alta gioielleria, Collane — dicembre 12, 2017 at 5:00 am

Collana divina da Pasquale Bruni



La collana Green Tara della collezione Ghirlanda di Pasquale Bruni ♦︎

La collezione Ghirlanda di Pasquale Bruni è un esempio di come la creatività applicata all’alta gioielleria sia un valore costante nel tempo. La definizione spesso utilizzata per i gioielli, «senza tempo», è fuori luogo. I gioielli, come la collezione Ghirlanda, hanno un loro tempo, riflettono uno stato d’animo, un periodo creativo, uno stile, proprio come le opere di pittori e scultori. Ma questo non vuol dire che siano condizionate dalla moda del momento. La collezione Ghirlanda, infatti, è nata nel 2002 per opera di Eugenia Bruni, mente, penna e fantasia della maison piemontese. Come in una saga, alla collezione nel corso degli anni sono aggiunti nuovi capitoli, cioè altri pezzi di gioielleria. La novità del 2017, per esempio, è la Ghirlanda Green Tara. Anche in questo caso la designer abbina la composizione di metallo, pietre e colori al mondo mitologico. La collana, infatti, è ispirata a Tara, dea della natura e dell’energia femminile secondo buddismo e induismo. Il gioiello, però, non ha nulla di esotico: è invece un delicato equilibrio tra due tonalità di verde, caratteristiche del crisoprasio, e i diamanti incastonati su oro rosa. Sarebbe piaciuta anche alle dea Tara. Lavinia Andorno





Anello della collezione Ghirlanda

Anello della collezione Ghirlanda

Pasquale Bruni, il collier Ghirlanda Green Tara

Pasquale Bruni, il collier Ghirlanda Green Tara

Orecchini della collezione Ghirlanda

Orecchini della collezione Ghirlanda

Collier della collezione Ghirlanda

Collier della collezione Ghirlanda

Il collier Ghirlanda di Pasquale Bruni

Collier Ghirlanda di Pasquale Bruni

Collana della linea Ghirlanda: ametiste, quarzo milky e diamanti

Collana della linea Ghirlanda: ametiste, quarzo milky e diamanti








Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*