vetrina — January 6, 2013 at 10:08 am

Preziosissimo legno

Dalla Laguna di Venezia alle mani o al collo. Nel segno della natura. L’idea è una joint venture tra un produttore di mobili di qualità, Riva 1920 e Annalisa Mirizzi e Mimmo Demattia, i due designer dei gioielli di Nalj, brand pugliese che ha sede a Polignano a Mare. Il materiale utilizzato per i gioielli, infatti, sono in primo luogo le briccole di Venezia, cioè quei pali di quercia piantati in mezzo all’acqua per facilitare la direzione delle barche che solcano la Laguna. Le briccole durano decenni, ma periodicamente (circa dopo cinque-dieci anni) devono essere sostituite. I gioielli della linea Nalj for Riva sono utilizzano, però, anche altri materiali di scarto: noce, rovere o l’antichissimo kauri, un legno vecchio di migliaia di anni (anche 50mila) estratto dal sottosuolo della Nuova Zelanda. Il legno è lavorato per essere trasformato in ciondoli o anelli, e in qualche caso unito ad argento 925, oro, corallo o pietre dure. Ogni esemplare è un pezzo unico.

 

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *