Fiere, news — Май 16, 2019 at 4:04 дп

(Italiano) GemGèneve pronta al tris

Извините, этот техт доступен только в “Итальянский”, “Американский Английский”, “Французский”, “Европейский Испанский” и “Немецкий”. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in this site default language. You may click one of the links to switch the site language to another available language.





GemGèneve si prepara già alla terza edizione, grazie al successo del secondo appuntamento ♦︎

La terza edizione di GemGèneve si svolgerà dal 7 al 10 maggio 2020. Cioè subito dopo il Sihh, il Salon International de la Haute Horlogerie in programma dal 26 al 29 aprile e a poche ore di distanza da Baselworld, fiera fissata dal 30 aprile sino al 5 maggio del prossimo anno. Sembra una conferma e anche una sfida: chiusa la seconda edizione, GemGèneve si avvia a essere una realtà consolidata nel panorama della gioielleria.

GemGèneve 2019. Copyright: gioiellis.com
GemGèneve 2019. Copyright: gioiellis.com

Piace, forse, quello che gli organizzatori definiscono “il carattere intimista e consapevole di una fiera che offre un’alleanza unica tra un’ampia varietà e qualità di pietre preziose, gioielli antichi e contemporanei, nonché la competenza e i servizi di prestigiosi laboratori di gemmologia”.

Thomas Faerbe (a sinistra) e Ronny Totah (a destra)
Thomas Faerbe (a sinistra) e Ronny Totah (a destra)

Soddisfatti i due co-fondatori dell’evento, Thomas Faerber e Ronny Totah: la seconda edizione di GemGèneve ha visto il 42% di superficie aggiuntiva e 63 nuovi espositori da tutto il mondo, che sono quindi saliti a 210, in particolare da Taiwan, ma anche dall’Ucraina. Incrementate dell’11% le presenze: 4.800 visitatori, per il 37% svizzeri e il 63% stranieri. Certo, siamo lontani dai numeri di Baselworld, che nonostante la crisi degli ultimi anni ha registrato comunque 81.000 visitatori. Ma GemGèneve è un appuntamento di nicchia. “Diciamo la verità: non ci aspettavamo di concludere grandi affari, ma essere qui è utile per allacciare relazioni”, ha confidato a gioiellis.com un espositore di GemGèneve che preferisce rimanere anonimo.

Lo spazio riservato alla Head. Foto:  G.Maillot
Lo spazio riservato alla Head. Foto: G.Maillot

L’edizione 2019 ha segnato anche la continuità e l’avvento eventi e mostre distintivi, come il Designer Vivarium e i suoi nuovi gioiellieri contemporanei, i talenti emergenti, oltre che conferenze, seminari e tavole rotonde guidate da esperti rinomati. Per il secondo anno consecutivo, GemGèneve ha anche collaborato con Head, la Scuola d’arte e design di Ginevra e l’Hej, Haute Ecole de Joaillerie di Parigi. Insomma, la sfida di GemGèneve continua.





Il padiglione di GemGèneve. Copyright: Gioiellis.com
Il padiglione di GemGèneve. Copyright: Gioiellis.com

gemme gemgeneve copyright gioiellis com
Gemme a GemGèneve. Copyright: Gioiellis.com

GemGèneve 2019. Copyright: Gioiellis.com
GemGèneve 2019. Copyright: Gioiellis.com







Leave a Comment

Ваш e-mail не будет опубликован. Обязательные поля помечены *