Design, vetrina — gennaio 31, 2018 at 4:44 am

Gli Arabesque di Sicis



Due nuovi pezzi di alta gioielleria realizzati da Sicis con la tecnica del micromosaico, unito a diamanti e rubini, la parure Arabesque ♦︎

Il micromosaico che diventa gioiello: è una delle specialità di Sicis, azienda di Ravenna specializzata nell’arte di accostare minuscole tessere colorate della dimensione tra 0.40 e 2.00 millimetri viste frontalmente. E non è un caso che questa abilità sia sviluppata in una città che ospita alcuni dei mosaici più belli e importanti al mondo. Premesso questo, ecco la nuova fatica di Sicis: la parure Arabesque. Si tratta di un paio di orecchini e un anello, che grazie al micromosaico compongono disegni che hanno un eco orientaleggiante. Ogni pezzo ha richiesto circa due mesi di lavoro. Il micromosaico, sostenuto da un set di oro bianco, è impreziosito anche da linee di diamanti bianchi e da un rubino rosso. La stessa composizione è ripetuta per anello e orecchini pendenti, che utilizzano i rubini all’altezza della chiusura. In questo caso la forma geometrica a goccia realizzata con i diamanti, che si sovrappone al gioiello, è mobile e oscilla quindi assecondando le movenze del corpo di chi li indossa. Giulia Netrese




Sicis, anello Arabesque in micromosaico, oro bianco, diamanti e rubino
Sicis, anello Arabesque in micromosaico, oro bianco, diamanti e rubino
Sicis, orecchini Arabesque in micromosaico, oro bianco, diamanti e rubini
Sicis, orecchini Arabesque in micromosaico, oro bianco, diamanti e rubini







Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *