezione a tema religioso, ma solo sussurrato», ha spiegato al momento del battesimo (del brand) Monica Fin, consulente del progetto. Croci e cuori ex-voto diventano ciondoli aggiunti a bracciali e orecchini.

Collana ex-Voto in argento, onice nero
Collana ex-Voto in argento, onice nero

I gioielli sono spesso composti con un filo elastico rivestito d’argento placcato i sei colori, compreso oro giallo e rosa, ma non solo. «Si tratta di collane e bracciali a uno o più fili che si adattano al polso, ma la caratteristica principale è che sono oggetti double face, da una parte la madreperla bianca o nera e dall’altra il segno religioso, in modo da permettere a chi lo indossa di esibire o meno la sua fede. Per questo uso la parola sussurrato», aggiunge Fin. La collezione Cammeo, invece, è caratterizzata da lavorazione a diamantatura, arricchiti da cammeo centrale dai colori tenui.

Orecchini croce traforati in argento con perle o cubic zirconia
Orecchini croce traforati in argento con perle o cubic zirconia
Orecchini in argento con nappe e cubic zirconia neri
Orecchini in argento con nappe e cubic zirconia neri
Orecchini multicharms a cerchio in argento, perle pendenti
Orecchini multicharms a cerchio in argento, perle pendenti
Orecchini della collezione Ex-Voto
Orecchini della collezione Ex-Voto

Orecchini multi-ciondolo in argento, croci diamantate e perle
Orecchini multi-ciondolo in argento, croci diamantate e perle







(Italiano) I prossimi appuntamenti dopo il Summit del gioiello

/

对不起,此内容只适用于意大利文美式英文法文欧洲西班牙文德文。 For the sake of viewer convenience, the content is shown below in this site default language. You may click one of the links to switch the site language to another available language.




Strategie, programmi, previsioni sul gioiello italiano. O, più precisamente, sull’industria dei preziosi, che nel distretto toscano di Arezzo ha uno dei suoi punti di forza. È partita da qui la discussione organizzata da Ieg nel Primo summit del gioiello italiano, assieme al Comune di Arezzo, alla Camera di Commercio locale e Arezzo Fiere e Congressi. Con la pandemia che limita i viaggi, infatti, il momento di riflessione ha sostituito l’appuntamento autunnale di Gold Italy. Ma l’industria italiana dell’oro rimane forte: sono 7.482 le imprese del settore attive, che danno lavoro a 31.172 addetti e generano un fatturato di quasi 8 miliardi di euro.

Dibattito al Primo Summit del gioiello italiano
Dibattito al Primo Summit del gioiello italiano

Attorno a un tavolo virtuale, il presidente di Ieg Lorenzo Cagnoni, il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli, il presidente della Camera di commercio di Arezzo Siena Massimo Guasconi e il presidente di Arezzo Fiere e Congressi, Ferrer Vannetti, hanno discusso assieme al direttore generale di Ice, Roberto Luongo, che ha fotografato lo stato di salute del settore orafo-gioielliero sui mercati internazionali, con particolare riferimento a Stati Uniti, Svizzera, Francia, Emirati Arabi Uniti e Hong Kong. Il dopo lockdown ha portato a una crescita robusta del Made in Italy del gioiello, con +71,3% rispetto al 2020 (questo era facile), ma anche +7,2% rispetto al 2019, con valore nei primi nove mesi del 2021 è stato pari a 5,5 miliardi di euro. Il gioiello ha contributo all’export italiano, tra il 2020 e il 2021, con un aumento dello 0,44%.

Gioielli a OroArezzo
Gioielli a OroArezzo

Ma alla discussione non è mancato l’apporto di marchi forti, come Bulgari, Vhernier e Unoaerre. Eleonora Rizzuto di Lvmh a cui fa capo Bulgari, ha spiegato come l’approccio al lusso sia destinato a cambiare: il cliente darà sempre più attenzione alla trasparenza delle informazioni, sarà più curioso e desideroso di risposte su tutto ciò che riguarda la gestione responsabile delle attività.

Secondo Maria Cristina Squarcialupi, di Unoaerre, un passo in avanti ulteriore può arrivare dalla cura di valori condivisi con tutti gli attori della value chain: il ruolo delle aziende durante la transizione sarà strategico nel riprogettare un sistema economico e la produzione italiana ha una marcia in più, perché è caratterizzata da una filiera interconnessa che va dal recupero e dalla produzione delle materie prime alla loro trasformazione in prodotto finito, dalla realizzazione di tutte le componenti alla finitura dell’oggetto.

Isabella Traglio
Isabella Traglio

Isabella Traglio (Vhernier), ha messo invece l’accento sull’importanza della riconoscibilità del brand, un elemento che ne incorpora parte del valore. E il Made in Italy ha fatto della qualità e del controllo puntuale di tutta la filiera i cardini della propria differenziazione rispetto ai competitor globali.

Nella discussione anche alla presidente di Federorafi Confindustria, Claudia Piaserico, e alla vicepresidente con delega alla formazione Alessia Crivelli: le due manager hanno presentato il progetto intitolato La Nuova Rete Metropolitana della Formazione. Obiettivo: creare nuove professionalità, operative e manageriali, attraverso piani formativi specialistici, nati grazie a una sempre più proficua collaborazione tra istituti tecnici professionali, università e fondazioni accademiche, ma anche con una comunicazione efficace ai giovani di opportunità formative e prospettive professionali.

Claudia Piaserico
Claudia Piaserico

Conclusioni affidate a Corrado Peraboni, amministratore delegato di Ieg, che assieme a Marco Carniello, Global Exhibition Director Jewellery & Fashion della società fieristica, ha presentato le prossime tappe a disposizione delle aziende orafe per incontrare i mercati internazionali: Vicenzaoro January (21-26 gennaio 2022, fiera di Vicenza), Jewellery Gem & Technology Dubai (22-24 febbraio 2022, Dubai World Trade Center), Oroarezzo (7-10 maggio 2022, Arezzo Fiere e Congressi).

Corrado Peraboni, Ceo di Ieg
Corrado Peraboni, Ceo di Ieg







阿伦诺的金线

/

条纹,电线和金链,使珠宝产生巨大的影响:这是Alunno&Co的提议♦︎
在2017年的GoldItaly,陪审团还向阿雷诺的Alunno&Co授予额外奖励。承认并没有让人惊讶:公司在托斯卡纳的黄金首饰和加工的主角之间有悠久的传统。它诞生于1977年,并已成为一个巩固现实,由马里奥·阿伦诺率领,他继续保持家族传统。活动的中心是金属加工,特别是黄金。珠宝首饰以一种几乎外观的视觉来解释:例如,长袖耳环由小金链组成,或者在大型项链中,甚至在这种情况下,通过在黄色金属线上打造,在七十年代关键。他们是珠宝,它指出了金属的影响,这是旧金山的魅力,亲爱的,这是几千年首饰的象征。不足为奇的是,在托斯卡纳发现的伊特鲁里亚陵墓中,珠宝被发现与某种古老的传统有关。而阿伦诺也是这样做的。

(Italiano) Summit del gioiello a dicembre

对不起,此内容只适用于意大利文美式英文法文欧洲西班牙文德文。 For the sake of viewer convenience, the content is shown below in this site default language. You may click one of the links to switch the site language to another available language.




Era atteso per metà novembre ma, per ragioni organizzative, il Summit del Gioiello Italiano previsto ad Arezzo slitta al 14 dicembre. L’evento organizzato da Italian Exhibition Group prende il posto (simbolicamente) di Gold/Italy, workshop internazionale che connette l’oreficeria Made in Italy di selezionate aziende manifatturiere e la domanda internazionale. Ma le limitazioni legate alla pandemia hanno indotto gli organizzatori a rinviare Gold/Italy all’ottobre 2022.

Una passata edizione di Gold/Italy
Una passata edizione di Gold/Italy

Al suo posto, quindi, ci sarà il primo Summit del Gioiello Italiano, evento istituzionale su invito, che coinvolgerà i leader del comparto della gioielleria e oreficeria nazionale. Organizzato da Italian Exhibition Group in collaborazione con il Comune di Arezzo, puntualizza un comunicato della società fieristica, la Camera di Commercio Arezzo-Siena, Arezzo Fiere e Congressi, e con la partecipazione di tutte le associazioni di categoria di riferimento. Il vertice, nelle intenzioni, offrirà spunti di riflessione concreti e opportunità di confronto diretto tra tutti i rappresentanti del Sistema Gioiello Italia, riuniti nell’Auditorium di Arezzo Fiere e Congressi, nel cuore dello storico distretto orafo. All’ordine del giorno temi quali la sostenibilità e il branding, sfide centrali nella creazione del valore lungo la filiera orafa e nella competizione sul mercato globale.

Collane in concorso a Gold/Italy 2017
Collane in concorso a Gold/Italy 2017







(Italiano) Il giro del mondo con Sara Loren

///

对不起,此内容只适用于意大利文美式英文法文欧洲西班牙文德文。 For the sake of viewer convenience, the content is shown below in this site default language. You may click one of the links to switch the site language to another available language.




Around the world con Sara Loren: gioielli realizzati in argento placcato oro 18 carati, con l’aggiunta di pietre semi preziose, come occhio di tigre, avventurina, turchese, ossidiana. I gioielli sono realizzati a mano, con pietre che, appunto, arrivano da diversi Paesi del mondo. La collezione Around the world segna anche un lancio in grande stile di Sara Loren, marchio di Vicenza che è nato dall’iniziativa di Sara Motta, imprenditrice e creative director. Around the World è l’ultima tra le collezioni di Sara Loren, che comprendono Cosmo, Mediterraneo, Metropolitano, Smalti.

Orecchini in argento placcato oro e dischi di ossidiana
Orecchini in argento placcato oro e dischi di ossidiana

Sara Loren è un brand nato da pochi anni, ma ha alle spalle un solido percorso professionale. La piccola Maison, infatti, è frutto del distretto vicentino specializzato in oreficeria e gioielleria. Il brand è controllato da B23, società condotta dalla stessa Sara Motta, che è impegnata anche con la più grande Orora, altra società del settore. Insomma, un’esperienza professionale ben radicata nel territorio.

PS

Per un imperdonabile imprecisione, abbiamo in precedenza collegato Sara Loren con la società Sara Jewelry di Arezzo, mentre invece non c’è nessun legame tra le due. Ce ne scusiamo con gli interessati e con i lettori.

Orecchini con avventurina
Orecchini con avventurina
Collana con agata nera
Collana con agata nera
Collana con occhio di tigre
Collana con occhio di tigre
Collana con sodalite
Collana con sodalite
Collana con madreperla
Collana con madreperla
Orecchini con agata nera
Orecchini con agata nera






 

(Italiano) La sfida di Amore&Baci

/

对不起,此内容只适用于意大利文美式英文法文欧洲西班牙文德文。 For the sake of viewer convenience, the content is shown below in this site default language. You may click one of the links to switch the site language to another available language.





Argento sotto forma di bracciali e collane con ciondoli da aggiungere per personalizzare il gioiello: Amore&Baci segue un trend consolidato. La concorrenza nel settore è forte e, per emergere, è necessario proporre qualcosa di nuovo senza scostarsi dal tema. I gioielli in argento con ciondoli e perle con vetro colorato di Murano o cristalli Swarovski, assieme a orecchini e anelli, infatti, combattono anche una guerra di prezzi, oltre che sull’aspetto estetico. Il marchio Amore&Baci, nato ad Arezzo (Italia) nel 2009, è però riuscito a ritagliarsi il proprio spazio. I gioielli modulari proposti dal brand, inoltre, sono rinnovati frequentemente e questo contribuisce a rendere fresche le proposte.

Bracciale in argento con elementi rossi
Bracciale in argento con elementi rossi

I risultati incoraggianti hanno spinto il management a esplorare anche il resto d’Europa e poi Canada, Usa e Australia. Il marchio è nato all’interno di un’industria orafa, la Mii di Arezzo, fondata nel 1986 da Alberto Bigozzi, assieme a Giuseppe Dragoni, Rolando Morini e Dario Galeotti. L’azienda produce semilavorati ed elementi per la gioielleria oltre, ovviamente, ai gioielli di Amore&Baci.

Bracciale con charms
Bracciale con charms
Ciondolo in argento a forma di luna
Ciondolo in argento a forma di luna
Collana Love in argento
Collana Love in argento
Collana di Amore&Baci con perle in vetro di Murano
Collana di Amore&Baci con perle in vetro di Murano

Elemento a forma di Colosseo
Elemento a forma di Colosseo







(Italiano) Niente Gold/Italy, al suo posto un summit

对不起,此内容只适用于意大利文美式英文法文欧洲西班牙文德文。 For the sake of viewer convenience, the content is shown below in this site default language. You may click one of the links to switch the site language to another available language.




La parola ridimensionamento è quella che corre di più sulla bocca degli operatori. Gold/Italy, workshop internazionale che ha l’obiettivo di mettere in contatto l’offerta della migliore oreficeria Made in Italy di selezionate aziende manifatturiere dei distretti orafi italiani e la domanda internazionale proveniente dai principali mercati di sbocco della produzione Made in Italy, salta anche l’edizione 2021.

Gold/Italy, in coda prima della pandemia
Gold/Italy, in coda prima della pandemia

La tre giorni organizzata da Italian Exhibition Group ad Arezzo, la capitale italiana della lavorazione dell’oro, non torna a causa, in sostanza, della ancora non conclusa emergenza pandemica, che frena gli spostamenti, specialmente quelli a livello internazionale, in particolare quelli dei buyer asiatici e americani. Al posto di Gold/Italy, a metà novembre, si terrà in collaborazione con il Comune e le Associazioni di categoria di riferimento, un summit con i leader del settore della gioielleria e oreficeria. Obiettivo: discutere sulle strategie in questa fase di rilancio. Ovviamente non è la stessa cosa, ma bisogna fare di necessità virtù.

Catene d'oro
Catene d’oro
Gioielli a Gold/Italy
Gioielli a Gold/Italy

Gold/Italy 2019
Gold/Italy 2019







(Italiano) Disney e gioielli per bambini con C&S

//

对不起,此内容只适用于意大利文美式英文法文欧洲西班牙文德文。 For the sake of viewer convenience, the content is shown below in this site default language. You may click one of the links to switch the site language to another available language.




Gioielli dedicati ai bambini e mascherine anti epidemia. Collane e ciondoli in oro e argento, ma anche espositori per farmacie. C&S è un’azienda di Arezzo davvero differente dalle altre, perché è attiva su due settori diversi, come la gioielleria e il pharma. Ma non solo. L’azienda è nata nel 2018 su iniziativa di Niccolò e Leonardo Borghesi con l’obiettivo di sviluppare e commercializzare, nel mercato all’ingrosso della gioielleria internazionale, oggetti e orologi preziosi nel segmento del lusso accessibile. Il distretto di Arezzo, non ha caso, è specializzato nel settore della gioielleria. Risultato: C&S nel 2019 è stata scelta, tra varie società del settore orafo, per la distribuzione di gioielli in oro, argento e acciaio di 67 marchi Disney.

Bambini con gioielli C&S
Bambini con gioielli C&S

Le collezioni si  ispirano ai diversi personaggi Disney protagonisti di fumetti e film di animazione, come Mickey and Friends, Princess, Frozen. I gioielli sono proposti in versioni diverse: in oro 9 carati, oppure in argento o acciaio, ovviamente con differenze di prezzo. Inoltre, altro aspetto che distingue C&S, è l’attenzione sottolineata della correttezza aziendale per quanto il genere, la sostenibilità e i valori sociali.

Bracciale in oro 9 carati e perle naturali
Bracciale in oro 9 carati e perle naturali
Bracciale in argento e smalto
Bracciale in argento e smalto
Collana in oro 9 carati della collezione Princess
Collana in oro 9 carati della collezione Princess
Collana con corona in oro 9 carati della collezione Princess
Collana con corona in oro 9 carati della collezione Princess

Orecchini in oro 9 carati della collezione Princess
Orecchini in oro 9 carati della collezione Princess







1 2 3