vetrina — aprile 1, 2018 at 4:15 am

La via tailandese di Choon

Nel caso non ne foste a conoscenza, sappiate che buona parte delle grandi marche di gioielleria realizza buon parte della produzione in Tailandia. Perché in Oriente? Semplice: la mano d’opera costa meno che in Europa e da anni si è formata una classe di lavoratori specializzati e molto abili. Qualcuno sostiene che certi tipi di lavorazioni si possano fare solo in Asia. In ogni caso, accanto alle aziende che lavorano in conto terzi, sono cresciute anche specialisti, come Choon Jewelry, che hanno iniziato anche a proporre gioielli con un proprio design, utilizzando l’argento abbinato con pietre preziose: rubini, acquamarina, zaffiri. Non sempre, diciamolo, il risultato rispecchia il gusto occidentale. Ma quando ci riesce, i gioielli hanno poco da invidiare a quelli di tanti rinomati brand, perlomeno quanto profusione di gemme preziose. Certo, lo stile rispecchia quel desiderio tipico orientale di aggiungere fronzoli anche dove non ce ne sarebbe bisogno, a volte con un disegno approssimativo. Giulia Netrese

Bracciale con acquamarine
Bracciale con acquamarine
Bracciale con acquamarine e chiusura a farfalla con topazi gialli
Bracciale con acquamarine e chiusura a farfalla con topazi gialli
Collana con gemme colorate a forma di ghirlanda
Collana con gemme colorate a forma di ghirlanda
Set con gemme colorate di Choon
Set con gemme colorate di Choon
Collana con diamanti e rubini
Collana con diamanti e rubini
Collana di gemme colorate
Collana di gemme colorate
Collana con pietre preziose colorate
Collana con pietre preziose colorate

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *