bijoux — Dicembre 7, 2015 at 5:00 am

Le sculture timide di Helena Rohner

Ha appena ricevuto la Medaglia d’Oro al Merito in Belle Arti dalle mani del re di Spagna: ma Helena Rohner, nata a Las Palmas (Isole Canarie) sembra aver conservato uno stile più coerente con le sue origini nordiche. Non a caso le sue collezioni sono vendute al 70% in Gran Bretagna e Danimarca, oltre al Giappone. Infatti la sua produzione è molto lontana da come si può immaginare, cioè incline a uno stile barocco. Al contrario, secondo lei «il gioiello è la luce del corpo», e deve essere pulito, essenziale. Ma non le piace il termine minimalista: lo considera troppo di moda. È contro le decorazioni e per uno stile scandinavo, trapiantato con successo in Spagna, e soprattutto all’estero. Una estetica europea, la definisce. Che l’ha spinta, oltre a disegnare gioielli, anche a utilizzare la sua abilità di progettazione per accessori e mobili, anche se i preziosi restano la sua principale passione. «Un gioiello è una scultura timida», dice. Ma le sue collezioni dimostrano che anche un disegno in apparenza semplice può essere molto deciso. Matilde de Bounvilles

Suite di pendente bracciale, Helena Rohner
Suite di pendente bracciale
Collana, anelli e bracciali di Helena Rohner
Collana, anelli e bracciali 
Helena Rohner, collezione autunno inverno 2015, indossato
Collezione autunno inverno 2015, indossato
Helena Rohner, orecchini in argento placcato oro
Orecchini in argento placcato oro
Helena Rohner, orecchini e anelli in argento placcato oro, ceramica, pietre naturali
Orecchini e anelli in argento placcato oro, ceramica, pietre naturali
Helena Rohner, collezione autunno inverno 2015
Collezione autunno inverno 2015
Helena Rohner, collezione autunno inverno 2015, indossato
Collezione autunno inverno 2015, indossato

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *