news — Март 16, 2015 at 5:18 пп

(Italiano) È l’ora di Baselworld

Извините, этот техт доступен только в “Итальянский”, “Американский Английский”, “Французский”, “Европейский Испанский” и “Немецкий”. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in this site default language. You may click one of the links to switch the site language to another available language.

Ritorna Baselworld, l’evento più importante al mondo dedicato a gioielli e orologi. I visitatori previsti sono 150mila, tra cui 4mila giornalisti (anche quelli di Gioiellis, ovviamente), per individuare le novità presentate dai 1.500 marchi  di 40 Paesi distribuiti sui 141mila metri quadri dell’area espositiva.  La fiera è anche un grande business: secondo il direttore di Baselworld, Sylvie Ritter, l’evento genera «800mila notti trascorse in Svizzera nel corso della manifestazione, 13mila posti di lavoro in tutto il paese e muove un giro di affari di 2,4 miliardi di franchi svizzeri». La regione di Basilea beneficia della fiera con 6.500 posti di lavoro e ricavi pari a 1,2 miliardi di franchi.

Oltre ai produttori di orologeria, Baselworld ospita anche principali operatori nel settore dei diamanti, perle e pietre preziose, i fornitori di macchine e subappaltatori. Anche qui non mancano novità: per esempio, la britannica Cooksongold presenta una stampante 3D appositamente costruita per la produzione di gioielli in oro. La stampante M 080 promette di realizzare gioielli con disegni complessi, che finora non si potevano realizzare per le difficoltà nella produzione tradizionale. I gioielli sono realizzati strato dopo strato, con la fusione di sottile polvere di metallo e un laser. In questo modo un gioiello complesso può essere fabbricato in poche ore.

Insomma, Baselworld un appuntamento da non perdere. Alcune delle novità le abbiamo anticipate in questi giorni, ma ce ne saranno altre da scoprire. Ma se il mercato dei gioielli sembra attraversare un periodo di discreta salute, c’è qualche problema in più per quello degli orologi. Il mercato tedesco, francese e russo, per la crisi ucraina, sono stimati in calo. Inoltre, la rivalutazione di circa il 25% del franco svizzero rischia di incidere pesantemente per i produttori della Confederazione elvetica. Le vendite vanno meglio, invece, in Stati Uniti, Giappone, Corea del Sud e Medio Oriente, anche se il calo del petrolio potrebbe presto frenare quest’ultimo. «L’industria orologiera svizzera non è in crisi, ma ci manca la visibilità», ha spiegato a Les Temps il presidente della Fédération de l’industrie horlogère suisse (FH) Jean-Daniel Pasche. Sugli orologi, però, incombe il ciclone Apple Watch: l’orologio smart da collegare all’iPhone deprimerà le vendite di orologi tradizionali? A Baselworld, forse, si troverà una risposta. Federico Graglia

Baselworld 2015
19 marzo — 26 marzo 2015
Fiera di Basilea, Svizzera
MCH Swiss Exhibition (Basel) LTD., 4005 Basel, Svizzera

Orari di apertura:
Tutti i giorni dalle ore 9 alle 18
(escluso giovedì 26 marzo: ore 9 — 16)

Baselworld 2014
Baselworld 2014
L'esterno del centro fieristico di Basilea
L’esterno del centro fieristico di Basilea
La stampante M 080, che crea gioielli in oro
La stampante M 080, che crea gioielli in oro
Lo stand di pasquale Bruni
Lo stand di pasquale Bruni
La hall di Baselworld
La hall di Baselworld
Sylvie Ritter
Sylvie Ritter
Interno di Baselworld 2014
Interno di Baselworld 2014

 

Leave a Comment

Ваш e-mail не будет опубликован. Обязательные поля помечены *