news — marzo 23, 2016 at 4:19 pm

Indossare la Bellezza, 300 bijoux in mostra

Avete tempo fino al 29 maggio per visitare la mostra Indossare la Bellezza. La grande bigiotteria italiana (http://gioiellis.com/in-100-bijoux-la-storia-ditalia). Inaugurata sabato 19 marzo, la mostra è organizzata nel Museo del Bijou di Casalmaggiore, in provincia di Cremona. Se vi piacciono i bijoux, ne trovate selezionati 300, selezionati da Bianca Cappello. In mostra , tra gli altri, un sautoir decò con perle millefiori di Ercole Moretti, le spille in micro mosaico di inizio secolo dei Fratelli Traversari, i bijoux del periodo autarchico e bellico, quelli sartoriali del Dopoguerra, e della dolce vita firmati Giuliano Fratti, Ottavio Re, Ornella Bijoux e Ferenaz. I girocolli firmati Moschino, Armani, Valentino, Ferrè, Rocco Barocco, Coveri e Ugo Correani, i bijoux creati da Bozart per Tita Rossi ed i luminosi abiti gioiello per Fashion TV, i bijoux di Luciana de Reutern e Coppola e Toppo per Ken Scott e gli splendidi bijoux di Pellini che, da Emma Caimi a Donatella, è oggi alla terza generazione di una stirpe di bigiottieri milanesi. E, poi, i collier firmati Bijoux Cascio per Emilio Pucci, i bijoux di Sharra Pagano, Angela Caputi – Giuggiù, Carlo Zini, Unger, le corone di Miss Italia realizzate da De Liguoro, gli orecchini a cascata degli anni Sessanta di Viganò e Artigiana Fiorentina Bigiotteria, gli eleganti bijoux in vetro soffiato di Sorelle Sent. Una sezione a parte è dedicata ai bijoux pezzi unici realizzati da Corbella negli anni ’30 per il teatro la Scala di Milano.

Bijoux a Casalmaggiore

Bijoux a Casalmaggiore

Particolare della mostra

Particolare della mostra

Alcuni dei 300 nijoux selezionati

Alcuni dei 300 nijoux selezionati

Copricapo con bracciale

Copricapo con bracciale

Bracciale in metallo e cristalli

Bracciale in metallo e cristalli

Il team che ha curato la mostra

Il team che ha curato la mostra

Inaugurazione di «Indossare la Bellezza. La grande bigiotteria italiana»

Inaugurazione di «Indossare la Bellezza. La grande bigiotteria italiana»

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*